Dal selfie alla foto sul lettino: come irritare i propri amici durante le vacanze estive

Mostrare all’amico di turno in ufficio, o peggio ancora senza soldi, che sei a Rio de Janeiro non è il massimo per sollevargli il morale

La spiaggia di Marsa Alam

Sei in vacanza in un bel posto e decidi di condividere sui social una foto per far vedere dove ti trovi? Sappi che niente più di questo irrita i tuoi amici. Il clichè numero uno, e il più odioso in assoluto, è lo screenshot iPhone con le previsioni del tempo. Mostrare all’amico di turno in ufficio, o peggio ancora senza soldi, che sei a Rio de Janeiro e si prevede un tempo da sogno per i prossimi sette giorni non è il massimo per sollevargli il morale. Ti maledirà sperando che un uragano si abbatta implacabile su di te e sul tuo resort paradisiaco, che una medusa ti si attacchi alle natiche o che ti venga un attacco di dissenteria.

Ma su una cosa puoi stare tranquillo: metterà il “mi piace”. E a questo punto è lecito pensare che più “mi piace” si raccolgono, più ci stiano maledicendo. Esiste una vera e propria classifica, l’ha stilata Top10.com, uno dei più importanti siti americani per la ricerca di Hotel. Al secondo posto, dopo lo screenshot dell’iPhone, c’è il selfie, irritante e super- inflazionato. In questo caso, oltre a mostrarvi in tutto il vostro splendore, farete intravedere anche il luogo dove vi trovate, con ovvio travaso di bile dell’amico che schiatta in città.

Medaglia di bronzo per il terzo clichè: fotografarsi le gambe stesi al sole su un lettino. Questo terzo tipo di post irritante è molto gettonato tra il pubblico femminile ed è stato lanciato dalle celebrità femminili più avvenenti del globo. Da qui l’emulazione di massa. Con esiti spesso tragici, dato che non proprio tutte hanno gli arti inferiori di Adriana Lima o Irina Shayk. In alcuni casi più che delle gambe al sole sembra di intravedere due prosciutti arrosto, ma fa niente. E comunque irrita, irrita tantissimo anche questo. Ma se la donna in oggetto è attraente sono garantiti fiumi di “mi piace” da parte dei maschietti, con incazzatura doppia delle amiche donne: non solo sei al mare, ti sbavano pure tutti dietro. Il massimo. In classifica troviamo altri luoghi comuni dell’esibizionismo vacanziero: le scritte sulla sabbia, i tramonti romantici, il cielo azzurro con le palme e il cibo con bevande. “Clichè o no, tutti noi amiamo condividere le nostre esperienze quando siamo in vacanza” afferma Alex Buttle di Top10.com. Secondo gli autori della ricerca lo facciamo per puro divertimento e in buonafede. Inconsapevoli della sofferenza che provochiamo. Inconsapevoli? Forse non del tutto.

Commenti

Gianca59

Mer, 25/06/2014 - 18:48

Vedo in giro un sacco di gente che si bea con queste cazzate dei selfie….a me fanno pena più che incazzare.

Linucs

Dom, 06/07/2014 - 10:40

A me piace molto vedere i selfie dei miei amici in aeroporto, con vicino il passaporto già timbrato, pronti per abbandonare il Congo 2.0 (l'Italietta moribonda).