Se il sovranismo ci lascia indifesi

Un paio di anni fa sono stato a Mosca per lavoro. Al mio rientro in Italia mi chiamò un addetto dell'ambasciata russa in Italia per accertarsi che tutto fosse andato per il meglio. Ringraziai per l'attenzione e non nascosi lo stupore per il fatto che l'ambasciata fosse a conoscenza del mio viaggio. Di rimando, l'addetto mi disse con un certo orgoglio: «Sappiamo anche che lei ha fatto una corsa sulla Piazza Rossa, le è piaciuto?». E non contento: «Le camicie che ha comperato ai grandi magazzini Gum sono state di suo gradimento?». Insomma, era chiaro che ero stato seguito in ogni mio spostamento, ne più ne meno di come sarebbe accaduto ai tempi dell'Unione Sovietica con un ospite occidentale.

Racconto questo piccolo e irrilevante aneddoto per dire che a Mosca non si muove foglia che Putin non sappia o non voglia. E che quindi è impossibile che la registrazione, e la successiva divulgazione, del colloquio tra il collaboratore fesso di Salvini e i funzionari del governo russo su un'ipotesi di finanziamento occulto alla Lega via Eni sia avvenuta per caso o all'insaputa del grande capo. Il problema quindi non è giudiziario (parliamo di chiacchiere e millanterie tra faccendieri di terza fila) ma politico, e in questo senso il caso è più grave di quanto sembri. Perché se un Paese, per di più di quella portata, si permette di interferire in modo così spregiudicato negli affari interni dell'Italia, allora vuol dire che abbiamo un grosso problema, molto più grosso delle quotidiane diatribe sulla flat tax e sull'autonomia del Nord.

Penso che stiamo sperimentando - ma è solo l'inizio - quanto sia pericoloso e stupido il sovranismo, per di più all'amatriciana come non può che essere quello italiano. Un Paese che non appartiene a nessuna alleanza, che non ha amici e avversari chiari, è destinato inevitabilmente a essere in balia degli interessi di tutti. Un gioco sporco e senza scrupoli, fatto di ricatti, misteri e intrighi che alla lunga non potranno che logorarci e tenerci costantemente in una sorta di limbo a tutto vantaggio dei vicini di casa. Con Putin ma anche con il suo rivale Trump; con Trump ma anche con la sua acerrima nemica Cina, alla quale abbiamo aperto la Via della seta; contro l'Europa ma anche con l'Europa quando si tratta di spartire le poltrone. Una nazione che non ha una politica estera non può averne una interna: morte ai Benetton in autostrade ma anche viva i Benetton in Alitalia; mai Tav ma anche sì Tav, e via dicendo. Contraddirsi è l'unica coerenza di questo governo.

Commenti
Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Sab, 13/07/2019 - 16:03

L a parte migliore che possiamo considerare per questo Governo è che muoia in salute; come tutte le cose sono destinate a finire così sia. D'altra parte che cosa ci meritiamo se boicottiamo pedissequamente la Russia e poi ci asteniamo sul Venezuela? Shalòm.

Valvo Vittorio

Sab, 13/07/2019 - 16:42

Le riflessioni del direttore Sallusti hanno un fondamento: la scelta di possibili alleanze all'interno della fauna politica esistente in Italia e all'estero per rapporti commerciali. Il terzo incomodo è l'alleanza europea che tutt'oggi non ha reciproca stima da parte dei protagonisti. Da questo scaturisce il caso Carola e la tensione Forza - Italia - pentastellati - lega - partito democratico! La Magistratura è chiamata in causa per dirimere divergenze e accuse! Anche la Chiesa vuole entrare a gamba tesa per avere un tornaconto economico. Mi chiedo ma questa è una sana politica?

