Scuola vuota: tutti bocciati al concorso, mancano 23mila prof

Il 55,2% dei candidati prof esaminati agli scritti non è stato ritenuto idoneo. E ora si teme per l'inizio dell'anno scolastico. Buona scuola già finita?

La scuola italiana senza insegnanti. Sembra uno scherzo, all'indomani del maxi-concorsone per l'assunzione di nuovi maestri e professori, ma non è così.

Degli oltre settantunomila candidati già esaminati agli esami scritti per sessantatremila posti dalle scuole materne agli istituti superiori, ben trentaduemila sono stati giudicati non idonei. Il 55% di bocciati. Una percentuale spaventosa, determinata in parte da quiz giudicati impossibili anche da molti addetti ai lavori e in parte da un livello di (im)preparazione imbarazzante.

Candidati che scrivono "cmq" invece di "comunque", ignorano quale sia la capitale della Svezia e confondono il tribunale dell'Aja con l'inesistente "corte dell'Ajax". Aspiranti professori che chiaramente non sono all'altezza del proprio compito, nonostante abbiano già ricevuto l'abilitazione alla professione attraverso i vari percorsi abilitanti.

Al netto dei motivi all'origine di questa decimazione, però, il dato che resta è inequivocabile: alla scuola italiana mancano insegnanti. Secondo le stime del Corriere della Sera, elaborate da Gian Antonio Stella sulla base di dati raccolti da Tuttoscuola, se anche nelle graduatorie in arrivo fuori tempo massimo dovessero ripetersi risultati simili a quelli già pubblicati, il "buco" in organico ammonterebbe a oltre ventitremila insegnanti. Cattedre che rischiano di rimanere vuote. Alla vigilia dell'avvio dell'anno scolastico.

Commenti

VittorioMar

Mar, 23/08/2016 - 12:33

...l'ignoranza è in cattedra dagli anni '70!!.vorrei fare una provocazione:lasciamo commenti su tutto e tutti ritenendoci in grado di dire qualcosa di sensato,non sarebbe utile valutare anche noi e il nostro grado di ignoranza ???

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 23/08/2016 - 12:53

Altri 23.000 precari.

Tergestinus.

Mar, 23/08/2016 - 13:04

Il fallimento della "buona scuola" non sta in questo. Il fallimento è a monte, nell'aver umiliato la classe docente togliendole ogni dignità, trasformandola da gruppo di professionisti diretti da un preside primus inter pares a ceto impiegatizio agli ordini di un preside-capufficio.

ulissedibartolomei

Mar, 23/08/2016 - 13:13

Il docente non soltanto deve dire agli studenti cosa fare, ma dare l'esempio, poiché da esso si impara la maniera. L'emulazione ambientale è il primo "docente" in un consesso sociale. In Italia sta il disastro. Probabilmente non più del dieci per cento proferisce correttamente "in italiano" decente, mentre gli altri dimostrano un eloquio da terza elementare se non peggio.

bombero76

Mar, 23/08/2016 - 14:11

Concordo perfettamente con VittorioMar dove dice che l'ignoranza è salita in cattedra negli anni 70, per me qualche anno prima comunque l'inizio della non cultura ha quella data, ciò che sta succedendo in tutti i gli ambienti (specializzati ) e non è la causa di una politica di interesse per qualcuno perché quando un popolo non è acculturato gli puoi vendere qualsiasi cosa tanto non ne capisce la differenza!!Ricordo che nel 1967 stavo finendo le scuole elementari e si cominciava a parlare del (6 politico) si perché non promuovere uno scolaretto voleva dire creare un trauma, adesso quello( scolaretto ) con la sua poca cultura può darsi che abbia o crei danni a molte altre persone però per qualcuno è meglio così. il proverbio dice (chi non ha testa abbia gambe)quindi invece di dire che gli immigrati sono una risorsa per il paese diciamo che i non acculturati italiani possono tranquillamente sostituirli.

giovanni PERINCIOLO

Mar, 23/08/2016 - 14:17

La "buona scuola" la fanno i buoni insegnanti. Purtroppo dal 68 in avanti quello che é mancato e continua paurosamente a mancare é la materia prima e la percentuale del 55% di bocciati é troppo buonista senza contare che se si esaminassero seriamente gli insegnanti di ruolo credo ci troveremmo in braghe di tela e potremmo veramente valutare il pauroso danno fatto dal 68 e dalle politiche dei vari governi di destra come di sinistra con l'aiuto interessato, molto interessato, di sindacati e sinistra tutta!

venco

Mar, 23/08/2016 - 14:23

Gli insegnanti devono essere regionalizzati.

antipifferaio

Mar, 23/08/2016 - 14:42

...tranquilli...sono comunisti e il 6 politico è già assicurato...

