Spari in tribunale, verso funerali di Stato per le vittime

Mattarella: "Soliderietà a tutte le vittime". Convalidato l'arresto per l'imprenditore, lunedì un nuovo interrogatorio

Dopo aver espresso solidarietà alla magistratura per la sparatoria al tribunale di Milano, Sergio Mattarella ha precisato che il suo cordoglio va a tutte le vittime, anche "ai familiari dell’avvocato Claris Appiani e a quelli dell’altra vittima Giorgio Erba",

"Non vi è stata nessuna omissione", dice il presidente della Repubblica dopo le polemiche sulla frase pronunciata nell’intervento al Csm di giovedì scorso dopo la tragedia. "Esprimo la solidarietà alla magistratura, in particolare a quella milanese, esprimo nel contempo solidarietà ai feriti, ai familiari dell’avv. Lorenzo Claris Appiani (che stava svolgendo l’importante funzione di testimone) e a quelli dell’altra vittima, Giorgio Erba, prendendo parte al loro terribile dolore", aveva però detto Mattarella, come precisano dal Quirinale, "Dolore tanto più lacerante in quanto gli assassinii si sono consumati in un luogo dedicato al rispetto della legge e all’affermazione della giustizia".

Intanto per il giudice Fernando Ciampi, l'avvocato Lorenzo Claris Appiani e il coimputato nel processo Giorgio Erba potrebbero esserci i funerali di Stato, come avrebbero anticipato fonti di Palazzo Chigi.