Svolta nei voli low cost: adesso cambiano i sedili

Il progetto della italiana Avioninteriors prevede sedili quasi verticali e spazi ridottissimi. In questo modo, sarà possibile riempire ancora di più gli aerei per le tratte affollate. Ma i rischi per la sicurezza rimangono...

La Aviointeriors, azienda italiana creatrice di interni per aerei, ha disegnato un nuovo modello di sedili che sfida i limiti della comodità. I nuovi sedili sono talmente alti che sembrerà di essere in piedi. Secondo quanto trapela, i nuovi modelli avranno un'altezza regolabile e peseranno la metà di quelli standard. Inoltre, lo spazio fra i sedili sarà ampiamente ridotto. Visto che praticamente si viaggerà quasi in piedi, si passerà dai 73,4 centimetri della Easyjet o della Vueling e dai 76,2 centimetri di Ryanair direttamente ai 58.4 centimetri.

Presentato alla Aircraft Interiors Expo 2018 di Amburgo, lil nuovo sedile SkyRider 2.0 ha uno scopo preciso. I voli low cost sono ormai sempre pieni. I turisti scelgono le compagnie a basso prezzo e il tutto esaurito è sempre più normale. Così, ecco la novità: aumentare i sedili, diminuendone la comodità. Il nuovo progetto è la versione aggiornata di quello presentato nel 2010 che non ebbe successo. Il primo SkyRider non ottenne l’approvazione della US Federal Aviation Administration. Mentre la nuova versione, leggermente migliorata proprio per accontentare i minimi standard previsti dalla legge, presenta una maggiore imbottitura e pali per collegare ogni fila di sedili dal soffitto al pavimento.

Secondo Aviointeriors, lo SkyRider 2.0 "garantisce una maggiore posizione verticale del passeggero mantenendo un comfort adeguato”. Bisognerà capire però quanto questo livello di "comfort adeguato" sia corrispondente a quelli di una persona media. Specie per alcune tratta dove la fascia di popolazione sovrappeso o obesa è molto alta. "Il design di questo sedile consente di aumentare il numero di passeggeri del 20% consentendo di aumentare i profitti per le compagnie aeree", afferma un portavoce di Aviointeriors secondo quanto riporta Agi. "Inoltre, Sky Rider 2.0 pesa il 50% in meno rispetto ai sedili standard in classe economica e il ridotto numero di componenti consente costi di manutenzione minimi."

Airbus aveva proposto l'idea di voli in piedi già nel 2003. Proposta però bocciata per ovvi motivi. Nel 2010, il CEO di Ryanair, Michael O'Leary, aveva ripensato a questo progetto con addirittura aree riservate. Ma la compagnia aerea aveva abbandonato il progetto. Pesano anche le criticità evidenziate dagli ingegneri aeronautici. Basti pensare ai possibili ritardi di evacuazione dovuti allo spazio limitato. Inoltre, non ci sarebbe spazio per gli effetti personali.

Ma i passeggeri dei voli sono molto cambiati. Oggi, pur di viaggiare a basso costo, si è disposti a tutto. E le compagnie low cost, pur di aumentare i guadagni, sono pronte anche a rendere gli aerei una sorta di autobus dell'aria. Una piccola grande rivoluzione nei cieli di tutto il mondo.

Commenti

cgf

Dom, 22/04/2018 - 15:12

meno di 60 cm è per bambini, e neanche tutti visto quanti sono già in sovrappeso alla loro età. Riusciranno ad evacuare l'aero in [meno] di 90 secondi? Non facciano simulazioni con nani e ballerini, prendano... gente di strada.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 22/04/2018 - 15:17

....A quando le panche?....

cir

Dom, 22/04/2018 - 16:04

prossima conquista del progresso avranno la sbarra come sul tram...

killkoms

Dom, 22/04/2018 - 16:10

le panche sarebbero già più comode perché ci si sta seduti (e su alcuni scuolabus partenopei,abete docet,le usano da anni)!

Divoll

Dom, 22/04/2018 - 16:40

PAZZI. Questa stessa idea la ebbe anni fa la Ryanair (una delle compagnie peggiori al mondo) e le fu proibito di realizzarla, proprio per i rischi che comporterebbe per i passeggeri.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 22/04/2018 - 16:42

È gia dura adesso, poi viaggeranno solo i nani.

Divoll

Dom, 22/04/2018 - 17:04

Gia' lo spazio lasciato tra i sedili e' ridottossimo, da claustrofobia, cosi' gli aerei diventeranno delle scatole di sardine volanti. Meglio non viaggiare proprio che lasciarsi trattare cosi'.

Ritratto di roberto_g

roberto_g

Dom, 22/04/2018 - 17:10

Piuttosto che sedermi su un tale strumento di tortura, mi picchierei le palle come il Tafazzi... tanto dopo 14 ore di volo il risultato sarebbe lo stesso.

PaolodC

Lun, 23/04/2018 - 00:01

La Avio Interiors sta a Latina, giusto per chi vuole fare a quei signori una visitina e dir loro quello che pensate, faccia a faccia. Ma la colpa alla fine è delle compagnie. Io da lungo tempo piuttosto che salire su un aereo-bestiame vado in treno o in auto: mi piace guidare, mi diverto e nella mia Mercedes ci sto come il sultano del Bahrein.