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mar, 23/08/2016 - 14:47

Sul fatto che non siano passati tutti vedo il bicchiere mezzo pieno. Ciò vuol dire che perlomeno si è evitato l'inserimento di insegnanti che avrebbero abbassato notevolmente il livello di servizio erogato. Sul fatto che manchino quindi all'appello 23 mila e passa insegnanti è la dimostrazione della mancanza di programmazione da parte della politica e soprattutto di un livello medio davvero basso. Se questi sono il prodotto della nostra istruzione non immagino cosa succederà con la prossima generazione. Paghiamo anni e anni di clientelismi, nepotismi ecc. ecc. Non basta imbiancare qualche muro (sempre che non crolli) per avere una scuola, non dico buona, ma almeno accettabile.

tempeste54

Mar, 23/08/2016 - 15:32

E hanno pure il coraggio di denunciare chi non manda i figli a scuola?

carlottacharlie

Mar, 23/08/2016 - 15:41

Si sono accorti con quarant'anni di ritardo che assumevano ed assumono ignoranti? Dopo tanti di 'sti ignorantoni, il danno e' fatto.

VittorioMar

Mar, 23/08/2016 - 15:47

...per BOMBERO 76 si dice anche che:CHI NON HA CULTURA INSEGNA E CHI NON CONOSCE IL LAVORO DIRIGE!!!

Ritratto di Generazionemill€

Generazionemill€

Mar, 23/08/2016 - 16:16

speriamo che con questa scrematura diminuiscano gli indecenti e aumentino i Docenti.

giovanni PERINCIOLO

Mar, 23/08/2016 - 16:34

Tergestinus. La classe docente ci ha pensato da sola da anni e anni a togliersi dignità, se mai la ha posseduta dopo gli anni 70, senza alcun bisogno di aiuti esterni. Non dico che non esistano insegnanti bravi, preparati e veramente degni di insegnare ma la massa é quello che é e nessuno puo' negare o mutare questa realtà.

Scricciolo

Mar, 23/08/2016 - 16:40

Puó essere vero che se esaminassimo anche i docenti di ruolo ci troveremmo in braghe di tela ma questo non deve essere un alibi per inserire altri asini ignoranti. Nella scuola ci devono essere i migliori chi non è all'altezza puó andare a fare altro. La selezione dura dei docenti oggi è la base per avere una scuola di qualità domani.

Ritratto di giulio_mantovani

giulio_mantovani

Mar, 23/08/2016 - 16:55

Ricordo un vecchio proverbio cinese:"Chi sa fa, chi non sa insegna".

rokko

Mar, 23/08/2016 - 22:19

Non capisco il nesso tra le bocciature e la qualità degli insegnanti. Più le selezioni sono dure più quelli selezionati sono migliori no? Inoltre, se uno deve insegnare matematica, chissenefrega se non sa la capitale della Svezia? Boh

rokko

Mar, 23/08/2016 - 22:21

ulissedibartolomei, e probabilmente il 90% di quello che scrive sono sciocchezze. Non mi pare che ci sia tutta l'ignoranza che dice lei nella classe docente.

rokko

Mar, 23/08/2016 - 22:28

giovanni PERINCIOLO, la buona scuola la fanno i buoni insegnanti, ma anche i buoni genitori, ovvero quelli che se il figlio prende un voto non tanto buono non vanno a picchiare gli insegnanti, o a battere i pugni sul tavolo perché il proprio asinello venga sopravvalutato, eccetera eccetera. Nelle scuole frequentate dai miei figli avvienw proprio questo.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 23/08/2016 - 22:42

Signora Giannini e questa sarebbe la "buona scuola" ? Nascondetevi.

swiller

Mar, 23/08/2016 - 23:14

Statali la parola non ha bisogno di alcun commento.

Popi46

Mer, 24/08/2016 - 06:15

@Scricciolo: perfettamente d'accordo con lei, si impone pero' una domanda: come riuscire a selezionare commissioni giudicanti culturalmente all'altezza,dopo quasi 40 anni di produzione di cervelli all'ammasso frutto di QUESTA scuola?

Popi46

Mer, 24/08/2016 - 06:25

@Scricciolo. Completamente d'accordo con lei,mi sorge una domanda: come riuscire a formare commissioni giudicanti culturalmente all'altezza dopo quasi 40 anni di azione di QUESTA scuola?