La neve blocca l'ambulanza: muore una donna a Sestriere

Continua a nevicare nel Nord Italia. E ora è allarme slavine. Mezza Valle d'Aosta è isolata: strade interrotte a Gressoney, Cervinia e in Valle d'Ayas

Continua a nevicare. Su tutto l'arco alpino l'allerta è massima. A preoccupare è soprattutto Sestriere. Una 70enne è morta mentre si trovava a bordo di un'ambulanza che la stava trasportando in ospedale per un grave malore. Nel tragitto il mezzo è rimasto bloccato per via di un albero caduto per il maltempo, che ha invaso la carreggiata. Nelle stesse ore una slavina si è abbattuta contro un condominio. Decine di persone, inizialmente intrappolate nella neve, sono poi state tratte in salvo dai soccorritori (guarda il video). "Ho visto la paura negli occhi della gente - ha detto all'agenzia Agi Michele Belmondo, operatore della Croce Rossa di Susa - poteva essere un disastro". Anche in Valle d'Aosta l'allerta è massima. Mezza regione è, infatti, rimasta isolata e centinaia di persone sono state sgomberate (guarda la gallery). La situazione più delicata è sicuramente a Cervinia, ma destano preoccupazione anche Cogne e Gressoney.

Le forti nevicate

"Un'ampia circolazione ciclonica, derivante dalla saccatura atlantica presente sull'Europa occidentale - fanno sapere i metereologi - continua a determinare condizioni di maltempo sulle regioni settentrionali dell'Italia, apportando precipitazioni localmente intense, anche a carattere temporalesco, e abbondanti nevicate a quote di montagna". Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della protezione civile d'intesa con le Regioni coinvolte, alle quali spetta l'attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, ha emesso un altro avviso di condizioni meteorologiche avverse. Sono segnalate nevicate abbondanti al di sopra dei 1200-1400 metri sulle Alpi occidentali e al di sopra dei 1600-1800 metri sulle Alpi orientali, in abbassamento rispettivamente fino a 1000 e 1200 metri.

Ambulanza bloccata: muore una donna

E la neve ha mietuto anche una vittima. Una donna di 70 anni è morta a Sestriere mentre si trovava a bordo di un'ambulanza che la stava trasportando in ospedale per un grave malore. Nel tragitto un mezzo è rimasto bloccato a causa di un un albero caduto per il maltempo, che ha invaso la carreggiata. I vigili del fuoco hanno sgomberato la strada, ma la donna, che era in codice rosso, è morta durante il trasporto. Come ha spiegato Carlo Florindi, presidente della Croce rossa di Bardonecchia, all'Huffington: "I tempi erano strettissimi, dovevamo arrivare in ospedale in 15 minuti, tempistica difficile anche con la strada pulita. Siamo riusciti a salire al Sestriere ma al ritorno abbiamo trovato la strada bloccata".

Notte di paura a Sestriere

Il condominio travolto dalla slavina è il Bellevue, un palazzo di cinque piani, composto da 89 appartamenti, per lo più monolocali e seconde case, che si trova a poca distanza dalla strada provinciale 23 della Val Chisone, già chiusa al traffico proprio per il maltempo. Quindici erano abitati al momento della slavina, che è penetrata al primo piano e nel seminterrato rompendo porte e finestre e invadendo alcuni appartamenti e parti comuni dell'edificio. "La massa ha invaso corridoio e salotto", hanno raccontato i soccorritori a Repubblica. Vigili del fuoco e carabinieri hanno evacuato tutte le 29 persone che si trovavano nel condominio e che sono state fatte uscire tramite un passaggio nel garage. "Per fortuna - ha spiegato la Croce Rossa - la struttura portante pare non abbia subito danni, mentre ho visto lesioni sui muri divisori".

La zona di Sestriere è isolata mentre è rischio valanghe anche nella provincia di Vercelli. Per ridurre i disagi alla popolazione e agevolare la circolazione, tra Pragelato, Sestriere, Cesana, Bardonecchia e Sauze d'Oulx, sono stati messi in servizio 25 mezzi attrezzati con lame e insabbiatrici.

13mila turisti bloccati alle pendici del Cervino

Disagi anche per circa 13mila turisti che sono rimasti bloccati nella località sciistica svizzera di Zermatt, inaccessibile a causa di una minaccia valanghe di grado 5, il più elevato. Chiuse le piste da sci e le vie di trekking, anche se non c'è alcun rischio immediato per i turisti e non sono previste evacuazioni.

Mezza Valle d'Aosta isolata

Da ieri pomeriggio, a Cervinia, è stata chiusa la strada regionale isolando di fatto almeno 5mila tra turisti e residenti. A preoccupare, anche qui, è il pericolo valanghe. "Dal mattino sono caduti a Plan Maison (2.561 metri di altitudine) 90 centimetri di neve e nella notte ne cadrà altrettanta - ha spiegato a Repubblica Giuliano Trucco, guida alpina e membro della commissione valanghe - non vorremmo dover gestire un'eventuale emergenza nella notte. Per questo abbiamo consigliato al commissario di disporre la chiusura". La stessa scelta è stata fatta a Gressoney dove è stata chiusa la strada regionale. A Cogne, invece, una valanga ha travolto la strada regionale formando un muro di 8 metri di altezza all'altezza della frazione Epinel.

