Sanità, 13 mesi di attesa per una mammografia

Un anno di attesa per una visita urologica o pneumologica, nove mesi per un ecodoppler o una colonscopia. A lanciare l'allarme è il Tribunale per i diritti del malato

Tredici mesi per una mammografia, un anno per una visita urologica o pneumologica, nove mesi per un ecodoppler o una colonscopia. A lanciare l'allarme sulle liste di attesa infinite è il Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva che ha presentato il Rapporto Pit Salute 2013 raccogliendo nel 2012 27.491 segnalazioni da parte dei cittadini.

Le difficoltà relative alle lunghe liste d’attesasono la prima voce tra gli ostacoli riscontrati nell’acceso ai servizi sanitari, il 74,3% del totale (37,2% riguarda le attese per gli esami diagnostici, mentre il 29,8% fa riferimento alle visite specialistiche). Un’altra parte rilevante delle segnalazioni (28,1%) si concentra attorno alle richieste di ricovero per intervento chirurgico, mentre quasi il 5% rappresenta gli accessi per terapie oncologiche, quali chemioterapia e radioterapia. Tra le altre segnalazioni: il maggiore ricorso all’intramoenia a causa proprio dei tempi eccessivi nel pubblico (15,4%) e l’insostenibilità dei costi dei ticket (10,3%).

"Se in una famiglia è presente un invalido o un anziano - fa notare il Rapporto - c’è davvero di che preoccuparsi: strutture residenziali dai costi esorbitanti (7,6%), per le quali i cittadini arrivano a pagare in media all’anno 13.946 euro. Gli assegni di cura eliminati o inesistenti e l’insufficiente assistenza domiciliare
costringono le famiglie a rivolgersi a badanti privati, determinando un aggravio di costi notevole che arriva in media a circa 8.488 euro annui. Per
quanto riguarda l’assistenza protesica ed integrativa (6,9%), i cittadini sono costretti a pagare in media fino a 944 euro annui per avere prodotti
di qualità o in quantità accettabili
".

"Ci troviamo di fronte ad un Servizio Sanitario inaccessibile, che decide chi curare utilizzando il criterio cronologico (impossibile ammalarsi a fine anno, vale a dire "chi prima arriva meglio alloggia") e territoriale. Una selezione realizzata di fatto attraverso un taglio del Fondo Sanitario Nazionale senza precedenti, pari ad oltre 30 miliardi di euro nel periodo 2013-2015 e con effetti peraltro retroattivi, con tutto ciò che questo comporta", ha dichiarato Tonino Aceti, coordinatore del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva.

Commenti

gneo58

Mar, 16/07/2013 - 11:30

e un anno e 7 mesi (UN ANNO E SETTE MESI) per una MOC di controllo seguito ricovero ospedaliero per danni alla colonna vertebrale da decalcificazione ossea a seguito di pesante cura con flebo di cortisone ! (e dalla mia busta paga si prendono fior fiore di soldi ogni mese per la sanita') infine me la sono pagata - morissero tutti !

gneo58

Mar, 16/07/2013 - 11:34

che poi non mi vengano a dire - gli italiani si sono sempre STRA-pagati con le tasse tutto - ora questi governi pagliacci dispensano benefici a destra e manca (e non vogli fare nomi ed esempi che tanto lo sappiamo) e' logico che il sistema non regge

poitelodico

Mar, 16/07/2013 - 11:37

13 mesi per un'italiana, se una mammografia deve passarla un'albanese o una congolese l'attesa dovrebbe scendere al massimo ad un paio di mesi. Questo deve essere senz'altro il pensiero della Boldrini e della Kyenge.

cgf

Mar, 16/07/2013 - 11:38

In Italia per fare gli esami ci sono gli orari, dalle/alle il macchinario deve essere disponibile per gli interni, fuori dagl'orario 'di ufficio' vi è il personale solo per emergenze di pronto soccorso. Qualcosa cambia, vi sono [molte poche] strutture dove, ad esempio, è possibile prendere l'appuntamento per una TAC anche dopo le 20. Capito bene!! esattamente come funziona in tanti ospedali all'estero dove ottiminizzano i tempi ed ammortizzano prima i macchinari. Ovvio che si accorciano le liste di attesa e, contrariamente a quanto si pensa, sono molti che preferiscono quei orari e lo dimostra l'affluenza. Ma in Italia kefrega di ammortizzare, anzi, sempre più nuovi macchinari così..... poi mi fermo.

