Sbarchi, il piano dell'ammiraglio: "Stop Ong e blocco navale: così si ferma il traffico di migranti"

L'ammiraglio di Divisione spiega come fermare il traffico di esseri umani: blocco navale, stop alle Ong e missioni internazionali

L'ammiraglio di Divisione, Nicola De Felice, ha le idee chiare. Il flusso migratorio si può fermare, basta volerlo. Ma per bloccare gli immigrati prima che mettano piede in Italia, occorre mettere in pratica alcuni accorgimenti: realizzare un'operazione militare multinazionale, attuare il blocco navale al largo delle coste libiche, decretare il divieto di approdo alle navi delle Ong e favorire un intervento dell'Onu in Africa per assistere i migranti.

L'ammiraglio De Felice, numero uno di Marisicilia dal 2015 al 2018, ha elencato le sue proposte in una lunga intervista a ilsitodisicilia.it. Ex comandante di fregata (come la Orsa e la Scirocco, oltre al cacciatorpediniere Mimbelli), ha lavorato anche nell'ambasciata italiana a Tunisi come addetto alla Difesa. Ha guidato le navi nel mare di Sicilia, quindi sa come funziona, e in Nord Africa ci è stato. Insomma, sembra titolato a parlare di questi argomenti.

Secondo De Felice per "rendere vano ogni ulteriore tentativo da parte dei trafficanti di esseri umani di smerciare uomini, donne e bambini" occorre "uno strumento risolutivo" al fenomeno-migranti. Quale? "L'articolo 83 del Codice della Navigazione permette di vietare il transito e la sosta di navi nelle acque territoriali italiane per motivi di sicurezza e di ordine pubblico - spiega -. Fa bene dunque il Governo nazionale ad adoperarsi in tal senso verso le navi Ong ritenute sospette e pericolose".

L'idea è allo studio del Viminale, come trapelato nei giorni scorsi da fonti governative dopo la conclusione del "caso Sea Watch". "Non si può attendere che il problema si presenti davanti alle nostre acque territoriali - aggiunge però l'ammiragio - Occorre giocoforza attivare, contemporaneamente all'interdizione delle navi 'non inoffensive' nei porti italiani (Ong ndr), il cosiddetto blocco navale delle zone costiere libiche e tunisine coinvolte, passando dalla dimensione organizzativa e giuridica nazionale a quella multinazionale".

Secondo l'ex comandante di Marisicilia questo "comporta una sinergia internazionale e l'allargamento del numero degli attori coinvolti, con l'aggregazione di varie nazioni interessate al contenimento del flusso migratorio clandestino in Europa oppure l'Ue, la Nato, l'Onu ed anche realtà non governative".

Commenti

Gianni11

Mar, 05/02/2019 - 17:07

Finalmente un comandante che dice l'ovvio. Ma e' in pensione. Quelli attivi hanno paura?

roberto67

Mar, 05/02/2019 - 17:09

Anni fa, in Nord Africa, quando chiedevo perché in tanti venissero in Italia a fare accattonaggio mentre lì il lavoro non mancava, mi rispondevano che era colpa nostra: "vengono in Italia perché gli permettete di vivere senza lavorare, qui chi non ha voglia di lavorare fa una brutta fine". Poi sono arrivate le ong, e così non solo permettiamo a certa gente di venire, ma la andiamo a prendere. Finalmente qualcuno si è svegliato dal sonno profondo che ha avvolto l'Italia durante gli scorsi governi.

stefi84

Mar, 05/02/2019 - 17:15

Da richiamare in servizio.

roberto zanella

Mar, 05/02/2019 - 17:16

SUBITO AL POSTO DELLA TRENTA......

agosvac

Mar, 05/02/2019 - 17:17

Parlare di ONU è del tutto inutile visto che è fautrice di un'immigrazione senza alcun limite. La NATO pensa troppo a fare i dispetti alla Federazione Russa per occuparsi di cose serie. L'UE a trazione tedesca ed in parte francese, infine, pur di danneggiare l'Italia è disposta anche a fare come quel marito che per fare dispetto alla moglie si è tagliato le palle!!!

Ritratto di C.L.N.

C.L.N.

Mar, 05/02/2019 - 17:22

Bravo Ammiraglio. Un vero Italiano. Un autentico Patriota. Un vero Europeista. Un UOMO. Ce ne fossero come lui .....

