Solare, che fregatura:costa e fa pure flop

Nonostante le sovvenzioni le aziende del fotovoltaico chiudono una dopo l’altra. E anche la Merkel taglia gli aiuti

Lo scorso venerdì il parlamen­to tedesco ha tagliato del 40% le sovvenzioni al fotovoltaico (Fv). Non possiamo che gioirne, ma avrebbero dovuto tagliare del 100%. Nei mesi precedenti, tra grandi e piccole, decine di azien­de tedesche del settore erano falli­te. Anche di questo gioiamo: dob­biamo comprendere che il Fv è una cancrena che sta divorando l’economia mondiale, peggio di quanto non faccia la camorra e noi se fallisce la camorra gioiamo.

Certo, il guappo camorrista perde il proprio «posto di lavoro» ma le cancrene vanno estirpate, anche con interventi dolorosi, se non si vuole che perisca l’intero corpo. Ricordate la green-economy , qui in Italia magnificata dai Prodi e dai Pecoraroscani, da Legam­biente e da Greenpeace, da Repub­blica e dal Corsera , e ora anche dai Monti e, con nostra sorpresa, dai Clini? Avrebbe dovuto creare mi­gliaia di posti di lavoro, la green­economy , no? Sono anni che avver­tiamo -vox clamantis in deserto­che essa non è né green né eco­nomy. In Germania, dicevo, azien­de ( si fa per dire) come Solar Mille­nium, Solon, Solarhybrid, Q-Cel­ls, hanno portato i libri contabili in tribunale e messo sulla strada migliaia di lavoratori. Tutto preve­dibile. Il problema è che a occuparsi di energia, in Europa come in Italia, v’è una pletora di incompetenti, quando non peggio.

In Italia, so­prattutto, non mancano né gli in­competenti né chi è peggio degli incompetenti, e sovente gli uni e gli altri sono incarnati nella stessa persona. Prendiamo il governo dei tecnici. Per bocca del ministro all’Ambiente,ha dichiarato che in Italia il travaso di denaro pubblicoagli spacciatori di Fv continuerà finché i costi di produzione elettri­ca­da esso e da carbone si uguaglie­ranno. Ciò che il ministro non comprende è che se egli continua a insistere col suo insano program­ma, la cosa certamente accadrà, nel senso che il prezzo del chi­lowattora da carbone si sarà eleva­to a quello da Fv. Egli ci sta obbli­gandoa pasteggiare con caviale e champagne finché non avremo denaro per pane e lambrusco.

Il ministro Clini va perdonato perché è un medico, di energia nulla sa e palesemente confonde il chilowatt col chilowattora. Eppe­rò fa il ministro. Proviamo a spie­garlo anche a lui, come abbiamo tentato di fare invano coi suoi pre­decessori:il Fv per la produzione elettrica è una colossale frode, si­gnor Ministro, e non bisogna farvi alcun affidamento, neanche se i pannelli Fv fossero gratis. Circo­stanza, quest’ultima, che dovreb­be dissipare ogni dubbio, no? Par­rebbe di sì, ma nessun ministro ci sente da quest’orecchio. Il che mi è incomprensibile, visto che que­sti ministri fanno giuramento di fe­deltà all’interesse del Paese. Ma che giurano a fare? Pensate, in questi anni, grazie a una legge del 2007 del governo Prodi, abbiamo impegnato 70 miliardi in impianti Fv che producono tanto quanto produce un impianto a carbone che costa 2 miliardi. Monti non aveva bisogno di fare alcuna ma­novra, doveva solo cancellare defi­nitivamente le sovvenzioni agli spacciatori della fraudolenta tec­nologia, equiparandoli agli spac­ciatori di denaro falso. Perché è fraudolenta? La ragio­ne è banale.

Il picco di massima po­tenza elettrica assorbita dal Paese (60 gigawatt) occorre nelle prime ore della sera, quando fa buio e il Fv conta zero. Per soddisfare quel picco devono esserci- tutti- gli im­pianti convenzionali (gas, carbo­ne, nucleare, idroelettrico). Una volta che questi impianti per sod­disfare la domanda di picco ci so­no ( e ci sono perché devono esser­ci), essi sono in grado di soddisfa­re anche la domanda non di picco, per cui ogni altro impianto alterna­tivo risulta inutile. Come dire: se avete l’auto potete evitare di avere la bicicletta, ma non viceversa.

Se vi concedete anche la bicicletta è perché essa costa 100 a fronte di un’auto che costa 20.000; ma il Fv è una bicicletta che costa 400.000. Allora, illudersi di creare «posti di lavoro» nel settore del Fv equiva­le a illudersi di crearli assumendo squadre d’operai che di giorno scavino buche e di notte le ricopra­no. Non bisogna essere bocconia­ni per comprendere che non è co­sì che funziona. È proprio un pec­cato che questo governo di tecnici si stia rivelando, anche nel settore energetico, un governo di incom­petenti.

Commenti
Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Mer, 11/04/2012 - 09:00

"In Italia, soprattutto, non mancano né gli incompetenti né chi è peggio degli incompetenti " E' una riflessione allo specchio??

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Mer, 11/04/2012 - 09:00

"In Italia, soprattutto, non mancano né gli incompetenti né chi è peggio degli incompetenti " E' una riflessione allo specchio??

pino d.

Mer, 11/04/2012 - 09:00

Mi sbaglio, o nel business dell'energia alternativa c'è, in primo piano, una azienda che fa capo ai De Benedetti, tessera n°1 del PD e azionisti di rilievo di Repubblica? pino d.

pino d.

Mer, 11/04/2012 - 09:00

Mi sbaglio, o nel business dell'energia alternativa c'è, in primo piano, una azienda che fa capo ai De Benedetti, tessera n°1 del PD e azionisti di rilievo di Repubblica? pino d.

marioparcia

Mer, 11/04/2012 - 09:14

Battaglia deve essere stato picchiato da piccolo con un pannello fotovoltaico. Non riesco a capire altrimenti il perché di questo astio verso i pannelli solari.

marioparcia

Mer, 11/04/2012 - 09:14

Battaglia deve essere stato picchiato da piccolo con un pannello fotovoltaico. Non riesco a capire altrimenti il perché di questo astio verso i pannelli solari.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 11/04/2012 - 09:15

Deve essere chiaro che una vigna rende di più di un campo fotovoltaico. Invece le superfici morte e custodite, come i tetti dei capannoni, meritano di essere usate per il fotovoltaico.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 11/04/2012 - 09:15

Deve essere chiaro che una vigna rende di più di un campo fotovoltaico. Invece le superfici morte e custodite, come i tetti dei capannoni, meritano di essere usate per il fotovoltaico.

enio rossi

Mer, 11/04/2012 - 09:15

In Italia le decisioni vengono prese per altri motivi. Non conta nulla se le attività finanziate col nostro denaro sono utili o no. Ed i tecnici non sono incompetenti, ma molto peggio!! Se si riducono i finanziamenti alle attività FV di De Benedetti succederà di tutto: dalle accuse della Stampa, ai comizi dei verdi in tv, fino all'intervento di qualche PM... Quindi continuiamo a pagare e zitti perchè la sinistra colta vuole così.

enio rossi

Mer, 11/04/2012 - 09:15

In Italia le decisioni vengono prese per altri motivi. Non conta nulla se le attività finanziate col nostro denaro sono utili o no. Ed i tecnici non sono incompetenti, ma molto peggio!! Se si riducono i finanziamenti alle attività FV di De Benedetti succederà di tutto: dalle accuse della Stampa, ai comizi dei verdi in tv, fino all'intervento di qualche PM... Quindi continuiamo a pagare e zitti perchè la sinistra colta vuole così.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mer, 11/04/2012 - 09:18

nonostante le sovvenzioni? guarda che è solo per le sovvenzioni che circolano quelle patacche di pannelli solari cinesi! e sorgenia sguazza!

Ritratto di mamma goose

mamma goose

Mer, 11/04/2012 - 09:24

E se non credete a quello che scrive il prof. Battaglia ascoltate (dal minuto 31:00) la trasmissione in podcast Focus economia del 6/4/12 "caro energia-le imprese in difficoltà". E' l'intervista di Barisoni all'A.D. di Assoutility Dr. Massimo Protti (questo il link [url]http://www.radio24.ilsole24ore.com/podcast/focus-economia.xml[/url]). A causa del meccanismo perverso anche con le rinnovabili il costo dell'energia è destinato AD AUMENTARE !!!! FOLLE !!!!!

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mer, 11/04/2012 - 09:18

nonostante le sovvenzioni? guarda che è solo per le sovvenzioni che circolano quelle patacche di pannelli solari cinesi! e sorgenia sguazza!

Ritratto di mamma goose

mamma goose

Mer, 11/04/2012 - 09:24

E se non credete a quello che scrive il prof. Battaglia ascoltate (dal minuto 31:00) la trasmissione in podcast Focus economia del 6/4/12 "caro energia-le imprese in difficoltà". E' l'intervista di Barisoni all'A.D. di Assoutility Dr. Massimo Protti (questo il link [url]http://www.radio24.ilsole24ore.com/podcast/focus-economia.xml[/url]). A causa del meccanismo perverso anche con le rinnovabili il costo dell'energia è destinato AD AUMENTARE !!!! FOLLE !!!!!

curatola

Mer, 11/04/2012 - 09:25

stabilito che il risparmio energetico e l'autoproduzione locale diffusa in fase di costruzione sono un'altra partita,il fv applicato in centrali devasta e fornisce quasi sempre briciole di energia. Noi teniamo spente le centrali a carbone perché ci conviene importare energia nucleare ma ci rifiutiamo di installare delle centrali italiane. Certo facciamo bene perché affidare a degli italiani una gestione ove serve disciplina,rigore e senso di responsabilità (vedi il caso Schettino) é pericolosissimo,molto più delle scorie.Ci illudiamo che a breve la tecnologia porterà la fusione ma se anche fosse i problemi degli impianti al contorno per i quali serve l'esperienza realizzativa,resta. Come al solito arriveremo buoni ultimi e pagheremo profumatamente i brevetti altrui.

Ritratto di woman

woman

Mer, 11/04/2012 - 09:42

Da mettere nel conto delle passività anche lo scempio ambientale e i danni irreversibili all'agricoltura provocati dall'istallazione dei pannelli fotovoltaici (e degli impianti eolici) -

curatola

Mer, 11/04/2012 - 09:25

stabilito che il risparmio energetico e l'autoproduzione locale diffusa in fase di costruzione sono un'altra partita,il fv applicato in centrali devasta e fornisce quasi sempre briciole di energia. Noi teniamo spente le centrali a carbone perché ci conviene importare energia nucleare ma ci rifiutiamo di installare delle centrali italiane. Certo facciamo bene perché affidare a degli italiani una gestione ove serve disciplina,rigore e senso di responsabilità (vedi il caso Schettino) é pericolosissimo,molto più delle scorie.Ci illudiamo che a breve la tecnologia porterà la fusione ma se anche fosse i problemi degli impianti al contorno per i quali serve l'esperienza realizzativa,resta. Come al solito arriveremo buoni ultimi e pagheremo profumatamente i brevetti altrui.

antonin9421

Mer, 11/04/2012 - 09:50

Ha perfettamente ragione, caro F: Battaglia. Ma che ci vuole fare? Verdi e rossi, gialli e blu... insomma, tutti i variopintati italiani, e di governo e di plebaglia, ignorano la fisica e.. pure la chimica e.. e nulla sanno di energia.. nulla sanno di 'nulla'. E ci son pure quelli che han studiato e si son laureati in questo 'nulla', però in prestigiose(sic!) università, (bocconiani? Mah!). E di che vogliamo parlare? Inutili teste!

Ritratto di woman

woman

Mer, 11/04/2012 - 09:42

Da mettere nel conto delle passività anche lo scempio ambientale e i danni irreversibili all'agricoltura provocati dall'istallazione dei pannelli fotovoltaici (e degli impianti eolici) -

antonin9421

Mer, 11/04/2012 - 09:50

Ha perfettamente ragione, caro F: Battaglia. Ma che ci vuole fare? Verdi e rossi, gialli e blu... insomma, tutti i variopintati italiani, e di governo e di plebaglia, ignorano la fisica e.. pure la chimica e.. e nulla sanno di energia.. nulla sanno di 'nulla'. E ci son pure quelli che han studiato e si son laureati in questo 'nulla', però in prestigiose(sic!) università, (bocconiani? Mah!). E di che vogliamo parlare? Inutili teste!

gamma

Mer, 11/04/2012 - 09:59

Ciò che dice l'articolo lo suggerisce anche una recente relazione del senato americano. Non per niente gli USA hanno iniziato la costruzione di altre 26 centrali nucleari oltre le 104 già in funzione.

gamma

Mer, 11/04/2012 - 09:59

Ciò che dice l'articolo lo suggerisce anche una recente relazione del senato americano. Non per niente gli USA hanno iniziato la costruzione di altre 26 centrali nucleari oltre le 104 già in funzione.

Vonpalace

Mer, 11/04/2012 - 10:15

sono d'accordo solo in parte. gli impianti di piccole dimensioni(3kw max 20kw) hanno una loro efficienza consentono una diminuzione dell'importazione di energia, bastano per l'autoconsumo e gli incentivi bastano malapena per l'imu con i parametri di kioto e quelli interni alla ue una piccola svolta ci doveva essere. i veri problemi sono i grandi impianti quelli da 1mega in su specialmente non hanno senso di esistere, consentono solo di far arricchiere le persone sulle bollette. es. se uno ha un capannone industrale dove produce qualcosa ilfv può essere inteso come un'incentivo e le imprese ne hanno bisogno se uno monta un'impiato non collegato a nessuna attività e dannoso

Vonpalace

Mer, 11/04/2012 - 10:15

sono d'accordo solo in parte. gli impianti di piccole dimensioni(3kw max 20kw) hanno una loro efficienza consentono una diminuzione dell'importazione di energia, bastano per l'autoconsumo e gli incentivi bastano malapena per l'imu con i parametri di kioto e quelli interni alla ue una piccola svolta ci doveva essere. i veri problemi sono i grandi impianti quelli da 1mega in su specialmente non hanno senso di esistere, consentono solo di far arricchiere le persone sulle bollette. es. se uno ha un capannone industrale dove produce qualcosa ilfv può essere inteso come un'incentivo e le imprese ne hanno bisogno se uno monta un'impiato non collegato a nessuna attività e dannoso

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 11/04/2012 - 10:20

Le persone con un pò di conoscenze tecniche,capaci di fare dei conti di fattibilità(come il sottoscritto),sanno perfettamente che il capitale investito in un FV,"considerando tutto"(smontaggio & smaltimento dei pannelli dopo 25 anni),SE L'ENERGIA PRODOTTO NON VIENE IMMEDIATAMENTE AUTOCONSUMATA TUTTA,rende meno dei BOT(alla faccia di tutti gli incentivi,che tutti noi paghiamo). Ora girano per le case, proponendo la formula:"impianto a loro spese,ed energia consumata(nel momento della produzione),gratis. Prospettano il 50% di risparmio,sulla "bolletta" per il Cliente,laddove sanno benissimo che la contemporaneità per un privato,è molto più bassa.....Poi ti dicono che dopo 20 anni l'impianto lo puoi "riscattare",così ti rimane sul gobbo il costo di smantellamento e smaltimento....Che affare! La "fusione" sarebbe meglio,ma la tecnologia è ancora lontana,e comunque per arrivarci,occorrerebbe investire su una nostrana capacità di ricerca, invece di buttare soldi di tutti nel fotovoltaico

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 11/04/2012 - 10:20

Le persone con un pò di conoscenze tecniche,capaci di fare dei conti di fattibilità(come il sottoscritto),sanno perfettamente che il capitale investito in un FV,"considerando tutto"(smontaggio & smaltimento dei pannelli dopo 25 anni),SE L'ENERGIA PRODOTTO NON VIENE IMMEDIATAMENTE AUTOCONSUMATA TUTTA,rende meno dei BOT(alla faccia di tutti gli incentivi,che tutti noi paghiamo). Ora girano per le case, proponendo la formula:"impianto a loro spese,ed energia consumata(nel momento della produzione),gratis. Prospettano il 50% di risparmio,sulla "bolletta" per il Cliente,laddove sanno benissimo che la contemporaneità per un privato,è molto più bassa.....Poi ti dicono che dopo 20 anni l'impianto lo puoi "riscattare",così ti rimane sul gobbo il costo di smantellamento e smaltimento....Che affare! La "fusione" sarebbe meglio,ma la tecnologia è ancora lontana,e comunque per arrivarci,occorrerebbe investire su una nostrana capacità di ricerca, invece di buttare soldi di tutti nel fotovoltaico

Leonardo Marche

Mer, 11/04/2012 - 10:22

Io dico che Battaglia è troppo buono. Magari il fotovoltaico fosse come le attività di keynesiana memoria: prendi dei lavoratori, fai scavare di giorno, fai riempire le buche appena fatte di notte, poi li paghi e metti in circolo denaro e ricchezza (a debito dello Stato). Magari! La realtà è che gran parte di quelli che scavano di giorno e tutti quelli che scavano di notte, non sono italiani, ma giapponesi, cinesi, americani, ecc. Per cui i benefici se li prendono quegli Stati ed i loro lavoratori e famiglie, mentre i debiti li teniamo e paghiamo noi! Questa è la storia di parte del nostro ultimo debito. 70 miliardi per produrre l'energia di una centrale a carbone (ma anche nucleare) da 2 miliardi. In più ne abbiamo 2 ferme con il combustibile già pagato per anni e anni. Quei settanta miliardi sono stati dati ai cinesi, ecc aggratis. Ora perchè non c'è un PM, dico uno, che comincia ad indagare sulla cosa? Tutte quelle penne che hanno disinformato l'Italia, che interessi avevano?

Leonardo Marche

Mer, 11/04/2012 - 10:22

Io dico che Battaglia è troppo buono. Magari il fotovoltaico fosse come le attività di keynesiana memoria: prendi dei lavoratori, fai scavare di giorno, fai riempire le buche appena fatte di notte, poi li paghi e metti in circolo denaro e ricchezza (a debito dello Stato). Magari! La realtà è che gran parte di quelli che scavano di giorno e tutti quelli che scavano di notte, non sono italiani, ma giapponesi, cinesi, americani, ecc. Per cui i benefici se li prendono quegli Stati ed i loro lavoratori e famiglie, mentre i debiti li teniamo e paghiamo noi! Questa è la storia di parte del nostro ultimo debito. 70 miliardi per produrre l'energia di una centrale a carbone (ma anche nucleare) da 2 miliardi. In più ne abbiamo 2 ferme con il combustibile già pagato per anni e anni. Quei settanta miliardi sono stati dati ai cinesi, ecc aggratis. Ora perchè non c'è un PM, dico uno, che comincia ad indagare sulla cosa? Tutte quelle penne che hanno disinformato l'Italia, che interessi avevano?

killkoms

Mer, 11/04/2012 - 10:29

la q cells tedesca è fallita prima ancora che il governo teutonico tagliasse gli incentivi al solare del 40%!e poi giorni fà c'era lo spiritoso del corsera che sottolineava come il governo precedente,che voleva reintrodurre il nucleare,passerà alla storia come quello che più ha incentivato le rinnovabili!colpa di un progetto(il conto energia)iniziato male da prodi,e perseverato da berlusconi!lo stesso spiritoso sottolineava(ora!)come la maggior parte dei soldi di quel conto siano finiti all'estero(cina,usa,germania)ovvero a chi i pannelli li fabbrica,non ai fessi che li installano!il solare doveva restare domestico,e dove il sole c'è!)non industrializzato!

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mer, 11/04/2012 - 10:30

L'unica neo eco-energia che dà qualche risultato è l'eolico, funziona di giorno e di notte e dipende direttamente dal padreterno, ma lì bisogna tenere a bada i Don Chisciotte...e la mafia...

duxducis

Mer, 11/04/2012 - 10:31

Se il fotovoltaico produce energia come dicono gli ambientalisti, allora dovrebbe essere tassato perche' produce reddito e non sovvenzionato. Se invece di seguire la frode degli incentivi si fossero spesi 70miliardi di euro in ricerca, a quest'ora avremmo pannelli ad altissima efficienza. L'ignoranza di persone come il capo di Greenpeace (un fisico che c'ha messo un decennio per prendere una laurea di 4 anni e nessuna vera pubblicazione) sono un costo immenso per questo paese.

killkoms

Mer, 11/04/2012 - 10:29

la q cells tedesca è fallita prima ancora che il governo teutonico tagliasse gli incentivi al solare del 40%!e poi giorni fà c'era lo spiritoso del corsera che sottolineava come il governo precedente,che voleva reintrodurre il nucleare,passerà alla storia come quello che più ha incentivato le rinnovabili!colpa di un progetto(il conto energia)iniziato male da prodi,e perseverato da berlusconi!lo stesso spiritoso sottolineava(ora!)come la maggior parte dei soldi di quel conto siano finiti all'estero(cina,usa,germania)ovvero a chi i pannelli li fabbrica,non ai fessi che li installano!il solare doveva restare domestico,e dove il sole c'è!)non industrializzato!

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mer, 11/04/2012 - 10:30

L'unica neo eco-energia che dà qualche risultato è l'eolico, funziona di giorno e di notte e dipende direttamente dal padreterno, ma lì bisogna tenere a bada i Don Chisciotte...e la mafia...

duxducis

Mer, 11/04/2012 - 10:31

Se il fotovoltaico produce energia come dicono gli ambientalisti, allora dovrebbe essere tassato perche' produce reddito e non sovvenzionato. Se invece di seguire la frode degli incentivi si fossero spesi 70miliardi di euro in ricerca, a quest'ora avremmo pannelli ad altissima efficienza. L'ignoranza di persone come il capo di Greenpeace (un fisico che c'ha messo un decennio per prendere una laurea di 4 anni e nessuna vera pubblicazione) sono un costo immenso per questo paese.

