Sciopero dei mezzi a Roma quando c'è la partita dell'Italia

Conducenti Ugl di autobus e metro hanno proclamato uno sciopero di quattro ore per lunedì dalle 20.30. Proprio quando l'Italia scende in campo contro il Belgio

Alla coincidenza non crede più nessuno: perché quando si viene a scoprire che una delle sigle sindacali più importanti a livello nazionale organizza uno sciopero esattamente nelle ore della prima partita di calcio dell'Italia ai campionati europeiviene davvero da domandarsi se per questo Paese ci sia ancora speranza.

Che dire infatti quando apprendiamo, come scrive il Messaggero, che macchinisti e autisti Atac (l'azienda capitolina dei trasporti) aderenti all'Ugl hanno proclamato un'astensione dal lavoro proprio lunedì dalle 20.30 alle 00.30. Incredibile dictu, l'Italia esordirà agli Europei di Francia 2016 proprio lunedì alle 21, una mezz'ora dopo l'inizio dello sciopero: giusto il tempo di andare a casa.

Furibondo il candidato sindaco del Pd Roberto Giachetti, che evidenzia giustamente come i romani non possano che "sentirsi presi in giro" da un atteggiamento così sfacciato. Gli scioperanti, dal canto loro, hanno spiegato con candore che lo sciopero dei conducenti di autobus e metropolitane avrebbe avuto un impatto limitato proprio perché tutti i romani sarebbero rimasti a casa a guardarsi la partita. E per quelli a cui il calcio non interessa (senza nemmeno menzionare i turisti), arrangiarsi.

Da mercoledì nuove regole sullo sciopero

Per fortunosa coincidenza, ieri il direttore generale dell'Atac - un colosso delle municipalizzate che conta quasi dodicimila dipendenti - è comparso in audizione davanti alla Commissione di garanzia sugli scioperi. Marco Rettighieri ha presentato il nuovo regolamento sullo sciopero, ufficializzato da mercoledì prossimo una volta sentiti i sindacati. Nelle parole del dg, le nuove norme dovrebbero "garantire i tempi di riattivazione del servizio in caso di sciopero, avvicinandosi alle effettive necessità dei cittadini."

Misure minime ma indispensabili, come quella che garantirà che l'astensione dal lavoro sia contenuta negli orari indicati, senza "sforare", come invece spesso accade nelle ore precedenti e successive. Inoltre verranno assicurati alcuni servizi di base, per cui dovrebbe vigere la precettazione: direzione centrale della manuntenzione, impianti elettrici, centrali operative, sicurezza e vigilanza.

Commenti

Marioga

Ven, 10/06/2016 - 10:32

Speriamo in un blackout della RAI su Roma e dintorni per quel giorno...

Fjr

Ven, 10/06/2016 - 10:34

E lasciarli tutti a casa assumendo autisti che abbiano davvero voglia di lavorare?

Vigar

Ven, 10/06/2016 - 10:37

E quando non c'è sciopero c'è il boicottaggio. L'altro ieri, Roma , linea 83 - da Testaccio a Conca d'Oro ( chi è di Roma mi capisce) alle ore 15.00 ca.(senza traffico), 1 ora e mezza (il tutto a 10 Km all'ora!!!) . Questa è l'Atac di Roma. A piedi facevo prima!!!

timba

Ven, 10/06/2016 - 11:07

E l'inguardabile Camusso non ha niente da dire? E il suo degno collega Landini? Noi italiani sotto questo aspetto facciamo veramente schifo. E poi ci lamentiamo perchè all'estero ci deridono. Comunque la si risolve in 5 minuti come fece Reagan all'epoca con i controllori di volo quando superarono il limite. Tutti licenziati e sostituiti da controllori militari. Nel giro di un giorno, guarda caso, si sistemò tutto e nessuno ebbe a ridire.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Ven, 10/06/2016 - 11:35

uno dei mali dell'Italia..il sindacato, difensore dei diritti degli sfaticati

giovanni PERINCIOLO

Ven, 10/06/2016 - 11:40

Licenziateli tutti e assumete i tanti disoccupati in cerca di lavoro!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 10/06/2016 - 12:26

Basta licenziare il capo dell'Atac, mettere al suo posto il suo vice, e far salire tutti di un gradino nella scala gerarchica aziendale. E se non va bene neanche lui, avanti un altro... Compito del nuovo sindaco.

silviob2

Ven, 10/06/2016 - 13:28

Stanno scioperando anche in Francia. C'è un nesso con la partita Francia-Romania?

Ritratto di bracco

bracco

Ven, 10/06/2016 - 13:29

Quello che è da sempre il cancro dei mondo del lavoro....i sindacati !!!

freud1970

Ven, 10/06/2016 - 13:40

IO LI LICENZIEREI..MOLTI NON CAPISCO LA FORTUNA CHE HANNO AD AVERE UN IMPIEGO...

Giorgio5819

Ven, 10/06/2016 - 13:47

Questa e' la cultura di una citta' dove il fancazzismo e' una istituzione, da sempre, con il bene placito della cultura comunista che li governa.

Gianca59

Ven, 10/06/2016 - 16:00

Scioperano quando c' è la partita dell' Italia e quindi, in teoria, ci sono meno utenti. Scioperano anziché spacciarsi per malati per vedere la partita. Scioperano e quindi ci rimettono di tasca loro.

bobo1943

Ven, 10/06/2016 - 16:31

questi sono i sindacati italiani, a prescindere dalla sigla, sempre interessi propri senza guardare ai cittadini

scimmietta

Ven, 10/06/2016 - 16:47

che ha da dì la Meloni?

ectario

Ven, 10/06/2016 - 19:26

Negli anni '80 moltissimi autisti ATAC tenevano in bella vista copia dell'Unità nella tasca della giacca: pubblicità e riconoscenza ai comunisti che gli avevano "inbucati". Hanno saccheggiato ATAC, ACEA, dipendenti comunali, feudi rossi e di sporco clientelismo. Poi dicono che arrivato Alemanno il debito è stato di 5-7-10-12 MLD (!!??) e le schifezze sono arrivate alle stelle. Catzzari comunisti e infami.

rossini

Ven, 10/06/2016 - 20:49

È una storia vecchia e conosciuta. Ricordate la magica Inter di Herrera che giocava il martedì alle 21,00 e si vedeva in Eurovisione? Alla Alfasud di Pomigliano d'Arco quel giorno si toccava il massimo delle assenze per malattia. E se non ci si poteva dare malati, si proclamavano gli scioperi. Il tutto con la benedizione dei sindacati.