Scienziati No vax a loro insaputa: "Il nostro studio è stato travisato"

Lo studio rimbalza su decine di siti Facebook No vax. Il direttore del gruppo di ricerca: "Sono stupito, i nostri risultati dicono l'esatto contrario"

Stanno rimbalzando su decine di siti Facebook No vax. Dal 'Gruppo nazionale libera scelta vaccini' (19 mila membri) a 'Auret, Autismo, Danni da Vaccinazioni e Malasanità' (oltre 20 mila iscritti) a 'Free vax Italia'. Peccato però che i risultati dello studio citato sul social dicano "l'esatto contrario". A denunciare il fatto è Emilio Clementi, direttore dell'Unità operativa di Farmacologia clinica dell'ospedale Sacco - università degli Studi di Milano, a capo, nel 2013, di un gruppo di ricerca sull'encefalomielite acuta disseminata (Adem) e sui dati presenti al riguardo nei sistemi di report degli eventi avversi da vaccini.

"Quello che abbiamo scritto - ha spiegato Clementi ad AdnKronos Salute - è che i risultati non supportano le precedenti evidenze scientifiche che suggeriscono un aumento di questa malattia dopo il vaccino. Non c'è una correlazione sostenibile tra la vaccinazione e l'encefalomielite acuta disseminata".

Ma poco importa visto che su Facebook i risultati dello studio girano in maniera travisata. "I camici bianchi sanno tutto. E coscientemente negano tutto!!!", si legge tra i commenti alle pagine. "Chissà Burioni e la Lorenzin cosa ne pensano!".

"Io - ha concluso Clementi - non sono né pro né contro i vaccini per ideologia. Guardo solo le evidenze scientifiche e le evidenze scientifiche non supportano la correlazione tra questa patologia e i vaccini. Non è questione di simpatie personali".

Commenti

cgf

Mer, 09/01/2019 - 18:11

Certe persone mi sembrano come quella comare, tutta casa e chiesa, che faceva il giro delle chiese per confessarsi fintantoché non trovava la 'assoluzione' giusta per lei.