Sesso, droga e violenza nella Capitale dello sballo senza freni

Dopo la morte di Varani, ci siamo infiltrati nei locali gay di Roma. È qui che droga e sballo si mischiano a sesso e violenze: GUARDA IL VIDEO

Riceviamo e pubblichiamo:

A seguito della pubblicazione del Vostro articolo “Sesso, droga e violenza nella capitale dello sballo senza freni” pubblicato in data 16 marzo, la proprietà del locale Qube rigetta con forza tutte le notizie che sono state strumentalmente riportate ne “il Giornale” sulla diffusione delle droghe nelle serate ivi ospitate.

Ribadiamo altresì con forza l’assoluta infondatezza delle dichiarazioni rilasciate dai testimoni anonimi a cui “il Giornale” ha dato voce, invitandoli anzi a produrre prove certe di quanto affermato.

La nostra organizzazione, unitamente ai suoi partner commerciali, è costantemente impegnata a preservare la sicurezza della clientela, con azioni di controllo e contrasto della violenza, del consumo e dello spaccio di droghe che rendono il Qube uno dei locali più sicuri della nightlife romana.

La clientela delle nostre serate e, in particolare, quella della serata Muccassassina, è ben informata del fatto che il consumo di droga nei nostri locali è fortemente contrastato. In collaborazione con l’organizzazione Muccassassina, infatti, sono stati più volte allestiti banchetti informativi ed effettuate campagne contro l’uso delle droghe, sulla prevenzione delle malattie a trasmissione sessuale e sul consumo responsabile di alcol.

L’uso strumentale che è stato fatto della tragica vicenda dell’omicidio Varani non può quindi minare l’onorabilità di professionisti che operano onestamente in questo campo da oltre trent’anni, associando fatti e circostanze che non hanno nulla in comune se non l’occasionale frequentazione delle nostre serate, da parte di uno dei suoi protagonisti.

“Volete della cocaina, giusto?”. Chiaro, semplice e alla luce del neon. È venerdì sera e ci troviamo al Muccassassina, una della storiche serate di Roma. Lo stesso locale che frequentavano Marco Prato e Manuel Foffo. È passata appena una settimana dall'omicidio che ha sconvolto la Capitale e la comunità omosessuale romana. Eppure nulla, o troppo poco, sembra essere cambiato. Al Qube, locale che ospita l'evento, saliamo fino al terzo piano, il più trasgressivo (guarda il video). "Lì troverai il mondo del chill-out” - racconta un omosessuale che chiede l'anonimato - uno spaccato del divertimento romano a base di droga e sesso".

Arriviamo al locale poco dopo la mezzanotte. Braccialetto ai polsi, timbro sulla mano e siamo nel privé. Ci sediamo sul primo divanetto libero, accanto a noi un ragazzo è chiaramente in stato di incoscienza. Le telecamere di Porta a Porta riprendono la serata, eppure basta chiedere per ottenere la cocaina. Un ragazzo si offre di fare da intermediario. Ma ad una condizione: “Voglio un tiro anche io”. Nel tanfo dei servizi igienici prepara le strisce di coca e se ne sniffa una. Vorrebbe vedere farlo anche a noi. Qui è normale chiudersi in quattro o cinque in due metri quadri di servizi igienici per "ravvivare la serata".

Le stesse cose si ripetono, di locale in locale. Di serata in serata. Droga, effusioni occasionali, rapporti sessuali e promiscuità. Sabato notte paghiamo un ingresso al Planet, noto locale nel quartiere Ostiense. Il giro di droga è lo stesso e nemmeno i pusher sono cambiati. Presidiano un angolo della discoteca, indisturbati. Cambia solo il prezzo: 50 euro, invece di 30, per qualche grammo di coca. Lo sballo non è cosa per tasche vuote. Nello stesso angolo buio si susseguono decine di scambi. Una mano passa i soldi, l'altra consegna la cocaina.