VittorioMar

Mar, 05/02/2019 - 17:22

..sembra semplice,PERCHE' NON E' STATO FATTO??

i-taglianibravagente

Mar, 05/02/2019 - 17:26

Mi pareva un po' giovane per essere gia' in pensione ...ma ho controllato: L'ammiraglio e' un "classe 1958"... questo signore ha appena 60 anni ed e' gia' "A RIPOSO" retribuito...ma beato te!!

Ritratto di tomari

tomari

Mar, 05/02/2019 - 17:55

Finalmente! Allora Salvini, in base all'articolo 83 del Codice della Navigazione, è nel giusto. Evidentemente i "magistrati" di Catania sono degli emeriti...lascio agli eventuali lettori, chiamarli con gli aggettivi più appropriati.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 05/02/2019 - 17:56

Non sarebbe AMMIRAGLIO se dicesse cavolate. Quelle le dicono i sinistri.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mar, 05/02/2019 - 18:08

Assolutamente d'accordo con l'Ammiraglio ma, attenzione, ciò che propone è un tutt'uno, non è che si può prendere il pezzo che piace e basta. Il blocco navale, se così vogliamo chiamarlo, va insieme ad un'azione internazionale che garantisca l'assistenza ai migranti in Libia e possibilmente il rimpatrio in condizioni di sicurezza. Che è molto diverso dalle idee del felpato & Co. che si fermano a chiudere i porti e caxxi dei migranti se crepano in mare o in qualche lager libico ...

lampujalfa2

Mar, 05/02/2019 - 18:10

Ha anche suggerito un'azione essenziale, cioè "applicazione dell’art. 84 del citato Codice che permette l’ingiunzione alle navi pubbliche e private del rimborso delle spese sostenute dallo Stato italiano per l’onere causato da esse nella varie attività sia in mare che a terra". Le voglio vedere poi le ong sborsare il prezzo delle loro prevaricazioni

Cheyenne

Mar, 05/02/2019 - 18:11

un piano inpraticabile tra onu, ue e fancazzisti vari. Bisogna fare un blocco italiano coinvolgendo solo chi ci sta seriamengte e sparare qualche cannonata.

Ritratto di navigatore

navigatore

Mar, 05/02/2019 - 18:26

questo si è fatto molti nemici politici , guarda caso, magistrati, attori, scrittori, ruffiani, politici, sindaci e non solo, tutti di sinistra , che strano?????

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 05/02/2019 - 18:27

@mbferno - esatto.

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Mar, 05/02/2019 - 18:27

Onefirsttwo(detto anche "Bannon N.2"(che si legge(c'è sempre chi non) Number Two) dice : Non è un buon piano !!! STOP C'è uno ed un solo piano in grado di funzionare !!! STOP E' il Onefirsttwo's 48-hours plane !!! STOP Yeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh

mariod6

Mar, 05/02/2019 - 18:37

Egregio Ammiraglio, Lei ha pienamente ragione ma non riuscirà mai a formare una coalizione internazionale che svolga quanto Lei suggerisce. Troppo comodo scaricare questi parassiti in Italia e fare gli accoglienti solo a parole. I soldi che girano dietro a queste ONG e associazioni a delinquere di accoglienza sono talmente tanti che non si saprebbe nemmeno scrivere la cifra su una sola riga. Poi con il carisma della Mogherini alla UE siamo in una botte di ferro !!!!

CALISESI MAURO

Mar, 05/02/2019 - 18:53

Subito al posto della Trenta, un comandante con esperienza, schiena dritta e idee chiare!

giancristi

Mar, 05/02/2019 - 18:56

Finalmente un ammiraglio che conosce il mestiere ed ha esperienza sul campo. Dovrebbe prendere il posto della Trenta che è una incapace.

Ritratto di indicazionediconfine

indicazionediconfine

Mar, 05/02/2019 - 19:03

Finalmente il parere di una persona autorevole.

Cicaladorata

Mar, 05/02/2019 - 19:06

Ottimo ma, come prima azione, si devono rinnegare i 3 Dublino per poi riscrivere e firmare un nuovo trattato, secondo ciò che Lei dice, considerando tutto quello che l'immigrazione clandestina, non autorizzata ma imposta dai trafficanti, ha arrecato all'instabilità italiana ed europea. Se non avessimo avuto questo enorme problema mal gestito, avremmo dedicato tutto questo tempo all'unione europea. Le prossime elezioni di maggio saranno ancora determinate dai clandestini, NON è accettabile.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 05/02/2019 - 19:06

Ma cosa volete bloccare, ma se con l'operazione Triton o Frontex si doveva bloccare ed invece si è fatta la staffetta a chi ne prelevava di più. Non ci sono militari adatti, con il pugno di ferro, finchè abbiamo militari, con i sentimenti, con il cuore in mano, possono invaderci da tutti i Continenti, senza capire che ci si fa solo del male.