SLY@1972

Mar, 16/07/2013 - 11:44

Mentre per l'esame a pagamento, come per magia c'è posto il giorno dopo.

Giorgio Mandozzi

Mar, 16/07/2013 - 11:51

Il bello è che i nostri politici e rappresentanti sindacali si riempiono la bocca cercando di convincerci di avere il più funzionale servizio sanitario del mondo! Forse per loro, visto che hanno una schiera di medici disponibili sempre in parlamento. Ma per i comuni italiani che hanno pagato (durante la vita lavorativa) e continuano a pagare (anche da pensionati) c'è sempre e solo lo stress di lunghe code ed attese infinite. Certo, questo servizio sanitario è bello per chi non ha mai pagato una lira e/o un euro (vedi immigrati e clandestini) ma per chi ha sempre pagato è una costante, antipatica e rivoltante presa in giro. Qualunque tipo di esame strumentale o visita specialistica prevede un'attesa che va dai 4 ai 12 mesi e comunque pagando un ticket che si avvicina sempre più al costo della prestazione. La domanda è: perchè continuiamo a pagare per un servizio che non ci viene reso?

Duka

Mar, 16/07/2013 - 11:52

E la min. Lorenzin che fa? si occupa del fumo elettronico e dei ticket. Non vede che il paradiso della corruzione e del raccomandato è proprio la sanità pubblica? Come si fa a non vedere ciò che sta sotto gli occhi di tutti? ASL e Ospedali diretti da politici che non assumono in base al merito o per punteggi accademici ottenuti o perchè in possesso di specializzazioni ma semplicemente perchè figli di.. messi in "graduatoria" termine magico che trasforma come per incanto un somaro in genio della medicina. Certo abbiamo anche l'invidiabile record di un caso al giorno di "malasanità". Altro termine magico che copre il più vero Omicidio Colposo.

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 16/07/2013 - 12:02

Importante e' che gli estra siano trattati bene.

lamwolf

Mar, 16/07/2013 - 12:04

VERGOGNA!!!!!!!!!!!!!l'Italia è un sistema fallito, diamoci da fare gente prima che i parlamentari ci portino alla ROVINA!!!!

leo_polemico

Mar, 16/07/2013 - 12:09

Intanto i parlamentari, a quanto letto, hanno un loro mutua indipendente. Chi la paga? Ovviamente il contribuente. E come mai, per alcune prestazioni, il ticket a carico dell'assistito è più caro dello stesso esame eseguito a pagamento? mah... uno dei tanti misteri italiani, così come la stessa identica protesi che ha il suo costo moltiplicato a seconda della regione e dell'USL.

GilbertoVR

Mar, 16/07/2013 - 12:12

Se non sbaglio il ministro della sanità è del pdl. Allora è ovvio che bisogna alimentare la sanità privata.

Nonmimandanessuno

Mar, 16/07/2013 - 12:23

Sta capitando questo e anche di più anche al sottoscritto che ha denunciato le cose al tribunale dei diritti. Per di più, mi è stato rilasciato untesserino valido circa un anno, per l'esenzione degli esami a seguito di patologia grave. Ebbene, continuamente debbo pagare invece visite ed esami anche sanguigni. MI/ci stanno prendendo in giro. Agli stranieri diamo tutto gratis. A noi pensionati ci tolgono il pane pezzo per pezzo. Miserabili. Del Papa non parlo per "carità cristiana"!