Ritratto di dlux

dlux

Sab, 13/07/2019 - 17:18

In Russia funziona come ha descritto il Direttore. E' meglio di come funziona da noi? Mah! La risposta non può che essere: dipende. Per esempio, la libera circolazione delle merci e delle persone sarebbe, ovviamente l'optimum, ma presuppone che ci siano leggi ed istituzioni che vigilano su di noi e provvedono a che non avvengano fatti delittuosi, in pratica, un'organizzazione che non abbiamo: una magistratura che fa il suo dovere, un controllo capillare, quasi maniacale. E si ricasca, quindi, nel modello russo. Invece abbiamo adottato il modello italico: quello del volemose bene, del mettiti la mano sul cuore (sul portafoglio, perché c'è da tirar fuori gli sghei), dei porti aperti e delle porte spalancate, dello ius soli, delle Kienge e delle Boldrini. Per bene che vada siamo rovinati.

faman

Sab, 13/07/2019 - 18:37

il Direttore ha colto nel segno, siamo isolati senza alleanze. Coloro che sostengono: fuori dall'UE, fuori dall'euro si rendono conto dell'insensatezza di queste eventuali scelte?

guido.blarzino

Sab, 13/07/2019 - 19:24

Accolgo con piacere che il dr. Sallusti lamenti la mancanza di linea di politica estera del "governo" senza distinguere fra Salvini e Di Maio come fatto invece fino a pochi giorni fa. Salvini è stato e rimane il più grande traditore degli elettori che hanno votato centro dx. Ha scaricato subito Berlusconi e crede di essere diventato il dominus della storia d'Italia dalla caduta dell'Impero Romano. Per troppo tempo ha dato credito come Berlusconi ed altri ad una parentesi politica strategica: tutto falso e continua imperterrito nella demolizione nazionale ed internazionale dell'Italia insieme al suo comprimario Di Maio.

Ritratto di mina2612

mina2612

Sab, 13/07/2019 - 19:40

Quindi, riassumendo, da quando non c'è più Berlusconi, da quando cioè aveva fatto grande l'Italia in campo internazionale, questo Paese è diventato terra di nessuno, peggio di un'Armata Brancaleone, di cui tutte le potenze straniere possono farne gioco a loro piacimento.

nunavut

Sab, 13/07/2019 - 19:47

Se il Sign. Sallusti fosse andato in Russia tre o quattro decenni orsono non sarebbe stato solamente filato ma ben accompgnato da un fedele kompagno del Pci e certamente non avrebbe potuto riportare in Italia una valigetta piena di Matrioske contenenti all'interno i famosi Rubli per le botteghe oscure.

ohibò44

Sab, 13/07/2019 - 19:57

« Un Paese che non ha avversari chiari », ohibò, a me sembra chiarissimo che tutta la UE è nostra avversaria, a partire da Macron per arrivare a Merkel passando per Sànchez. Questo grazie all’immagine di debolezza manifestata dalle genuflessioni di Prodi, Ciampi & Co. Berluconi ha cercato di modificarla ma agli UEani faceva comodo averci deboli e si è formato uno schieramento efficientissimo contro di noi. Scusi direttore, quali ‘amicizie’ vorrebbe suggerire: Francia e Germania che ci hanno riso in faccia ?

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Sab, 13/07/2019 - 20:32

Direttore sono rimasto basito nel leggere il suo articolo. Sembrerebbe che Lei non abbia capito proprio che cosa sia il sovranismmo ovvero la presa di coscenza che il destino del paese non è nelle mani di quattro scherri che stanno a Bruxelles ma è nelle mani del popolo sovrano che elegge i suoi rappresentanti. Sovranismo significa che scegliamo da soli le sorti del nostro paese. Cosa dovremmo fafre consegnarci alla UE a trazione tedesca e francese che sognano solo la nostra rovina. Abbiamo ottimi rapporti con la Russia e gli USA , cosa chiedere di più. Poi sulle sue illazioni in merito a Putin che si immischia negli affari italiani , lasci fare a quei perdenti di Repubblica.

alox

Sab, 13/07/2019 - 20:32

Quindi la Russia di Putler e' da tenere alle corde!

alox

Sab, 13/07/2019 - 20:32

Episodio irrilevante?

alox

Sab, 13/07/2019 - 20:34

Sig. Sallusti, le ha andata bene, io avrei denunciato il fatto alle autorita'...

alox

Sab, 13/07/2019 - 20:35

Sig. direttore allora ringrazi il cielo che se per caso avesse detto che Putin e' un lurido dittatore non sarebbe qua a scrivere...

alox

Sab, 13/07/2019 - 20:36

Un caso talmente insignificante...la Russia e' da sanzionare e tenere alle corde.

alox

Sab, 13/07/2019 - 20:37

Come volevasi dimostrare: la Russia di Putin e' un Paese Balordo da sanzionare il doppio!

