San Raffaele, i lavoratori bocciano l'accordo

Col 55% dei no, i lavoratori dell’ospedale di Milano hanno bocciato l’accordo firmato da Rsu ed azienda la scorsa settimana

Bocciato. I lavoratori dell’ospedale San Raffaele di Milano hanno detto no all’accordo firmato da Rsu ed azienda la scorsa settimana. Con 1.365 no (55%), 1.110 sì (45%), 65 schede nulle e 11 bianche.

"Il risultato non era affatto scontato visto l’impegno dell’amministrazione che ha cercato in tutti i modi di convincere lavoratori e lavoratrici a votare per il sì, con bassezze che hanno rasentato il ricatto morale", ha commentato il delegato Usb Rsu Pierluigi Previtali.

Che poi ha aggiunto: "Ora si apre una fase impegnativa ma siamo pronti a sostenere sia la mobilitazione che le vertenze e il reddito dei colleghi, attraverso una cassa di resistenza e solidarietà. La prossima tappa sarà giovedì 31 a Roma, presso il Ministero del Lavoro dove, dopo la pratica burocratica di verbalizzazione del mancato accordo, chiediamo l’apertura di un tavolo di trattativa,
perchè si possa continuare a garantire i livelli occupazionali e salariali
".

"Alla luce di quanto emerso dal referendum, al quale sono stati chiamati a partecipare tutti i dipendenti del comparto dell’ospedale San Raffaele e indetto per ratificare l’accordo siglato a Roma
dalle Rsu lo scorso 22 gennaio, l’azienda si rammarica per l’esito negativo"
. Così la proprietà del San Raffaele ha commentato in una nota il risultato del referendum.

Commenti
Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 30/01/2013 - 02:10

In questo paese non si riesce a capire chi ha il potere di gestire le aziende. NON E' CHE STIAMO VIVENDO IN UN REGIME COMUNISTA?