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mar, 16/07/2013 - 12:23

Gentile Signora DE MONTIS: chi le scrive, è una Signora;ancora giovane e martoriata, nell'anima,oltre che nel corpo.Questo calvario...ha avuto inizio ad Aprile, improvvisamente...e, non mi ha dato scampo;ho inividuato io, il mio tumore e, mi son pagata di tasca mia,la visita da un professore, ritenuto nel campo un luminare, in quanto riguardo i tempi, avrei dovuto, aspettare, il prossimo Novembre,probabilmente con conseguenze, ancor più devastanti.Ieri, mi soo sottoposta, ad un eco cordiogramma, e, domani ad una scintigrafia ossea,e le risparmio, tutto il calvario, che ho subito..intervento ed analisi,abbastanza...dure da sopportare, non che disagi, per le attese...e conseguenti,problemi di carattere psicologico, che tutto ciò,ha procurato alla mia persona.Da Agosto...dovrò affrontare,un viaggio, molto duro...che avrà bisogno di tutto, il mo coraggio; una chemioterapia, per sei mesi...lo so c'è gente che sta peggio, ma questo non mi consola!le emozioni,sono tante, come tanta e la confusione, che oggi, mi vede più fragile e confusa, verso un futuro, che sicuramente, mi cambierà...totalmente!! vi leggerò, sempre, co lo stesso affetto, dei miei esordi, in codesto qutidiano!! e, con la stessa cortesia, di sempre...concedetemi, di inviare un pensiero, ad uno storico commentatore de IL GIORNALE, che sicuramente leggerà, le mie parole:Signor Angelo48...va a lei, la mia totale gratitudine, per ogi parola, ogni gesto, seppur virtuale...che ha arricchito la mia vita!! ma, oggi, come oggi, preferirei incontrarla; quando i miei, capelli...lunghi e belli,che perderò...saranno nuovamente, luminosi e belli, e quando, ilmio seno destro ferito e mortificato...sarà solo una cicatrice, da dimenticare...non che cosa più importante; quando le cicatrici, della mia Anima, per il mometo ferite...APERTE...avranno la meglio sulla vita, a DIO PIACENDO!!!Con affetto,mai venuto meno e simpatia Marina!! GRAZIE DI TUTTO...a tutti voi per ciò che mi avete donato! IMPERITURAMENTE...nel mio CUORE!!

Nadia Vouch

Mar, 16/07/2013 - 12:39

Proprio così: il criterio è cronologico e territoriale. Poi, aggiungerei che molte volte, non potendo pagare un'assistenza, c'è chi in famiglia si mette a totale disposizione dell'ammalato invalido. Ciò, è un costo assente o ridotto per il sistema sanitario nel breve periodo, ma nel lungo periodo sarà un costo elevato. Infatti, quando chi assisteva altri si ammalerà a propria volta, magari per eccesso di fatica, da chi sarà assistito? Alla faccia di chi si riempie la bocca di altruismo e di carità.

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mar, 16/07/2013 - 13:05

Egregio Angelo48...mi creda:non è necessario che lei risponda, in fondo il mio è stato solo uno sfogo, verso una sanità malata ed inconcludente, verso i propri "figli"...mi piace ricordare una frase,della Signora Merini:" E ciò nonostante, credo che dentro questo buio...troverò una via d'uscita".GRAZIEEEE!!

pier47

Mar, 16/07/2013 - 13:05

buongiorno, se vogliamo dare l'assistenza gratuita a TUTTO IL MONDO, cosa dobbiamo aspettarci?La regione Lombardia chiederà al governo 40 milioni di € per gli ultimi quattro anni di assistenza agli extracomunitari,fa bene,però dovrebbe anche mettere dei paletti a quanto sta succedendo. saluti

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 16/07/2013 - 13:19

xmarina58-Le auguro una pronta guarigione , e che tutto le vadi bene.Sono certo che ritornera tra di noi , la sua personalita senno chi la potrebbe rimpiazzare ? Certamente no pisopisello.

gigi0000

Mar, 16/07/2013 - 13:42

Ma è più importante perdere tempo e denaro per Calderoli e la kasaka del cavolo. Che governo di pirla!

franco@Trier -DE

Mar, 16/07/2013 - 13:48

vabbè in Italia si aspettano 13 mesi per una mammografia in Germania si aspettano 13 ore sempre 13 è il numero.Strano non sento criticare la culona tedesca che abbiate messo giudizio?

horatio caine

Mar, 16/07/2013 - 13:50

Personalmente per quanto riguarda l'attesa di esami strumentali, e nell'ultimo anno ne ho fatti parecchi, non ho mai dovuto aspettare più di un mese. Ovviamente non nelle strutture pubbliche ma in quelle convenzionate col SSN. Bisogna aggiungere che io vivo nella Regione Lombardia in cui la sanità non è certo ai livelli scadenti di altre regioni italiane. Saluti.

benny.manocchia

Mar, 16/07/2013 - 14:01

Perdonate,e' una battuta? Altrimenti e' raccapricciante. Ma in Italia siete tutti impazziti? Che vergogna! Un italiano in USA

Ritratto di dbell56

dbell56

Mar, 16/07/2013 - 14:09

Lo sfascio pubblico è arrivato a livelli inenarrabili. Come quel tizio che chiede ad un amico come si mangia in un certo posto; bene, fa lui, il cibo era pessimo, in compenso però il conto è stato salatissimo! Ciò che appunto accade nel pubblico, qui in Italia.