Carlo36

Sab, 13/07/2019 - 21:05

Meglio soli che male accompagnati. In Europa ci sono solo falsi amici e dagli amici mi guardi Iddio che dai nemici mi guardo io. Tutta colpa di quel demente di mortadella.

Mr Blonde

Sab, 13/07/2019 - 21:25

Maximilien 179 idealmente bello il suo concetto di sovranismo, se non fosse per il fatto che il ns paese si alza ogni mattina x rinnovare il debito vivendo da mezzo secolo ben oltre i propri mezzi

Ritratto di jasper

jasper

Sab, 13/07/2019 - 21:28

Ma Sallusti non conosce la Storia Italica. I Governi Italiani si sono sempre comportati così. Ci diminetichiamo la Triplice Alleanza ? Ci dimentichiamo il24 maggio 1915? Ci dimentichiamo il Patto d'Acciaio, ka Non-belligeranza e l'8 settembre 1943? Ci dimentichiamo l'alleanza Atlantica e il pattoindissolubile dei nostri Comunisti con il Cremlino e il Patto di Varsavia inneggiato da Togliatti e Napolitano? Niente di nuovo.

Ritratto di jasper

jasper

Sab, 13/07/2019 - 21:31

Ma di cosa ci meravigliamo? Salvini ha detto peste e corna delle sanzioni alla Russia e Conte che contameno di salvini le conferma le sanzioni alla Russia.Va bene tenere i piedi su due staffe, però che le staffe siano di un cavallo non di due cavalli.

Ritratto di abutere

abutere

Sab, 13/07/2019 - 21:43

Le capacità strategiche dei 2statisti2 e dei loro accoliti sono insufficienti anche per giocare alla battaglia navale

AngeloErice

Sab, 13/07/2019 - 21:44

Maximilien1791 - Il popolo "sovrano" di cui parli tu è quello che si è aggiudicato il reddito di cittadinanza e il sostegno contro l'autonomia del Nord? Se cosi fosse, ma anche se cosi non fosse, questo popolo "sovrano" di cui sembri far parte, vincerebbe se cambiasse mentalità. Fino a quando si vive con l'assistenza altrui, a perpetuo, si continua ad essere perdenti. Assistere et mantenere sono cose diverse. Lascia stare l'EU, Putin, USA e chi comanda. Cominciassimo col disciplinarci potremmo almeno remare nella stessa direzione e andare avanti.

AngeloErice

Sab, 13/07/2019 - 21:55

Con tutte sté storie di medaglie, applausi, cittadinanze onorarie, passerelle sulle navi, inviti da camera dei deputati IT e parlamento EU a persone NON GRATE dalla MAGGIORANZA ASSOLUTA degli italiani, anche PINOCHET finirà col diventare simpatico... Concordare con la lucida analisi del dott. Sallusti ci sta con i fatti.

faman

Sab, 13/07/2019 - 22:32

Maximilien1791-Sab, 13/07/2019 - 20:32: ma quali ottimi rapporti con USA e Russia, siamo il loro grimaldello per scardinare l'UE, ci vuole tanto a capirlo?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 13/07/2019 - 22:51

Non è il sovranismo che ci lascia indifesi, è il comunsimo che sta bruciando le nostre vite. La peggiore forma di dittatura, il peggiore razzismo, il peggiore crimine. Tutti dovrebbero ribellarsi.

faman

Dom, 14/07/2019 - 00:03

c'è che vede comunisti ovunque. Anche al governo in Italia? Dovremmo ribellarci?

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Dom, 14/07/2019 - 01:23

@ Mr Blonde, quando scrivi " il ns paese si alza ogni mattina x rinnovare il debito vivendo da mezzo secolo ben oltre i propri mezzi " Stai scrivendo quello che i tedeschi ed i loro servi del Sole 24 ore e dei giornaloni come il Corriere e Repubblica vogliono che noi pensiamo. Vogliono che noi ci SENTIAMO COLPEVOLI di essere stati ad un certo punto della nostra storia la PRIMA ECONOMIA INDUSTRIALE D'EUROPA. Quando ? Poco prima del nostri sciagurato ingresso nell'EUro. Vai a vedere quando è raddoppiato il nostro debito, dopo il 1981 quando Andreatta con un asemplice lettera decretò la fine del connubio Banca d'Italia e Tesoro e spalancò il nostro debito alla speculazione straniera. Ecco la prima rovinosa cessione di sovranità. Non siamo colpevoli di nulla e guarda al debito del Giappone e magari che il debito pubblico è in realtà la ricchezza di noi tutti, sono scuole, ospedali, strade, ponti etc. TU confondi debito PUBBLICO e debito PRIVATO , sono due cose totalmente diverse.