Scirocco

Mar, 05/02/2019 - 19:07

Finalmente un vero esponente della Marina Militare Italiana che sa perfettamente come difendere i confini del paese e senza perdere tempo. L'Ammiraglio De Felice dovrebbe, con tutto il rispetto per le quote rosa, andare a sostituire l'attuale Ministro della Difesa.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 05/02/2019 - 19:08

De F...alco De F...elice , Uhm!!

nopolcorrect

Mar, 05/02/2019 - 19:21

Finalmente un ammiraglio che parla chiaro. Ma quelli in servizio tacciono perché per i militari quel che conta è la SACRA CARRIERA e quella si fa se il Governo è d'accordo e quando i governi erano quelli del PD di Letta e Renzi con la loro demenziale e criminale politica "mare loro", gli ammiragli in carriera sono stati tutti zitti ed hanno permesso l'umiliazione della Marina Militare a collaboratrice degli scafisti. E gli ammiragli tutti zitti, in base al sacro totem di cui sopra.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 05/02/2019 - 19:23

buoni comandanti li abbiamo , sono i politici che non sono buoni..

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 05/02/2019 - 19:24

io lo metterei al posto di Conte...

sergio_mig

Mar, 05/02/2019 - 19:39

Chiedetelo alla Boldrini, al pd e alla sinistra se sono d’accordo, questi diranno di no perché si arricchiscono con i migranti.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 05/02/2019 - 19:43

Questo Ammiraglio in "pensione"(quelli "attivi" sappiamo come la pensano...purtroppo),affronta anche lui il problema in modo soft,"politicamente corretto",che dimostra la TOTALE assenza di volontà,da parte di uno "Stato Sovrano",di non vuolersi farsi INVADERE,con "scappatoie" amministrative...."sinergia internazionale"...ONU(buoni questi dopo il "Global Compact"),...come lasciare di guardia una volpe ad un pollaio,per evitare che le galline escano...,...l'"europa",...l'Art. 83,etc.etc.. Lo "Stato Sovrano" si "vergogna" di parlare chiaro e di avere tutto il DIRITTO di respingere con ogni mezzo una INVASIONE,camuffata come la NECESSITA' di questi INVASORI di INVADERCI,per i più svariati motivi(non ultima la barzelletta del "clima", Altro problema è che questo "Stato Sovrano"(che non esiste),ha al suo interno il 55% di "italiani",favorevoli a questa INVASIONE,sapendo che i problemi della "ricca" Africa,sono gli Africani stessi.

DRAGONI

Mar, 05/02/2019 - 19:43

IL BLOCCO NAVALE DEVE AVVENIRE DI CONCERTO CON LE AUTORITA' LIBICHE.LE NAVI ITALIANE DOVREBBERO ESSERE AUTORIZZATE ANCHE AD OPERARE NELLE LORO ACQUE NAZIONALI E A RIPORTARE INDIETRO IN TERRITORIO LIBICO I CLANDESTINI INTERCETTATI SU BARCONI , GOMMONI E QUANT'ALTRO!! I RAPPRESENTANTI DEI LIBICI DOVREBBERO NATURALMENTE ESSERE IMBARCATI SULLE UNITA' NAVALI ITALIANE CHE PATTUGLIERANNO PRINCIPALMENTE LE ACQUE LIBICHE.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 05/02/2019 - 19:56

Ammiraglio,è la volontà politica che manca + tutto l'ambaradam" istituzionale,che rema contro e remerà contro per 10-20-30 anni!.. Senza spingerci oltre,se un "referendum nominativo con tanto di codice fiscale"(quindi palese per l'Agenzie delle Entrate),consentisse di ADDEBITARE TUTTE LE SPESE DI ACCOGLIENZA di nuovi "salvati",divisi per "etnia",e dei "diversamente italiani" già presenti sul territorio Italiano(spese di ordine pubblico,tribunali,carceri,mantenimento,assistenza sanitaria,assistenza varia,etc.etc.),"spalmandole" al 50% fra le varie etnie di "diversamente italiani" "residenti",ed il 50% fra tutti gli "italiani" firmatari del "SI" all'accoglienza!Vedrebbe che fuggi-fuggi!Naturalmente,per la "privacy",non si farà....(bella scusa!)