Ritratto di dbell56

dbell56

Mar, 16/07/2013 - 14:27

Marina58, che il Signore l'accompagni e la sostenga nella dura prova. Io un mese e mezzo fa, ho subìto un duplice intervento chirurgico presso l'Istituto Clinico Humanitas di Rozzano. E' andato tutto bene ed ho trovato una struttura ed una professionalità di livello elevatissimo nonchè un notevolissimo calore umano. La saluto e l'aspetto nuovamente sui blog de Il Giornale a commentare con cuor leggero i fatti della vita che accadono qui in Italia e nel mondo.

prisco

Mar, 16/07/2013 - 14:32

non solo i precedenti. aggiungo non si fanno esami CITOLOGICI URINE perchè il personale preposto è in ferie. Ancora più grave.

prisco

Mar, 16/07/2013 - 14:36

non diamo la colpa ai tagli, bensì al personale operativo svogliato e che ha necessità di andare in ferie in periodi scelti personalmente e non dalle necessità della struttura

gneo58

Mar, 16/07/2013 - 14:39

per le mie patologie ho avuto modo di recarmi in Francia per visite ed esami (perché sono finito la' e' troppo lungo da spiegare) comunque : visite da medici privati parcelle 30-35% meno che in Italia, esami clinici, immediati seduta stante il giorno stesso, prezzi inferiori all'Italia, operazioni presso cliniche private 75% meno di quello che chiedevano qui. E poi ci meravigliamo che andiamo male !

Nadia Vouch

Mar, 16/07/2013 - 14:49

Per #MARINA58. Le giungano i miei auguri che tutto vada per il meglio. La Sua energia è di esempio per tutti. Cari saluti.

biricc

Mar, 16/07/2013 - 14:59

Ho dovuto fare una serie di esami clinici tutti a pagamento perchè diversamente i tempi di attesa erano a dir poco biblici. Mi chiedo per quale motivo paghiamo le tasse?

biricc

Mar, 16/07/2013 - 15:12

Aggiungo, non ci sono speranze. Migliaia di persone sotto il sole a quaranta gradi per applaudire un certo Mario Gomez, nuovo acquisto della fiorentina. Il circo è servito, il pane forse.

odifrep

Mar, 16/07/2013 - 15:18

Credo che in questi frangenti, dove si vede il bicchiere -metà e metà- tanta gente è orientata sempre a dire che è "mezzo vuoto". Io propenderei nel dire che è "mezzo pieno". Non me ne voglia qualche signora quando asserisce di ritenersi 'fortunata' per aver speso quattrini per visite private, convinta di aver preso il -toro per le corna-. No signora, no! La salute, almeno quella non credo che si possa comprare. E' vero che (chi ha i soldi muore una sola volta, perché chi non li ha muore anche di fame) gli agi fanno vivere meglio, però tanto fa la FEDE nel Signore. Se si ha l'anima in pace, quanto meno con se stessa, non si pensa al "mezzo vuoto" del bicchiere, perché saperlo già "mezzo pieno" può bastare. Un in bocca al lupo con tempestiva guarigione. Un perfido.

unosolo

Mar, 16/07/2013 - 15:31

purtroppo mancano i soldi per incentivare ed aumentare medici e sale a disposizione , Roma Tor Vergara ospedale con reparti chiusi per mancanza di soldi , medici , infermieri e mezzi di assistenza , quindi noi abbiamo ospedali , medici , infermieri , portantini senza lavoro ma abbiamo lo spreco del nostro denaro da parte dei politici e sindacati , lo spreco dei soldi nostri buttati da chi governa chiunque ci sia non taglia sprechi per darci i servizi , diamo la colpa ai medici senza guardare il vero motivo " soldi " i politici entrano in ospedali subito senza file , anzi hanno a disposizione solo e subito i primari , ma chi paga le tasse per avere i servizi non sono i politici ma i cittadini , paghiamo per essere ultimi ? le tasse servivano per darci il meglio a tutti e nella stessa misura , come può un parlamentare essere insensibile ritirare lo stipendio spendere e spandere sapendo che i cittadini non hanno il giusto servizio ? PERCHE QUANDO ARRIVANO AL VERTICE CI SI ADAGIANO SU QUEL CHE TROVANO , peccato che anche i grillini ci si sono allineati , d'altronde è il ramo distaccato del PD , altro che riformisti.

Ritratto di scandalo

scandalo

Mar, 16/07/2013 - 15:35

e lo credo bene tutti gli immigrati clandestini che affollano gli ospedali fanno allungare i tempi !! ma ora abbiamo la congolese che mettera tutto a posto !!