Andrea 68

Mer, 11/04/2012 - 10:37

il popolo è sovrano ed ha già deciso. No al nucleare! Battaglia ha fatto l'ennesima marchetta alla lobby del nucleare.. ora l'aspetto in tv a fronteggiarsi con qualche esperto del solare e ad essere sbugiardato come da Santoro ad esempio..

killkoms

Mer, 11/04/2012 - 10:38

#8curatola,il fatto che molti italiani abbiano fatto fortuna all'estero,dimostra pienamenyte che possiamo gestire anche una centrale nucleare!lo dimostrano le esperienze positive delle centrali di latina,caorso,trino vercellese;solo quella del garigliano ha dato qualche problema!se da noi non sono successi problemo come a chernobyl o trhee my islands,un motivo ci sarà!che arriveremo senpre dopo è asssodato!il dipenmdere dall'estero per l'energia nopn è favorevole alla nostra economia,con molti impianti che funziuonano poco per via degli alti costi di gestione,tipo quell'obbrobio che è diventata la centrale mancata nucleare di montalto di castro!ma intanto nil personale che li gestisce e la manutenzioe di quegli impianti tocca pagarli!lò'avere perso il nucleare,è una follia che pagheremo carissimo,ma non tanto per la fusione,che è tenuta ancora lontana,ma per l'averci preclusom lo stadio successivo dell'attuale nucleare,ovvero l'utilizzo del torio come combustibile alternativoall'uranio

Gi_v

Mer, 11/04/2012 - 10:56

Ottimo articolo, condiviso in pieno. Perché però non si fa una mini inchiesta sulle fonti rinnovabili? Non tutte infatti sono uguali. Invece di buttare via tutti quei soldi nel fotovoltaico si potrebbero spendere in altre rinnovabili moto più convenienti e in ricerca, mi spiego. Tecnologie come il solare termico, la biomassa, l'idrico e perché no in alcuni casi l'eolico(in alcuni casi) sono quasi mature e hanno un costo in bolletta di poco superiore a quelle convenzionali (il discorso è complesso) e quindi sono da subito sfruttabili. Altre tecnologie invece, come il fotovoltaico, non sono ancora pienamente sviluppate, se in un futuro però si riusciranno ad ottenere pannelli con efficienza più elevata e costo inferiore anch'essi potranno essere sfruttati. Per farlo è necessaria però ancora tanta strada e in quel caso serve ancora molta ricerca. Se quei 70 miliardi fossero stati investiti in ricerca ora probabilmente, esagero, faremmo andare le macchine con l'aria.

Andrea 68

Mer, 11/04/2012 - 10:37

il popolo è sovrano ed ha già deciso. No al nucleare! Battaglia ha fatto l'ennesima marchetta alla lobby del nucleare.. ora l'aspetto in tv a fronteggiarsi con qualche esperto del solare e ad essere sbugiardato come da Santoro ad esempio..

killkoms

Mer, 11/04/2012 - 10:38

#8curatola,il fatto che molti italiani abbiano fatto fortuna all'estero,dimostra pienamenyte che possiamo gestire anche una centrale nucleare!lo dimostrano le esperienze positive delle centrali di latina,caorso,trino vercellese;solo quella del garigliano ha dato qualche problema!se da noi non sono successi problemo come a chernobyl o trhee my islands,un motivo ci sarà!che arriveremo senpre dopo è asssodato!il dipenmdere dall'estero per l'energia nopn è favorevole alla nostra economia,con molti impianti che funziuonano poco per via degli alti costi di gestione,tipo quell'obbrobio che è diventata la centrale mancata nucleare di montalto di castro!ma intanto nil personale che li gestisce e la manutenzioe di quegli impianti tocca pagarli!lò'avere perso il nucleare,è una follia che pagheremo carissimo,ma non tanto per la fusione,che è tenuta ancora lontana,ma per l'averci preclusom lo stadio successivo dell'attuale nucleare,ovvero l'utilizzo del torio come combustibile alternativoall'uranio

devil1979

Mer, 11/04/2012 - 10:58

Parliamo un po' dei costi di smantellamento di una centrale nucleare o anche di una semplice centrale a carbone... amici dell'atomo: avete votato sbagliato sull'onda emotiva di Chernobyl (e chi non l'avrebbe fatto). Ma se i bravi e precisi giapponesi hanno fatto un simile casino solo 1 anno fa, che cosa saremo in grado di fare noi in Italia? Meglio buttare i soldi nelle rinnovabili che nel nucleare, almeno il primo fa male solo alle tasche.

gibuizza

Mer, 11/04/2012 - 11:02

Perché non lasciare che ognuno faccia ciò che vuole? I sostenitori del fotovoltaico si uniscano in una grande associazione e versino e si diano i contributi per le loro installazioni, i non sostenitori del FV continuino come ora senza sborsare un centesimo per gli incentivi al FV. Lo stesso dicasi per chi vuole le pale eoliche ecc. ecc. ecc..

bojeri

Mer, 11/04/2012 - 11:03

già che c'è mettiamoci pure l'auto elettrica. Non esiste è una balla colossale. L'energia elettrica non è una fonte di energia, ma un mezzo di trasporto di quella prodotta con fonti vere ( idroelettrico, fossile ecc ) esattamente come lo sono cinghie , ingranaggi, alberi di trasmissione.... Anche l'idrogeno non è una fonte , non ci sono giacimenti di idrogeno, occorre produrlo da altre fonti energetiche. La truffa per i consumatori è colossale, credono di venderci auto che costano 3 volte e consumano il 3% meno. Ma l'energia per produrre tali mezzi vanifica il vantaggio. 15 anni fa dal Giappone il prototipo di un motore a pistoni , costoso è vero, ma che aspirava aria inquinata e la restituiva pulita ; questa è l'unica strada.

Gi_v

Mer, 11/04/2012 - 10:56

Ottimo articolo, condiviso in pieno. Perché però non si fa una mini inchiesta sulle fonti rinnovabili? Non tutte infatti sono uguali. Invece di buttare via tutti quei soldi nel fotovoltaico si potrebbero spendere in altre rinnovabili moto più convenienti e in ricerca, mi spiego. Tecnologie come il solare termico, la biomassa, l'idrico e perché no in alcuni casi l'eolico(in alcuni casi) sono quasi mature e hanno un costo in bolletta di poco superiore a quelle convenzionali (il discorso è complesso) e quindi sono da subito sfruttabili. Altre tecnologie invece, come il fotovoltaico, non sono ancora pienamente sviluppate, se in un futuro però si riusciranno ad ottenere pannelli con efficienza più elevata e costo inferiore anch'essi potranno essere sfruttati. Per farlo è necessaria però ancora tanta strada e in quel caso serve ancora molta ricerca. Se quei 70 miliardi fossero stati investiti in ricerca ora probabilmente, esagero, faremmo andare le macchine con l'aria.

d_time

Mer, 11/04/2012 - 11:13

#18 Andrea 68 a essere onesti su questi argomenti si doverbbe dire "IL POPOLO E' IGNORANTE", ma ti pare normale che i cittadini decidano per cose di cui non hanno la minima competenza??? i cittadini sono quelli che veodno le torri di raffreddamento delle centrali nucleari, che espellono vapore acqueo, e si spaventano per la loro ignoranza. ti pare normale che poi siano loro a decidere?? a me sembra un'ipocrizia finto-buonista tutta all'italiana! P.S: i pannelli solari vanno bene si e no per l'uso domestico, provi a chiedere a qualche esperto quanta superficie serve per far andare una fabbrica a pannelli solari...

devil1979

Mer, 11/04/2012 - 10:58

Parliamo un po' dei costi di smantellamento di una centrale nucleare o anche di una semplice centrale a carbone... amici dell'atomo: avete votato sbagliato sull'onda emotiva di Chernobyl (e chi non l'avrebbe fatto). Ma se i bravi e precisi giapponesi hanno fatto un simile casino solo 1 anno fa, che cosa saremo in grado di fare noi in Italia? Meglio buttare i soldi nelle rinnovabili che nel nucleare, almeno il primo fa male solo alle tasche.

massimilianofonti

Mer, 11/04/2012 - 11:18

parlare di auto ben consci del costo del petrolio e che tra poco si esaurisce e avvilente .. idem per il nucleare ancora + dannoso e con filoni già in esaurimento. il rinnovabile e soprattt il solare son poco sviluppati e se pensiamo che l'idrogeno x muovere l'auto a lei tanto cara è ancora in fase di sperimentazione grz le lobby del petrolio sempre a lei tanto care come quelle del nucleare siam proprio messi male. il fotovoltaico nn và utilizzato su grandi terreni ma su tetti e capannoni. prima di scivere articoli scellerati si informi con chi utilizza il fv x la propria abitazione. in ultimo: i costi son ancora alti proprio perchè poco sviluppato

gibuizza

Mer, 11/04/2012 - 11:02

Perché non lasciare che ognuno faccia ciò che vuole? I sostenitori del fotovoltaico si uniscano in una grande associazione e versino e si diano i contributi per le loro installazioni, i non sostenitori del FV continuino come ora senza sborsare un centesimo per gli incentivi al FV. Lo stesso dicasi per chi vuole le pale eoliche ecc. ecc. ecc..

bojeri

Mer, 11/04/2012 - 11:03

già che c'è mettiamoci pure l'auto elettrica. Non esiste è una balla colossale. L'energia elettrica non è una fonte di energia, ma un mezzo di trasporto di quella prodotta con fonti vere ( idroelettrico, fossile ecc ) esattamente come lo sono cinghie , ingranaggi, alberi di trasmissione.... Anche l'idrogeno non è una fonte , non ci sono giacimenti di idrogeno, occorre produrlo da altre fonti energetiche. La truffa per i consumatori è colossale, credono di venderci auto che costano 3 volte e consumano il 3% meno. Ma l'energia per produrre tali mezzi vanifica il vantaggio. 15 anni fa dal Giappone il prototipo di un motore a pistoni , costoso è vero, ma che aspirava aria inquinata e la restituiva pulita ; questa è l'unica strada.

d_time

Mer, 11/04/2012 - 11:13

#18 Andrea 68 a essere onesti su questi argomenti si doverbbe dire "IL POPOLO E' IGNORANTE", ma ti pare normale che i cittadini decidano per cose di cui non hanno la minima competenza??? i cittadini sono quelli che veodno le torri di raffreddamento delle centrali nucleari, che espellono vapore acqueo, e si spaventano per la loro ignoranza. ti pare normale che poi siano loro a decidere?? a me sembra un'ipocrizia finto-buonista tutta all'italiana! P.S: i pannelli solari vanno bene si e no per l'uso domestico, provi a chiedere a qualche esperto quanta superficie serve per far andare una fabbrica a pannelli solari...

massimilianofonti

Mer, 11/04/2012 - 11:18

parlare di auto ben consci del costo del petrolio e che tra poco si esaurisce e avvilente .. idem per il nucleare ancora + dannoso e con filoni già in esaurimento. il rinnovabile e soprattt il solare son poco sviluppati e se pensiamo che l'idrogeno x muovere l'auto a lei tanto cara è ancora in fase di sperimentazione grz le lobby del petrolio sempre a lei tanto care come quelle del nucleare siam proprio messi male. il fotovoltaico nn và utilizzato su grandi terreni ma su tetti e capannoni. prima di scivere articoli scellerati si informi con chi utilizza il fv x la propria abitazione. in ultimo: i costi son ancora alti proprio perchè poco sviluppato

elmo

Mer, 11/04/2012 - 11:29

mi sembra di avere letto da qualche parte, che ci sono alternative all'eolico,al nucleare ai pannelli,.ecc.. , l'istituto di Firenze, mi sembra, habbia studiato e sperimentato altre alterative, ma sembra che ci sia poco da guadagnare(il governo ovviamente) pertanto non si prosegue nella ricerca e nella divulgazione.

elmo

Mer, 11/04/2012 - 11:29

mi sembra di avere letto da qualche parte, che ci sono alternative all'eolico,al nucleare ai pannelli,.ecc.. , l'istituto di Firenze, mi sembra, habbia studiato e sperimentato altre alterative, ma sembra che ci sia poco da guadagnare(il governo ovviamente) pertanto non si prosegue nella ricerca e nella divulgazione.

fulviots

Mer, 11/04/2012 - 11:30

Non sono assolutamente d’accordo con questo articolo. Il mio FV domestico (3 KW) mi fa risparmiare una botta sulla bolletta e non occorrerebbero altri incentivi per considerarlo conveniente. Si facciano piuttosto campagne a favore delle nuove batterie al sale (brevetto tutto italiano) che immagazzinerebbero l’elettricità di giorno per renderla la notte, allora vedremmo i petrolieri piangere e le aziende che ci fanno pagare il KW a prezzi di strozzinaggio venir messe fuori gioco. E non mi si parli di problemi di smaltimento in quanto i pannelli sono di silicio (praticamente sabbia) su struttura di alluminio, il tutto riciclabile al 100,-% . Sono sempre più convinto che i denigratori del FV sono le casse di risonanza dei poteri forti in campo energetico. Mi ripeto: in prima posizione i petrolieri.

fulviots

Mer, 11/04/2012 - 11:30

Non sono assolutamente d’accordo con questo articolo. Il mio FV domestico (3 KW) mi fa risparmiare una botta sulla bolletta e non occorrerebbero altri incentivi per considerarlo conveniente. Si facciano piuttosto campagne a favore delle nuove batterie al sale (brevetto tutto italiano) che immagazzinerebbero l’elettricità di giorno per renderla la notte, allora vedremmo i petrolieri piangere e le aziende che ci fanno pagare il KW a prezzi di strozzinaggio venir messe fuori gioco. E non mi si parli di problemi di smaltimento in quanto i pannelli sono di silicio (praticamente sabbia) su struttura di alluminio, il tutto riciclabile al 100,-% . Sono sempre più convinto che i denigratori del FV sono le casse di risonanza dei poteri forti in campo energetico. Mi ripeto: in prima posizione i petrolieri.

PirlaBuster

Mer, 11/04/2012 - 11:34

gas petrolio e carbone finiranno, gia i prezzi stanno salendo credo solo sia questione di tempo..ora non conviene il fotovoltaico,... domani..chissa ?

PirlaBuster

Mer, 11/04/2012 - 11:34

gas petrolio e carbone finiranno, gia i prezzi stanno salendo credo solo sia questione di tempo..ora non conviene il fotovoltaico,... domani..chissa ?

robipase

Mer, 11/04/2012 - 11:42

Ma davveron nel 2012, crediamo di poter continuare con carbone e petrolio a produrre energia? Io non sono contro il nucleare a priori, ma purtroppo credo che sia un treno perso 20 anni fa. Non facciamo scontri ideologici che sono inutili e dannosi. Battaglia non ha fatto riferimento al "problemino" inquinamento e scarsità dei combustibili fossili, agli interessi delle lobby del petrolio, dell' Enel che vorrebbe essere l'unica produttrice di energia e usa tutta la sua influenza a tal scopo. La ricetta migliore è quella del mix di fonti energetiche, ma la parte del leone, se vogliamo un mondo più vivibile per noi e per i nostri figli, la devono fare le fonti rinnovabili. Sono molto costose? E i derivati del petrolio però nessuno ce lo dice quanto costeranno tra 20 anni, sia dal lato monetario che ambientale. Perchè? Chiediamoci sempre il perchè delle cose e ragioniamo con la nostra testa. Le tecnologie per accumulare l'energia prodotta in eccesso di giorno esistono già, informiamoci!

cast49

Mer, 11/04/2012 - 11:44

e dobbiamo pagare, oltre all'aumento del 5,8 anche quello del 4% all'enel? ma dove ***** li prendiamo tutti 'sti soldi? perchè le caste devono guadagnare sempre di più? spero che qualcuno dia un calcio nei co....ni di questi professori del nulla...

storch

Mer, 11/04/2012 - 11:47

L'esimio prof.Battaglia, cantore dell'energia nucleare, si guarda bene dal fare l'unica cosa intelligente: Un bel biglietto per Fukushima e relativo soggiorno presso la centrale. Quale migliore dimostrazione della assoluta sicurezza dell'energia nucleare? p.s. avrei da fare qualche piccola domanda ai cultori dell'energia nucleare: - scorte di uranio ne mondo? -scorie nucleari, che ci facciamo? - degli incentivi al fv, quanto vanno alle enrgie assimilate? - ve la sentite di prendre decisioni che non riguarderanno noi ma i nostri figli e nipoti?

duxducis

Mer, 11/04/2012 - 11:49

x Andrea: non c'e' da essere sbugiardati, la Germania sta smantellando gli incentivi perche' erano un buco nel bilancio dello stato di 20MILIARDI all'anno. Per produrre meno dell'1% dell'energia elettrica. Invece di invocare finti esperti, fatevi i conti, non sono difficili. Su internet trovate tutte le informazioni e le rese. Vi accorgerete che il fotovoltaico ha un costo di 25centesimi per KWh, mentre il nucleare 2.5cent (all inclusive, costruzione, combustibile, personale e smantellamento della centrale). Il Nucleare produce energia accendendo una micro stella direttamente sulla Terra. Guardatevi il grafico dello spread e fate caso che inizia ad impennarsi proprio dopo il referendum. Chi non ha il nucleare e' destinato a morire di fame, perche' e' costretto a tornare a coltivare con la zappa e spegnere i frigoriferi dei supermercati. Il nucleare produce la migliore e piu' versatile energia che c'e' sulla piazza, quella elettrica, usabile pure per i trasporti. Svegliatevi!

fedeleasnaghi

Mer, 11/04/2012 - 11:50

Se non sbaglio una delle maggiori aziende rivolte alle energie ALTERNATIVE (a OLIVETTI) è SURGENIA, Tutto si spiega.

duxducis

Mer, 11/04/2012 - 11:58

Vi dico di piu': in Italia e' pieno di precari perche' il sistema (tralasciando il fotovolatico che e' una frode degna di Al Capone) di produzione dell'energia e' precario. Nessuno investe i miliardi per creare aziende hitech in posti in cui non ci sono centrali nucleari per avere energia a basso costo per i prossimi 50 anni. Guardate dove sono le aziende buone che fanno utili e innovazione: tutte in stati con il nucleare o con pozzi di petrolio/gas e spesso proprio in regioni dove le centrali ci sono. La disoccupazione ve la siete creata con le vostre stesse mani e con la vostra ignoranza, ascoltando e seguendo il pifferaio magico di turno. Usate la testa e fate i conti prima di decidere il vostro futuro. Intorno ad Amburgo di centrali atomiche ce ne sono addirittura 3 e la Germania non le spegnera' MAI, anche se vi racconta la frottola che lo fara', serve solo per farvici cascare e avere un bel serbatoio di schiavi italiani a basso costo.

Tino Gianbattis...

Mer, 11/04/2012 - 11:58

Che il solare e l'eolico non fossero il massimo in termini di economicità, produzione e impatto ambientale è cosa risaputa, ed è risaputo il ricarico fiscale che tutta l'operazione comporta Ripensare al Nucleare di nuova generazione, il Giappone ci sta insegnando che si potranno spegnere, oppure passare all'Idrogeno seppure almomento costosissimo. Ma c'è anche la strada della dissociazione molecolare per i rifiuti che in quando indotto in termini di uso e produzione inconto terzi diventano una fonte assorbimento di forza lavoro non indifferente, inoltre con i dissociatori tutte le vecchie discariche si possono sacavare è saranno le miniere del futuro.

migrante

Mer, 11/04/2012 - 11:58

basterebbe la foto qui sopra per far capire che il fotovoltaico di "green" ha ben poco, quanto afferma il prof.Battaglia potrebbe anche esser contestato, infatti seppur vero che per coprire il "picco" sono necessarie le centrali tradizionali e`vero anche che la "combustione"massima serve solo nel momento di picco mentre durante il giorno potrebbe essere ridotta...il rpoblema ambientale e` che per produrre l'energia che produce una centrale servono ettari di terreno deturpato da pannelli, forse non "inquinanti" nel presente , ma che presenteranno "il conto" a fine vita !..secondo il mio modestissimo parere i pannelli hanno senso solo sopra i tetti per la produzione di acqua calda ( immagazzinabile)

idleproc

Mer, 11/04/2012 - 12:01

Consolatevi regà, con le Palle Eoliche Rotanti risolveremo il problema... Comunque le centrali nucleo-casta-intrallazzo-casini-clientelari non riuscirebbero mai a finirle... e a metterle in funzione... per fortuna... Volete il nucleare o altro che funziona? Volete fare ricerca e sviluppo? Prima bisogna mandarli via a pedate.

Gandrea

Mer, 11/04/2012 - 12:02

Era da un po' che non leggevo qualcosa di Franco Battaglia, noto prezzolato dei nuclearisti. Se l'FV é una cancrena il nucleare cosa sarebbe? Mettiamo le scorie a casa sua? Purtroppo, fino a quando non lo si installa, non ci si rende conto di cosa davvero é il FV. Una manna da cielo. E i costi, per quanto alti, sono tutto sommato accettabili, specie per un piccolo privato che non vuole pagare in bolletta l'ennesima centrale. Poi tanto a che serve questo articolo se, come pare, soffriamo di sovracapacitá produttiva?

mandinospadicchio

Mer, 11/04/2012 - 12:04

la maggior parte dei grandi impianti fotovoltaici istallati nel nostro paese sono commissionati da fondi pensione e di investimento tedeschi .se i tedeschi investono in italia solo su quel settore un motivo ci sara'! ossia che siamo dei beoti e regaliamo il nostro surplus di costi energetici ai nostri affamatori!

teo87mat

Mer, 11/04/2012 - 12:05

Sinceramente non so dove il Sig. Battaglia abbia preso il dato di 70 miliardi di € spesi dallo Stato dal 2007 ad oggi per l'incentivo al fotovoltaico, dal portale del GSE si evince infatti che il costo annuo, ad oggi e di tutti i conti energia, è di 5.635.000.000 annui che moltiplicato per i 5 anni fanno 28.175.000.000. @17 duxducis, l'incentivo costitutisce reddito e quindi viene tassato. se non si conosce l'argomento sarebbe meglio evitare di commentarlo e tantomeno di creare articoli con dati fasulli e non veritieri con il solo scopo di mettere in cattiva luce il sistema fotovoltaico. quanto ci costano le rinnovabili assimilate (CIP6)? chi beneficia di questi incentivi? solamenti i grandi gruppi petroliferi e gestori di termovalorizzatori. Alto costo dell'energia? il caro Fulvio Conti, ha avuto dal 2010 al 2011 un incremento dello stipendio del 40%!!!

cal.vi

Mer, 11/04/2012 - 12:05

Purtroppo, non è solo per il fotovoltaico che avviene questo, gli incompetenti nel nostro paese ci sono in tutti i settori. Nella sanità, mandano al creatore più di quando ne salvano, nei trasporti ce li fanno pagare due volte quando li fanno e quando li usiamo. Nelle università ci fanno studiare come cani senza costrutto, con diplomi di laurea che non troveranno mai sbocchi occupaziali. Mi fermo qua per amor di patria. Dott. Battaglia, questo è la chiave di volta del sistema Italia, fuori gli incompetenti dai posti di comando.

robipase

Mer, 11/04/2012 - 11:42

Ma davveron nel 2012, crediamo di poter continuare con carbone e petrolio a produrre energia? Io non sono contro il nucleare a priori, ma purtroppo credo che sia un treno perso 20 anni fa. Non facciamo scontri ideologici che sono inutili e dannosi. Battaglia non ha fatto riferimento al "problemino" inquinamento e scarsità dei combustibili fossili, agli interessi delle lobby del petrolio, dell' Enel che vorrebbe essere l'unica produttrice di energia e usa tutta la sua influenza a tal scopo. La ricetta migliore è quella del mix di fonti energetiche, ma la parte del leone, se vogliamo un mondo più vivibile per noi e per i nostri figli, la devono fare le fonti rinnovabili. Sono molto costose? E i derivati del petrolio però nessuno ce lo dice quanto costeranno tra 20 anni, sia dal lato monetario che ambientale. Perchè? Chiediamoci sempre il perchè delle cose e ragioniamo con la nostra testa. Le tecnologie per accumulare l'energia prodotta in eccesso di giorno esistono già, informiamoci!

cast49

Mer, 11/04/2012 - 11:44

e dobbiamo pagare, oltre all'aumento del 5,8 anche quello del 4% all'enel? ma dove ***** li prendiamo tutti 'sti soldi? perchè le caste devono guadagnare sempre di più? spero che qualcuno dia un calcio nei co....ni di questi professori del nulla...

storch

Mer, 11/04/2012 - 11:47

L'esimio prof.Battaglia, cantore dell'energia nucleare, si guarda bene dal fare l'unica cosa intelligente: Un bel biglietto per Fukushima e relativo soggiorno presso la centrale. Quale migliore dimostrazione della assoluta sicurezza dell'energia nucleare? p.s. avrei da fare qualche piccola domanda ai cultori dell'energia nucleare: - scorte di uranio ne mondo? -scorie nucleari, che ci facciamo? - degli incentivi al fv, quanto vanno alle enrgie assimilate? - ve la sentite di prendre decisioni che non riguarderanno noi ma i nostri figli e nipoti?

duxducis

Mer, 11/04/2012 - 11:49

x Andrea: non c'e' da essere sbugiardati, la Germania sta smantellando gli incentivi perche' erano un buco nel bilancio dello stato di 20MILIARDI all'anno. Per produrre meno dell'1% dell'energia elettrica. Invece di invocare finti esperti, fatevi i conti, non sono difficili. Su internet trovate tutte le informazioni e le rese. Vi accorgerete che il fotovoltaico ha un costo di 25centesimi per KWh, mentre il nucleare 2.5cent (all inclusive, costruzione, combustibile, personale e smantellamento della centrale). Il Nucleare produce energia accendendo una micro stella direttamente sulla Terra. Guardatevi il grafico dello spread e fate caso che inizia ad impennarsi proprio dopo il referendum. Chi non ha il nucleare e' destinato a morire di fame, perche' e' costretto a tornare a coltivare con la zappa e spegnere i frigoriferi dei supermercati. Il nucleare produce la migliore e piu' versatile energia che c'e' sulla piazza, quella elettrica, usabile pure per i trasporti. Svegliatevi!

fedeleasnaghi

Mer, 11/04/2012 - 11:50

Se non sbaglio una delle maggiori aziende rivolte alle energie ALTERNATIVE (a OLIVETTI) è SURGENIA, Tutto si spiega.

duxducis

Mer, 11/04/2012 - 11:58

Vi dico di piu': in Italia e' pieno di precari perche' il sistema (tralasciando il fotovolatico che e' una frode degna di Al Capone) di produzione dell'energia e' precario. Nessuno investe i miliardi per creare aziende hitech in posti in cui non ci sono centrali nucleari per avere energia a basso costo per i prossimi 50 anni. Guardate dove sono le aziende buone che fanno utili e innovazione: tutte in stati con il nucleare o con pozzi di petrolio/gas e spesso proprio in regioni dove le centrali ci sono. La disoccupazione ve la siete creata con le vostre stesse mani e con la vostra ignoranza, ascoltando e seguendo il pifferaio magico di turno. Usate la testa e fate i conti prima di decidere il vostro futuro. Intorno ad Amburgo di centrali atomiche ce ne sono addirittura 3 e la Germania non le spegnera' MAI, anche se vi racconta la frottola che lo fara', serve solo per farvici cascare e avere un bel serbatoio di schiavi italiani a basso costo.

