Idrogeno al posto del gasolio: i primi autobus ecologici a Sanremo

Sono i tre autobus a idrogeno della Riviera Trasporti, l’ente del trasporto pubblico in provincia di Imperia, che prenderanno servizio a Sanremo, a partire da lunedì prossimo, collegando la città dei Fiori alla vicina Arma di Taggia

Costano circa un milione e duecentomila euro ciascuno, dunque non sono proprio a buon prezzo, ma compensano con zero emissioni di Co2. Sono i tre autobus a idrogeno della Riviera Trasporti, l’ente del trasporto pubblico in provincia di Imperia, che prenderanno servizio a Sanremo, a partire da lunedì prossimo, collegando la città dei Fiori alla vicina Arma di Taggia.

Pochi chilometri, è vero, ma alimentati ad energia verde, visto che dai “tubi di scappamento” (chiamiamoli così), delle tre corriere, uscirà soltanto del vapore acqueo.

“Dopo Milano e Bolzano - spiega il presidente della Riviera Trasporti, Riccardo Giordano - anche a Sanremo, decollerà questa nuova tecnologia green abbinata ai trasporti. Avremo potuto essere la prima provincia in Italia a partire con questo nuovo servizio, visto che gli autobus sono rimasti fermi per alcuni anni, ma è stato necessario attendere il collaudo della stazione di rifornimento”.

Le conclusioni del progetto sono state illustrate, oggi, nella sala Ranuncolo del Palafiori di Sanremo, alla presenza dell’assessore regionale ai Trasporti, Gianni Berrino; del presidente della Riviera Trasporti, Riccardo Giordano; del sindaco di Sanremo, Alberto Biancheri e del presidente della Provincia di Imperia, Fabio Natta.

“Si tratta di un percorso breve - prosegue Giordano - in quanto il finanziamento era legato all'uso urbano del mezzo a idrogeno. Non possiamo quindi utilizzarlo per tratte più estese, come ad esempio Imperia o Ventimiglia”. Il progetto si concretizza dopo circa otto anni, essendo decollato nel 2010. Inizialmente, era previsto l’acquisto di altri mezzi a energia pulita, ma alcuni problemi con i finanziamenti non lo hanno consentito.