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Mar, 16/07/2013 - 15:47

E ve ne siete accorti ora? Oppure avevate questi scoop nel cassetto chiuso da qualche anno?

cameo44

Mar, 16/07/2013 - 15:49

Ancora una prova che i nostri politici ci raccontano tante belle favole ci vantiamo di essere un paese industrializzato democratico e civile ma in quanto a diritti dei normali cittadini tutto dimostra il contrario oltre alle lunche attese avvolte si muore perchè non arriva l'ambulanza ma quello che stupisce è che non vi sono posti letto per i contribuen ti mentre si trova per gli stranieri nulla contro di loro a scanso di equivoci ma il dovere di un buon padre è prima di pensare ai propri figli e se può aiutare gli altri non sarebbe un buon padre se facesse morire i propri figli per aiutare gli altri quindi facciamo in modo di non fare la guerra fra poveri e la Boldrini come la Ministra si ricor dino di essere mantenute dai cittadini Italiani e che questi rappre sentano e pensino prima a questi e non come vorrebbero fare di dare le case popolari ai rom o a chi arriva da lontano pensino ai tanti senzatetto italiani ai tanti bambini italiani che non hanno nulla di versamente saranno loro con le loro iniziative a far diventare i tanti Italiani bisognosi razzisti per quanto detto da Calderoli alla Ministra giustamente cè stato una levata di scudi ma così non è stato per quanto detto a Brunetta e tanti altri ancora per il sol fatto che non essendo di sinistra ci si può dire di tutto come a Berlusconi an che ferirlo ecco la moralità di questi signori

cameo44

Mar, 16/07/2013 - 15:53

L'attesa è lunga anche per altri interventi mia moglie con la frattura del femore ha dovuto attendere per circa venti giorni ed oggi per una protesi al ginocchio oltre tre mesi e meno male che abbiamo la migliore sanità che siamo un paese evoluto e civile mi chiedo e chiedo gli ap partenenti alle varie caste in quale lista di attesa sono? nessuna solo precedenza assoluta ecco perchè i problemi non si risolvono da noi serve la raccomandazione anche per avere una degna sepolura altro che diritti e doveri solo conoscenze e favori

Nadia Vouch

Mar, 16/07/2013 - 16:08

Per #antonio vivaldi. Lei fa le battute, ma spero non sappia mai cosa significa stare in piedi con l'aiuto di dosi massicce di antidolorifici e antinfiammatori per mesi e mesi, perché non c'è spazio nella struttura pubblica e perché non si ha il denaro per curarsi in privato. Anche nella malattia c'è chi è più fortunato o meno, ma non c'entra la sorte: c'entrano l'inefficienza e lo spreco.

caronte37

Mar, 16/07/2013 - 16:24

....però, se paghi, la ottieni in un paio di giorni e quindi è sempre valido il principio che i soldi non daranno la felicità, ma aiutano a vivere.

Amon

Mar, 16/07/2013 - 16:28

colpe? di tutta la classe politica o sempre e solo dei comunisti che vedete solo voi?

Benado

Mar, 16/07/2013 - 16:33

Iritardi sono dovuti agli stipendi da nababbo dei Parlamentari,funzionari dello Stato,auto blu' e sperperi. quanto prendono Anato,Mastrapasqua,Giovannini,Befera e i super stipendiati da 10.000a oltre 90.000€ al mese

Sessantottino

Mar, 16/07/2013 - 16:55

Mia moglie, già quadrantectomizzata, chemioterapizzata, radioterapizzata si è sottoposta a mammografia nel novembre 2012. Lei è obbligata a farlo obbligatoriamente ogni anno, è quanto stabilito dagli oncologi che l'hanno in cura. Bene, nella stessa data ho prenotato la successiva mammografia: maggio 2014! Cioè 18 mesi dopo. Secondo voi qual'è l'alternativa?

marco lambiase

Mar, 16/07/2013 - 17:01

Quanti sono i cittadini che si sono rivolti al servizio sanitario nazionale nell'anno 2012 ? Perchè non pubblicate anche questi dati? Senza di essi non possiamo conoscere la reale situazione del Servizio Sanitario Nazionale. Certamente le 27.491 segnalazioni sono reali. Vogliamo sapere anche però il totale delle prestazioni. Inquadreremo meglio il problema e se dobbiamo fare delle rimostranze avremo dei dati esatti. Chiaramente gli utenti che hanno usufruito del sevizio in tempi ragionevoli non sono presi in considerazione, non fanno notizia. Quanti sono ? Per la cronaca, ieri ho prenotato una visita urologica. Sarà effettuata il 27-8-2013