L'allarme ha interessato anche la valle di Ayas. A Champoluc, nella parte vecchia del paese, il sindaco Alex Brunod ha fatto sgomberare una settantina di turisti, che erano ospiti dell'albergo Relais du glacier, e una trentina di residenti. Dopo che all'altezza di Lignod è caduta una grande slavina, anche Antagnod è rimasta isolata tutta la notte dopo la chiusura del tratto di strada Lignod-Pra Charbon.

Commenti
Ritratto di I1-SWL527

I1-SWL527

Mar, 09/01/2018 - 09:55

ma statevene a casa vostra..

Tommaso_ve

Mar, 09/01/2018 - 10:11

Ma quanti articoli abbiamo letto sui ghiacciai che scompaiono? Ebbene, come pensate che si formino? E'inverno signori, la neve in montagna è la normalità... e d'inverno ne può cadere molta. Molta vuol dire fino ad 8 metri di precipitazioni (cumulate) in un inverno. Non ci credete, andatevi a guardare gli storici... "Let it snow!" Viva i ghiacciai, le alpi imbiancate, i nevai stracolmi...

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 09/01/2018 - 10:14

questa è la patania, un paese che campa con la neve(anche quella fasulla)viene messo in ginocchio da una forte nevicata, i i centinai di milioni di euro che incassano se li tengono in tasca e lo stato(con i soldi di tutti) deve fare fronte alle loro incapacità ! "et non negavit patania"

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 09/01/2018 - 12:34

DEVE ESSERE COLPA DEL riscaldamento globale e della desertificazione......

ziobeppe1951

Mar, 09/01/2018 - 13:28

NAPOLITANIS NEC VERISIMILIA !

Klotz1960

Mar, 09/01/2018 - 14:09

Un giorno isolati e tutte queste scene? Ma piantatela!

frabelli1

Mar, 09/01/2018 - 14:55

Come si può, in montagna, anzi, alta montagna, non prevedere nevicate e tenere le strade agibili? Come è possibile?

cabass

Mar, 09/01/2018 - 16:26

@giovinap: sempre meglio di chi fa le metropolitane e poi non sa come infilarci dentro i treni...

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 09/01/2018 - 16:36

cabass, lo so che non sei in grado di discorrere sul'articolo per manifesta ignavia ,ma comunque,indovina quel treno chi l'ha fabbricato ? i patani!

Ritratto di 98NARE

98NARE

Mar, 09/01/2018 - 17:05

Sarà colpa NOSTRA se esiste NAPOLI E TUTTO IL SUD..... Tutta colpa della maledetta PATANIA .....è si si ....

Luprotts70

Mar, 09/01/2018 - 17:43

@giovinap - innanzitutto mi sembra alquanto furi luogo approfittare della morte di una persona per alimentare la diatriba nord-sud. Detto questo mi pare che sia successa la stessa cosa a napoli un paio di giorni fa e senza 3 metri di neve ma in questo caso probabilmente l'ambulanza ha dovuto schivare monnezza, proiettili vaganti e scooter contomano. Siccome mi sembri una persona acculturata sarai sicuramente in grado di leggere e comprendere le recenti statistiche sulla percentuale di versamento tasse; strano ma vero nord poi centro e ultimo e distaccato....il sud.

mork

Mar, 09/01/2018 - 17:48

giovinap...irla che fai, rigiri la frittata??? queste cose sono cinquantanni che ve le rinfacciano e adesso te ne esci tu bello bello ??? e poi, parla come mangi saputello: non eri tu che voleva andare a "RILEVARE" qualcuno all'aeroporto????

mork

Mar, 09/01/2018 - 18:00

giovinap...irla altra cosa: i treni andrebbero benissimo, il probema è farceli entrare... hai presente "la giara" di Pirandello? al contrario. ciao sifulott

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 09/01/2018 - 18:10

luprotts70, non insistere con la tua manifesta inferiorità etnica e mentale...mentale!? io di certe cose non approfitto(di solito lo fate voialtri) a napoli i proiettili vaganti come quelli che hanno colpito il tram 19 in piazza prealpi a milano? in patania ci sono anche gli "uccelli" vaganti che vi colpiscono, di quale immondizia parli di quelle migliaia di tonnellate bruciate nell'ultimo mese in lombardia, liguria e piemonte? e gli scooter contromano, quali sono quelli che volano giù dallo stadio san siro? la favola delle tasse chi te l'ha raccontata ziopeppe lo scemo e mork l'idiota ah ah ah !

giovanni235

Mar, 09/01/2018 - 20:12

Sapete dirmi dove posso trovare uno dei tanti teorici del riscaldamento globale??? Sembra siano spariti tutti.Vorrei solo spiegare loro che tutta questa neve e gelo che colpisce mezza Europa e tutta la costa est degli USA sono dovuti dal gran caldo della scorsa estate e che il caldo della prossima estate sarà colpa solo di questo gelo.Subito dopo li inviterei a ricoverarsi, curarsi per bene e poi sparire.

Luprotts70

Mar, 09/01/2018 - 20:15

Grande Giovinap, sai a Milano è successo una volta ma tutti gli anni a napule i proiettili vaganti sono pari a quelli di kabul.... E quando parli di stadi pensa a genni a carogna....

ziobeppe1951

Mar, 09/01/2018 - 20:31

giovinappo...scemo e idiota lo dici a chi ti ha ca.ga.to.