La Sea Watch con 65 migranti a bordo. Salvini: "Non avvicinatevi all'Italia"

La nave Sea Watch ha salvato circa 65 migranti a 60 chilometri dalle coste libiche. La dura reazione di Salvini: è ancora scontro

Ancora un braccio di ferro, ancora uno scontro all'orizzonte. Da un lato il Viminale, dall'altro una Ong. Questa volta il caso che sta per scoppiare riguarda la Sea Watch. L'ong tedesca ha infatti salvato 65 migranti a 60 chilometri dalle coste libiche. L'ong di fatto ha dato notizia del salvataggio sui suoi canali social: "Sea Watch ha soccorso 65 persone da un gommone, a 30 miglia (60 km ca.) dalle coste libiche, avvistato da aereo civile di ricognizione. Libia, Malta, Italia, Olanda informate: nessuna risposta. Nel Mediterraneo - conclude il post - stanno diminuendo i testimoni, non le partenze".

Subito dopo l'annuncio di Sea Watch è arrivata la presa di posizione di Matteo Salvini: "Nave di ONG tedesca, con bandiera olandese, raccoglie 65 immigrati in mare libico. Ho appena firmato una DIFFIDA ad avvicinarsi alle acque territoriali italiane. I nostri porti sono, e rimangono, chiusi". Di fatto il Viminale ribadisce la sua linea sui porti chiusi e manda un avvertimento chiaro a Sea Watch. Non è certo l'unico. Già nei giorni scorsi il ministro degli Interni aveva messo nel mirino proprio Sea Watch dal palco di Zingonia: "La politica dei porti aperti ha trasformato il Mediterraneo in una fossa comune con 15 mila morti. Ora, facendo un esempio concreto, se la nave Sea Watch raccogliesse immigrati in acque libiche o maltesi e volesse venire in Italia, la bloccheremmo con tutte le modalità legali che abbiamo a disposizione".

Salvini infine aveva rivendicato il suo ruolo di ministro degli Interni: "Io tutelo l'ordine pubblico in questo Paese e me ne prendo l'onore e gli oneri, quindi chi entra in Italia deve avere il mio permesso. Faccio - ha detto - un esempio concreto : c'è questa nave della Sea Watch, olandese con equipaggio olandese, che sta tornando vicino alla Libia. Se raccogliesse immigrati in acque libiche, tunisine o maltesi e volesse arrivare in Italia farebbe una scelta che mette a rischio delle vite e quindi noi lo impediremo con ogni mezzo lecito necessario". Ora un nuovo scontro che potrebbe durare a lungo...

Commenti
Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mer, 15/05/2019 - 17:25

Una curiosità: perché metterebbe a rischio delle vite?

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 15/05/2019 - 17:49

quardate la casualità..10 ore fa a circa 53 miglia da tripoli, la carretta spegne il trasponder mentre viaggiava ad 8,5 nodi,ora ha raccolto dei clandestini e scommetto 100.000 che stavano naufragando!!!p.s. A ME PIACE VINCERE FACILE!!!!

m.de.lapalisse

Mer, 15/05/2019 - 18:08

Salvini,stavolta ti giochi le europee.Non emettere slogan o proclami,spiega alla comunità internazionale che il porto vicino più sicuro è Sfax in Tunisia.Gli italiani vanno in vacanze in Tunisia?Ergo Sfax è un porto sicuro.Spiegalo a chiare note anche all'omino vestito di bianco

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 15/05/2019 - 18:14

inoltre, scommetto che la capienza massima della carretta del mare è,molto casualmente, di 65 posti!anvedi sto a vincere de novo...

m.de.lapalisse

Mer, 15/05/2019 - 18:17

E giacchè ci sei chiedi anche spiegazioni ai vari giudici del perchè si ostinino a non valutare, nelle loro inchieste, la fase del passaggio navale turistico delle ONG davanti alle coste tunisine senza fare scalo .Ma fatti capire a chiare lettere senza proclami stile balcone di piazza venezia.I fatti vanno spiegati,capisco che la gestione dei mal di pancia basso-popolari è semplice ma alla fine vince chi usa la testa

ilpassatore

Mer, 15/05/2019 - 18:32

Blocco navale fisso.

Ritratto di Evam

Evam

Mer, 15/05/2019 - 18:37

Inabissatela.

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 15/05/2019 - 19:04

udite udite..sembra che la carretta del mare,su marinetraffic,abbia pubblicato che seguirà la rotta verso marsiglia!!...non ci posso credere e le macrò ancor di più!!!

Ritratto di pumpernickel

pumpernickel

Mer, 15/05/2019 - 19:06

C'era da aspettarselo. Le ONG arrivano e i telefoni tra i trafficanti e le centrali operative dei "traghettatori" diventano roventi. L'unica risposta, un secco rifiuto. Portateli nelle vostre case (olandesi o tedesche) o nei loro paesi d'origine. L'Italia è off limits.

Cyroxy80

Mer, 15/05/2019 - 19:21

@Omar El Mukhtar: perché se si trova in acque libiche, maltesi o tunisine, Italia non è il porto più vicino e quindi allungando il tragitto mettono a rischio la salute dei naufraghi.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mer, 15/05/2019 - 19:57

Lo schizzo di fango del Lambro non ha capito che l'Italia è uno Stato di diritto che aderisce alle istituzioni internazionali. Ho controllato sulla carta e, SENZA OMBRA DI DUBBIO, il porto sicuro più vicino è LAMPEDUSA e anche di molto rispetto a Malta. Tenuto conto che il salvataggio è stato effettuato nella SAR libica, ovvero in una SAR giuridicamente inesistente. Che le istituzioni internazionali (a cui aderisce l'Italia) hanno formalmente dichiarato che nessuno può essere riportato in Libia, che i respingimenti COLLETTIVI sono vietati anche dalla legislazione italiana. Il somaro padano può sbraitare quanto vuole ma alla fine perderà!