È evidente come il traffico di stupefacenti sia ben conosciuto e, soprattutto, tollerato. I killer di Varani erano soliti chiudere il sabato sera con l'after hour al "Frutta e Verdura", un club indicato da molti come un luogo dove va "gente deviata". I controlli di sicurezza sembrano essere maggiori, eppure insieme a noi entrano gli stessi spacciatori delle due serate precedenti. “Sapete che cosa c'è lì dentro? - ci avvisa il buttafuori all'ingresso - Sapete che cosa potete trovare?”. Di tutto. Dark room per il sesso "al buio", trans. E soprattutto tanta droga. Oltre alla coca, anche un particolare stupefacente chiamato "il g". Si tratta del ghb: quando proviamo a comprarlo ci chiedono 120 euro per una boccetta. Tanto, ma aumenta il desiderio sessuale. Per questo è molto ricercato.

I 1800 euro di cocaina consumati dai killer nella drammatica serata della morte di Luca Varani non possono stupire. “A Roma è tutto alla portata di mano", spiega un ragazzo. "Se vi chiedono di praticare sevizie - aggiuge - non stupitevi: qui il cocktail di sesso e droga porta alla violenza". Queste erano, e sono tutt'ora, le serate di Marco Prato e Manuel Foffo. Star di quelle notti romane in cui la droga è facile da trovare e lo sballo è dietro l'angolo.

Commenti
Ritratto di pipporm

pipporm

Mer, 16/03/2016 - 15:13

Sapete che al Qube (e non Cube) ci entrano tutti?

i-taglianibravagente

Mer, 16/03/2016 - 15:16

Tutti i suddetti locali andrebbero chiusi seduta stante.....ma si sa....in italia non si puo' neanche parlare di droga....si deve parlare di SOSTANZE. E poi, come al solito, partirebbero i distinguo perche' GENERALIZZARE non si puo'!!!... sono solo alcuni casi di persone che esagerano...e la MAGGIOR PARTE E' GENTE A POSTO e non e' giusto penalizzare tutti er colpa di qualcuno...e poi proibire non si puo'!! perche' vuol dire fare il gioco degli spacciatori e delle grandi organizzazioni criminali....ecc.ecc.ecc.ecc.ecc.ecc. TUTTI QUESTI IPOCRITI RISPONDERANNO DAVANTI A DIO visto che la magistratura italiana (su questa terra) e' farcita pure lei di 68iname che la pensa nello stesso modo e non fa nulla......la camera da letto di Berlusconi e' la priorita'.

Fjr

Mer, 16/03/2016 - 15:32

Vogliono un po' di sballo ?mettete a questi fenomeni una mimetica e paracadutateli in zona di guerra,megari in territorio ISIS,chi se la cava torna a casa,gli altri non ce la fanno,amen tossici in meno in giro a fare dusastri

tormalinaner

Mer, 16/03/2016 - 15:40

Finalmente qualcuno squarcia il velo camorristico della lobby LGBT, è noto che i gay cambiano partner più volte in una serata senza pulizia e infatti molti sono malati ( amltra cosa di cui non si parla ). Poi individui del genere vogliono pure adottare bambini, per farne che cosa!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 16/03/2016 - 15:42

Oh, che begli esemplari pronti a dare 'ammore' al frutto dell'utero in affitto.Questi sono gl'individui tanto cari ai buonisti nostrani e al pensiero mondialista.

ben39

Mer, 16/03/2016 - 15:47

Selvaggina prediletta dagli islamici quando conquisteranno Roma, purtroppo per i veri romani onesti...

accanove

Mer, 16/03/2016 - 15:58

..magari i genitori hanno fatto sacrifici per dal loro un titolo di studio.....

lorenzovan

Mer, 16/03/2016 - 16:04

i locali gay sono identici e precisi a tutti gli altri..a parte i diversi inreressi sessuali di chi li frequenta...solo chi e' in malafede o vive su un altro pianeta puo' azzardare differenziazioni comportamentali tra un tipo e un altro di locale

venco

Mer, 16/03/2016 - 16:09

E il papa su queste porcherie della sua città non mette lingua, parla sempre fuori della sua missione.