Ritratto di akamai66

akamai66

Mar, 05/02/2019 - 19:56

Il diritto navale per quanto concerne il blocco navale ha leggi molto datate e poco attinenti al nostro problema, perchè prevede la messa in atto del blocco verso specchi d'acqua di una determinata sovranità e navigli di una certa bandiera e ciò a poco a che fare con i corsari scafisti che si muovono per infiltrazione e che probabilmente non si lascerebbero abbordare, non parliamo poi delle ONG magari con gli onorevoli a bordo!Ma avete un'idea di che razza di caos ne verrebe fuori,a tavolino è tutto semplice,poi vai in altomare e le prospettive cambiano.La chiusura dei porti è ricca di guai ma non vedo altre soluzioni praticabili, del resto la Storia insegna, durante la querra d'Algeria l'FLNA si riforniva di armi via mare e non ci fù blocco che tenesse.

timoty martin

Mar, 05/02/2019 - 19:59

Bravo ammiraglio. Blocco navale, ecco l'idea giusta. Soluzione già detta da tempo dalla Meloni.

scorpione2

Mar, 05/02/2019 - 20:04

ammiraglio, le do' io un suggerimento: 1) ritirare tutti i militari, tutti intendo italiani,americani,francesi,inglesi,tedeschi da tutti i territori. 2)non vendere piu' armi, le vendessero ai propri connazionali nei loro paesi di produzione in italia armi per tutti,3) rimandare indietro tutti i cittadini stranieri al loro paese come noi dovremmo riprenderci e far rientrare tutti i nostri connazionali sparsi per il mondo compreso mio figlio che sta' in australia. ecco ammiraglio esegue queste istruzioni e vedra' che bella guerra civile che scoppierebbe in italia.

scorpione2

Mar, 05/02/2019 - 20:06

de felice sei in pensione? e goditi la pensione, perche' non lo hai proposto quando eri in vita lavorativa? questo e' un altro che fa' il finocchio col cxxo degli altri.

scorpione2

Mar, 05/02/2019 - 20:08

addio, un altro pronto a scaldare lo scanno in parlamento.

titaoit

Mar, 05/02/2019 - 20:18

Ottimo Finalmente qualcuno che ha preso a cuore il nostro paese

mozzafiato

Mar, 05/02/2019 - 20:45

EL PRESIDENTE, tu sei un vero asso nel tenere un piede nelle due staffe ! Dunque secondo te, noialtri italiani, dovremmo farci carico ANCHE SE IN COLLABORAZIONE CON GLI ALTRI PAESE UE, DEL PROBLEMA DELLA MANCANZA DI LAVORO IN AFRICA ? Non c'e' spazio per trattare l'argomento in un post, MA QUESTO E' UN PROBLEMA DI ESCLUSIVA COMPETENZA DELL'ONU ! Se noi abbiamo la sfiga essere in posizione strategica felice per i migranti, NON DOBBIAMO SENTIRCI IN DOVERE DI SBORSARE RISORSE PER I DISOCCUPATI AFRICANI: ne abbiamo a sufficienza per i nostri ! L'Italia non e' una istituzione planetaria dedita alla beneficenza !

vince50

Mar, 05/02/2019 - 20:50

Senza offesa per l'ammiraglio,ma a questa soluzione ci sarebbe arrivato chiunque.Il problema nasce dal fatto che chi detta legge e ci specula,non solo non lo prevede anzi lo ostacola quindi volutamente inapplicabile.

sgarbistefano

Mar, 05/02/2019 - 23:19

Il Senatore De Falco, da Lucia Annunziata, aveva criticato il silenzio della marina militare sul caso Diciotti e, più in generale, sulle vicende legate al soccorso dei migranti in mare. Bene: ora ha avuto la risposta che aspettava!

MOSTARDELLIS

Mar, 05/02/2019 - 23:36

E' quello che ha chiesto sempre la Meloni.

GPTalamo

Mar, 05/02/2019 - 23:59

Di patrioti come questi ne sono rimasti pochi. Aggiungo solo che il vero problema non sono le ONG, ma chi le finanzia. Mantenere una nave non e' roba da poco, bisogna iniziare a fare nomi e cognomi dei mandanti. Il alter parole, la colpa non e' di Gino Strada, ma di chi lo paga, tanto per fare un esempio.