Tino Gianbattis...

Mer, 11/04/2012 - 11:58

Che il solare e l'eolico non fossero il massimo in termini di economicità, produzione e impatto ambientale è cosa risaputa, ed è risaputo il ricarico fiscale che tutta l'operazione comporta Ripensare al Nucleare di nuova generazione, il Giappone ci sta insegnando che si potranno spegnere, oppure passare all'Idrogeno seppure almomento costosissimo. Ma c'è anche la strada della dissociazione molecolare per i rifiuti che in quando indotto in termini di uso e produzione inconto terzi diventano una fonte assorbimento di forza lavoro non indifferente, inoltre con i dissociatori tutte le vecchie discariche si possono sacavare è saranno le miniere del futuro.

migrante

Mer, 11/04/2012 - 11:58

basterebbe la foto qui sopra per far capire che il fotovoltaico di "green" ha ben poco, quanto afferma il prof.Battaglia potrebbe anche esser contestato, infatti seppur vero che per coprire il "picco" sono necessarie le centrali tradizionali e`vero anche che la "combustione"massima serve solo nel momento di picco mentre durante il giorno potrebbe essere ridotta...il rpoblema ambientale e` che per produrre l'energia che produce una centrale servono ettari di terreno deturpato da pannelli, forse non "inquinanti" nel presente , ma che presenteranno "il conto" a fine vita !..secondo il mio modestissimo parere i pannelli hanno senso solo sopra i tetti per la produzione di acqua calda ( immagazzinabile)

idleproc

Mer, 11/04/2012 - 12:01

Consolatevi regà, con le Palle Eoliche Rotanti risolveremo il problema... Comunque le centrali nucleo-casta-intrallazzo-casini-clientelari non riuscirebbero mai a finirle... e a metterle in funzione... per fortuna... Volete il nucleare o altro che funziona? Volete fare ricerca e sviluppo? Prima bisogna mandarli via a pedate.

Gandrea

Mer, 11/04/2012 - 12:02

Era da un po' che non leggevo qualcosa di Franco Battaglia, noto prezzolato dei nuclearisti. Se l'FV é una cancrena il nucleare cosa sarebbe? Mettiamo le scorie a casa sua? Purtroppo, fino a quando non lo si installa, non ci si rende conto di cosa davvero é il FV. Una manna da cielo. E i costi, per quanto alti, sono tutto sommato accettabili, specie per un piccolo privato che non vuole pagare in bolletta l'ennesima centrale. Poi tanto a che serve questo articolo se, come pare, soffriamo di sovracapacitá produttiva?

duxducis

Mer, 11/04/2012 - 12:07

x Alberto43: ti dico in due parole quale e' il vero problema dell'eolico. E' conveniente se il vento c'e' ed e' abbastanza costante. Le correnti atmosferiche capite che non sono costanti, nel senso che per 20 anni il vento puo' soffiare forte e continuo, poi cambiare e nella regione non soffiare piu' per 300anni. Quindi si spendono vagonate di denaro senza avere la certezza di un ritorno discreto. Ne sanno qualcosa i navigatori del passato. Detto questo l'eolico e' estremamente piu' efficiente e conveniente del fotovoltaico e per il momento meno del nucleare, del gas naturale e del carbone.

mandinospadicchio

Mer, 11/04/2012 - 12:04

la maggior parte dei grandi impianti fotovoltaici istallati nel nostro paese sono commissionati da fondi pensione e di investimento tedeschi .se i tedeschi investono in italia solo su quel settore un motivo ci sara'! ossia che siamo dei beoti e regaliamo il nostro surplus di costi energetici ai nostri affamatori!

teo87mat

Mer, 11/04/2012 - 12:05

Sinceramente non so dove il Sig. Battaglia abbia preso il dato di 70 miliardi di € spesi dallo Stato dal 2007 ad oggi per l'incentivo al fotovoltaico, dal portale del GSE si evince infatti che il costo annuo, ad oggi e di tutti i conti energia, è di 5.635.000.000 annui che moltiplicato per i 5 anni fanno 28.175.000.000. @17 duxducis, l'incentivo costitutisce reddito e quindi viene tassato. se non si conosce l'argomento sarebbe meglio evitare di commentarlo e tantomeno di creare articoli con dati fasulli e non veritieri con il solo scopo di mettere in cattiva luce il sistema fotovoltaico. quanto ci costano le rinnovabili assimilate (CIP6)? chi beneficia di questi incentivi? solamenti i grandi gruppi petroliferi e gestori di termovalorizzatori. Alto costo dell'energia? il caro Fulvio Conti, ha avuto dal 2010 al 2011 un incremento dello stipendio del 40%!!!

cal.vi

Mer, 11/04/2012 - 12:05

Purtroppo, non è solo per il fotovoltaico che avviene questo, gli incompetenti nel nostro paese ci sono in tutti i settori. Nella sanità, mandano al creatore più di quando ne salvano, nei trasporti ce li fanno pagare due volte quando li fanno e quando li usiamo. Nelle università ci fanno studiare come cani senza costrutto, con diplomi di laurea che non troveranno mai sbocchi occupaziali. Mi fermo qua per amor di patria. Dott. Battaglia, questo è la chiave di volta del sistema Italia, fuori gli incompetenti dai posti di comando.

duxducis

Mer, 11/04/2012 - 12:07

x Alberto43: ti dico in due parole quale e' il vero problema dell'eolico. E' conveniente se il vento c'e' ed e' abbastanza costante. Le correnti atmosferiche capite che non sono costanti, nel senso che per 20 anni il vento puo' soffiare forte e continuo, poi cambiare e nella regione non soffiare piu' per 300anni. Quindi si spendono vagonate di denaro senza avere la certezza di un ritorno discreto. Ne sanno qualcosa i navigatori del passato. Detto questo l'eolico e' estremamente piu' efficiente e conveniente del fotovoltaico e per il momento meno del nucleare, del gas naturale e del carbone.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 11/04/2012 - 12:19

Il fotovoltaico è stata solo una montatura per fare buoni affari con il contributo dello Stato. Poi per chi è avanti negli anni è proprio una fregatura: più facile finire sotto terra che recuperare "l'investimento".

graiti

Mer, 11/04/2012 - 12:19

Un paio di anni fa fu fatta una inchiesta, se non ricordo male, in Gran Bretagna, da cui si evinceva che le maggiori multinazionali del Fotovoltaico avevano finanziato con somme notevoli decine e decine di partiti verdi in tutto il mondo, anche forum e gruppi d'opinione su internet. Cominciarono a venir fuori anche parecchi nomi di politici. Poi l'inchiesta sparì praticamente e non sene seppe più nulla. E lei, Prof Battaglia, si chiede perchè tanti ministri in tutto il mondo continuino a sperperare i soldi dei loro contribuenti investendo nel fotovoltaico ? Il fotovoltaico è un grossissimo affare... per chi fabbrica i pannelli.

giancarlo busso

Mer, 11/04/2012 - 12:20

sAREBBE OPPORTUNO FARE UNA ANALISI DETTAGLIATA SUI COSTI ESUI TEMPI DEL RIMBORSO E QUANTI ANNI PASSANO PRIMA CHE SI RIESCA A GUADAGNARE QUALCOSA. uNA COSA CHE NON CAPISCO è PERCHE' INVECE LE REGIONI NON OPTTEMPERANO AD UNA LEGGE CHE PREVEDEVA CHE OGNI ANNO DOVEVANO ESSERE IMPEGNATI DEI SOLDI PER LA REALIZZAZIONE DELL'EOLICO. NOI IN ITALIA ABBIAMO IL NOSTRO PETROLI CHE SI CHIAMANO APPENNINI E ALPI DOVE POTREBBERO ESSERE REALIZZATI MIGLIAIA DI IMPIANTI, CHE GENENEREBBERO ENERGIA PER 24 ORE. rICORDO CHE I SIGNORI DEL PERENNE NO A TUTTO DISSERO CHE NON DOV EVANO ESSERE INSTALLATI PER INTERROMPEVANO LA MIGRAZIONE DEGLI UCCELLI.

mamarina

Mer, 11/04/2012 - 12:22

trovo giustissimo tutto quanto viene detto, ma va aggiunto, al costo del Fv anche quello (non ancora quantificabile) dello smaltimento del materiale altamente tossico, purtroppo!!!

albertohis

Mer, 11/04/2012 - 12:29

Articolo che alterna banalità a scorrettezze a dati estratti da chissà quale cilindro magico. Nessuna fonte energetica può da sola soddisfare il fabbisogno energetico di un paese: una politica energetica degna di tale nome deve tener conto di un mix di fonti. Il nucleare è stato bi-bocciato dal popolo italiano ed è quindi improponibile. Gli incentivi valgono per fv così come per carbone e nucleare (altrimenti nessuna azienda investirebbe mai nell'atomo); la tecnologia è essenzialmente straniera per fv e atomo (miopia di industriali e politici nostrani); gli impianti nucleari non sono così ben modulabili come quelli a gas o carbone ma funzionano bene per coprire la base del diagramma di carico, l'eccedenza deve essere smaltita o svenduta; il combustibile carbone o gas ha un costo in crescita, l'emissione solare no. Importante sottolineare che sole e vento sono presenti nella penisola, carbone e gas pochino, materiale fissile utilizzabile no.

Gurzo

Mer, 11/04/2012 - 12:31

Battaglia sempre piu patetico,come i soldati giapponesi che si nascondevano sulle isole,la guerra era finita ma quelli non volevano crederci,un vero caso umano.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 11/04/2012 - 12:33

Solare, che fregatura: costa e fa pure flop. Il fotovoltaico è stata solo una montatura per fare buoni affari con il contributo dello Stato. Poi per chi è avanti negli anni è proprio una fregatura: più facile finire sotto terra che recuperare "l'investimento".

Andrea 68

Mer, 11/04/2012 - 12:35

#24 d_time egregio mi pare che ci sia una contraddizione in termini: o il popolo è ignorante sempre (anche quando votò Berlusconi e Bossi) oppure si accetta la democrazia che non è perfetta. Ad ogni modo non sto qui ad argomentare i danni che farebbe il nucleare qui in Italia (penso alla mozzarella di bufala radioattiva per esempio) dove quasi tutto è fatto in spregio all'ambiente ed alle persone e dove la corruzione ed il malaffare sono a livelli record. Veda egregio sino a quando non si farà ricerca vera ovvero le lobbies del petrolio e del nucleare la smetterano di essere così influenti non si riuscirà a sviluppare su larga scala ad esempio le auto ad idrogeno o a sviluppare sistemi efficienti per il solare. cordiali saluti

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 11/04/2012 - 12:19

Il fotovoltaico è stata solo una montatura per fare buoni affari con il contributo dello Stato. Poi per chi è avanti negli anni è proprio una fregatura: più facile finire sotto terra che recuperare "l'investimento".

graiti

Mer, 11/04/2012 - 12:19

Un paio di anni fa fu fatta una inchiesta, se non ricordo male, in Gran Bretagna, da cui si evinceva che le maggiori multinazionali del Fotovoltaico avevano finanziato con somme notevoli decine e decine di partiti verdi in tutto il mondo, anche forum e gruppi d'opinione su internet. Cominciarono a venir fuori anche parecchi nomi di politici. Poi l'inchiesta sparì praticamente e non sene seppe più nulla. E lei, Prof Battaglia, si chiede perchè tanti ministri in tutto il mondo continuino a sperperare i soldi dei loro contribuenti investendo nel fotovoltaico ? Il fotovoltaico è un grossissimo affare... per chi fabbrica i pannelli.

giancarlo busso

Mer, 11/04/2012 - 12:20

sAREBBE OPPORTUNO FARE UNA ANALISI DETTAGLIATA SUI COSTI ESUI TEMPI DEL RIMBORSO E QUANTI ANNI PASSANO PRIMA CHE SI RIESCA A GUADAGNARE QUALCOSA. uNA COSA CHE NON CAPISCO è PERCHE' INVECE LE REGIONI NON OPTTEMPERANO AD UNA LEGGE CHE PREVEDEVA CHE OGNI ANNO DOVEVANO ESSERE IMPEGNATI DEI SOLDI PER LA REALIZZAZIONE DELL'EOLICO. NOI IN ITALIA ABBIAMO IL NOSTRO PETROLI CHE SI CHIAMANO APPENNINI E ALPI DOVE POTREBBERO ESSERE REALIZZATI MIGLIAIA DI IMPIANTI, CHE GENENEREBBERO ENERGIA PER 24 ORE. rICORDO CHE I SIGNORI DEL PERENNE NO A TUTTO DISSERO CHE NON DOV EVANO ESSERE INSTALLATI PER INTERROMPEVANO LA MIGRAZIONE DEGLI UCCELLI.

misterbi

Mer, 11/04/2012 - 12:40

a breve inizierò la costruzione della mia casa. e non mancheranno impianto fotovoltaico e solare termico. ho l'acqua calda in pratica gratis e posso usare la corrente di giorno quando normalmente costa di più. alla faccia di Franco Battaglia naturalmente. Franco dimmi, ti fumi la maria prima di scrivere gli articoli?

mamarina

Mer, 11/04/2012 - 12:22

trovo giustissimo tutto quanto viene detto, ma va aggiunto, al costo del Fv anche quello (non ancora quantificabile) dello smaltimento del materiale altamente tossico, purtroppo!!!

albertohis

Mer, 11/04/2012 - 12:29

Articolo che alterna banalità a scorrettezze a dati estratti da chissà quale cilindro magico. Nessuna fonte energetica può da sola soddisfare il fabbisogno energetico di un paese: una politica energetica degna di tale nome deve tener conto di un mix di fonti. Il nucleare è stato bi-bocciato dal popolo italiano ed è quindi improponibile. Gli incentivi valgono per fv così come per carbone e nucleare (altrimenti nessuna azienda investirebbe mai nell'atomo); la tecnologia è essenzialmente straniera per fv e atomo (miopia di industriali e politici nostrani); gli impianti nucleari non sono così ben modulabili come quelli a gas o carbone ma funzionano bene per coprire la base del diagramma di carico, l'eccedenza deve essere smaltita o svenduta; il combustibile carbone o gas ha un costo in crescita, l'emissione solare no. Importante sottolineare che sole e vento sono presenti nella penisola, carbone e gas pochino, materiale fissile utilizzabile no.

Gurzo

Mer, 11/04/2012 - 12:31

Battaglia sempre piu patetico,come i soldati giapponesi che si nascondevano sulle isole,la guerra era finita ma quelli non volevano crederci,un vero caso umano.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 11/04/2012 - 12:33

Solare, che fregatura: costa e fa pure flop. Il fotovoltaico è stata solo una montatura per fare buoni affari con il contributo dello Stato. Poi per chi è avanti negli anni è proprio una fregatura: più facile finire sotto terra che recuperare "l'investimento".

Andrea 68

Mer, 11/04/2012 - 12:35

#24 d_time egregio mi pare che ci sia una contraddizione in termini: o il popolo è ignorante sempre (anche quando votò Berlusconi e Bossi) oppure si accetta la democrazia che non è perfetta. Ad ogni modo non sto qui ad argomentare i danni che farebbe il nucleare qui in Italia (penso alla mozzarella di bufala radioattiva per esempio) dove quasi tutto è fatto in spregio all'ambiente ed alle persone e dove la corruzione ed il malaffare sono a livelli record. Veda egregio sino a quando non si farà ricerca vera ovvero le lobbies del petrolio e del nucleare la smetterano di essere così influenti non si riuscirà a sviluppare su larga scala ad esempio le auto ad idrogeno o a sviluppare sistemi efficienti per il solare. cordiali saluti

misterbi

Mer, 11/04/2012 - 12:40

a breve inizierò la costruzione della mia casa. e non mancheranno impianto fotovoltaico e solare termico. ho l'acqua calda in pratica gratis e posso usare la corrente di giorno quando normalmente costa di più. alla faccia di Franco Battaglia naturalmente. Franco dimmi, ti fumi la maria prima di scrivere gli articoli?

caste1

Mer, 11/04/2012 - 12:53

Sono perfettamente d'accordo con Battaglia. Per non parlare,poi, delle scorie da smaltire e dell'impoverimento definitivo dell'agricoltura. Immagini che un imprenditore delle mie parti, al posto di un supermercato avviato, ha messo un impianto fotovoltaico!!! PAZZESCO!

soldellavvenire

Mer, 11/04/2012 - 13:04

l'incompetenza che non sorprende è quella dell'articolista: oltre a non conoscere l'esistenza degli accumulatori, dimostra di non conoscere neppure la logica della distribuzione (logico: è una parola "comunista"), appartenendo egli alla lobby di opposto pensare, cioè che l'energia nucleare sia gratuita, pulita, libera dalla mafia ed unica soluzione alternativa al petrolio, e per giunta di gran lunga più praticabile rispetto al resto; sarà, ma io nel mio piccolo produco quello che mi serve e vendo il resto; se ricavo poco, pazienza, il costo me lo sono già ripagato, se ho ancora bisogno del metano per il riscaldamento, fra poco non sarà più così: c'è anche il solare, e fa passi da gigante; tra non molto una LEGGE stabilirà l'obbligo di impiego di fonti alternative, e voi sarete liberi di collegarvi (abusivamente, s'intende) alla più vicina centrale nucleare in funzione: a cernobyl?

antonin9421

Mer, 11/04/2012 - 13:04

LO vede? Caro F. Battaglia quelli con il cervello a forma di zampe di cane non li convincerà mai, son fatti così. Inutile lavare la schiena d'asino: sempre asino resta.

Ritratto di Giorgio Prinzi

Giorgio Prinzi

Mer, 11/04/2012 - 13:05

Caro Franco, così non diamo spazio alla dietrologia. Ci conosciamo e siamo impegnati in una comune azione che trova un limite invalicabile nella stupida ignoranza dell'opinione pubblica, manipolata da quello che Tu epiteti come associazione finalizzata a trarre profitto dai gonzi ecogrulli. Segnalo per l'ennesima volta una pagina web che SI APRE CORRETTAMENTE SOLO CON IL BROWSER EXPLORER [url]http://www.giorgioprinzi.it/nucleare/audiovisivifonti/energia.htm[/url] dove giustifichiamo da veri esperti le nostre affermazioni. Purtroppo a cominciare dai politici in giù passando da certi giornalisti e dai cosiddetti impegnati nel sociale l'ignoranza è totale. Altro che chilowatt e chilowattora, molti vanno in pallone per una semplice addizione, pur magari essendo esperti in sottrazioni, sia pure non di tipo matematico.

teo87mat

Mer, 11/04/2012 - 13:05

Caro Battaglia, necessiti di un assistente per la ricerca di dati veritieri? il costo annuo del fotovoltaico è di 5.635.000.000 che moltiplicato per i 5 anni (dal 2007 al 2012) sono 28.175.000.000, il totale è il comulativo che si andrà a pagare dal prossimo anno, gli impianti entrati in esercizio nel 2012, infatti, non stanno ptrendendo l'incentivo dal 2007. Evitate di sparare a zero sul fotovoltaico e fate articoli "Rinnovabili assimilate - CIP6" che arricchisce i gruppi petroliferi e i gestori di termovalorizzatori, visto che paghiamo anche questo nella comèponente A3 della bolletta. Il fotovoltaico è importante perchè ciascun cittadino può autoprodursi energia elettrica, questa sarà la concezione energetica del futuro. forse a qualcuno da fastidio quest'aspetto? Vi lamentate degli alti costi: chi ha firmato il decreto SALVA ALCOA o Legge 129/2010? Prodi?Pecoraro? NO! sonop stati i Sigg. Berlusconi - Matteoli - Prestigiacomo - Calderoli - Fitto - Tremonti..

caste1

Mer, 11/04/2012 - 12:53

Sono perfettamente d'accordo con Battaglia. Per non parlare,poi, delle scorie da smaltire e dell'impoverimento definitivo dell'agricoltura. Immagini che un imprenditore delle mie parti, al posto di un supermercato avviato, ha messo un impianto fotovoltaico!!! PAZZESCO!

soldellavvenire

Mer, 11/04/2012 - 13:04

l'incompetenza che non sorprende è quella dell'articolista: oltre a non conoscere l'esistenza degli accumulatori, dimostra di non conoscere neppure la logica della distribuzione (logico: è una parola "comunista"), appartenendo egli alla lobby di opposto pensare, cioè che l'energia nucleare sia gratuita, pulita, libera dalla mafia ed unica soluzione alternativa al petrolio, e per giunta di gran lunga più praticabile rispetto al resto; sarà, ma io nel mio piccolo produco quello che mi serve e vendo il resto; se ricavo poco, pazienza, il costo me lo sono già ripagato, se ho ancora bisogno del metano per il riscaldamento, fra poco non sarà più così: c'è anche il solare, e fa passi da gigante; tra non molto una LEGGE stabilirà l'obbligo di impiego di fonti alternative, e voi sarete liberi di collegarvi (abusivamente, s'intende) alla più vicina centrale nucleare in funzione: a cernobyl?

antonin9421

Mer, 11/04/2012 - 13:04

LO vede? Caro F. Battaglia quelli con il cervello a forma di zampe di cane non li convincerà mai, son fatti così. Inutile lavare la schiena d'asino: sempre asino resta.