Ritratto di roberta martini

roberta martini

Mer, 16/03/2016 - 16:10

Lavorare, niente eh?

Ritratto di centocinque

centocinque

Mer, 16/03/2016 - 16:21

Che schifo!

lorenzovan

Mer, 16/03/2016 - 16:33

i soliti omofobi...che prendono spunto da un episodio per scatenarsi..pensate ai padri ..agli zii...ai nonni pedofili...rigorosamente sposati e eterosessuali e poi ne riparliamo

titina

Mer, 16/03/2016 - 16:40

e questi vorrebbero crescere dei bambini?

Giorgio5819

Mer, 16/03/2016 - 17:15

Il gioioso mondo gay, quello che vuole i matrimoni e le adozioni (meglio dire acquisti) di figli altrui.

Ritratto di marapontello

marapontello

Mer, 16/03/2016 - 17:24

Non stanno bene di testa. C è del disagio

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 16/03/2016 - 17:30

........ma i locali etero voi commentatori li frequentate? o siete tutti al di sopra degli anta?--credete che nei locali etero si vada a limonate e succhi di frutta?----poveri illusi---prosit

i-taglianibravagente

Mer, 16/03/2016 - 17:53

meno male che abbiamo quelli che ci ricordano che tutto sto schifo e' uguale e identico a quello presente nel mondo eterosessuale. Identico....certo... Gente che non conosce il significato delle parole, gli stessi che si svegliano alla mattina e dicono che il fatto di credere che i genitori debbano essere un papa' e una mamma e' roba da medioevo...semplici stereotipi. Perche' la regola per questi qui e' moooolto semplice: E' TUTTO UGUALE....TUTTO. Le differenze sono invenzioni da "fazisti".

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Mer, 16/03/2016 - 20:53

E' il risultato del libero arbitrio promosso dalla massoneria, e quel che portera' al governo mondiale. Gli zombie sono molto facili da controllare. Rinraziamo Pannella e tutti i radicali, punta di diamante della degenerazione della gioventu'.

Ritratto di caster

caster

Mer, 16/03/2016 - 22:11

Che schifo.

Carlo_Rovelli

Mer, 16/03/2016 - 22:16

Uno schifo totale. Il gioioso mondo gay, quello che vuole i matrimoni e le adozioni (meglio dire acquisti) di figli altrui. Meglio omofobo che omosessuale.

fisis

Mer, 16/03/2016 - 23:02

Che moralismo triste trasuda da questo articolo, per non parlare di certi commenti, oltre il limite del puritanesimo e dell'ipocrisia. Chissà perchè i siti porno sono tra i più cliccati o la prostituzione esiste da che esiste il mondo? "Sex drugs & rock and roll" canta una canzone, mi sembra, del gruppo punk dei sex pistols. Certo, le cose più buone - perfino nel caso del cibo è così - chissa perchè, sono sempre le più pericolose e quelle che fanno più male... Ma la vita è una sola, bisogna fare esperienza per dire di aver vissuto. Basta non esagerare, senza farsi del male o far male agli altri. In ogni caso, i "vizi" di cui si parla non sono una prerogativa del mondo gay.

Ritratto di luigin54

luigin54

Gio, 17/03/2016 - 06:20

e hanno fatto una legge x questi 4 pervertiti ????? ma siamo propio dei CxxxxxxI.

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 17/03/2016 - 07:56

Nient'altro che ripugnanti "sballati" che gettano alle ortiche la propria vita.

elalca

Gio, 17/03/2016 - 09:08

elkid: nessuno pensa che nei locali etero sia meglio ma almeno lì non c'è il rischio, nemmeno troppo latente, di trovarsi una salsiccia nel posto sbagliato.......!

nessundorma1

Gio, 17/03/2016 - 09:09

noto protagonista delle serate al Qube è Luxuria ex esponente parlamentare della sinistra. Poi il deviato è Berlusconi che va a letto con le femmine.

Rainulfo

Gio, 17/03/2016 - 09:41

E c'è gente che "fa le lotte" perchè questi esseri immondi possano avere figli....