Amon

Mar, 16/07/2013 - 17:07

Nadia Vouch centrano le persone che abbiamo votato e continuiamo a eleggere come se avessero lavorato bene... e' ora di svegliarsi sul serio

unosolo

Mar, 16/07/2013 - 17:09

le regioni sprecano i soldi della sanità , tagli sopra tagli , abbiamo aumenti continui di addizionali eppure i soldi spariscono per pochi amici , ma guarda caso i dirigenti hanno tutto subito senza attese.

Nadia Vouch

Mar, 16/07/2013 - 17:20

Per #Amon. E già, proprio così. Purtroppo, chi sta male, spesso non ha la forza di protestare. Poi, occorre sapere come protestare nei modi civili. Anche per protestare si devono seguire degli iter burocratici. Insomma, si viene presi per stanchezza. Colpiti e affondati. Saluti.

giovanni giamba...

Mar, 16/07/2013 - 17:27

ma il ministro della sanità non fa niente per cambiare le cose?Penso che sia buona solo a fare l'opposizione perchè lei non è capace di gestire una situazione del genere. Un consiglio si dimetta.

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mar, 16/07/2013 - 17:33

@NADIA VOUCH.Quando parole di conforto, giungono dalla bocca d'una Donna,la giornata s'illumina, come per incanto.GRAZIE DI VERO CUORE!!

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mar, 16/07/2013 - 17:48

@MARFORIO E DBELL56.Cortesi Signori:vi acomuni in un unico pensiero,intanto per l'augurio e la vicinanza, seppur virtuale del vostro gradito intervento, non è comune a tutti, la sensibilità;anche espressa, tramite un pc...e, ciò mi commuove e mi rende lieta.GRAZIE DAVVERO! PS SignorDBELL56, questa è la prima volta, che subusco un intervento, e mi sento un tantino...spaurita,ma conscia che accanto a me, un'infinità di gente, non mi lascia sola, un istante.Mi hanno già resa edotta, sul mio iter ospedaliero, non che tutta la vicinanza, la competenza e l'umanità, che mi sarà riservata...ed io voglio fidarmi, del "mio" oncologo!!! grazie!!

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mar, 16/07/2013 - 17:58

@ "perfido"...stia sereno, non faccia il perfido con me...Lei del mio pensiero, probabilmente,poco ha compreso, o, io come al solito, mi sono spiegata male.Lavoro, pago le tasse, sono giovane,(sa, i tumuri, non guardano in faccia a nessuno, giovani, anziani, ricchi, poveri...) perchè non avrei dovuto pagare,un professore, luminare in codesto campo, quando le attese, sarebbero state infinite????? anzichè spenderli, per un viaggio di piacere, li ho spesi, per un viaggio...verso "l'ignoto" o avrei, dovuto morire giovane???? non la comprendo davvero....

ZIPPITA

Mar, 16/07/2013 - 18:01

gneo58 sono d'accordo con lei. anche io alla fine ho fatto come lei . Ma le pare giusto? a me viene il voltastomaco poi se a leggere dei privilegi e sconti che ha certa gente........in bocca al lupo!

orione43

Mar, 16/07/2013 - 18:11

La Torquemada in gonnella invece di preoccuparsi di miss Italia e clandestini dovrebbe occuparsi di risolvere o almeno ridurre questo schifezza tutta italiana. E poi noi italiani ci scanniamo per questi quattro cialtroni che di noi cittadini non importa una beneamata mazza. Continuate pure a votarli e entro dieci anni saremo peggio della Grecia. Questa è l'ora dei colonnelli con i baffi per mettere un pò d'ordine.