Ritratto di Giorgio Prinzi

Giorgio Prinzi

Mer, 11/04/2012 - 13:05

Caro Franco, così non diamo spazio alla dietrologia. Ci conosciamo e siamo impegnati in una comune azione che trova un limite invalicabile nella stupida ignoranza dell'opinione pubblica, manipolata da quello che Tu epiteti come associazione finalizzata a trarre profitto dai gonzi ecogrulli. Segnalo per l'ennesima volta una pagina web che SI APRE CORRETTAMENTE SOLO CON IL BROWSER EXPLORER [url]http://www.giorgioprinzi.it/nucleare/audiovisivifonti/energia.htm[/url] dove giustifichiamo da veri esperti le nostre affermazioni. Purtroppo a cominciare dai politici in giù passando da certi giornalisti e dai cosiddetti impegnati nel sociale l'ignoranza è totale. Altro che chilowatt e chilowattora, molti vanno in pallone per una semplice addizione, pur magari essendo esperti in sottrazioni, sia pure non di tipo matematico.

teo87mat

Mer, 11/04/2012 - 13:05

Caro Battaglia, necessiti di un assistente per la ricerca di dati veritieri? il costo annuo del fotovoltaico è di 5.635.000.000 che moltiplicato per i 5 anni (dal 2007 al 2012) sono 28.175.000.000, il totale è il comulativo che si andrà a pagare dal prossimo anno, gli impianti entrati in esercizio nel 2012, infatti, non stanno ptrendendo l'incentivo dal 2007. Evitate di sparare a zero sul fotovoltaico e fate articoli "Rinnovabili assimilate - CIP6" che arricchisce i gruppi petroliferi e i gestori di termovalorizzatori, visto che paghiamo anche questo nella comèponente A3 della bolletta. Il fotovoltaico è importante perchè ciascun cittadino può autoprodursi energia elettrica, questa sarà la concezione energetica del futuro. forse a qualcuno da fastidio quest'aspetto? Vi lamentate degli alti costi: chi ha firmato il decreto SALVA ALCOA o Legge 129/2010? Prodi?Pecoraro? NO! sonop stati i Sigg. Berlusconi - Matteoli - Prestigiacomo - Calderoli - Fitto - Tremonti..

bombero76

Mer, 11/04/2012 - 13:11

Egregio Sign. Battaglia molto probabilmente sarà incitato da qualcuno che ha molti interessi affinchè le energie altenative non vadano a buon fine tuttavia la ritengo una persona anche con molta poca fantasia e le faccio subito un banale ma riflessivo esempio, durante il periodo estivo secondo la Sua lungimiranza noi popolo di ignoranti per stare al fresco dovremmo usare energia prodotta con un sistema che produce ulteriore calore??? Forse il sistema degli incentivi andrebbe riguardato, forse la burocrazia bovrebbe costare meno , forse la cultura del consumo intelligente andrebbe stimolata ma sicuramente la Sua cultura merita un upgrade. Spero pubblichiate , grazie Massimo F.

bombero76

Mer, 11/04/2012 - 13:11

Egregio Sign. Battaglia molto probabilmente sarà incitato da qualcuno che ha molti interessi affinchè le energie altenative non vadano a buon fine tuttavia la ritengo una persona anche con molta poca fantasia e le faccio subito un banale ma riflessivo esempio, durante il periodo estivo secondo la Sua lungimiranza noi popolo di ignoranti per stare al fresco dovremmo usare energia prodotta con un sistema che produce ulteriore calore??? Forse il sistema degli incentivi andrebbe riguardato, forse la burocrazia bovrebbe costare meno , forse la cultura del consumo intelligente andrebbe stimolata ma sicuramente la Sua cultura merita un upgrade. Spero pubblichiate , grazie Massimo F.

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mer, 11/04/2012 - 13:17

Il problema è che essere tifosi "sfegatati" pro o contro le cosiddette energie alternative non cambia per nulla le leggi della fisica. Favorire o meno la produzione di energia elettrica per via fotovoltaica (possibile, ma non praticabile su larga scala) è una scelta di economia. Dal punto di vista della scienza, su scala industriale è sconsigliabile, per i motivi elencati da Battaglia. In un periodo di crisi, le battaglie perse in partenza per motivi tanto di base quanto di tecnologia NON andrebbero sovvenzionate con il denaro dei contribuenti. Va da sé che anche gli ambientalisti sono una potentissima lobby che tira acqual al propiro mulino, come tutti. Non si atteggino perlomeno a salvatori del mondo, perché non lo sono!

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mer, 11/04/2012 - 13:17

Il problema è che essere tifosi "sfegatati" pro o contro le cosiddette energie alternative non cambia per nulla le leggi della fisica. Favorire o meno la produzione di energia elettrica per via fotovoltaica (possibile, ma non praticabile su larga scala) è una scelta di economia. Dal punto di vista della scienza, su scala industriale è sconsigliabile, per i motivi elencati da Battaglia. In un periodo di crisi, le battaglie perse in partenza per motivi tanto di base quanto di tecnologia NON andrebbero sovvenzionate con il denaro dei contribuenti. Va da sé che anche gli ambientalisti sono una potentissima lobby che tira acqual al propiro mulino, come tutti. Non si atteggino perlomeno a salvatori del mondo, perché non lo sono!

niklaus

Mer, 11/04/2012 - 13:19

Sull'energia solare si chiacchera troppo e si realizza poco. Cito una recente vicenda: Un esperto mondiale del fotovoltaico si è rivelato essere un imbroglione. Si tratta di Jan Hendrik, un fisico tedesco che grazie alle sue ricerche era stato ingaggiato dal Bell Laboratory in USA, nella convinzione che i suoi brillanti risultati avrebbero portato ad un miglioramento dell’efficienza dei pannelli solari. Ora si è scoperto che tutti i risultati dell’Hendrik sono frutto di manipolazioni o addirittura inventati. Dopo lo scandalo l’Università di Costanza in cui aveva ottenuto il dottorato glielo ha revocato. Due commenti: 1) La pressione dell’opinione pubblica che si attende un miracoloso progresso dei nuovi metodi di produzione di energia sta facendo i conti con la realtà scientifica. 2) Se si arriva al punto che l’”obbligo del successo” è tale da spingere gli scienziati a mentire, dovremmo chiederci se non siamo avviati verso un naufragio della nostra politica energetica.

niklaus

Mer, 11/04/2012 - 13:19

Sull'energia solare si chiacchera troppo e si realizza poco. Cito una recente vicenda: Un esperto mondiale del fotovoltaico si è rivelato essere un imbroglione. Si tratta di Jan Hendrik, un fisico tedesco che grazie alle sue ricerche era stato ingaggiato dal Bell Laboratory in USA, nella convinzione che i suoi brillanti risultati avrebbero portato ad un miglioramento dell’efficienza dei pannelli solari. Ora si è scoperto che tutti i risultati dell’Hendrik sono frutto di manipolazioni o addirittura inventati. Dopo lo scandalo l’Università di Costanza in cui aveva ottenuto il dottorato glielo ha revocato. Due commenti: 1) La pressione dell’opinione pubblica che si attende un miracoloso progresso dei nuovi metodi di produzione di energia sta facendo i conti con la realtà scientifica. 2) Se si arriva al punto che l’”obbligo del successo” è tale da spingere gli scienziati a mentire, dovremmo chiederci se non siamo avviati verso un naufragio della nostra politica energetica.

fabrizio de Paoli

Mer, 11/04/2012 - 13:22

Vi state scannando per un osso quando avete una bistecca dietro di voi. Gli incentivi NON devono esistere, per nessuno, sono il cancro dell'economia. Quando il petrolio sarà a 300$\barile, allora forse qualche energia rinnovabile , ripeto forse potrà essere competitiva. In questo momento incentivare e finanziare queste energie è come buttare i soldi nel gabinetto giusto per far giocare qualche bambinone allo sceziato.

fabrizio de Paoli

Mer, 11/04/2012 - 13:22

Vi state scannando per un osso quando avete una bistecca dietro di voi. Gli incentivi NON devono esistere, per nessuno, sono il cancro dell'economia. Quando il petrolio sarà a 300$\barile, allora forse qualche energia rinnovabile , ripeto forse potrà essere competitiva. In questo momento incentivare e finanziare queste energie è come buttare i soldi nel gabinetto giusto per far giocare qualche bambinone allo sceziato.

max10meridio

Mer, 11/04/2012 - 13:32

Complimenti,ottimo articolo supportato da elementi veritieri e certificati.Caro Battaglia ma le ci è o ci fà??? Il costo cosiddetto del fotovoltaico è maggiore o minore di quello che il nostro paese ogni anno versa nelle casse dei signori del petrolio.Già come tralasciare quello che spendiamo questi arroganti signori che fanno battaglia trasversale a ogni nuovo intoppo creato per i loro affari.Forse il costo certificato dell'energia nelle ore di punta come dai dati del G.S.E dimostrano il 18 marzo abbiamo avuto dalle 7 alle 9 di mattina 180€ /MW con la produzione di energia non delle rinnovabili fotovoltaico in testa,ma dalle nostre beneamate centrali a gas carbone etc; e dalle 17 alle 19 in Sardegna abbiamo avuto un picco di soli 280€/MW quando il costo stabilito è di 100€.Ora contemplare dati buttati li a caso giusto per sensazionalismo mi sembra molto ma molto fuorviante prima di tutto per le decine di migliaia di persone che hanno creduto in questo settore e non solo.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mer, 11/04/2012 - 13:34

Se, un Paese vuole proghedire e creare posti di lavoro ha bisogno di avere energia che costa poco, chi compra una casa é si fá fare il fv sul tetto, non ha lo stesso problema di chi dá lavoro alla gente!. Qui, viene sempre citata la germania, come un esempio da seguire é imitare, ebbene io vivo in Germania e qui si segue il misto per quanto riguarda l,energia, ma i Tedeschi sono molto piu informati e furbi degli Italiani. Mentre, da noi si dice di no a tutto i Tedeschi sfruttano ancora l,energia atomica per assicurare i posti di lavoro, e mentre sfruttano questa forma di energia creano altre forme energetiche. Questo, é il problema in Italia si dovevano costruire centrali atomiche per sfruttarle come fanno i Tedeschi e altri 5 miliardi di persone, e poi creare altre forme energetiche, invece noi non abbiamo né l,uno e né l,altro, é adesso ci lamentiamo se l,energia e cara?! Quando si é fatto il referendum sull,atomica ci sono state persone di 90 anni che hanno detto di no.1 parte.

Ritratto di Dulcamara

Dulcamara

Mer, 11/04/2012 - 13:35

Professore, so che Lei fa già moltissimo , ma io Le chiedo di fare ancora di più. Pubblichi più spesso di questi articoli, vada in televisione, chieda al prof. Prinzi di fare altrettanto. Metta in vendita in offerte speciali i Suoi libri e quelli dei Suoi colleghi di Galileo 2001. Io li ho tutti. C'é bisogno di rompere il muro di ignoranza. Ci sono esempi come quello del commento n° 57 che non sono tragici solo perché sono comici. E l'autore di cotanto sapere fa dell'ironia sulla Sua preparazione scientifica. Incredibile. Grazie per tutto quello che sta facendo.

duxducis

Mer, 11/04/2012 - 13:37

x albertohis: che nessuna azienda investirebbe nell'atomo lo dici tu, ma non e' la verita'. In tutto il mondo le aziende investono nel nucleare e fanno dei buoni utili. La realta' e' che piano piano gli italiani si accorgeranno di avere fatto una ca**ata immensa rinunciando al nucleare e le conseguenze le pagheranno tutte. Il consumo di energia elettrica in italia continuera' a ridursi, il costo aumentera' e gli impianti rimarranno spenti perche' manca il pompaggio di energia a basso costo che abbassa il costo medio dell'energia. Con 4 centrali atomiche si sarebbe resa la produzione elettrica italiana piu' sicura e piu' efficiente con una creazione di ricchezza vera di alcuni miliardi all'anno. In 50 anni di utilizzo si sarebbe creati non meno di 2 x 50 = 100miliardi di valore. Dire che l'Italia e' un paese di imbecilli e' sinceramente poco. Vi siete scavati la fossa e vi siete pure buttati dentro. Fortunatamente sono abbbastanza intelligente da poter emigrare. Buona fortuna.

max10meridio

Mer, 11/04/2012 - 13:32

Complimenti,ottimo articolo supportato da elementi veritieri e certificati.Caro Battaglia ma le ci è o ci fà??? Il costo cosiddetto del fotovoltaico è maggiore o minore di quello che il nostro paese ogni anno versa nelle casse dei signori del petrolio.Già come tralasciare quello che spendiamo questi arroganti signori che fanno battaglia trasversale a ogni nuovo intoppo creato per i loro affari.Forse il costo certificato dell'energia nelle ore di punta come dai dati del G.S.E dimostrano il 18 marzo abbiamo avuto dalle 7 alle 9 di mattina 180€ /MW con la produzione di energia non delle rinnovabili fotovoltaico in testa,ma dalle nostre beneamate centrali a gas carbone etc; e dalle 17 alle 19 in Sardegna abbiamo avuto un picco di soli 280€/MW quando il costo stabilito è di 100€.Ora contemplare dati buttati li a caso giusto per sensazionalismo mi sembra molto ma molto fuorviante prima di tutto per le decine di migliaia di persone che hanno creduto in questo settore e non solo.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mer, 11/04/2012 - 13:34

Se, un Paese vuole proghedire e creare posti di lavoro ha bisogno di avere energia che costa poco, chi compra una casa é si fá fare il fv sul tetto, non ha lo stesso problema di chi dá lavoro alla gente!. Qui, viene sempre citata la germania, come un esempio da seguire é imitare, ebbene io vivo in Germania e qui si segue il misto per quanto riguarda l,energia, ma i Tedeschi sono molto piu informati e furbi degli Italiani. Mentre, da noi si dice di no a tutto i Tedeschi sfruttano ancora l,energia atomica per assicurare i posti di lavoro, e mentre sfruttano questa forma di energia creano altre forme energetiche. Questo, é il problema in Italia si dovevano costruire centrali atomiche per sfruttarle come fanno i Tedeschi e altri 5 miliardi di persone, e poi creare altre forme energetiche, invece noi non abbiamo né l,uno e né l,altro, é adesso ci lamentiamo se l,energia e cara?! Quando si é fatto il referendum sull,atomica ci sono state persone di 90 anni che hanno detto di no.1 parte.

Ritratto di Dulcamara

Dulcamara

Mer, 11/04/2012 - 13:35

Professore, so che Lei fa già moltissimo , ma io Le chiedo di fare ancora di più. Pubblichi più spesso di questi articoli, vada in televisione, chieda al prof. Prinzi di fare altrettanto. Metta in vendita in offerte speciali i Suoi libri e quelli dei Suoi colleghi di Galileo 2001. Io li ho tutti. C'é bisogno di rompere il muro di ignoranza. Ci sono esempi come quello del commento n° 57 che non sono tragici solo perché sono comici. E l'autore di cotanto sapere fa dell'ironia sulla Sua preparazione scientifica. Incredibile. Grazie per tutto quello che sta facendo.

duxducis

Mer, 11/04/2012 - 13:37

x albertohis: che nessuna azienda investirebbe nell'atomo lo dici tu, ma non e' la verita'. In tutto il mondo le aziende investono nel nucleare e fanno dei buoni utili. La realta' e' che piano piano gli italiani si accorgeranno di avere fatto una ca**ata immensa rinunciando al nucleare e le conseguenze le pagheranno tutte. Il consumo di energia elettrica in italia continuera' a ridursi, il costo aumentera' e gli impianti rimarranno spenti perche' manca il pompaggio di energia a basso costo che abbassa il costo medio dell'energia. Con 4 centrali atomiche si sarebbe resa la produzione elettrica italiana piu' sicura e piu' efficiente con una creazione di ricchezza vera di alcuni miliardi all'anno. In 50 anni di utilizzo si sarebbe creati non meno di 2 x 50 = 100miliardi di valore. Dire che l'Italia e' un paese di imbecilli e' sinceramente poco. Vi siete scavati la fossa e vi siete pure buttati dentro. Fortunatamente sono abbbastanza intelligente da poter emigrare. Buona fortuna.

Fernando Fancelli

Mer, 11/04/2012 - 13:43

Quando manca il buon senso, hai voglia di parlare di economia! va tutto a rotoli. Fernando fancelli.

Fernando Fancelli

Mer, 11/04/2012 - 13:43

Quando manca il buon senso, hai voglia di parlare di economia! va tutto a rotoli. Fernando fancelli.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 11/04/2012 - 13:45

In Italia abbiamo il vizio di fare tifo su tutto e dimenticare che la competenza fa il valore dell' opinione.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 11/04/2012 - 13:45

In Italia abbiamo il vizio di fare tifo su tutto e dimenticare che la competenza fa il valore dell' opinione.

maggianico

Mer, 11/04/2012 - 13:46

Credo che Lei debba riguardarsi i dati di consumo di elettricità. Il "picco" di richiesta di elettricità avviene nelle ore diurne, in particolare fra le 9 e le 12 del mattino e fra le 16 17 del pomeriggio.

maggianico

Mer, 11/04/2012 - 13:46

Credo che Lei debba riguardarsi i dati di consumo di elettricità. Il "picco" di richiesta di elettricità avviene nelle ore diurne, in particolare fra le 9 e le 12 del mattino e fra le 16 17 del pomeriggio.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 11/04/2012 - 13:51

Il fotovoltaico è stata solo una montatura per fare buoni affari con il contributo dello Stato. Poi per chi è avanti negli anni è proprio una fregatura: più facile finire sotto terra che recuperare "l'investimento".

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mer, 11/04/2012 - 13:53

2 parte. Cosa, capisce una persona di 70,80,90 anni del Fabbisogno Nazionale di energia?, oppure di come si creano posti di lavoro?, una Nonnina non sa neppure cosa é una Centrale Nucleare? per lei la corrente viene dalla spina! Questa, é la gente che Dipietro ha influenzato é insieme ai Verdi ha fatto una campagna contro le Centrali Atomiche, approfittando del Tzunami in Giappone questi pagliacci hanno danneggiato il Paese; é mentre negli USA vengono costruite 26 Centrali Atomiche, noi bocciamo tutto quello che in tutto il Mondo viene sfruttato!. É; SI! TUTTO IL MONDO É STUPIDO!; GLI UNICI AD ESSERE INTELLIGENTI SIAMO NOI! ANCHE I GIAPPONESI SONO STUPIDI PERCHE ANCHE LORO SFRUTTANO ANCORA L;ENERGIA ATOMICA!. QUI, MI VIENE IN MENTE QUEL MARITO CHE PER FAR DISPETTO ALLA MOGLIE SE LO TAGLIA; I NOSTRI GIOVANI VANNO ALL;ESTERO A LAVORARE NEI PAESI DOVE VIENE SFRUTTATA L;ATOMICA; PERCHE IN ITALIA GLI INTELLIGENTI ITALIANI DICONO DI NO A TUTTO!.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 11/04/2012 - 13:51

Il fotovoltaico è stata solo una montatura per fare buoni affari con il contributo dello Stato. Poi per chi è avanti negli anni è proprio una fregatura: più facile finire sotto terra che recuperare "l'investimento".

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mer, 11/04/2012 - 13:53

2 parte. Cosa, capisce una persona di 70,80,90 anni del Fabbisogno Nazionale di energia?, oppure di come si creano posti di lavoro?, una Nonnina non sa neppure cosa é una Centrale Nucleare? per lei la corrente viene dalla spina! Questa, é la gente che Dipietro ha influenzato é insieme ai Verdi ha fatto una campagna contro le Centrali Atomiche, approfittando del Tzunami in Giappone questi pagliacci hanno danneggiato il Paese; é mentre negli USA vengono costruite 26 Centrali Atomiche, noi bocciamo tutto quello che in tutto il Mondo viene sfruttato!. É; SI! TUTTO IL MONDO É STUPIDO!; GLI UNICI AD ESSERE INTELLIGENTI SIAMO NOI! ANCHE I GIAPPONESI SONO STUPIDI PERCHE ANCHE LORO SFRUTTANO ANCORA L;ENERGIA ATOMICA!. QUI, MI VIENE IN MENTE QUEL MARITO CHE PER FAR DISPETTO ALLA MOGLIE SE LO TAGLIA; I NOSTRI GIOVANI VANNO ALL;ESTERO A LAVORARE NEI PAESI DOVE VIENE SFRUTTATA L;ATOMICA; PERCHE IN ITALIA GLI INTELLIGENTI ITALIANI DICONO DI NO A TUTTO!.

ANDYSCO65

Mer, 11/04/2012 - 14:05

Sono pienamente d'accordo con l'articolista quando sostiene che il fotovoltaico non è, e non potrà essere la soluzione al nostro fabbisogno energetico, non perchè non funziona, ma per il semplice motivo che senza sovvenzioni statali nessuno se lo potrebbe permettere. Naturalmente il contributo statale proviene dal prelievo in bolletta di tutti gli altri italiani che il fotovoltaico non l'hanno. Chi sostiene che ottiene energia gratis, mente sapendo di mentire, solo perchè l'impianto per il 70 % non lo paga lui. La tecnologia ormai è consolidata, non si capisce perchè a distanza di decenni un impianto fotovoltaico di potenza media, al netto degli incentivi costa ancora come un monolocale arredato nella periferia di una grande metropoli.