elpaso21

Dom, 14/07/2019 - 10:17

"Un Paese che non appartiene a nessuna alleanza, che non ha amici e avversari chiari, è destinato inevitabilmente a essere in balia degli interessi di tutti": sillogismo "Sallustiano".

VittorioMar

Dom, 14/07/2019 - 10:53

..PERCHE' "GODIAMO" a farci tanto male da soli ??..siamo uno STATO ma non UNA NAZIONE..UN POPOLO DIVISO e INVIDIOSO...una POLITICA SEMPRE STRABICA...un GOVERNO non OMOGENEO...CHE STRANO PAESE E' IL NOSTRO.più ci INFANGANO IN UE e più ci sottomettiamo a questa DITTATURA !!!..fintanto che lo permetteranno : FORZA LEGA..FORZA FdI.!!

Ritratto di Sniper

Sniper

Dom, 14/07/2019 - 11:07

Direttore Sallusti, la contraddizione nel governo e` molto simile all'ambiguita` della linea editoriale del Giornale, lei e` sempre critico di Salvini, ma il resto e` tutta propaganda pro-Capitone (ma la tengono all'oscuro, in Redazione?).

scrambler68

Dom, 14/07/2019 - 11:31

scusi Direttore ma lei parla bene ma razzola male! La linea filorussa (vedasi l'articolo di apertura di oggi,roba da Pravda) del suo "Giornale" fa a cazzotti con quanto lei scrive,non si sente una voce fuori dal coro? Ho l'impressione che questo sminuire quello che ha combinato il " Capitan findus" in Russia sia dovuto alla tenera amicizia che lega il suo"Capo" a quel simpaticone di Putin.

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Dom, 14/07/2019 - 11:38

Si spiega tutto con un'equazione semplicissima. Politica = Crimine.

elpaso21

Dom, 14/07/2019 - 11:47

"Se il sovranismo ci lascia indifesi": frase che caratterizza la solita politica "inginocchiata".

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 14/07/2019 - 12:20

@Sniper - se non ti piace leggere il Giornale, sei libero di andartene, non siamo bolscevivhi. Anzi ci farai un favore, abbiamo l'allergia per i comunisti, dopo i disastri che hanno commesso in 100 anni.

Ritratto di Thorfigliodiodino

Thorfigliodiodino

Dom, 14/07/2019 - 13:37

L'ultimo che fece alla grande il "furbo" all'italiana, confidando nel suo intuito "da bestia" come diceva, fu Benito Mussolini, che dal '35 in poi credette di sfruttare la Germania per allargare i possessi italiani in quattro e quattr'otto. Poi sappiamo come finì. MA la "furbata" continua a essere praticata dagli Italioti.

Ritratto di Thorfigliodiodino

Thorfigliodiodino

Dom, 14/07/2019 - 13:48

L'unico sicuro e mascherato avversario da tenere a debita distanza è la CINA, questo sì. Ma come insegnare all'uomo italiota e politico che MAI bisogna muoversi sull'onda dei successi immediati di una nazione manifestamente prepotente? Io invece stringerei forti relazioni con Taiwan, piuttosto, e naturalmente non lascerei in disparte la Russia, ma ne sarei amico e non potrei affatto essere amico dell'America dei Dem ma di quella di Trump. Barcamenarsi, insomma, ma essere anche corretti e non furbastri.

Mannik

Dom, 14/07/2019 - 15:48

Bravo Sallusti, finalmente si è svegliato. Vediamo quanti leghisti continueranno a negare l'evidenza e a difendere l'indifendibile.

Ritratto di jasper

jasper

Dom, 14/07/2019 - 16:01

E' talmente evidente che è solo una grande bufala che solo degli idioti ci possono credere al finanziamento Russo. E' storiella già vista con Trump. E fará la stessa fine. Anche prima