Lollob

Mer, 06/02/2019 - 01:50

E'interessante notare come effettivamente gli unici militari e gli unici magistrati che fanno dichiarazioni sensate e e di buonsenso, (dal momento che il motivo per cui paghiamo loro lo stipendio è la difesa dei confini nazionali e della legalità), sono quelli in pensione. Conferma di quanto questi "servitori dello stato" siano stati condizionati dal fatto che la cultura egemone "di regime" in Italia negli ultimi decenni sia stata quella cattocomunista

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Mer, 06/02/2019 - 01:58

Dal mio punto di vista e` assolutamente sbagliato tirare in ballo organismi come ONU e NATO, per non parlare della UE, che a furia di compromessi annacquerebbero completamente l'operazione fino al punto di ritorcerla contro l'Italia, com'e` avvenuto con Frontex e Sophia. Si possono pero` concordare accordi bilaterali fra l'Italia ed i vari Paesi nordafricani costieri, alla fine e` solo questo che interessa.

Ritratto di abj14

abj14

Mer, 06/02/2019 - 02:23

El Presidente 18:08 scrive : "Assolutamente d'accordo con l'Ammiraglio ma, attenzione, ciò che propone è un tutt'uno . . . Che è molto diverso dalle idee del felpato & Co" - - - Senta, dovebbe decidere cosa vuole, lei e quelli come lei. - Già rimproverate a Salvini di voler fare tutto lui non appena sfiora argomenti di difesa, politica estera, giustizia, etc; ora invece dovrebbe anche, magari in veste di plenipotenziario, prodigarsi e intraprendere, come dice lei, ""un'azione internazionale che garantisca l'assistenza ai migranti in Libia e possibilmente il rimpatrio in condizioni di sicurezza"".

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mer, 06/02/2019 - 07:05

Fanno prima ad andare a prenderli in Libia e caricarli sul primo aereo con destinazione i loro paesi d'origine ... come disse il buon mazziato contribuente italiota.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 06/02/2019 - 07:45

Poi, a quello che propone giustamente l'ammiraglio di mettere in atto (in pensione o meno non importa a mio avviso), subentra la politica e "logicamente" tutto si complica. Già, perchè la volontà di attuare un processo previsto dal Codice della Navigazione, assume un aspetto che cozza contro logiche politico-partitiche che assumono l'aspetto di montagne invalicabili.

Ritratto di 98NARE

98NARE

Mer, 06/02/2019 - 08:38

le varie ZEKKE sporche ROSSE non dicono nulla su cio' che afferma questo signore ?????? STOP ONG E BLOCCO NAVALE..... i vostri amichetti diversamente bianchi dovrete andarli a prendere a nuoto......!!!

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Mer, 06/02/2019 - 09:15

Parole meravigliose, che purtroppo anche in questo caso provengono ormai da un autentico signor nessuno: i gradi da ammiraglio sulle spalle di un pensionato sono solo pezzi di ferro su un costume da carnevale. Mi chiedo perchè questo signore, come tanti suoi ex colleghi si prodighi in queste lapalissiane filippiche soltanto a servizio ultimato.

Ritratto di jonny$xx

jonny$xx

Mer, 06/02/2019 - 09:15

Finalmente uno che dice cose logiche non come l'altro marinaio oramai d'acqua dolce

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mer, 06/02/2019 - 09:18

@mozzafiato Ecco un altro che legge solo il titolo ... L'Ammiraglio De Felice dice 4 cose: "realizzare un'operazione militare multinazionale, attuare il blocco navale al largo delle coste libiche, decretare il divieto di approdo alle navi delle Ong e favorire un intervento dell'Onu in Africa per assistere i migranti." e tutte devono essere fatte assieme se si vuole contenere il fenomeno. Questa persona ha evidentemente l'intelligenza, l'esperienza e la sensibilità per capire che alzare un muro non è sufficiente senza una gestione dei migranti sulle coste dell'Africa (che non significa farsi carico del PROBLEMA DELLA MANCANZA DI LAVORO IN AFRICA ma gestirli sul territorio e garantirne il rientro nei paesi di provenienza in condizioni di sicurezza)

DRAGONI

Mer, 06/02/2019 - 10:00

@El Presidente: un'operazione militare multinazionale quando il problema e' soltanto italiano?Il blocco navale per riuscire e non esere sottoposto ad ingerenze che gradiscono l'invasione dell'italia per vari motivi dovrebbe essere effettuato da navi militari italiane ben coordinate al fine di non creare ad esempio casi politici tutti italiani come quello della nave diciotti !!