ANDYSCO65

Mer, 11/04/2012 - 14:05

Sono pienamente d'accordo con l'articolista quando sostiene che il fotovoltaico non è, e non potrà essere la soluzione al nostro fabbisogno energetico, non perchè non funziona, ma per il semplice motivo che senza sovvenzioni statali nessuno se lo potrebbe permettere. Naturalmente il contributo statale proviene dal prelievo in bolletta di tutti gli altri italiani che il fotovoltaico non l'hanno. Chi sostiene che ottiene energia gratis, mente sapendo di mentire, solo perchè l'impianto per il 70 % non lo paga lui. La tecnologia ormai è consolidata, non si capisce perchè a distanza di decenni un impianto fotovoltaico di potenza media, al netto degli incentivi costa ancora come un monolocale arredato nella periferia di una grande metropoli.

killkoms

Mer, 11/04/2012 - 14:08

#44graiti,segue striscia la notiza?luca abete,il"corrispondente"per striscia della campania, terra martoriata dalle ecomafie,ha documentato molti scempi ambientali,perpetrati dalla criminalità organizzata!ora,ha mai visto i rappresentanti dei verdi"de noantri",andare da quelli parti a denunciare,indignarsi e protestare?mai!eppure c'è tra loro gente originaria di quei posti!no.quesi signori si sentono solo quando si parla di nucleare ed infrastrutture, quelle cose che bene o male portano soldi e sviluppo!dopve c'è veramente da tutelare l'ambiente se la fanno sotto!

killkoms

Mer, 11/04/2012 - 14:13

#45giancarlobusso,vai a dirlo agli ambientalisti!i verdolini sono contrari a quelli, poichè"deturpano il paesaggio e sono pericolosi per gli uccelli"!a lampedusa,dove il vento è perenne(i pochi alberi crescono piegati)non si possono installare perchè c'è il"vincolo paesaggistico"!e meno male che le torri eoliche,"made in germany".so0no finanziate dalla UE!una alternativa italica,il KitGEn,più leggera e versatile pechè sfrutta i venti in quota,non"riesce"a decollare!

bombero76

Mer, 11/04/2012 - 14:14

x dulcamara, le comiche esisteranno fino a quando esisteranno persone come Lei che le fanno peccato però non fanno ridere , se invece solo di leggere a volte tentasse di capire ciò che gli altri vogliono dire forse si rivelerebbe un po meno incolto. Cercherò di essere più chiaro , i contributi possono essere quasi eliminati però diamo la possibilità a chi vuole investire in energie rinnovabili di non essere succube della burocrazia che è quella che costa ,piccolo esempio per un impianto da 6 kw vale circa oltre il 10%solo per tentare di partire e poi non elenco il resto.In Italia purtroppo fare è impossibile se poi vuoi tentare di cavare (l'osso) dalla bocca di qualche azienda sei finito. Egregio Sign. Battaglia e Sign. Dulcamara beati Voi persone libere!!!!!

pietrom

Mer, 11/04/2012 - 14:17

L'Italia sta compromettendo il suo futuro. Stiamo buttando cifre spaventose per le energie "alternative", che potrebbero essere utilizzate in modo molto migliore. Stiamo distruggendo la nostra economia per i decenni a venire! Ci impoveriremo sempre di piu'. I CINESI CI VENDONO I PANNELLI SOLARI, MA A CASA LORO COSTRUISCONO CENTRALI NUCLEARI!!! - Non cullatevi nelle vostre certezze, ponetevi qualche dubbio, nell'interesse dei vostri figli e nipoti.

albertohis

Mer, 11/04/2012 - 14:17

#64 duxducis: potrebbe fornire esempi di società interamente private che hanno costruito e gestito impianti nucleari senza sussidi pubblici? Riguardo i numeri non so dove li abbia presi, ma occorre prima di tutto specificare da quali tasche dovrebbero uscire quei fantomatici 100.000.000.000 di euro. Una proiezione nell'arco di 50 anni è molto azzardata visti i tempi di realizzazione delle centrali e le stime sulla disponibilità del materiale fissile (con costi in rapida salita). Per correttezza il costo del kwh dovrebbe includere i costi attualizzati di de-commissioning e stoccaggio delle scorie, ora praticamente non stimabili visto l'arco di tempo enorme (100.000 anni) necessario: caricare questi costi sulla fiscalità generale della posterità sarebbe scorretto.

massimo canistrà

Mer, 11/04/2012 - 14:20

I komunisti e gli aziani collocati nelle nostre istituzioni sono la rovina del nostro paese. Il governo dei tecnici è una bufala propinataci da un vecchio signore che, sarebbe stato più opportuno lasciare a casa, a godersi l'opulenta pensione. Invece NO..! Questo vecchio signore gioca a fare il presidente. Il governo dei tecnici ci condurrà a sicura rovina.

killkoms

Mer, 11/04/2012 - 14:08

#44graiti,segue striscia la notiza?luca abete,il"corrispondente"per striscia della campania, terra martoriata dalle ecomafie,ha documentato molti scempi ambientali,perpetrati dalla criminalità organizzata!ora,ha mai visto i rappresentanti dei verdi"de noantri",andare da quelli parti a denunciare,indignarsi e protestare?mai!eppure c'è tra loro gente originaria di quei posti!no.quesi signori si sentono solo quando si parla di nucleare ed infrastrutture, quelle cose che bene o male portano soldi e sviluppo!dopve c'è veramente da tutelare l'ambiente se la fanno sotto!

killkoms

Mer, 11/04/2012 - 14:13

#45giancarlobusso,vai a dirlo agli ambientalisti!i verdolini sono contrari a quelli, poichè"deturpano il paesaggio e sono pericolosi per gli uccelli"!a lampedusa,dove il vento è perenne(i pochi alberi crescono piegati)non si possono installare perchè c'è il"vincolo paesaggistico"!e meno male che le torri eoliche,"made in germany".so0no finanziate dalla UE!una alternativa italica,il KitGEn,più leggera e versatile pechè sfrutta i venti in quota,non"riesce"a decollare!

bombero76

Mer, 11/04/2012 - 14:14

x dulcamara, le comiche esisteranno fino a quando esisteranno persone come Lei che le fanno peccato però non fanno ridere , se invece solo di leggere a volte tentasse di capire ciò che gli altri vogliono dire forse si rivelerebbe un po meno incolto. Cercherò di essere più chiaro , i contributi possono essere quasi eliminati però diamo la possibilità a chi vuole investire in energie rinnovabili di non essere succube della burocrazia che è quella che costa ,piccolo esempio per un impianto da 6 kw vale circa oltre il 10%solo per tentare di partire e poi non elenco il resto.In Italia purtroppo fare è impossibile se poi vuoi tentare di cavare (l'osso) dalla bocca di qualche azienda sei finito. Egregio Sign. Battaglia e Sign. Dulcamara beati Voi persone libere!!!!!

pietrom

Mer, 11/04/2012 - 14:17

L'Italia sta compromettendo il suo futuro. Stiamo buttando cifre spaventose per le energie "alternative", che potrebbero essere utilizzate in modo molto migliore. Stiamo distruggendo la nostra economia per i decenni a venire! Ci impoveriremo sempre di piu'. I CINESI CI VENDONO I PANNELLI SOLARI, MA A CASA LORO COSTRUISCONO CENTRALI NUCLEARI!!! - Non cullatevi nelle vostre certezze, ponetevi qualche dubbio, nell'interesse dei vostri figli e nipoti.

albertohis

Mer, 11/04/2012 - 14:17

#64 duxducis: potrebbe fornire esempi di società interamente private che hanno costruito e gestito impianti nucleari senza sussidi pubblici? Riguardo i numeri non so dove li abbia presi, ma occorre prima di tutto specificare da quali tasche dovrebbero uscire quei fantomatici 100.000.000.000 di euro. Una proiezione nell'arco di 50 anni è molto azzardata visti i tempi di realizzazione delle centrali e le stime sulla disponibilità del materiale fissile (con costi in rapida salita). Per correttezza il costo del kwh dovrebbe includere i costi attualizzati di de-commissioning e stoccaggio delle scorie, ora praticamente non stimabili visto l'arco di tempo enorme (100.000 anni) necessario: caricare questi costi sulla fiscalità generale della posterità sarebbe scorretto.

free?

Mer, 11/04/2012 - 14:29

forza che adesso arriva l' E- CAT - Chissa' quanti soldi ci investira' il governo dei tecnici in questa mirabolante invenzione - milioni di nuovi posti di lavoro!! evaiiii!!

massimo canistrà

Mer, 11/04/2012 - 14:20

I komunisti e gli aziani collocati nelle nostre istituzioni sono la rovina del nostro paese. Il governo dei tecnici è una bufala propinataci da un vecchio signore che, sarebbe stato più opportuno lasciare a casa, a godersi l'opulenta pensione. Invece NO..! Questo vecchio signore gioca a fare il presidente. Il governo dei tecnici ci condurrà a sicura rovina.

tucidite1

Mer, 11/04/2012 - 14:31

Oggi piove, così andrà avanti per altri giorni. Pagherò comunque in bolletta l'aggravio del fotovoltaico. Arriverà ancora l'inverno e così via. Mi va bene il foto voltaico, ma non le speculazioni.

free?

Mer, 11/04/2012 - 14:29

forza che adesso arriva l' E- CAT - Chissa' quanti soldi ci investira' il governo dei tecnici in questa mirabolante invenzione - milioni di nuovi posti di lavoro!! evaiiii!!

tucidite1

Mer, 11/04/2012 - 14:31

Oggi piove, così andrà avanti per altri giorni. Pagherò comunque in bolletta l'aggravio del fotovoltaico. Arriverà ancora l'inverno e così via. Mi va bene il foto voltaico, ma non le speculazioni.

Giuseppe De Santis

Mer, 11/04/2012 - 14:39

Vorrei dare una risposta al Sig. Battaglia che in modo saggio sà distinguere tra potenza Kw ed energia Kwh. Ecotecnologie.org Impianti fotovoltaici con sistema autonomo di accumulo Cosa sono gli impianti fotovoltaici con sistema autonomo di accumulo Gli impianti solari fotovoltaici con sistema autonomo di accumulo, che utilizzano batterie per accumulare e stoccare l’energia prodotta dai pannelli fotovoltaici, iniziano a proporsi sul mercato, non solo per gli usi per i quali vengono tradizionalmente abbinati (camper, baite isolate, barche, dispositivi mobili, ecc..), ma anche come veri e propri impianti al servizio di abitazioni o contesti abitativi più ampi comunque connessi in prelievo alla rete elettrica generale. In questi tipi di impianti l’energia consumata è prima di tutto quella prodotta dai pannelli fotovoltaici, accumulata in batterie, e poi, se questa non dovesse bastare, è quella prelevata direttamente dalla rete elettrica

Giuseppe De Santis

Mer, 11/04/2012 - 14:39

Vorrei dare una risposta al Sig. Battaglia che in modo saggio sà distinguere tra potenza Kw ed energia Kwh. Ecotecnologie.org Impianti fotovoltaici con sistema autonomo di accumulo Cosa sono gli impianti fotovoltaici con sistema autonomo di accumulo Gli impianti solari fotovoltaici con sistema autonomo di accumulo, che utilizzano batterie per accumulare e stoccare l’energia prodotta dai pannelli fotovoltaici, iniziano a proporsi sul mercato, non solo per gli usi per i quali vengono tradizionalmente abbinati (camper, baite isolate, barche, dispositivi mobili, ecc..), ma anche come veri e propri impianti al servizio di abitazioni o contesti abitativi più ampi comunque connessi in prelievo alla rete elettrica generale. In questi tipi di impianti l’energia consumata è prima di tutto quella prodotta dai pannelli fotovoltaici, accumulata in batterie, e poi, se questa non dovesse bastare, è quella prelevata direttamente dalla rete elettrica

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Mer, 11/04/2012 - 14:59

Ammetto di non avere la competenza necessaria per pronunciarmi sul fotovoltaico: può darsi che abbia ragione Battaglia, può darsi di no, per un non tecnico è difficile farsi un'opinione ragionata. Quello che invece mi è chiaro, in base al semplice buon senso, è che il nucleare non può seriamente essere riproposto: può anche darsi che economicamente sia convenientissimo - anche se le ricadute economiche di Chernobil e Fukushima devono essere state tutt'altro che indifferenti - ma, come l 'esperienza ha dimostrato senza ombra di dubbio, è veramente troppo rischioso, e quindi, almeno per il momento, da accantonare, con buona pace del prof. Battaglia.

lulumicianera

Mer, 11/04/2012 - 15:03

già,ma intanto sulla salatissima bolletta elettrica c'è anche il costo del foraggiamento del fotovoltaico....

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Mer, 11/04/2012 - 14:59

Ammetto di non avere la competenza necessaria per pronunciarmi sul fotovoltaico: può darsi che abbia ragione Battaglia, può darsi di no, per un non tecnico è difficile farsi un'opinione ragionata. Quello che invece mi è chiaro, in base al semplice buon senso, è che il nucleare non può seriamente essere riproposto: può anche darsi che economicamente sia convenientissimo - anche se le ricadute economiche di Chernobil e Fukushima devono essere state tutt'altro che indifferenti - ma, come l 'esperienza ha dimostrato senza ombra di dubbio, è veramente troppo rischioso, e quindi, almeno per il momento, da accantonare, con buona pace del prof. Battaglia.

lulumicianera

Mer, 11/04/2012 - 15:03

già,ma intanto sulla salatissima bolletta elettrica c'è anche il costo del foraggiamento del fotovoltaico....

Ritratto di -lorenzo-

-lorenzo-

Mer, 11/04/2012 - 15:09

Classico commento in stile reazionario-petroliere texano. Le energie rinnovabili e l'economia "Green" è un modo per rendere più sostenibile in ottica futura la vita su questo piccolo pianeta, poi ci sono persone ignoranti e in malafede che prenderebbero la macchina per fare 100 mt e che farebbero centrali nucleari in ogni dove, senza sapere che farsene delle scorie. Solo un ignorante o un prezzolato non capisce che il nostro stile di vita è insostenibile e bisogna trovare alternative. Le speculazioni sono poi un altro discorso.

Ritratto di -lorenzo-

-lorenzo-

Mer, 11/04/2012 - 15:09

Classico commento in stile reazionario-petroliere texano. Le energie rinnovabili e l'economia "Green" è un modo per rendere più sostenibile in ottica futura la vita su questo piccolo pianeta, poi ci sono persone ignoranti e in malafede che prenderebbero la macchina per fare 100 mt e che farebbero centrali nucleari in ogni dove, senza sapere che farsene delle scorie. Solo un ignorante o un prezzolato non capisce che il nostro stile di vita è insostenibile e bisogna trovare alternative. Le speculazioni sono poi un altro discorso.

duxducis

Mer, 11/04/2012 - 15:11

x albertohis: stoccare le scorie in un sito geologicamente stabile costa una cifra irrisoria. Si tratta di mettere dei bidoni, con la dovuta cura, ben impilati e distanziati sotto terra e sigillare. La stessa cosa deve essere fatta con tutto il materiale radioattivo che proviene dagli ospedali e che non e' differente, in termini, di pericolosita' dal combustibile di una centrale. Se si stima in tutto per una nuova centrale un costo totale intorno ai dieci miliardi e si fa il conto di quanta energia produce e di che guadagno ne ritorna vendendola intorno ai prezzi di mercato ritrova facilmente i miei risultati. Sembra che in Italia la gente non ha fatto neppure le scuole elementari. Basta un bambino per fare questi conti, non serve uno scienziato. Non commentate a vanvera, fate i conti, please. Se non li fate di vostro pugno non capite quanto e' conveniente l'atomo rispetto al fotovoltaico sovvenzionato a 44cent al kWh. Fate i conti,cosi capite perche' vi riducono stipendi e pensioni.

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 15:13

@ #3 marioparcia E tu devi essere caduto da piccolo e sei rimasto offeso perchè nell'articolo è spiegato benissimo e tu non l'hai capito! . . @ #1 WjnnEx No è una riflessione di uno che ne capisce e che è da sempre che aveva previsto tutto questo. Chiedetevi quanti soldi ha ricevuto De Benedetti con la scusa della Green Economy!!

duxducis

Mer, 11/04/2012 - 15:11

x albertohis: stoccare le scorie in un sito geologicamente stabile costa una cifra irrisoria. Si tratta di mettere dei bidoni, con la dovuta cura, ben impilati e distanziati sotto terra e sigillare. La stessa cosa deve essere fatta con tutto il materiale radioattivo che proviene dagli ospedali e che non e' differente, in termini, di pericolosita' dal combustibile di una centrale. Se si stima in tutto per una nuova centrale un costo totale intorno ai dieci miliardi e si fa il conto di quanta energia produce e di che guadagno ne ritorna vendendola intorno ai prezzi di mercato ritrova facilmente i miei risultati. Sembra che in Italia la gente non ha fatto neppure le scuole elementari. Basta un bambino per fare questi conti, non serve uno scienziato. Non commentate a vanvera, fate i conti, please. Se non li fate di vostro pugno non capite quanto e' conveniente l'atomo rispetto al fotovoltaico sovvenzionato a 44cent al kWh. Fate i conti,cosi capite perche' vi riducono stipendi e pensioni.

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 15:13

@ #3 marioparcia E tu devi essere caduto da piccolo e sei rimasto offeso perchè nell'articolo è spiegato benissimo e tu non l'hai capito! . . @ #1 WjnnEx No è una riflessione di uno che ne capisce e che è da sempre che aveva previsto tutto questo. Chiedetevi quanti soldi ha ricevuto De Benedetti con la scusa della Green Economy!!

zio Fester

Mer, 11/04/2012 - 15:19

Nelle fonti rinnovabili discontinue come l'eolico ed il fotovoltaico c'é un ulteriore costo nascosto, non semplice da calcolare: la necessità di dimensionare la rete di produzione convenzionale come se le rinnovabili discontinue non esistessero. Questo comporta un sottoutilizzo degli altri impianti quando la fonte è disponibile ed un upgrade della rete di trasporto dell'elettricità per distribuire quella prodotta da tali fonti. Insomma, tasse buttate ed investimenti buttati per permettere a delle lobby di vendere i loro impianti e la loro energia a prezzi non competitivi. Non lamentiamoci di essere in questa situazione economica se abbiamo tollerato certi sporchi interessi.

Ritratto di bismark22

bismark22

Mer, 11/04/2012 - 15:19

Un impianto a pannelli si ammortizza in circa 8 anni con il conto energia, almeno quello di un paio di anni fa. Non ho mai capito perchè poi ti regalano ancora 12 anni circa di soldi. Praticamente se piazzi 5 kw di pannelli:1) non paghi elettricità per il resto dei tuoi giorni 2) dopo 8 anni sei rientrato del costo dei pannelli 3) ti regalano denaro equivalente ad un'auto di medio alta cilindrata essendo che percepisci ancora soldi per 12 anni. Perchè tanta generosità? non basta che ti pagano i pannelli seppur in otto anni?

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 15:21

@ #16 Alberto43 Sembra ma non è così! Devasta il territorio, produce un notevole inquinamento acustico tant'è che quelli installati nei pressi di alcuni comuni italiani hanno scatenato le ire dei cittadini .. anche verdi, sono delicati e necessitano di molta manutenzione e sono comunque legati al vento che non è costante. Senza considerare che per fornire l'energia di una centrale nucleare devi tappezzare l'Emilia Romagna.

Ritratto di -lorenzo-

-lorenzo-

Mer, 11/04/2012 - 15:21

aaaaaaaah Franco Battaglia, quello che sostiene che Chernobyl non ha causato vittime oltre a quelli morti nello scoppio e quello che sostiene che si può benissimo vivere accanto a una centrale nucleare che tanto non c'è pericolo ......... ecco , mi ci ero già imbattuto...... allora va bene, sono ancora più convinto : w il fotovoltaico. Non "filtrate " per favore.

duxducis

Mer, 11/04/2012 - 15:21

Per rispondere alla domanda di quali "public companies" (in inglese public vuol dire quotate) possiedono reattori nucleari: en.wikipedia.org/wiki/Category:Nuclear_power_companies Probabilmente non sono tutte, comunque il motivo per cui gli stati si vogliono tenere il controllo delle centrali e' che e' un bene primario e se sei uno stato serio vuoi controllarlo direttamente. (vedi ENI, ENEL, FINMECCANICA...)

duxducis

Mer, 11/04/2012 - 15:24

Questa e' l'azienda privata svizzera che fa una paccata di soldi vendendovi energia a caro prezzo, mentre voi lavorate per quattro lire. en.wikipedia.org/wiki/BKW_FMB_Energie_AG Pero' voi continuate a seguire il pifferaio magico. Non fate i conti, rimanete ignoranti.

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 15:26

@ #18 Andrea 68 Ma allora non ci arrivi!! Pensi che sia una cosa personale tra Battaglia e l'FV? Quello che accade nel mondo non ti dice niente? Ragionare con la propria testa per capire, dati alla mano [url]http://www.sma.de/en/news-information/pv-electricity-produced-in-germany.html[/url], che è una soluzione fallimentare no eh? Troppa fatica, hai ragione, continua a guardare Sant'oro ed a credere alla Fatina dei Denti.

zio Fester

Mer, 11/04/2012 - 15:19

Nelle fonti rinnovabili discontinue come l'eolico ed il fotovoltaico c'é un ulteriore costo nascosto, non semplice da calcolare: la necessità di dimensionare la rete di produzione convenzionale come se le rinnovabili discontinue non esistessero. Questo comporta un sottoutilizzo degli altri impianti quando la fonte è disponibile ed un upgrade della rete di trasporto dell'elettricità per distribuire quella prodotta da tali fonti. Insomma, tasse buttate ed investimenti buttati per permettere a delle lobby di vendere i loro impianti e la loro energia a prezzi non competitivi. Non lamentiamoci di essere in questa situazione economica se abbiamo tollerato certi sporchi interessi.

Ritratto di bismark22

bismark22

Mer, 11/04/2012 - 15:19

Un impianto a pannelli si ammortizza in circa 8 anni con il conto energia, almeno quello di un paio di anni fa. Non ho mai capito perchè poi ti regalano ancora 12 anni circa di soldi. Praticamente se piazzi 5 kw di pannelli:1) non paghi elettricità per il resto dei tuoi giorni 2) dopo 8 anni sei rientrato del costo dei pannelli 3) ti regalano denaro equivalente ad un'auto di medio alta cilindrata essendo che percepisci ancora soldi per 12 anni. Perchè tanta generosità? non basta che ti pagano i pannelli seppur in otto anni?

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 15:30

@ #27 fulviots La tua bolletta la paghiamo noi ... Grazie!! Come si fa a non capire che l'energia elettrica dev'essere continua e costante? Lo capiscono già alle medie dai.

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 15:21

@ #16 Alberto43 Sembra ma non è così! Devasta il territorio, produce un notevole inquinamento acustico tant'è che quelli installati nei pressi di alcuni comuni italiani hanno scatenato le ire dei cittadini .. anche verdi, sono delicati e necessitano di molta manutenzione e sono comunque legati al vento che non è costante. Senza considerare che per fornire l'energia di una centrale nucleare devi tappezzare l'Emilia Romagna.

