Scuola guida gratis per gli stranieri: "Fanno troppi incidenti"

La proposta dei titolari delle autoscuole padovane: "Spesso chi guida con una patente straniera non sa portare i mezzi e ignora la teoria"

L'idea è quella di organizzare corsi di scuola guida gratuiti, o a tariffe simboliche, per soli stranieri. Che, secondo le statistiche, sarebbero responsabili di un sempre maggior numero di incidenti: è per questo che un gruppo di titolari di autoscuole padovane si è rivolto al ministero per fare presente un problema rilevante per la sicurezza della strada.

Alla base di tutto c'è, come spesso accade in Italia, una questione burocratica: gli accordi cioè che il nostro Paese ha sottoscritto con decine di altri Stati a proposito della conversione delle patenti di guida. E molto, troppo di frequente, per la conversione del documento basta un versamento di pochi euro, senza alcuna necessità di sostenere esami pratici o teorici. Con il risultato che molto spesso nelle nostre strade si trova a circolare chi ha conseguito la patente in Paesi dove l'esame è poco più che una formalità o dove la licenza di guida viene rilasciata addirittura dietro il pagamento di una piccola somma.

Inoltre, molti stranieri hanno difficoltà ad usare cambio e frizione, non conoscono la segnaletica orizzontale e verticale, molto spesso effettuano inversioni di marcia nei punti meno indicati: "Non tutti coloro che hanno patenti straniere - spiega al Gazzettino Olindo Beggiato dell’Unasca (Unione Nazionale Autoscuole e studi di consulenza automobilistica) - danno garanzie di saper guidare e di conoscere la teoria. Spesso li vediamo al volante di mezzi pesanti, sia perché arrivano in Italia per trasportare merci, sia perché qui fanno gli autisti: la maggior parte di questi "autisti" non sa quando deve essere data la precedenza, o come ci si regola nelle rotatorie."

Beggiato spiega come l'appello delle autoscuole al Ministero dei Trasporti sia rimasto inascoltato, ma come la necessità di maggiori controlli rimanga più viva che mai: "Un paradosso è che debba sostenere delle prove di guida chi proviene dagli Usa, dove la patente si consegue dopo un esame serio, e non, per esempio, chi proviene dal Marocco. Speriamo cambi qualcosa."

Annunci

Commenti

max.cerri.79

Ven, 14/11/2014 - 11:28

Anche un 18enne neopatentato fa troppi incidenti... lui la paga però. ..

carpa1

Ven, 14/11/2014 - 11:32

Questi padovani sono fuori di melone. Oltre a tutto il resto, ora anche la scuola guida gli devono pagare gli italiani. Sì, perchè visto che nessuno regala nulla e, men che meno le scuole guida con le tariffe che applicano ai cretini italiani, alla fine chi paga saremo sempre noi. Non sarebbe invece più semplice non riconoscere la patente dei loro paesi, obbligandoli quindi a studiare a loro spese per avere la patente italiana, e se beccati alla guida senza patente una bella denuncia con qualche giorno di galera e l'immediata confisca del mezzo?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 14/11/2014 - 11:57

@carpa1:è il solito "buonismo progressista",che non si smentisce mai....Il "paradosso è che debba sostenere delle prove di guida chi proviene dagli Usa, dove la patente si consegue dopo un esame serio, e non, per esempio, chi proviene dal Marocco",ne è la dimostrazione!Sono loro,che a LORO SPESE,che si devono adeguare alla NOSTRA legislazione,se viaggiano sulle NOSTRE strade....L'italia,è sempre,costantemente CACASOTTO,PER STO CAVOLO DI "politically correct"!!

mbotawy'

Ven, 14/11/2014 - 12:20

Attenzione! Questi africani,molti di loro provenienti dalle ex colonie inglesi, a tutt'oggi nei loro paesi si guida a Sinistra. A parte il fatto che a casa loro il traffico veicolare e' al minimo,paragonato ad altri paesi,non sanno guidare gli automezzi. Sono un pericolo qui da noi! Proibite loro di toccare un veicolo.