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mer, 15/05/2019 - 20:06

Salvini: "non avvicinatevi all'Italia". Salvini chi?

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mer, 15/05/2019 - 20:14

Comunque, al momento, la Sea Watch 3 non si sta muovendo e ha il trasponder acceso. Ha chiesto il porto sicuro più vicino (che poi è Lampedusa). In Libia nemmeno a parlarne. Quindi domani rideremo. Perché l'Italia è obbligata ad assegnarglielo. Ovviamente già qualcuno a terra si sta preparando ad andare in Tribunale. Non assegnare il porto è un reato!

kennedy99

Mer, 15/05/2019 - 21:26

questi cari signori erano abituati con il caro pd che navi battenti bandiere di tutto il mondo l'unica strada era l'italia. se un giorno il caro pd andra ancora al governo non avrete piu nessun problema e allora avanti tutti in italia.

Ritratto di mailaico

mailaico

Mer, 15/05/2019 - 21:45

venite pure. Scaricate chi volete. Poi vi sequestrano e i magistrati rossi - 2 settimane 2 - vi fanno ripartire.

seccatissimo

Mer, 15/05/2019 - 22:00

Le navi pirata delle ong vanno silurate ed affondate ! Punto !

buonaparte

Mer, 15/05/2019 - 22:16

BANDOG .. BRAVISSIMO.. LO SAPPIAMO NOI E NON LO SANNO I GIUDICI E LE FORZE DELL'ORDINE E LA MARINA ITALIANA ?è una vera e propria vergogna ..questi non sono salvataggi come ha stabilito la giustizia spagnola ,ma traghettamenti. SVEGLIA SALVINI FATTI DARE I DOCUMENTI DAI GIUDICI SPAGNOLI E PASSALI A QUEGLI INCAPACI DEI GIUDICI ITALIANI. CHE IMPARINO COME SI FA .

Ritratto di pumpernickel

pumpernickel

Gio, 16/05/2019 - 01:07

@ Mukhtar 20:14 - O non possiedi una carta nautica o non sai tracciare rotte e fare calcoli. Te lo dice uno che per decenni ha navigato. Date le coordinate attuali di Sea Watch (ottenibili tramite il web, adesso dopo ore ha riacceso il trasponder) i porti più vicini sono quelli di Zarzis e Sfax in Tunisia. Basta con le menzogne!

Giorgio5819

Gio, 16/05/2019 - 08:20

Soliti criminali in azione, e soliti commenti del solito culallaria che ogni giorno sputa nel piatto dove mangia, stessa categoria di infami.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 16/05/2019 - 08:35

Omar El Mukhtar - Antò da Mazara del Vallo - frazione di Nurnberg, fai una cosa semplicissima: vai nel sito marinetrafic.com e traccia la nave di interesse, cosi ti risparmi di scrivere una mareadi.. Sperando che queste navi "ong-rescue" tengano il trasponder acceso come dovrebbero fare SEMPRE, invece di fare i furbi e mangiare pane e volpe.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 16/05/2019 - 09:22

Ecco,altri "naufraghi volontari-invasori",traghettati a pagamento in Italia,per essere mantenuti a vita,con tutti gli effetti "collaterali" che conosciamo!....E pensare che a Marzo 2018 Lega e FdI,gli unici partiti "non accoglienti" hanno preso solo il 22%!...E pensare che anche OGGI,secondo le "intenzioni"(che non sono voti sicuri),ancora solo il 36-37% voterebbe Lega e FdI!Gli "italiani" a stragrande maggioranza VOGLIONO ESSERE INVASI!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 16/05/2019 - 10:11

Non ho mai letto in tutta la storia dell'Umanità,una propensione così "sconsiderata"(sarà l'aggettivo giusto?),da parte degli abitanti autoctoni,nel volere l'INVASIONE del proprio territorio!

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 16/05/2019 - 10:28

Zagovian - 09:22 E' sufficiente sparare addosso ai leaders di quei partiti: la gente non legge altro e non si informa da più fonti, ergo..

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 16/05/2019 - 10:28

in italia credono di fermare pirati e scafisti(delle ong con le chiacchiere? qua ci vogliono gli "U-boot"!

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Gio, 16/05/2019 - 11:39

Cyroxy80: 1) Intanto la nave si trova in SAR libica e non in "acque libiche"; 2) La Libia l'ha già respinta e comunque UNA LEGGE vieta di portarli in Libia; 3) Idem con patate con la Tunisia; 4) Rimarrebbe Malta (porto sicuro) ma non è il più vicino al posto (60 chilometri o 30 miglia) a nord di Zuara: Il porto più vicino è Lampedusa.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Gio, 16/05/2019 - 11:47

Pumpernickel: sono perfettamente d'accordo che soprattutto Zarzis sia più vicino. Mai negato. Semplicemente Zarzis, come tutti i porti tunisini, non è considerato "porto sicuro" dalle istituzioni internazionale (in primis UE) a cui aderisce l'Italia perché non garantisce ai profughi i diritti minimi sociali previsti. Tutto qui. Poi dopo i porti tunisino, visto che tu la carta ce l'hai e sai anche leggerla, vedrai che di gran lunga il porto più vicino è Lampedusa e poi, dopo almeno altre 30 miglia c'è Malta.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Gio, 16/05/2019 - 11:48

Pumpernickel: quindi le menzogne le spari tu.