Ritratto di -lorenzo-

-lorenzo-

Mer, 11/04/2012 - 15:21

aaaaaaaah Franco Battaglia, quello che sostiene che Chernobyl non ha causato vittime oltre a quelli morti nello scoppio e quello che sostiene che si può benissimo vivere accanto a una centrale nucleare che tanto non c'è pericolo ......... ecco , mi ci ero già imbattuto...... allora va bene, sono ancora più convinto : w il fotovoltaico. Non "filtrate " per favore.

duxducis

Mer, 11/04/2012 - 15:21

Per rispondere alla domanda di quali "public companies" (in inglese public vuol dire quotate) possiedono reattori nucleari: en.wikipedia.org/wiki/Category:Nuclear_power_companies Probabilmente non sono tutte, comunque il motivo per cui gli stati si vogliono tenere il controllo delle centrali e' che e' un bene primario e se sei uno stato serio vuoi controllarlo direttamente. (vedi ENI, ENEL, FINMECCANICA...)

cespugliando

Mer, 11/04/2012 - 15:31

Le litanie di Franco Battaglia sono infinite. Con sicumera certezza lancia campagne contro il fotovoltaico a favore del nucleare. Con quali ragionamenti fasulli poi, uno dei più evidenti anche alle massaie, è quello dei costi. Si ostina a sostenere che il nucleare costa poco o meno del fotovoltaico. Ad arte trascura i veri costi e i tempi lunghi per la costruzione di una centrale nucleare e nulla dice sulla pericolosità e la durata delle scorie da smaltire. Cita addirittura la Germania, dimenticando che anche questa nazione sta abbandonando il nucleare. Se c'è un paese a vocazione geotermica come l'Italia perchè non incentivare anche questa? Oltre al fotovoltaico di ultima generazione, buone prospettive si intravedono anche dall'eolico. Dire che il fotovoltaico è una bicicletta che costa molto è un'eresia. Perchè non parlare anche dei risparmi energetici che si possono ottenere realisticamente in campo industriale e familiare? Quali poteri forti ci sono dietro il nucleare?

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 15:35

@ #31 storch Se mi dai un indirizzo e-mail ho un metro cubo di documentazione NON WIKIPEDIA!! che potrebbe farti capire che sul Nucleare non avete capito una mazza. Ma mi va bene anche se rimani nella tua ignoranza, perchè in fondo la vita è più bella se non sai le cose, meno problemi, più discorsi da bar ... continua così!! p.s. 25000 morti in Giappone ..... 0 ZERO ZERO 0 0 0 0 per il Nucleare!! Ah già che ci sei chiediti come mai faranno all'estero per la storia delle scorie, visto che sono decenni che esistono sistemi per smaltirle!!

Raoul Pontalti

Mer, 11/04/2012 - 15:37

Può il bue dare del cornuto all'asino? Il prof. Battaglia che è un chimico fisico non dovrebbe ironizzare sulle competenze energetiche di un medico (o di un biologo o di un agronomo o di un veterinario) perché la vita e trasformazione di energia e quindi chi cura gli esseri viventi conosce i fondamenti fisici e chimici dell'energia.Prendendo per buono l'esempio della bicicletta obietto che avere le due ruote a pedali mi consente su brevi percorsi di impiegare meno tempo che in automobile e di risparmiare benzina riducendo l'inquinamento (oltre che a ridurre la congestione del traffico e a fare movimento),quindi utilizzando il fotovoltaico riduco di giorno il consumo di combustibile fossile.Che il fotovoltaico non sia la panacea è fuori discussione, così come non lo è l'eolico, ma uniti al geotermico e, con certi limiti all'idroelettrico e al gas da liquami, anche questi sistemi di produzione di energia elettrica un contributo alla riduzione dei consumi di combustibili fossili lo danno.

Noidi

Mer, 11/04/2012 - 15:38

@#83 duxducis: visto che è cosi semplice come mai NESSUN paese al mondo ha un sito di stoccaggio definitivo????? Quelli esistenti sono TUTTI TEMPORANEI, dato che non esiste nessuno che può garantire un sito per i prossimi 100.000 anni. O forse Lei ha la soluzione al problema???

duxducis

Mer, 11/04/2012 - 15:24

Questa e' l'azienda privata svizzera che fa una paccata di soldi vendendovi energia a caro prezzo, mentre voi lavorate per quattro lire. en.wikipedia.org/wiki/BKW_FMB_Energie_AG Pero' voi continuate a seguire il pifferaio magico. Non fate i conti, rimanete ignoranti.

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 15:26

@ #18 Andrea 68 Ma allora non ci arrivi!! Pensi che sia una cosa personale tra Battaglia e l'FV? Quello che accade nel mondo non ti dice niente? Ragionare con la propria testa per capire, dati alla mano [url]http://www.sma.de/en/news-information/pv-electricity-produced-in-germany.html[/url], che è una soluzione fallimentare no eh? Troppa fatica, hai ragione, continua a guardare Sant'oro ed a credere alla Fatina dei Denti.

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 15:30

@ #27 fulviots La tua bolletta la paghiamo noi ... Grazie!! Come si fa a non capire che l'energia elettrica dev'essere continua e costante? Lo capiscono già alle medie dai.

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 15:39

@ #32 duxducis Deo Gratias!! Sinceramente pensavo di essere rimasto solo. Ovviamente condivido parola per parola.

cespugliando

Mer, 11/04/2012 - 15:31

Le litanie di Franco Battaglia sono infinite. Con sicumera certezza lancia campagne contro il fotovoltaico a favore del nucleare. Con quali ragionamenti fasulli poi, uno dei più evidenti anche alle massaie, è quello dei costi. Si ostina a sostenere che il nucleare costa poco o meno del fotovoltaico. Ad arte trascura i veri costi e i tempi lunghi per la costruzione di una centrale nucleare e nulla dice sulla pericolosità e la durata delle scorie da smaltire. Cita addirittura la Germania, dimenticando che anche questa nazione sta abbandonando il nucleare. Se c'è un paese a vocazione geotermica come l'Italia perchè non incentivare anche questa? Oltre al fotovoltaico di ultima generazione, buone prospettive si intravedono anche dall'eolico. Dire che il fotovoltaico è una bicicletta che costa molto è un'eresia. Perchè non parlare anche dei risparmi energetici che si possono ottenere realisticamente in campo industriale e familiare? Quali poteri forti ci sono dietro il nucleare?

duxducis

Mer, 11/04/2012 - 15:40

x lorenzo: ignorante sei te, perche' chi parla forse ha un dottorato e conosce a menadito sia la relativita' sia la meccanica quantistica. La fisica puo' produrre energia a buon prezzo, poco inquinante e senza pericoli. Se poi c'e' gente che non l'ha mai studiata e non la capisce, non e' che dobbiamo farci del male e rendere i nosti figli dei poveri sfigati. Se a te piace zappare la terra, fai pure. Io preferisco avere robot che lo facciano e dedicare il mio tempo prezioso a studiare l'universo. Vada in una bibblioteca scientifica e studi, che ne ha bisogno.

robipase

Mer, 11/04/2012 - 15:41

Mercoledì 18/04 a Roma in p.zza Montecitorio ore 11, ci sarà una manifestazione a favore del fotovoltaico promossa da SOS RINNOVABILI. E' importante partecipare per contestare il Quinto Conto Energia, che affosserebbe il settore. Passa parola...

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 15:35

@ #31 storch Se mi dai un indirizzo e-mail ho un metro cubo di documentazione NON WIKIPEDIA!! che potrebbe farti capire che sul Nucleare non avete capito una mazza. Ma mi va bene anche se rimani nella tua ignoranza, perchè in fondo la vita è più bella se non sai le cose, meno problemi, più discorsi da bar ... continua così!! p.s. 25000 morti in Giappone ..... 0 ZERO ZERO 0 0 0 0 per il Nucleare!! Ah già che ci sei chiediti come mai faranno all'estero per la storia delle scorie, visto che sono decenni che esistono sistemi per smaltirle!!

Raoul Pontalti

Mer, 11/04/2012 - 15:37

Può il bue dare del cornuto all'asino? Il prof. Battaglia che è un chimico fisico non dovrebbe ironizzare sulle competenze energetiche di un medico (o di un biologo o di un agronomo o di un veterinario) perché la vita e trasformazione di energia e quindi chi cura gli esseri viventi conosce i fondamenti fisici e chimici dell'energia.Prendendo per buono l'esempio della bicicletta obietto che avere le due ruote a pedali mi consente su brevi percorsi di impiegare meno tempo che in automobile e di risparmiare benzina riducendo l'inquinamento (oltre che a ridurre la congestione del traffico e a fare movimento),quindi utilizzando il fotovoltaico riduco di giorno il consumo di combustibile fossile.Che il fotovoltaico non sia la panacea è fuori discussione, così come non lo è l'eolico, ma uniti al geotermico e, con certi limiti all'idroelettrico e al gas da liquami, anche questi sistemi di produzione di energia elettrica un contributo alla riduzione dei consumi di combustibili fossili lo danno.

Noidi

Mer, 11/04/2012 - 15:38

@#83 duxducis: visto che è cosi semplice come mai NESSUN paese al mondo ha un sito di stoccaggio definitivo????? Quelli esistenti sono TUTTI TEMPORANEI, dato che non esiste nessuno che può garantire un sito per i prossimi 100.000 anni. O forse Lei ha la soluzione al problema???

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 15:39

@ #32 duxducis Deo Gratias!! Sinceramente pensavo di essere rimasto solo. Ovviamente condivido parola per parola.

duxducis

Mer, 11/04/2012 - 15:40

x lorenzo: ignorante sei te, perche' chi parla forse ha un dottorato e conosce a menadito sia la relativita' sia la meccanica quantistica. La fisica puo' produrre energia a buon prezzo, poco inquinante e senza pericoli. Se poi c'e' gente che non l'ha mai studiata e non la capisce, non e' che dobbiamo farci del male e rendere i nosti figli dei poveri sfigati. Se a te piace zappare la terra, fai pure. Io preferisco avere robot che lo facciano e dedicare il mio tempo prezioso a studiare l'universo. Vada in una bibblioteca scientifica e studi, che ne ha bisogno.

robipase

Mer, 11/04/2012 - 15:41

Mercoledì 18/04 a Roma in p.zza Montecitorio ore 11, ci sarà una manifestazione a favore del fotovoltaico promossa da SOS RINNOVABILI. E' importante partecipare per contestare il Quinto Conto Energia, che affosserebbe il settore. Passa parola...

shark

Mer, 11/04/2012 - 15:48

Il bilancio carbone di un kW prodotto da una centrale nucleare varia da 37 a 43 kg, quello dello stesso kW prodotto dall'eolico é attorno ai 500 kg. Se le pale sono fabricate in Cina, con energia da carbone, il bilancio passa i 600 kg. Per il fotovoltaico, é anche peggio. Alla faccia degli ecologisti e del nostro portafoglio.

clamor

Mer, 11/04/2012 - 15:49

Vede prof. Battaglia, oggi è di moda l’ECO, anche in pubblicità tutto viene spacciato per eco: eco di qua, eco di la, di su e di giù. Siamo arrivati al punto che le biciclette, in quanto ecologiche, possono circolare contromano, nei sensi unici e quindi avere la libera licenza di creare pericolo ed incidenti solo perché ECO ! Quindi anche l’attuale governo, che di tecnico ha solo il titolo di chi lo guida, si deve adeguare alla mode del momento per essere "rok", come dice il sommo ecologista celentano. Una moda che sicuramente passerà, speriamo prima che poi. Gli ecologisti, anche se in via di estinzione, con il tarlo che hanno insinuato hanno prodotto il loro danno. Tutto questo fa parte del gioco, quello che indigna è che chi, come lei è contro anche con scientifice motivazioni, fa parte delle lobby, mentre loro sono esseri puri; nonostante che la speculazione mafiosa si stia arricchendo proprio sulle rinnovabili, e con fonti più che documentate.

shark

Mer, 11/04/2012 - 15:48

Il bilancio carbone di un kW prodotto da una centrale nucleare varia da 37 a 43 kg, quello dello stesso kW prodotto dall'eolico é attorno ai 500 kg. Se le pale sono fabricate in Cina, con energia da carbone, il bilancio passa i 600 kg. Per il fotovoltaico, é anche peggio. Alla faccia degli ecologisti e del nostro portafoglio.

clamor

Mer, 11/04/2012 - 15:49

Vede prof. Battaglia, oggi è di moda l’ECO, anche in pubblicità tutto viene spacciato per eco: eco di qua, eco di la, di su e di giù. Siamo arrivati al punto che le biciclette, in quanto ecologiche, possono circolare contromano, nei sensi unici e quindi avere la libera licenza di creare pericolo ed incidenti solo perché ECO ! Quindi anche l’attuale governo, che di tecnico ha solo il titolo di chi lo guida, si deve adeguare alla mode del momento per essere "rok", come dice il sommo ecologista celentano. Una moda che sicuramente passerà, speriamo prima che poi. Gli ecologisti, anche se in via di estinzione, con il tarlo che hanno insinuato hanno prodotto il loro danno. Tutto questo fa parte del gioco, quello che indigna è che chi, come lei è contro anche con scientifice motivazioni, fa parte delle lobby, mentre loro sono esseri puri; nonostante che la speculazione mafiosa si stia arricchendo proprio sulle rinnovabili, e con fonti più che documentate.

Ritratto di robertoguli

robertoguli

Mer, 11/04/2012 - 16:00

Personalmente sono d'accordo con le argomentazioni del prof. Battaglia che in molti articoli ha smascherato questa macchina mangiasoldi del fotovoltaico. Però ognuno è libero di impegnare le proprie risorse come vuole, suggerirei di ascoltare chi il passo lo ha già fatto e si è arricchito con i rimborsi ENEL. Distinti saluti. Roby

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 16:03

@ #21 devil1979 Se non sai di cosa stai parlando fai più bella figura a stare zitto. I costi di smantellamento e di stoccaggio delle scorie sono da anni già conteggiati nel costo dell' energia!! Perchè dici bravi giapponesi? Sai qualcosa che io non so? (Dubito) Verifiche non fatte, pezzi malfunzionanti non sostituiti, controlli farsa ... e una buona dose di sfiga!! Si sfiga perchè tutti dimenticano che ha resistito ad un terremoto 30000 mila volte più forte dell'Aquila (8.9 vs 5.9) e se non fosse stato per l'onda che era qualche metro superiore alle barriere già belle alte non sarebbe succeso nulla. Anche con un "nostro" reattore EPR non sarebbe successo nulla perchè il motore diesel ausiliario di emergenza per il raffreddamento del nucleo ... semplicemente non esiste!! Ma com'è che nessuno si è stracciato le vesti per le migliaia di vittime causate dall'idroelettrico con la diga che è venuta giù? Quando si parla di nucleare la gente non è lucida, siete stati condizionati.

Ritratto di robertoguli

robertoguli

Mer, 11/04/2012 - 16:00

Personalmente sono d'accordo con le argomentazioni del prof. Battaglia che in molti articoli ha smascherato questa macchina mangiasoldi del fotovoltaico. Però ognuno è libero di impegnare le proprie risorse come vuole, suggerirei di ascoltare chi il passo lo ha già fatto e si è arricchito con i rimborsi ENEL. Distinti saluti. Roby

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 16:03

@ #21 devil1979 Se non sai di cosa stai parlando fai più bella figura a stare zitto. I costi di smantellamento e di stoccaggio delle scorie sono da anni già conteggiati nel costo dell' energia!! Perchè dici bravi giapponesi? Sai qualcosa che io non so? (Dubito) Verifiche non fatte, pezzi malfunzionanti non sostituiti, controlli farsa ... e una buona dose di sfiga!! Si sfiga perchè tutti dimenticano che ha resistito ad un terremoto 30000 mila volte più forte dell'Aquila (8.9 vs 5.9) e se non fosse stato per l'onda che era qualche metro superiore alle barriere già belle alte non sarebbe succeso nulla. Anche con un "nostro" reattore EPR non sarebbe successo nulla perchè il motore diesel ausiliario di emergenza per il raffreddamento del nucleo ... semplicemente non esiste!! Ma com'è che nessuno si è stracciato le vesti per le migliaia di vittime causate dall'idroelettrico con la diga che è venuta giù? Quando si parla di nucleare la gente non è lucida, siete stati condizionati.

duxducis

Mer, 11/04/2012 - 16:06

x Noidi: non ci sono siti definitivi perche' il combustibile esaurito non e' realmente esaurito (altrimenti non sarebbe radioattivo). Le centrali di terza generazione, producono energia a 2.5cent al kWh buttandone via tre volte tanta, in linea di principio potrebbero produrre energia elettrica a meno di 1cent/kWh. Il combustibile rimasto non produce una reazione a catena, ma se filtrato e trattato puo' essere ancora usato svariate volte fino a portarlo ad esaurimento completo. Questo e' il motivo per cui si vuole tenere il combustibile a portata di mano, perche' lo scarto di 50anni di centrali atomiche, puo' essere usato con le centrali di IV generazione per produrre 500anni di energia elettrica da fissione. La fisica vi ha portato nel XXI secolo e puo' regalare energia alla gente e voi invece volete tornare a prima della rivoluzione industriale. E' ridicolo.

duxducis

Mer, 11/04/2012 - 16:09

Giusto per compleare: se guardate la concentrazione di uranio nel carbone che normanlmente si brucia nelle nostre centrali, vi accorgete che basterebbe filtrarlo, invece che rilasciarlo nell'aria per avere il combustibile per andare avanti per 1000anni le centrali atomiche. La differenza e' che oggi quell'uranio cade sull'insalata attorno alla centrale a carbone e crea tumori. Se filtrato e bruciato in una centrale atomica produce energia e una volta esaurito viene stoccato sotto terra. INFORMATEVI e USATE LA TESTA.

WdK

Mer, 11/04/2012 - 16:11

Le soluzioni sono di due tipi: ridurre le dispersioni energetiche inutili sia nel settore industriale che in quello residenziale (sto per ristrutturare casa riducendo di 5 - cinque -volte il fabbisogno energetico dell'edificio) e ridurre drasticamente incentivi e costi, anche burocratici e dei professionisti, di un impianto FV. Tutto il kit dei materiali occorrenti per un impianto completo di FV da 3kWp di buona qualità si acquistano con 4900Eu ed un elettricista abilitato può installare l'impianto sul tetto con 1000 Eu, ivi comprese le spese di allacciamento del secondo contatore. Si aggiunga l'assicurazione per i rischi furto, incendio, mancata produzione, estensione garanzia dei pannelli e si arriva a 6700Eu. Con questa cifra si producono annualmente circa 720Eu di energia elettrica, con un rendimento dell'investimento superiore al 10% e perciò accettabile. Le sovvenzioni varie che lo Stato dà sono tutti soldi in più.

gedeone@libero.it

Mer, 11/04/2012 - 16:14

Caro Battaglia, mi scusi se le dico che lei del fotovoltaico non capisce una beata...mazza...

Ritratto di -lorenzo-

-lorenzo-

Mer, 11/04/2012 - 16:17

@duxducis : ecco, uno che è appena uscito dalla grotta dia dell'ignorante ad altri...... forse ho letto e studiato un po' per poter sostenere che le energie rinnovabili sono per forza di cose il futuro, e che un ecosistema per mantenersi in equilibrio non debba essere impunemente sfruttato e impoverito, ributtando nell'atmosfera gas inquinanti. Se dobbiamo avvelenare terra, fiumi, mari e aria preferisco tornare alla zappa, o in alternativa utilizzare sempre più energie alternative mentre si continua la ricerca. Ma capisco se per te sono concetti troppo difficili.

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 16:19

@ #82 -lorenzo- In effetti il tuo è un altro discorso!! Sostenibile pagando 10 volte di più? In malafede ci sei tu che non guardi all'evidenza di quello che succede nel mondo. Il nostro stile di vita va bene così. Se pensi che Cina ed India e altri ... rinuncino al nostro stile di vita per il GREEN ... ah ah ma quanto rido!

Ritratto di -lorenzo-

-lorenzo-

Mer, 11/04/2012 - 16:22

@#101 clamor hai ragione, cribbio. Voler rispettare la natura e il nostro ambiente è solo una sciocca moda, passeggera speriamo. Facciamo vedere a questa Natura chi comanda !!! Spezziamole le reni !!

duxducis

Mer, 11/04/2012 - 16:06

x Noidi: non ci sono siti definitivi perche' il combustibile esaurito non e' realmente esaurito (altrimenti non sarebbe radioattivo). Le centrali di terza generazione, producono energia a 2.5cent al kWh buttandone via tre volte tanta, in linea di principio potrebbero produrre energia elettrica a meno di 1cent/kWh. Il combustibile rimasto non produce una reazione a catena, ma se filtrato e trattato puo' essere ancora usato svariate volte fino a portarlo ad esaurimento completo. Questo e' il motivo per cui si vuole tenere il combustibile a portata di mano, perche' lo scarto di 50anni di centrali atomiche, puo' essere usato con le centrali di IV generazione per produrre 500anni di energia elettrica da fissione. La fisica vi ha portato nel XXI secolo e puo' regalare energia alla gente e voi invece volete tornare a prima della rivoluzione industriale. E' ridicolo.

duxducis

Mer, 11/04/2012 - 16:09

Giusto per compleare: se guardate la concentrazione di uranio nel carbone che normanlmente si brucia nelle nostre centrali, vi accorgete che basterebbe filtrarlo, invece che rilasciarlo nell'aria per avere il combustibile per andare avanti per 1000anni le centrali atomiche. La differenza e' che oggi quell'uranio cade sull'insalata attorno alla centrale a carbone e crea tumori. Se filtrato e bruciato in una centrale atomica produce energia e una volta esaurito viene stoccato sotto terra. INFORMATEVI e USATE LA TESTA.

WdK

Mer, 11/04/2012 - 16:11

Le soluzioni sono di due tipi: ridurre le dispersioni energetiche inutili sia nel settore industriale che in quello residenziale (sto per ristrutturare casa riducendo di 5 - cinque -volte il fabbisogno energetico dell'edificio) e ridurre drasticamente incentivi e costi, anche burocratici e dei professionisti, di un impianto FV. Tutto il kit dei materiali occorrenti per un impianto completo di FV da 3kWp di buona qualità si acquistano con 4900Eu ed un elettricista abilitato può installare l'impianto sul tetto con 1000 Eu, ivi comprese le spese di allacciamento del secondo contatore. Si aggiunga l'assicurazione per i rischi furto, incendio, mancata produzione, estensione garanzia dei pannelli e si arriva a 6700Eu. Con questa cifra si producono annualmente circa 720Eu di energia elettrica, con un rendimento dell'investimento superiore al 10% e perciò accettabile. Le sovvenzioni varie che lo Stato dà sono tutti soldi in più.

gedeone@libero.it

Mer, 11/04/2012 - 16:14

Caro Battaglia, mi scusi se le dico che lei del fotovoltaico non capisce una beata...mazza...