Abit

Mer, 06/02/2019 - 10:06

A El Presidente. Evidentemente lei non sa bene come funziona la "tratta". Il migrante, ad esempio ivoriano, che entra senza visto in Tunisia, ha una sola scelta : la filiera libica. Cioè, se vuole tentare di attraversare DEVE accettare di passare dalla Libia pagando! Tutto è già predisposto (ed in parte pagato) fin dalla sua scelta di lasciare il proprio paese. L'idea del Felpato e Co è stata l'unica che ha bloccato od almeno diminuito drasticamente questo immenso e redditizio traffico. Lei non sa che in Tunisia vi sono migliaia di "sub sahariani" che attendono di "passare" in Libia. L'idea dell'Ammiraglio del blocco navale, già nata da molto tempo ma comunicata solo recentemente da uomini politici, è l'unica via, beninteso unita ad altre misure. I morti in mare non sono da imputare ai "porti chiusi" ma ai trafficanti che usano i barconi che tutti noi conosciamo. Termino dicendole che questo traffico rappresenta un giro d'affari multimilionario.

omaha

Mer, 06/02/2019 - 10:25

Quindi sulle ONG ha ragione Salvini? L'ostruzionismo della sinistra sta facendo danni, quasi quanto il m5s

Iago27

Mer, 06/02/2019 - 11:05

L'Australia l'ha capito anni fa, e noi invece siamo ancora quì a battagliare coi trafficanti e le ONG. Siamo proprio degli inetti.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mer, 06/02/2019 - 11:39

@DRAGONI Guardi che è l'ammiraglio della Marina Militare ITALIANA a parlare di intervento militare MULTINAZIONALE e lo dice a ragion veduta per quanto mi riguarda (probabilmente ne capisce un po' più della Meloni e di tutti i pupazzi al governo messi insieme) perché solo nell'ambito di un'operazione internazionale si può pensare di effettuare una cosa di quel tipo

wombat

Mer, 06/02/2019 - 11:45

CHE SCOPERTA. IL BLOCCO NAVALE IN AUSTRALIA E IN VIGORE DA OLTRE 15ANNI E NON E MAI ENTRATO NESSUN CLANDESTINO.INOLTRE SONO IN GRADO DI CONTROLLARE 20MILA KM DI CONFINE E VOI NON SIETE CAPACI DI CONTROLLARE POCHE DECINE DI KM

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mer, 06/02/2019 - 11:57

@Abit forse invece proprio perché ho chiarissimo il quadro della situazione, sia io (che non capisco nulla) che l'Ammiraglio (che ne capisce molto più di me) concludiamo che non si può prescindere dall'andare in nordafrica sotto una missione ONU a gestire le decine di migliaia (qualcuno parla di diverse centinaia di migliaia) di persone che attendono il passaggio per l'Europa. Pensare di risolvere il problema operando da un solo lato del confine è estremamente velleitario e quanto all'efficacia delle misure felpate, facciamo che ne riparliamo quando le condizioni meteo consentiranno di rimettere in acqua barche, barchine e barconi dato che, come lei giustamente dice, c'è un giro d'affari multimilionario.

Abit

Mer, 06/02/2019 - 12:17

A El Presidente. Non credo che Lei conosca a fondo il problema, mentre l'Ammiraglio che è stato "Attaché Militare" italiano in Tunisia, conosce certamente molto bene. Oltre la blocco navale che ha già funzionato in passato e funziona ancora in altre aree del mondo, ed alle misure da prendere con gli "attraversandi" in libia (di cui si è già parlato), un'altra misura sarebbe che la Tunisia istituisse nuovamente il visto per certi paesi "sub sahariani" ed il fenomeno certamente si ridurrebbe almeno nel numero degli aspiranti alla traversata.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mer, 06/02/2019 - 12:26

@Iago27 Si continua a fare l'esempio dell'Australia ovviamente tacendo "piccole" differenze tipo: 1) La distanza della tratta in mare è enormemente superiore; 2) L'Australia ha accordi con tutti i paesi di provenienza (indonesia, Timor e Cina soprattutto) per cui per riportare indietro un immigrato clandestino basta caricarlo su un aereo o una nave; 3) Il numero di migranti coinvolto è di 2 ordini di grandezza inferiore; 4) L'Australia ha stipulato accordi con Papua e Nuaru per creare lì, quindi fuori dal proprio territorio, centri di identificazione e detenzione; 5) Forse se si andasse a vedere quanti miliardi di euro costa all'anno il "No way" qualche bruciore di stomaco verrebbe ...