Mechwarrior

Ven, 14/11/2014 - 12:52

Ma secondo me dovremmo anche pagargli le automobili nuove quando le scassano ;-P

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Ven, 14/11/2014 - 13:36

...Senza esigere denaro pubblico, le autoscuole e gli stranieri possono fare tutto ciò che vogliono. E come la mettiamo con con coloro che abusano di sostanze alcooliche e fanno uso di sostanze stupefacenti! A questi ultimi, che sono i protagonisti dei più gravi incidenti, quando sorpresi alla guida in tale stato, va tolta la patente a vita.

max.cerri.79

Ven, 14/11/2014 - 14:20

Come mai se uno ha la patente c o d deve farsi il cqc a pagamento ogni tot anni? Nessuno chiede di farlo fare gratis? Strano...

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 14/11/2014 - 14:30

La cosa è anche più semplice, INVALIDARE LE PATENTI STRANIERE DI PAESI DUBBI.

schiacciarayban

Ven, 14/11/2014 - 14:54

Già che ci siamo perchè non li facciamo fare anche l'università gratis perchè devono pur imparare qualcosa e poi, perchè no, la patente nautica ovviamente gratis, così almeno gli scafisti avranno meno incidenti... siamo al ridicolo!

gneo58

Ven, 14/11/2014 - 15:50

sono sempre piu' convinto che questo modo marcio debba sparire e si debba ricominciare tutto da zero !

max.cerri.79

Ven, 14/11/2014 - 15:55

Il ridicolo l'abbiamo già passato da un pezzo

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 14/11/2014 - 16:27

Qui nel terzo mondo dove vivo, la patente Italiana che avevo da piu di 50 anni, non è stata ritenuta valida, ed ho dovuto sostenere l'esame di teoria (con i relativi quiz),quello di pratica (dopo che ho loro mostrato le foto nei deserti Americani guidando la mia GOLDWING) BONTA LORO non me l'hanno fatta fare ritenendo che SAPEVO GUIDARE. Mentre da VOI in Italia vengono lasciati guidare anche quelli con la "PATENTE" per il CAMMELLO.!!!!! Buenas tardes dal Leghista Monzese

Raoul Pontalti

Ven, 14/11/2014 - 18:09

(terzo invio) Falso problema con soluzione farlocca: gli stranieri che possono convertire la patente in Italia, tra quelli che interessano ai bananas che sono anti islamici..., sono tunisini, algerini, marocchini, libanesi, albanesi e turchi, tutti gli altri devono rifare la patente (egiziani, libici, nigeriani, ghanesi, tutti i negretti in genere) e quindi la realtà è che le nostre autoscuole rilasciano pezzi di carta fasulli. Per gli stranieri che portano merci (autisti di camion e furgoni) vale ovviamente la loro patente anche se conseguita in Burundi (ma se uno dal Burundi è arrivato con il camion fin qui sa guidare...). Certi stranieri guidano male "a prescindere" e la situazione si aggrava grazie alla nostra segnaletica incasinata, ma se chiedete loro la patente noterete, se sono residenti, come l'abbiano quasi sempre conseguita in Italia. I titolari di autoscuole padovani vogliono farsi pubblicità e farsi dare qualche obolo dall'ente pubblico.

killkoms

Ven, 14/11/2014 - 20:28

gli stranieri sono la peggiore cosa che poteva capitare all'Italia!a sentire loro(gli stranieri pseudoimmigrati) e chi li spalleggia (sinistronzi cattocomunisti) toccherebbe fornirgli aggratis tutto!anni fa,sentivo lamentarsi uno di costoro,residente in una tendopoli nell'agro aversano,che c'era gente di loro che ",,non tocca una donna da 10 anni.."!toccherà passargli anche quelle?

Tino Gianbattis...

Ven, 12/06/2015 - 11:37

Levargli l'auto moto , motorino, bicicletta e qualsiasi permesso di guida si fa prima