Ritratto di -lorenzo-

-lorenzo-

Mer, 11/04/2012 - 16:17

@duxducis : ecco, uno che è appena uscito dalla grotta dia dell'ignorante ad altri...... forse ho letto e studiato un po' per poter sostenere che le energie rinnovabili sono per forza di cose il futuro, e che un ecosistema per mantenersi in equilibrio non debba essere impunemente sfruttato e impoverito, ributtando nell'atmosfera gas inquinanti. Se dobbiamo avvelenare terra, fiumi, mari e aria preferisco tornare alla zappa, o in alternativa utilizzare sempre più energie alternative mentre si continua la ricerca. Ma capisco se per te sono concetti troppo difficili.

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 16:19

@ #82 -lorenzo- In effetti il tuo è un altro discorso!! Sostenibile pagando 10 volte di più? In malafede ci sei tu che non guardi all'evidenza di quello che succede nel mondo. Il nostro stile di vita va bene così. Se pensi che Cina ed India e altri ... rinuncino al nostro stile di vita per il GREEN ... ah ah ma quanto rido!

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 16:24

@ #79 Giuseppe De Santis Si affacciano e lì restano. Conosco quelle batterie ed è impensabile usarle per accumulare energia sufficiente per compensare le ore di buio! A meno che non si voglia tappezzare l'Italia di affari alti come un frigo pesanti alcuni quintali e da mettere tutti in rete. Da manuutenere poi una scicchezza!!

Ritratto di -lorenzo-

-lorenzo-

Mer, 11/04/2012 - 16:22

@#101 clamor hai ragione, cribbio. Voler rispettare la natura e il nostro ambiente è solo una sciocca moda, passeggera speriamo. Facciamo vedere a questa Natura chi comanda !!! Spezziamole le reni !!

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 16:24

@ #79 Giuseppe De Santis Si affacciano e lì restano. Conosco quelle batterie ed è impensabile usarle per accumulare energia sufficiente per compensare le ore di buio! A meno che non si voglia tappezzare l'Italia di affari alti come un frigo pesanti alcuni quintali e da mettere tutti in rete. Da manuutenere poi una scicchezza!!

Ritratto di simpatizzante

simpatizzante

Mer, 11/04/2012 - 16:28

Le battaglie di Franco Battaglia sono più che realistichenon esiste enrgia alternativa "costo/resa" confrontabile con il nucleare. Ma purtroppo il bussness che si è creato attorno al fotovoltaico (pannelli altamente inquinanti) viene spacciato come energia pulita futura ( una frode autenticata ). Ora é giusto adoperare l'intelligenza per mettere a frutto dove si può il solare per piccole Comunità ricordo che nel 1956 a Genova Sant' Ilario c'era e c'é una Scuola Agraria ed io ragazzo ho potuto vedere e beneficiare dell'idea di un Professore di quella Scuola che in una "fascia" di terreno installo un impianto primordiale per sfruttare l'energia solare .Preso un bidone da 200 litri lo mise al centro dello spiazzo e con 500 parabole riflettenti vi convoglio i raggi solari la Scuola in questione beneficiò dell'acqua calda ed in seguito anche del riscaldamento. Questa "Persona" geniale dovette andare in California per veder utilizzata l'idea. Ad oggi l'Italia non è cambiata.

shark

Mer, 11/04/2012 - 16:29

robipasc, dacci un taglio con il barbera, non capisci oppure sei uno di quelli che ci mangiano sopra. Per il 18/04 vi auguro una bella gelata, con vento e nevischio. Poi quando tornate a casa dalla mamma, vi scaldate con il fotovoltaico.

Ritratto di simpatizzante

simpatizzante

Mer, 11/04/2012 - 16:28

Le battaglie di Franco Battaglia sono più che realistichenon esiste enrgia alternativa "costo/resa" confrontabile con il nucleare. Ma purtroppo il bussness che si è creato attorno al fotovoltaico (pannelli altamente inquinanti) viene spacciato come energia pulita futura ( una frode autenticata ). Ora é giusto adoperare l'intelligenza per mettere a frutto dove si può il solare per piccole Comunità ricordo che nel 1956 a Genova Sant' Ilario c'era e c'é una Scuola Agraria ed io ragazzo ho potuto vedere e beneficiare dell'idea di un Professore di quella Scuola che in una "fascia" di terreno installo un impianto primordiale per sfruttare l'energia solare .Preso un bidone da 200 litri lo mise al centro dello spiazzo e con 500 parabole riflettenti vi convoglio i raggi solari la Scuola in questione beneficiò dell'acqua calda ed in seguito anche del riscaldamento. Questa "Persona" geniale dovette andare in California per veder utilizzata l'idea. Ad oggi l'Italia non è cambiata.

shark

Mer, 11/04/2012 - 16:29

robipasc, dacci un taglio con il barbera, non capisci oppure sei uno di quelli che ci mangiano sopra. Per il 18/04 vi auguro una bella gelata, con vento e nevischio. Poi quando tornate a casa dalla mamma, vi scaldate con il fotovoltaico.

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 16:34

@ #69 Pasquale Esposito PERFETTO!! D'accordo al 100%. Però devo disilluderti! Non serve che ti scaldi, io ho smesso da mo', perchè certa gente nasce cogl.iona e tale resta. Invece di informarsi seriamente ascoltano Travaglio e Sant'ora dopodichè vengono qui a pontificare. E' già stato spiegato 1000 volte che i nuovi EPR sono ultra sicuri, che nel costo energetico ci sono già inseriti lo smaltimento dei rifiuti e lo smantellamento .... etc etc ... tanto non vogliono capire. Guarda il loro meraviglioso FV quanto rende in Germania e dimmi se puo' essere una cosa accettabile per le imprese e attività che non possono accettare interuzioni di corrente (es.ospedali). [url]http://www.sma.de/en/news-information/pv-electricity-produced-in-germany.html[/url]

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 16:34

@ #69 Pasquale Esposito PERFETTO!! D'accordo al 100%. Però devo disilluderti! Non serve che ti scaldi, io ho smesso da mo', perchè certa gente nasce cogl.iona e tale resta. Invece di informarsi seriamente ascoltano Travaglio e Sant'ora dopodichè vengono qui a pontificare. E' già stato spiegato 1000 volte che i nuovi EPR sono ultra sicuri, che nel costo energetico ci sono già inseriti lo smaltimento dei rifiuti e lo smantellamento .... etc etc ... tanto non vogliono capire. Guarda il loro meraviglioso FV quanto rende in Germania e dimmi se puo' essere una cosa accettabile per le imprese e attività che non possono accettare interuzioni di corrente (es.ospedali). [url]http://www.sma.de/en/news-information/pv-electricity-produced-in-germany.html[/url]

MMARTILA

Mer, 11/04/2012 - 16:35

Che l'ecologia in generale, ed il FV in particolare, fossero una bufala l'ho sempre saputo ed ho sempre agito di conseguenza, fregandomene. Il problema è che a scuola infarciscono gli alunni, sin dalle elementari, di sciocchezze colossali ed è poi difficile sostenere il contrario...l'ha detto la maestra!!!!

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 16:38

@ #67 maggianico Proprio quando l'FV non c'è!! Pensa inizia a "spingere" dalle 10 e a calare alle 16! Quando non piove, non nevica, non ci sono nuvole ... [url]http://www.sma.de/en/news-information/pv-electricity-produced-in-germany.html[/url]

MMARTILA

Mer, 11/04/2012 - 16:35

Che l'ecologia in generale, ed il FV in particolare, fossero una bufala l'ho sempre saputo ed ho sempre agito di conseguenza, fregandomene. Il problema è che a scuola infarciscono gli alunni, sin dalle elementari, di sciocchezze colossali ed è poi difficile sostenere il contrario...l'ha detto la maestra!!!!

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 16:38

@ #67 maggianico Proprio quando l'FV non c'è!! Pensa inizia a "spingere" dalle 10 e a calare alle 16! Quando non piove, non nevica, non ci sono nuvole ... [url]http://www.sma.de/en/news-information/pv-electricity-produced-in-germany.html[/url]

Fracescodel

Mer, 11/04/2012 - 16:41

Ammesso che non sono un'esperto, vorrei dire la mia. Sono a favore del nucleare visto che gia' compriamo tale energia da altri paesi pagandola lautamente, ma: fonti di energia alternative e potenzialmente ecologiche devono essere incentivate, perche' rappresentano il futuro. Gia' oggi in zone assolate un sistema a pannelli puo' coprire completamente le necessita' di una famiglia (una casa singola) sovrabbondando. L'energia che si cattura di giorno viene stockata per essere utilizzata "la sera" o puo' essere rivenduta alla compagnia elettrica. Ogni anno le tecnologie migliorano ed i costi dei pannelli scendono mentre la loro efficienza aumenta, notevolmente. Oggi l'efficienza dei pannelli commercializzati si aggira intorno al 10%, mentre in laboratorio si arriva al 40%. Se i costi scendono (ricordate quanto costavano le prime calcolatrici e poi, dopo, te le regalavano nel detersivo?) e l'efficienza sale, sara' auspicabile vedere tutti i tetti coperti da pannelli invece che tegole.

Fracescodel

Mer, 11/04/2012 - 16:43

La speranza, certo, e' che prima o poi si trovi una fonte di energia pulita, infinita e a bassissimo costo...quale puo' esserlo una fusione a freddo o qualche altra novita' della scienza.

Fracescodel

Mer, 11/04/2012 - 16:41

Ammesso che non sono un'esperto, vorrei dire la mia. Sono a favore del nucleare visto che gia' compriamo tale energia da altri paesi pagandola lautamente, ma: fonti di energia alternative e potenzialmente ecologiche devono essere incentivate, perche' rappresentano il futuro. Gia' oggi in zone assolate un sistema a pannelli puo' coprire completamente le necessita' di una famiglia (una casa singola) sovrabbondando. L'energia che si cattura di giorno viene stockata per essere utilizzata "la sera" o puo' essere rivenduta alla compagnia elettrica. Ogni anno le tecnologie migliorano ed i costi dei pannelli scendono mentre la loro efficienza aumenta, notevolmente. Oggi l'efficienza dei pannelli commercializzati si aggira intorno al 10%, mentre in laboratorio si arriva al 40%. Se i costi scendono (ricordate quanto costavano le prime calcolatrici e poi, dopo, te le regalavano nel detersivo?) e l'efficienza sale, sara' auspicabile vedere tutti i tetti coperti da pannelli invece che tegole.

Fracescodel

Mer, 11/04/2012 - 16:43

La speranza, certo, e' che prima o poi si trovi una fonte di energia pulita, infinita e a bassissimo costo...quale puo' esserlo una fusione a freddo o qualche altra novita' della scienza.

scarnebia

Mer, 11/04/2012 - 16:50

le alternative sono una bufala pazzesca. i fautori delle rinnovabili degli ipocriti ambientalisti . blaterano blaterano ma continuano ad usare imperterriti la tanto deprecata schifosa energia. per raggiungere l'attuale status energetico bisognerebbe irrimediabilmente deturpare l'intera italia ricoprendola di pannelli solari ed al posto degli alberi pale eoliche alte 30 metri.

scarnebia

Mer, 11/04/2012 - 16:50

le alternative sono una bufala pazzesca. i fautori delle rinnovabili degli ipocriti ambientalisti . blaterano blaterano ma continuano ad usare imperterriti la tanto deprecata schifosa energia. per raggiungere l'attuale status energetico bisognerebbe irrimediabilmente deturpare l'intera italia ricoprendola di pannelli solari ed al posto degli alberi pale eoliche alte 30 metri.

fedele50

Mer, 11/04/2012 - 16:55

Ma daiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii, che bamba che sono, hanno scoperto l'acqua calda , papponiiiiiiiiiiiiii

fedele50

Mer, 11/04/2012 - 16:55

Ma daiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii, che bamba che sono, hanno scoperto l'acqua calda , papponiiiiiiiiiiiiii

falsoedo

Mer, 11/04/2012 - 16:55

Franco Battaglia è quello che ha detto che chernobyl non ha causato morti! Guardatevi sto personaggio su youtube per capire la sua altisssssima onestà intellettuale!!!

falsoedo

Mer, 11/04/2012 - 16:55

Franco Battaglia è quello che ha detto che chernobyl non ha causato morti! Guardatevi sto personaggio su youtube per capire la sua altisssssima onestà intellettuale!!!

marioparcia

Mer, 11/04/2012 - 16:57

@ #116 Albert1 : per verificare il consumo di energia durante il giorno basta andare sul sito di Terna - a parte i picchi il consumo è elevato dalle otto del mattino fino alle 21. E' vero che in alcune di queste ore il fotovoltaico non produce, ma è vero che in tutte le ore nelle quali i pannelli lavorano c'è chi consuma l'energia prodotta. Ricordo poi che il fotovoltaico funziona anche con la pioggia e con le nuvole (anche se ovviamente produce di meno). Le centrali nucleari hanno il problema opposto, producono anche di notte. L'ideale è usare più fonti a seconda delle esigenze (compreso il fotovoltaico).

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 16:57

@ #60 fabrizio de Paoli Quando il petrolio arriverà a quei livelli il problema energia non esisterà più perchè a quei costi si estrae l'uranio dall'acqua. Ma ben prima di arrivare lì ... attenzione attenzione .. si otterà uranio dal trattamento delle ceneri delle centrali a carbone!! Il progetto pilota di questa tecnologia, in corso alla centrale a carbone di Lingang, nella provincia cinese dello Yunnan (Sud del Paese) dimostra che la concentrazione dell'uranio nelle ceneri di carbone è di 300 parti per milione: un ordine di grandezza paragonabile alle 1000 parti per milione, la soglia attualmente stabilita per procedere all'estrazione dell'uranio. Il processo è economicamente conveniente: la complessità della tecnica è compensata dal risparmio sui costi di estrazione. Infatti un chilo di uranio viene prodotto al costo di 60 euro: una cifra che consente un discreto margine di guadagno, calcolando il prezzo di vendita di 70 euro al chilo.

marioparcia

Mer, 11/04/2012 - 16:57

@ #116 Albert1 : per verificare il consumo di energia durante il giorno basta andare sul sito di Terna - a parte i picchi il consumo è elevato dalle otto del mattino fino alle 21. E' vero che in alcune di queste ore il fotovoltaico non produce, ma è vero che in tutte le ore nelle quali i pannelli lavorano c'è chi consuma l'energia prodotta. Ricordo poi che il fotovoltaico funziona anche con la pioggia e con le nuvole (anche se ovviamente produce di meno). Le centrali nucleari hanno il problema opposto, producono anche di notte. L'ideale è usare più fonti a seconda delle esigenze (compreso il fotovoltaico).

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 16:57

@ #60 fabrizio de Paoli Quando il petrolio arriverà a quei livelli il problema energia non esisterà più perchè a quei costi si estrae l'uranio dall'acqua. Ma ben prima di arrivare lì ... attenzione attenzione .. si otterà uranio dal trattamento delle ceneri delle centrali a carbone!! Il progetto pilota di questa tecnologia, in corso alla centrale a carbone di Lingang, nella provincia cinese dello Yunnan (Sud del Paese) dimostra che la concentrazione dell'uranio nelle ceneri di carbone è di 300 parti per milione: un ordine di grandezza paragonabile alle 1000 parti per milione, la soglia attualmente stabilita per procedere all'estrazione dell'uranio. Il processo è economicamente conveniente: la complessità della tecnica è compensata dal risparmio sui costi di estrazione. Infatti un chilo di uranio viene prodotto al costo di 60 euro: una cifra che consente un discreto margine di guadagno, calcolando il prezzo di vendita di 70 euro al chilo.

fabrizio de Paoli

Mer, 11/04/2012 - 16:58

Ripeto, vi state scannando per un osso quando avete una bistecca dietro di voi. Gli incentivi NON devono esistere, per nessuno, sono il cancro dell'economia. Quando il petrolio sarà a 300$\\barile, allora forse qualche energia rinnovabile , ripeto forse potrà essere competitiva. In questo momento incentivare e finanziare queste energie è come buttare i soldi nel gabinetto giusto per far giocare qualche bambinone allo sceziato. Se poi qualche privato imprenditore vuole investire i SUOI soldi nelle rinnovabili, liberissimo di farlo, ma con i SUOI soldi. Niente incentivi, fanno sempre parte di quelle migliaia di voci in passivo che ci stanno facendo colare a picco con la complicità dei cialtroni al governo. Porre fine agli sprechi e ruberie. EMBARGO fiscale totale.

fabrizio de Paoli

Mer, 11/04/2012 - 16:58

Ripeto, vi state scannando per un osso quando avete una bistecca dietro di voi. Gli incentivi NON devono esistere, per nessuno, sono il cancro dell'economia. Quando il petrolio sarà a 300$\\barile, allora forse qualche energia rinnovabile , ripeto forse potrà essere competitiva. In questo momento incentivare e finanziare queste energie è come buttare i soldi nel gabinetto giusto per far giocare qualche bambinone allo sceziato. Se poi qualche privato imprenditore vuole investire i SUOI soldi nelle rinnovabili, liberissimo di farlo, ma con i SUOI soldi. Niente incentivi, fanno sempre parte di quelle migliaia di voci in passivo che ci stanno facendo colare a picco con la complicità dei cialtroni al governo. Porre fine agli sprechi e ruberie. EMBARGO fiscale totale.

duxducis

Mer, 11/04/2012 - 17:01

x lorenzo: homo est faber fortunae suae. Buona fortuna.

kidwiller

Mer, 11/04/2012 - 17:01

Finalmente qualcuno dice la verit sul FV. Il Fv conviene solo a quelle persone che investono i loro soldi, in banca avevano bassi interessi, con questi incentivi che noi paghiamo sulla bolletta gli diamo interessi più appetibili. I Verdi e company sè veramente tali dovevano promuovere il solare termico quello sì che riduce la bolletta energetica con costi bassi alla portata di tutti, addirittura si può ricorrere all'autocostruzione con ottimi benefici. Con i soldi spesi con il Fv oggi tuttal'Italia avrebbe il solare termico e riduzione della bolletta del gas che continuamente aumenta per le sole tasse governative.

duxducis

Mer, 11/04/2012 - 17:01

x lorenzo: homo est faber fortunae suae. Buona fortuna.

kidwiller

Mer, 11/04/2012 - 17:01

Finalmente qualcuno dice la verit sul FV. Il Fv conviene solo a quelle persone che investono i loro soldi, in banca avevano bassi interessi, con questi incentivi che noi paghiamo sulla bolletta gli diamo interessi più appetibili. I Verdi e company sè veramente tali dovevano promuovere il solare termico quello sì che riduce la bolletta energetica con costi bassi alla portata di tutti, addirittura si può ricorrere all'autocostruzione con ottimi benefici. Con i soldi spesi con il Fv oggi tuttal'Italia avrebbe il solare termico e riduzione della bolletta del gas che continuamente aumenta per le sole tasse governative.

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Mer, 11/04/2012 - 17:04

su qesto argomento voglio dire:-ricevo di frequente telefonate(al più in orario di pranzo) che mi quasi impongono di risparmiare,parecchio, facendo un contratto-energia con uno anzi che con un altro. -Nella posta elettronica,invece, trovo regolarmente quello che se gli dò i miei codici di accesso a postepay ni "sistema" tutto. --Ti pare che si somigliano? a me pare!

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Mer, 11/04/2012 - 17:04

su qesto argomento voglio dire:-ricevo di frequente telefonate(al più in orario di pranzo) che mi quasi impongono di risparmiare,parecchio, facendo un contratto-energia con uno anzi che con un altro. -Nella posta elettronica,invece, trovo regolarmente quello che se gli dò i miei codici di accesso a postepay ni "sistema" tutto. --Ti pare che si somigliano? a me pare!

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 17:06

@ #51 misterbi Gratis perchè la paghiamo noi Furbetto!! Togliessero tutti gli incentivi vediamo se ti butti lo stesso nell'impresa. Tutti fenomeni qui eh?

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 17:06

@ #51 misterbi Gratis perchè la paghiamo noi Furbetto!! Togliessero tutti gli incentivi vediamo se ti butti lo stesso nell'impresa. Tutti fenomeni qui eh?

mariolino50

Mer, 11/04/2012 - 17:11

Mi sembra che chi scrive su questo argomento compreso il prof Battaglia di vera produzione di energia elettrica capisce poco, poichè è stato ed è ancora il mio mestiere, vi voglio dire alcune cose, tutte le cosidette fonti rinnovabili comprese biomasse solare vento convengono solo perchè ci sono i contributi, altrimenti sono a rimessa certa, fatevelo dire da chi ci lavora davvero se lo trovate, il nucleare andava bene qualche anno fà quando la produzione era ancora pubblica, ora in mano ai privati credo per diretta esperienza sia meglio non fidarsi, la Francia infatti si guarda bene dal privatizzare, ed anche in GB le centrali nucleari sono dello stato, anche la ditta giapponese di Fukushima faceva le carte false, figuriamoci qui da noi, non esistono più vere competenze nel campo salvo teoriche ma servono a poco, le centrali nascerebbero già vecchie, e le scorie NESSUNO ha ancora trovato cosa farci, il resto sono tutte fantasie.

Ritratto di nestore55

nestore55

Mer, 11/04/2012 - 17:12

#18 Andrea.....Se il popolo sovrano ti dice di annegare, cosa fai?? Anneghi?? Io no.....E.A.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 11/04/2012 - 17:12

Penso che il fotovoltaico sia stata solo una montatura per fare buoni affari con il contributo dello Stato. Aggiungo che per chi è avanti negli anni si tratta proprio di una fregatura: più facile finire prima sotto terra che recuperare "l'investimento".

mariolino50

Mer, 11/04/2012 - 17:11

Mi sembra che chi scrive su questo argomento compreso il prof Battaglia di vera produzione di energia elettrica capisce poco, poichè è stato ed è ancora il mio mestiere, vi voglio dire alcune cose, tutte le cosidette fonti rinnovabili comprese biomasse solare vento convengono solo perchè ci sono i contributi, altrimenti sono a rimessa certa, fatevelo dire da chi ci lavora davvero se lo trovate, il nucleare andava bene qualche anno fà quando la produzione era ancora pubblica, ora in mano ai privati credo per diretta esperienza sia meglio non fidarsi, la Francia infatti si guarda bene dal privatizzare, ed anche in GB le centrali nucleari sono dello stato, anche la ditta giapponese di Fukushima faceva le carte false, figuriamoci qui da noi, non esistono più vere competenze nel campo salvo teoriche ma servono a poco, le centrali nascerebbero già vecchie, e le scorie NESSUNO ha ancora trovato cosa farci, il resto sono tutte fantasie.

Ritratto di nestore55

nestore55

Mer, 11/04/2012 - 17:12

#18 Andrea.....Se il popolo sovrano ti dice di annegare, cosa fai?? Anneghi?? Io no.....E.A.

marcaurelioiii

Mer, 11/04/2012 - 17:15

x duxducis, se veramente avessi fatto un dottorato di ricerca non ti chiameresti così. Non ho mai visto un fascista con una cultura che vada oltre un diploma o una laurea in scienza delle merendine.