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Gio, 17/03/2016 - 10:27

Il degrado di questi locali per gay è veramente impressionante. La quantità di droga che gira inaudita. D'altronde meravigliarsi sarebbe ridicolo: ricordo ancora un servizio delle Iene di qualche hanno fa dove, con un trucco, hanno smascherato decine di deputati e senatori drogati. Servizio di cui fu impedito la messa in onda, probabilmente da chi aveva interesse a tenere tutto sotto traccia.

Ritratto di danutaki

danutaki

Gio, 17/03/2016 - 10:54

@ lorenzovan.....dal suo post si evince che la sua analisi é basata su esperienze personali dirette !! Complimenti !!

i-taglianibravagente

Gio, 17/03/2016 - 11:39

Fisis, mi creda le scrivo con il massimo rispetto: mi permetto di commentare la sua frase "Ma la vita è una sola, bisogna fare esperienza per dire di aver vissuto. Basta non esagerare, senza farsi del male o far male agli altri" la vita e' una sola..e almeno su questo siamo d'accordo. Per rimanere VIVI (non solo nel corpo, ma soprattutto nell'ANIMA) e per fare esperienza di cosa sia veramente VIVERE e REALIZZARSI non e' vero che bisogna provare tutto....ANZI. neanche in modiche quantita'...il MALE UCCIDE.

fisis

Gio, 17/03/2016 - 12:08

@i-taglianibravagente. La ringrazio per i toni pacati e per il rispetto. Non intendevo incentivare o giustificare il vizio, spesso distruttivo, come nel caso delle droghe pesanti, nel mio intervento forse un po' provocatorio, ma semplicemente evidenziare l'ipocrisia e la ferocia di certi commentatori, sempre pronti a lanciare la prima pietra... in questo caso contro i gay.

fisis

Gio, 17/03/2016 - 12:45

@i-taglianibravagente P.S. Preciso il mio pensiero: la droga no. Ma almeno sesso e rock and roll si. E' d'accordo?

i-taglianibravagente

Gio, 17/03/2016 - 14:01

Fisis, in quanto a rock'n roll, dipende dai gusti musicali (si scherza) e in quanto a sesso, per onesta' le dico che sono per la sessualita' vissuta nel matrimonio, nel senso che e' una delle cose piu' belle che abbiamo ricevuto ma anche quella fuori da un discorso di amore puo', paradossalmente, non aiutare a trovare la felicita' e la pienezza in questa vita. Le auguro ogni bene.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Gio, 17/03/2016 - 14:15

@fisis e @lorenzovan - Voi due e Marco Aurelio sembrate fratelli...ahahah. Fisis, 'voglio una vita spericolata'...spericoli pure, tanti auguri, ma ormai 'épater le bourgeois' è impresa ardua e alla fine bisogna sempre fare i conti con sé stessi.

fisis

Gio, 17/03/2016 - 15:49

@euterpe Mi fa piacere essere causa della sua ilarità (o sarcasmo?). Ma dato che non ho il piacere di conoscere il signor (o signora) @lorenzovan, né oso paragonarmi all'imperatore Marco Aurelio (anzi, la ringrazio per l'iperbolico parallelo), la pregherei di essere più esplicita, se può. In quanto alla vita spericolata, meglio che una vita noiosa e grigia, le assicuro.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Gio, 17/03/2016 - 21:45

@ fisis - Ognuno è libero nelle sue scelte, è chiaro, ma penso che, siccome la tendenza a ricercare il piacere nell'essere umano è illimitata, il desiderio non potrà mai dirsi appagato e alla fine divorerà se stesso.Inoltre non sembra che gli 'spericolati' siano più felici degli altri, perché ricercano un'intensificazione emozionale che si esaurisce nel momento del pericolo, e che ha bisogno di stimoli sempre più frequenti e più forti. Ma sappiamo che le due costanti insopprimibili dello spirito umano si racchiudono e sono rappresentate dal Romanticismo e dall'Illuminismo, difficile è il saperle conciliare, è una forma di equilibrio che non a tutti è concessa. Buon romanticismo, gentile fisis.