Stella

Mar, 16/07/2013 - 18:17

Ma non mi sembra una novità! E' sempre stato così alla sanità pubblica! Mi sorprende che ve ne siate accorti solo ora!

odifrep

Mar, 16/07/2013 - 19:01

Signora, no. C'è un'immensa incomprensione tra noi e, per non voler peccare di presunzione, credo che si sia spiegata male. Per la seconda volta sono stato frainteso e, sono convinto che non ci sarà una terza. La prima è stata quando la mia "gentilezza" mi suggerì di prestarmi per un aiuto, lo scorso anno, quando aveva il figliolo da sottoporre ad intervento. Giusto? Sul Web di Libero, Le inviai, in presenza di mia moglie, il numero di cellulare. Le risulta?. Orbene, premesso che, sono pensionato, pago "forse" più di Lei le tasse, non posso dire di essere coetaneo, tanto per risponderLe a rime (l'unica cosa giusta che nostro Signore ha "inventato" è la morte) pagherei anch'io 'come nel suo caso' per un accertamento di tale gravità, ma ho avuto l'impressione d'aver capito che, "grazie" al luminare, fosse stato scoperto "l'imprevisto". In ultimo, non deve dar conto proprio a nessuno dei soldi come li spende, quando si è "ribadisco" in pace con se stessi. Un caro saluto ad Angelo48 da parte mia (odifrep). Signora, tanto Le dovevo. Con rinnovati voti di ogni bene. Un perfido.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 16/07/2013 - 19:03

Non hanno mai spazi. Se vai a pagamento te la fanno il giorno dopo.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 16/07/2013 - 19:06

La piu' bella sanita' del mondo. Come la costituzione. Se stai crepando, o paghi o muori.

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mar, 16/07/2013 - 19:36

Egregio Signor "perfido"...guardi che si può rivolgere a me, chiamandomi, con il mio vero nome:Marina, senza alcun timore,questa non è una gara sul chi paga più tasse, lei, non sa di me, come io non so di lei!! E'VERO! lei mi ha inviato su LIBERO, un numero di telefono,che a dire il vero, non mi ritrovo più e di ciò chiedo venia; mi creda, grazie al cielo, mio figlio, non ha subito un intervento chirurgico, ma si è ammalato di diabete mellito, forse ha compreso male, il mio postato.Non è necessario ci sia una terza volta, per le nostre "diatribe" di poco conto, mi creda! ho tempo,"vestito" l'abito della malfidata e, mi creda non è, nella mia natura!! ora sero solo in un buon esito, per me e per tutte, le persone che affrontano, certi calvari, che si risolva per il meglio.Oggi credo più che mai, che IL SIGNORE... segue

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mar, 16/07/2013 - 19:45

segue...solo creture, che possono sopportare, simili DOLORI!!o perlomeno, così voglio credere!! Nessun rancore d parte mia...desidero rimanere solare come sono, senza se e senza ma!! Saluti alla sua Signora ed ogni bene, la vita, va vissuta, come il nostro destino ha scelto per noi, o il nostro Karma?? mah!!! TANTA FELICITÀ!! Marina, se l'vesse dimenticato!! GRAZIE!!ed un saluto al Signor Angelo48 e i suoi nipotini!!!

acam

Mar, 16/07/2013 - 19:54

marina58, ti leggo solo ora e non so scrivere a persone sofferenti mi mette in pena ma ti dico questo: ho fatto, 10 anni fa, un' operazione a cuore aperto nel miglior ospedale svizzero, soggiorno in ospedale 10 giorni secondo giorno già facevo le scale. Costo 45000 franchi tra anni dopo un mio amico ha avuto lo stesso problema l'ho consigliato di andare nello stesso mio ospedale mi ha riferito che il nipote dottore poteva farlo operare a Milano, l'ospedale sarebbe stato molto buono, ha fatto l'operazione tre mesi di degenza infezioni varie alle ferite l'ospedale, ho naturalmente visitato il mio amico, una ciufega disordine e sporcizia occultata. costo dell'operazione quasi il doppio per non parlare della degenza, non so forse un caso? non so... con quello che si sente dire. il consigli se vuoi star bene rapidamente passa la frontiera...

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mar, 16/07/2013 - 20:20

@PERFIDO...le ho inviato un commento che spero, la faccia sentire meglio, non che meno"infantile" vede:la persone si chiamano per nome!! cosa che lei si è guardato bene dal fare, ma non importa.Sappia che io, non ho mai calpestato la dignità altri,tanto mano, quella di chi ha lavorato tutta una vita...ossia i PENSIONATI!! GRAZIE! ancora per l'augurio che, ritengo sentito è vero!! OGNI BENE!!Marina.GRAZIE!!

Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Mar, 16/07/2013 - 20:51

Che schifo!!siamo al fondo proprio...non se ne fregano di nulla,entrate in ospedale in verticale e ne uscite in orizzontale ecco come funziona per questo schifo di sanità!!siamo alla rovina...e più si scende a sud e peggio è

soldellavvenire

Mar, 16/07/2013 - 20:54

cara signora lei omette un dato fondamentale, cioé che il 90 percento della diagnostica ha scopo "preventivo", che in sanitá significa l'opposto che "curativo"; le indagini che lei cita ed il loro tempi d'attesa sono correlate alla prevenzione: a scoprire malattie che uno non sa di avere. per gli altri casi esistono altre corsie che in italia funzionano altrettanto bene ed anche meglio che altrove, salvo casi rari pertanto il suo articolo é da considerare puramente fazioso e scandalistico, probabilmente finalizzato a suscitare avversione verso la sanitá pubblica

laura bianchi

Mar, 16/07/2013 - 20:57

Anche se il timore avrà sempre più argomenti,Tu scegli sempre la speranza. SENECA.un abbraccio, Marina.

Mr Blonde

Mer, 17/07/2013 - 00:41

In italia il pubblico funziona cosi, non siamo piu un paese dove pubblico significa fare x il bene degli altri ma solo sistemare amici e figli degli amici. Sarebbe ora di provare un sistema diverso, lasciatemi le mie tasse e liberta di scelta, chissa' peggio di cosi? Ah dimenticavo, e' sicuramente colpa della ministra di colore, guardate un po' in lombardia quanti del partito del cafonaccio hanno occupato tutti i posti della sanita' regionale. Auguri sig.ra Marina, di cuore.

laura franceschini

Mer, 17/07/2013 - 07:33

Avete provato, invece di scoprire l'acqua calda da dietro una scrivania, a fare la fila negli ospedali? In particolare le cittadine Rumene stanno in capo a tutte per visite, esami anche molto costosi, analisi, ricoveri a costo ZERO per loro e a volte, della vita, per noi!!! Ennesimo esempio: una PET per un "piccolo nodulo" che doveva togliere il giorno dopo in day hospital, la signora... E quanto ci costa a noi, una PET? E quali salti mortali perché ce la prescrivano, a meno ché non si abbiano corsie preferenziali???

marcello guerrieri

Mer, 17/07/2013 - 08:23

E' normale: la richiesta di una mammografia generica fa parte di un controllo che chiede il medico di famiglia. Se lo stesso aggiungesse alla richiesta il carattere di urgenza la mammografia verrebbe fatta, in tutt'Italia, nel termine di due giorni. Ma al massimo. Come potrebbe esistere una struttura sanitaria diversa? Compito dei medici di famiglia capire quello che potrebbe accadere

Ritratto di wirtshaus-trier

wirtshaus-trier

Gio, 18/07/2013 - 20:27

colonscopia qui in Germania la feci dopo una settimana aver preso l 'appuntamento.Non mi resi conto che la stava facendo il medico.

Holmert

Lun, 22/07/2013 - 17:37

In ospedale ci sono i carichi di lavoro. Ad esempio un radiologo lavora per contratto 6,20 ore al giorno, con tanto di timbratura di cartellino, in entrata ed uscita. Lavora per gli interni ricoverati, per le urgenze di pronto soccorso, poi si dedica alle richieste esterne. Mettiamo che ci sia una sola TAC, ad esempio, e che per un esame occorra almeno 1/2 ora, se tutto va bene. Per gli esterni ,tra il turno del mattino e del pomeriggio sono riservate al massimo 4 ore. Dunque sarà possibile effettuare 8 TAC al giorno(grasso che cola). Se a chiedere la TAC sono 20 persone al giorno, va da sé che le liste di attesa si allungano all'infinito. Lo stesso dicasi per la cardiologia, l'urologia, l'ortopedia etc. Esiste una legge che si chiama domanda ed offerta e che in questo caso dipende dal personale disponibile e dai mezzi a disposizione. Quindi se si vogliono eliminare le liste di attesa, si devono moltiplicare il personale ed i mezzi necessari alla bisogna. Ricordare sempre che il medico ospedaliero lavora soprattutto per i ricoverati, che hanno bisogno di analisi ed accertamenti e poi per gli esterni. Ed allora perché non realizzare strutture pubbliche dove ci siano specialisti addetti solamente alle visite, analisi ed accertamenti radiologici solo per gli esterni? Anche nei distretti prestano la loro opera i medici specialisti ospedalieri. E quando questi protestano con lo sciopero, gli si riversano addosso una serqua di improperi. Perché non passiamo all'assistenza indiretta? Paghi e poi sarai rimborsato dallo stato. Così ognuno si metterà nel mercato e l'utente sceglierà il più preparato e disponibile.