Ritratto di falso96

falso96

Mer, 11/04/2012 - 17:15

Un particolare.... solo qualche giorno fà una centrale francese ha avuto un problemino... in Giappone abbiamo il mare che "di notte si illumina" e i pesci ringraziano, non hanno più bisogno del fotovoltaico, in effetti a loro la cancrena viene GRATIS.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 11/04/2012 - 17:12

Penso che il fotovoltaico sia stata solo una montatura per fare buoni affari con il contributo dello Stato. Aggiungo che per chi è avanti negli anni si tratta proprio di una fregatura: più facile finire prima sotto terra che recuperare "l'investimento".

marcaurelioiii

Mer, 11/04/2012 - 17:15

x duxducis, se veramente avessi fatto un dottorato di ricerca non ti chiameresti così. Non ho mai visto un fascista con una cultura che vada oltre un diploma o una laurea in scienza delle merendine.

Ritratto di falso96

falso96

Mer, 11/04/2012 - 17:15

Un particolare.... solo qualche giorno fà una centrale francese ha avuto un problemino... in Giappone abbiamo il mare che "di notte si illumina" e i pesci ringraziano, non hanno più bisogno del fotovoltaico, in effetti a loro la cancrena viene GRATIS.

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 17:20

@ #38 Gandrea Ah ah ah ah signore e signori abbiamo il Figlio segreto di Pecoraro Scanio!! Ancora con le scorie? Ma siete tutti ritardati od in malafede e fante finta? "... Rifiuti, cioè, contenenti elementi tossici per l'uomo e per l'ambiente (come il mercurio, l'arsenico, il cadmio, l'amianto, il piombo eccetera) e che NON DECADONO mai. Restano pericolosi per sempre. La soluzione per loro è lo smaltimento in discariche controllate, con sistemi a barriera opportunamente studiati per evitare che possano rientrare nell'ambiente, nelle acque di falda, negli alimenti consumati dall'uomo. Nel caso dei rifiuti radioattivi è più o meno la stessa cosa, CON QUANTITATIVI DECISAMENTE MINORI, solo che in questo caso la tossicità non è dovuta all'elemento chimico, ma alla radioattività. Con il vantaggio che questa NON E' ETERNA MA DECADE NEL TEMPO." Gli altri rifiuti di cui sopra sono molto più pericolosi. In quantità maggiore. Eppure vengono trattati. Perchè l'ignoranza è GREEN?

mariolino50

Mer, 11/04/2012 - 17:21

il prof Battaglia è un chimico e credo che di centrali elettriche vere ne abbia viste ben poche, sbaglia quando dice che il picco massimo di consumo è la sera, poichè io facevo quel lavoro vi dico che il picco è iintorno alle 11-12, quando il sole cè, ma che non sia conveniente è sicuro, ma non lo è nemmeno il nucleare in mano ai "tecnici" che abbiamo ora, con quella roba non si scherza e non si improvvisa, inoltre noi non abbiamo nemmeno l'uranio e nemmeno le ditte che facevano gli impianti elettronucleari, dovremmo comprare tutto a scatola chiusa ed è assai pericoloso, attualmente vengono tenute ferme molte centrali efficienti perchè devono funzionare ridicoli impianti che non producono quasi niente, però sono di privati e devono stare in marcia,e la corrente aumenta.

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 17:20

@ #38 Gandrea Ah ah ah ah signore e signori abbiamo il Figlio segreto di Pecoraro Scanio!! Ancora con le scorie? Ma siete tutti ritardati od in malafede e fante finta? "... Rifiuti, cioè, contenenti elementi tossici per l'uomo e per l'ambiente (come il mercurio, l'arsenico, il cadmio, l'amianto, il piombo eccetera) e che NON DECADONO mai. Restano pericolosi per sempre. La soluzione per loro è lo smaltimento in discariche controllate, con sistemi a barriera opportunamente studiati per evitare che possano rientrare nell'ambiente, nelle acque di falda, negli alimenti consumati dall'uomo. Nel caso dei rifiuti radioattivi è più o meno la stessa cosa, CON QUANTITATIVI DECISAMENTE MINORI, solo che in questo caso la tossicità non è dovuta all'elemento chimico, ma alla radioattività. Con il vantaggio che questa NON E' ETERNA MA DECADE NEL TEMPO." Gli altri rifiuti di cui sopra sono molto più pericolosi. In quantità maggiore. Eppure vengono trattati. Perchè l'ignoranza è GREEN?

mariolino50

Mer, 11/04/2012 - 17:21

il prof Battaglia è un chimico e credo che di centrali elettriche vere ne abbia viste ben poche, sbaglia quando dice che il picco massimo di consumo è la sera, poichè io facevo quel lavoro vi dico che il picco è iintorno alle 11-12, quando il sole cè, ma che non sia conveniente è sicuro, ma non lo è nemmeno il nucleare in mano ai "tecnici" che abbiamo ora, con quella roba non si scherza e non si improvvisa, inoltre noi non abbiamo nemmeno l'uranio e nemmeno le ditte che facevano gli impianti elettronucleari, dovremmo comprare tutto a scatola chiusa ed è assai pericoloso, attualmente vengono tenute ferme molte centrali efficienti perchè devono funzionare ridicoli impianti che non producono quasi niente, però sono di privati e devono stare in marcia,e la corrente aumenta.

Andrea 68

Mer, 11/04/2012 - 17:26

#91 Albert1 saper leggere prima di scrivere è buona regola.. caro signore.. io sono oltre le c.....te che scrive Battaglia foraggiato dai nuclearisti. I costi del nucleare sono altissimi e vengono pagati dallo stato ma a voi italioti queste cose non vengono proprio alla mente. Siete così non vedete al di là del proprio naso. e difatti avete lasciato la banda bassotti (Bossi Berlusca) portarci nelo baratro. P.S. meglio informarsi con Santoro che con Emilio Fede o Belpietro

Ritratto di -lorenzo-

-lorenzo-

Mer, 11/04/2012 - 17:33

#109 Albert1 : Non pensare che chi dissenta da certi deliri sia per forza un santoro travaglio,pec scanio ecc. Si tratta solo di non avere l'anello al naso.a parte Kyoto, gli obiettivi da raggiungere entro il 2020 sono leggi europee.. e lo stato italiano si deve adeguare: la nostra dipendenza dall'estero per l.E. è un dato di fatto, l'energia rinnovabile è un settore in via di sviluppo, che porterebbe a una minore dipendenza e a un ambiente meno inquinato : se ciò ti fa schifo.... io quando posso vado a lavorare in bicicletta e sono 14 km. Ciò porterebbe a un cambio dello stile di vita, meno sprechi, reti ottimizzate, riciclo, fonti alternative e sostenibili e maggiore indipendenza: micro-generazione, cogenerazione, solare termico, fotovoltaico, geotermico, caldaie a cippato, pellet, impianti termici d'avanguardia, ecc.... il fv si ammortizza in 5-8 anni, i brevetti sono al 90 % di multinazionali petrolifere, ma ovviamente con + utilizzo avanza la ricerca avanza e i prezzi calano

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 17:34

@ #122 marioparcia Alcune ore??? Dai un'occhiata qui e dimmi per quante ore il contributo FV può essere preso in considerazione! [url]http://www.sma.de/en/news-information/pv-electricity-produced-in-germany.html[/url] 1) Su 24 e passa GW installati al max arriva al 60-70%! 2) Trovami, io non ci sono riuscito, un solo mese anche nello storico, dove ci sia stato un contributo costante.(Difficilmente trovi anche solo una settimana al 60%) 3) Tutto ciò con 0 nuvole!! Altrimenti ancora meno. 4) Piena potenza (60-70% se va bene!) dalle 11 vabbè facciamo 10 e 1/2 fino alle 15.. ok 16!! POI? dalle 8 alle 10 e dalle 17 a .... la mattina dopo? Ti sembra accettabile. p.s. oltretutto se in una splendida giornata di sole arriva una di quelle grandinate come dico io ... i pannelli ringraziano!!

Andrea 68

Mer, 11/04/2012 - 17:26

#91 Albert1 saper leggere prima di scrivere è buona regola.. caro signore.. io sono oltre le c.....te che scrive Battaglia foraggiato dai nuclearisti. I costi del nucleare sono altissimi e vengono pagati dallo stato ma a voi italioti queste cose non vengono proprio alla mente. Siete così non vedete al di là del proprio naso. e difatti avete lasciato la banda bassotti (Bossi Berlusca) portarci nelo baratro. P.S. meglio informarsi con Santoro che con Emilio Fede o Belpietro

Ritratto di -lorenzo-

-lorenzo-

Mer, 11/04/2012 - 17:33

#109 Albert1 : Non pensare che chi dissenta da certi deliri sia per forza un santoro travaglio,pec scanio ecc. Si tratta solo di non avere l'anello al naso.a parte Kyoto, gli obiettivi da raggiungere entro il 2020 sono leggi europee.. e lo stato italiano si deve adeguare: la nostra dipendenza dall'estero per l.E. è un dato di fatto, l'energia rinnovabile è un settore in via di sviluppo, che porterebbe a una minore dipendenza e a un ambiente meno inquinato : se ciò ti fa schifo.... io quando posso vado a lavorare in bicicletta e sono 14 km. Ciò porterebbe a un cambio dello stile di vita, meno sprechi, reti ottimizzate, riciclo, fonti alternative e sostenibili e maggiore indipendenza: micro-generazione, cogenerazione, solare termico, fotovoltaico, geotermico, caldaie a cippato, pellet, impianti termici d'avanguardia, ecc.... il fv si ammortizza in 5-8 anni, i brevetti sono al 90 % di multinazionali petrolifere, ma ovviamente con + utilizzo avanza la ricerca avanza e i prezzi calano

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 17:34

@ #122 marioparcia Alcune ore??? Dai un'occhiata qui e dimmi per quante ore il contributo FV può essere preso in considerazione! [url]http://www.sma.de/en/news-information/pv-electricity-produced-in-germany.html[/url] 1) Su 24 e passa GW installati al max arriva al 60-70%! 2) Trovami, io non ci sono riuscito, un solo mese anche nello storico, dove ci sia stato un contributo costante.(Difficilmente trovi anche solo una settimana al 60%) 3) Tutto ciò con 0 nuvole!! Altrimenti ancora meno. 4) Piena potenza (60-70% se va bene!) dalle 11 vabbè facciamo 10 e 1/2 fino alle 15.. ok 16!! POI? dalle 8 alle 10 e dalle 17 a .... la mattina dopo? Ti sembra accettabile. p.s. oltretutto se in una splendida giornata di sole arriva una di quelle grandinate come dico io ... i pannelli ringraziano!!

Ritratto di nestore55

nestore55

Mer, 11/04/2012 - 17:41

#82 -lorenzo....Non ho capito il senso(!??!)del suo intervento.....Secondo lei dobbiamo vivere in caverna, scaldarci al sacro calore del sol dell'avvenire, illuminarci con il sogno che non si avvererà?? Veda, un pochino di realismo aiuterebbe anche Lei...E.A.

Ritratto di nestore55

nestore55

Mer, 11/04/2012 - 17:41

#82 -lorenzo....Non ho capito il senso(!??!)del suo intervento.....Secondo lei dobbiamo vivere in caverna, scaldarci al sacro calore del sol dell'avvenire, illuminarci con il sogno che non si avvererà?? Veda, un pochino di realismo aiuterebbe anche Lei...E.A.

duxducis

Mer, 11/04/2012 - 17:43

La realta' e' che in giappone l'incidente alla centrale non ha creato un numero rilevante di morti. A Cernobyl l'incidente ha fatto un numero limitatissimo di morti e lo hanno scritto pure su Nature. Guardateli i bambini biellorussi che vengono in italia, sono sanissimi!!! Gli piace venire in vacanza in Italia con la scusa di Cernobyl. Ruguardo allo studio KiKK citato su youtube, basta che chi vuole avere figli sta oltre i 10km dalla centrale. Sta facendo piu' morti per suicidio non avere le centrali nucleari, di quanti ne abbia fatto la centrale di Fukusima in tutta la sua vita.

duxducis

Mer, 11/04/2012 - 17:43

La realta' e' che in giappone l'incidente alla centrale non ha creato un numero rilevante di morti. A Cernobyl l'incidente ha fatto un numero limitatissimo di morti e lo hanno scritto pure su Nature. Guardateli i bambini biellorussi che vengono in italia, sono sanissimi!!! Gli piace venire in vacanza in Italia con la scusa di Cernobyl. Ruguardo allo studio KiKK citato su youtube, basta che chi vuole avere figli sta oltre i 10km dalla centrale. Sta facendo piu' morti per suicidio non avere le centrali nucleari, di quanti ne abbia fatto la centrale di Fukusima in tutta la sua vita.

fabrizio de Paoli

Mer, 11/04/2012 - 17:47

#123Albert1 Ben venga l'uranio dalle ceneri del carbone. Intendevo dire che il mercato utilizzerà sempre le fonti più convenienti ed è giusto che sia così. Bisogna imparare a fare i conti con la realtà esistente e non con le utopie.

fabrizio de Paoli

Mer, 11/04/2012 - 17:47

#123Albert1 Ben venga l'uranio dalle ceneri del carbone. Intendevo dire che il mercato utilizzerà sempre le fonti più convenienti ed è giusto che sia così. Bisogna imparare a fare i conti con la realtà esistente e non con le utopie.

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 17:52

@ #108 -lorenzo- Ecco un altro paciamamista! "Il Paciamamismo definisce la propria visione delle relazioni tra l’uomo e il pianeta in ciò che a volte si definisce Ecologia Profonda. Questa nega la differenza di fondo tra l’esistenza umana e quella non-umana. Si parla di una eguaglianza biocentrica per la quale una montagna, un fiore o una tartaruga avrebbero lo stesso diritto di un uomo alla propria realizzazione....... Si fomenta il culto religioso della natura come se fosse una realtà divina. Si arriva a tacciare l’uomo di essere un intruso o una maledizione per il cosmo e, in seno al movimento radicale, si fa pressione sui governi perché le legislazioni tendano alla diminuzione della popolazione umana e limitino lo sviluppo tecnologico per “risanare il pianeta”." Tacciano il Giornale di non essere "libero" ma servo del padrone ... però poi ci scrive sta gente qui!! Ma la comica è che dà dell' ignorante ad uno dei pochi che invece di sparlare a vanvera, argomenta. Che tristezza.

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 17:52

@ #108 -lorenzo- Ecco un altro paciamamista! "Il Paciamamismo definisce la propria visione delle relazioni tra l’uomo e il pianeta in ciò che a volte si definisce Ecologia Profonda. Questa nega la differenza di fondo tra l’esistenza umana e quella non-umana. Si parla di una eguaglianza biocentrica per la quale una montagna, un fiore o una tartaruga avrebbero lo stesso diritto di un uomo alla propria realizzazione....... Si fomenta il culto religioso della natura come se fosse una realtà divina. Si arriva a tacciare l’uomo di essere un intruso o una maledizione per il cosmo e, in seno al movimento radicale, si fa pressione sui governi perché le legislazioni tendano alla diminuzione della popolazione umana e limitino lo sviluppo tecnologico per “risanare il pianeta”." Tacciano il Giornale di non essere "libero" ma servo del padrone ... però poi ci scrive sta gente qui!! Ma la comica è che dà dell' ignorante ad uno dei pochi che invece di sparlare a vanvera, argomenta. Che tristezza.

clamor

Mer, 11/04/2012 - 18:03

#110*-lorenzo ha letto bene il mio post ? A me sembra proprio di no !!! E comunque si può rispettare la natura senza essere ottusi come li ambientalisti dato che creano e continuano a creare più danni che benefici. Sicuramente il VERO rispetto della natura avviene dalle persone comuni con il loro semplice modo di vivere quotidiano. Poi ognuno è libero di pensare come vuole, se lei crede che il FV rispetti l’ambiente e le mafie non si arricchiscono con quello che va di moda oggi, e cioè l‘ecomafia, affari suoi, saluti

clamor

Mer, 11/04/2012 - 18:03

#110*-lorenzo ha letto bene il mio post ? A me sembra proprio di no !!! E comunque si può rispettare la natura senza essere ottusi come li ambientalisti dato che creano e continuano a creare più danni che benefici. Sicuramente il VERO rispetto della natura avviene dalle persone comuni con il loro semplice modo di vivere quotidiano. Poi ognuno è libero di pensare come vuole, se lei crede che il FV rispetti l’ambiente e le mafie non si arricchiscono con quello che va di moda oggi, e cioè l‘ecomafia, affari suoi, saluti

Palmambrogio

Mer, 11/04/2012 - 18:12

E' facile fare l'ambientalista mettendo il fotovoltaico se il fotovoltaico è a carico di tutta la comunità,il FV è il risultato dell'ipocrisia ambientalista.

Palmambrogio

Mer, 11/04/2012 - 18:12

E' facile fare l'ambientalista mettendo il fotovoltaico se il fotovoltaico è a carico di tutta la comunità,il FV è il risultato dell'ipocrisia ambientalista.

duxducis

Mer, 11/04/2012 - 18:13

x marcaurelioiii: per quale motivo duxducis si deve riferire al fascismo? Il termine e' latino e facile da ricordare. Riguardo al resto del commento, si vede che frequenti poco le universita' famose: gli Italiani che tu chiami di destra scappano dall'italia perche' l'Universita' e' completamente occupata da sinistroidi. Ma meglio cosi', all'estero ci pagano una paccata di soldi in piu'. Ormai quelli bravi non considerano neppure l'opzione di rimanere in Italia e' un paese troppo pieno di ignoranti.

blackbird

Mer, 11/04/2012 - 18:18

Bell'articolo, scientificamente ed economicamente ineccepibile. Ma sarà in grado di capirlo chi ha fatto studi classici e non ha ancora deciso se Achille raggiungerà la tartaruga? Il guaio dell'Italia è che abbiamo una scuola che non prepara le menti alle materie scientifiche, dalle elementari ai licei. E altro grande guaio, la nostra "esterofilia genuflessa", che ci porta a copiare quello che di sbagliato fanno negli altri Paesi.

duxducis

Mer, 11/04/2012 - 18:13

x marcaurelioiii: per quale motivo duxducis si deve riferire al fascismo? Il termine e' latino e facile da ricordare. Riguardo al resto del commento, si vede che frequenti poco le universita' famose: gli Italiani che tu chiami di destra scappano dall'italia perche' l'Universita' e' completamente occupata da sinistroidi. Ma meglio cosi', all'estero ci pagano una paccata di soldi in piu'. Ormai quelli bravi non considerano neppure l'opzione di rimanere in Italia e' un paese troppo pieno di ignoranti.

blackbird

Mer, 11/04/2012 - 18:18

Bell'articolo, scientificamente ed economicamente ineccepibile. Ma sarà in grado di capirlo chi ha fatto studi classici e non ha ancora deciso se Achille raggiungerà la tartaruga? Il guaio dell'Italia è che abbiamo una scuola che non prepara le menti alle materie scientifiche, dalle elementari ai licei. E altro grande guaio, la nostra "esterofilia genuflessa", che ci porta a copiare quello che di sbagliato fanno negli altri Paesi.

sdb251

Mer, 11/04/2012 - 18:21

Per chi non e informato bene visto che seguo il mercato tedesco per lavoro le societa tedesche che sono fallite la colpa e dei prodotti costruiti in CINA più convenienti e oggi forse di qualita migliore (anche se non ci credo ), l'energia alternativa e sempre meglio del petrolio ,mi spiace dirlòo ma questa volta e una grande falsita e un inganno dire che il solare sia un flop

sdb251

Mer, 11/04/2012 - 18:21

Per chi non e informato bene visto che seguo il mercato tedesco per lavoro le societa tedesche che sono fallite la colpa e dei prodotti costruiti in CINA più convenienti e oggi forse di qualita migliore (anche se non ci credo ), l'energia alternativa e sempre meglio del petrolio ,mi spiace dirlòo ma questa volta e una grande falsita e un inganno dire che il solare sia un flop

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 18:26

@ #136 Andrea 68 Ah ah ah. Avevo un sospetto sulle sue capacità mentali ma le avevo lasciato il beneficio del dubbio! Completamente dissipato da questo post. "I costi del nucleare sono altissimi e vengono pagati dallo stato ma a voi italioti queste cose non vengono proprio alla mente. " Ottimo allora TUTTO il mondo è fatto di italioti visto che TUTTO il mondo va comunque verso il nucleare. Perchè è naturale per uno stato utilizzare l'energia più costosa giusto per il gusto di far pagare di più noi!! E questo nelle Americhe, in Europa, in Cina, in India .... tutti posti dove ascoltano solo Fede e Belpietro. Ho il forte sospetto che il suo neurone, di più non ne può avere, sia a far compagnia alla particella di sodio! Ma pensa te se devo anche sottolineare l'ovvio.

Ritratto di -lorenzo-

-lorenzo-

Mer, 11/04/2012 - 18:26

#139 nestore55. uff. Sarò + chiaro: 1- non sono un compagneros anche se sostengo le energie alternative 2- dalla caverna è appena uscito duxducis 3- aumentare la quota di energie rinnovabili e diminuire sprechi e dipendenza da petrolio è un modo come un altro per consegnare un mondo un po' meno devastato e meno inquinato a chi verrà dopo di noi. Ben vengano la ricerca sul nucleare pulito, erp, e quella sulle energie rinnovabili, dato che non può esistere una sola forma di sussistenza energetica. Non mi sembra un crimine cercare e imboccare altre strade alternative, visto dove ci ha portato il nostro stile di vita insostenibile, che richiede sempre più risorse che non abbiamo. @Alberti: xò fai apposta ...è vero, argomenti ma hai il paraocchi. solo uno sprovveduto può pensare a un globo con 10 mld di persone e vabè, 2.le energie rinnovabili sono ALTAMENTE tecnologiche e perciò per ora care, 3.non paciamamaismo ma attenzione alla casa in cui viviamo e che lascieremo ai posteri.xxx

PirlaBuster

Mer, 11/04/2012 - 18:26

ma vogliamo parlare delle sovvenzioni pubbliche al petrolio per esempio? quanti miliardi di euro lo stato ha dato per le esplorazioni petrolifere ' ?

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 18:27

@ #133 falso96 Si certo come no!! Nick azzeccato per quello che scrivi!!

sdb251

Mer, 11/04/2012 - 18:27

Mettiamo in chiaro che sono uno di destra ma certe notizie mi fanno girare le P...e la fusione a freddo e già stata inventata ma nessuno la vuole vedere in circolazione per motivi politici e sporchi spero che veramente venga al più presto la fine del mondo per vedere crepare anche chi ha i soldi a palate poi vediamo cosa ci fanno con quei quattro soldi di M....a

Albert1

Mer, 11/04/2012 - 18:29

@ #132 marcaurelioiii Ed io non ho mai visto un Kompagno con del sale in zucca: tutto perso dalla terza narice!!

Pagine