"Sposalo o ti uccidiamo": 18enne indiana denuncia i suoi genitori

Una ragazza indiana di Colorno, nel Parmense, era stata obbligata dai suoi genitori a contrarre un matrimonio combinato. La giovane ha denunciato i familiari

Fin dalla sua infanzia era costretta a sottostare, suo malgrado, a rigide regole imposte dai suoi genitori. Quando, però, la famiglia le aveva comunicato che presto sarebbe convolata a nozze con un uomo che lei neanche conosceva, una ragazza indiana si è ribellata e denunciato il padre e la madre.

La triste storia arriva da Colorno, comune in provincia di Parma. La giovane, che frequenta una scuola superiore della città, non poteva sopportare di condividere il resto della vita con uno sconosciuto e, per questo, con coraggio si è opposta al volere della sua famiglia.

Ma la volontà espressa della giovane ai suoi genitori non è piaciuta. Le loro decisioni erano da considerare inappellabili e il matrimonio, inoltre, era già pronto. Per farle accettare le nozze, il padre e la madre l'hanno minacciata di morte più volte: "O lo sposi o ti ammazziamo" è una delle frasi ricorrenti rivolte contro la propria figlia.

Una situazione davvero insostenibile e pericolosa. La 18enne, così, si è recata dai carabinieri di Colorno che hanno raccolto la sua testimonianza.

Durante le indagini, i militari hanno appurato che la ragazza, sin da piccola, era stata costretta a vivere in uno stato di soggezione totale e anche per una minima trasgressione delle rigide regole significava il divieto di uscire più di casa, anche solo semplicemente per andare a scuola.

I genitori, inoltre, le hanno sempre vietato di frequentare ragazzi, anche quelli conosciuti in ambito scolastico. Con il passare del tempo le imposizioni sono diventate sempre più restrittive ed hanno riguardato anche il modo di vestirsi ed il divieto di truccarsi.

L’obbligo di sposare un perfetto sconosciuto è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Con le prove raccolte, i carabinieri ed i servizi socio- assistenziali,sono subito intervenuti portando la ragazza indiana, alla quale è stata fornita una nuova identità, in una località segreta dove potrà iniziare una nuova vita.

I due genitori, invece, sono stati raggiunti dal provvedimento emesso dalla Procura della Repubblica di Parma, del divieto di avvicinamento alla figlia.

Commenti

routier

Mar, 25/12/2018 - 12:18

Divieto di avvicinamento? Era molto meglio un decreto di espulsione coatta!

bruco52

Mar, 25/12/2018 - 12:21

una delle tante usanze, che un giorno saranno nostre secondo la Boldrini, di culture lontano anni luce dalla nostra, dove le femmine sono solo merce di scambio, fonte di reddito e non hanno voce in capitolo....costrette a dare in pegno il loro corpo e la loro anima a sconosciuti, a volte di venti, trent'anni più grandi, in cambio di soldi ai genitori o per meglio dire al padre, perché anche la madre conta meno che zero....chissà se la Boldrini legge queste notizie e cosa ne pensa.....non lo sapremo mai, se ne sta in religioso, anzi, laico silenzio....

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 25/12/2018 - 12:36

Ha fatto bene a denunciare. Buonisti e femministe dove siete? Vi pare male andare contro ai vostri protetti clandestini ed extracomunistari Che commettono soprusi anchesui loro stessi famigliari?

Aristide56

Mar, 25/12/2018 - 12:37

quanto ci costano le loro usanze

venco

Mar, 25/12/2018 - 13:32

Ma questi genitori sono veri cittadini italiani?? strano.

Malacappa

Mar, 25/12/2018 - 14:32

Ehi indiani sveglia siamo nel 2018 trogloditi

Euge

Mar, 25/12/2018 - 14:36

però a qualcuno piace questa nuova cul tura indopakistrana, alla Boldr-H per esempio !!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mar, 25/12/2018 - 14:40

Spediteli al loro paesello natio, colà potranno campare senza l'assillo delle utenze domestiche autentica forca caudina nostrana per il bilancio famigliare. Mi sovviene che le loro usanze, qualcuno vorrebbe accollarle al popolo italiota, abbiano la particolarità che a Natale oltre al menù tradizionale diano in pasto al miglior offerente la propria figlia in sposa.

Gianni11

Mar, 25/12/2018 - 14:49

I migranti vendono le figlie come spose ai connazionali nei loro paesi per far venire altre "risorze" da noi. Quando ci svegliamo? Chiudiamo le porte di casa o ci troveremo tutto il terzo mondo dentro casa.

titina

Mar, 25/12/2018 - 16:26

ha fatto bene a denunciare: quei genitori non sanno amare una figlia, dunque sono estranei alla ragazza.

Ritratto di jasper

jasper

Mar, 25/12/2018 - 17:21

E perchè questi due cialtroni Indiani non vengono rispediti in India seduta stante? Che fa Salvini?

acam

Mar, 25/12/2018 - 17:25

beh secondo me un trattamento giusto ma tardivo alle pesone, che entrano del nostro paese, debbono essere fatte chiare all'inizio con la sottoscrizione di un documento, che le restrizioni personali sono contro la nostra costituzione, religione si religione no e perseguibili con la reclusione/espulsione.

porcorosso

Mar, 25/12/2018 - 17:28

Espulsione immediata (dei familiari). RAUS

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Mar, 25/12/2018 - 17:30

L'articolo non lo dice, ma sicuramente la loro religione è quella musulmana; da ciò ne deriva che non è necessario essere jihadisti per avere idee fondamentaliste. E poi si pretende che questi si possano integrare. Pura illusione o becera idiozia di troppi nostri governanti !!!

timoty martin

Mar, 25/12/2018 - 17:52

Pratiche incompatibili con società odierna. Ragazza ha fatto bene a denunciare. Purtroppo non avrà vita facile.

seccatissimo

Mar, 25/12/2018 - 18:12

Espulsione immediata di questi genitori trogloditi oppure 18 anni di carcere duro per avere ridotto in schiavitù e rovinato la vita di un famigliare, la propria figlia !

Ritratto di pierluigiv

pierluigiv

Mar, 25/12/2018 - 20:00

bruco52 mi ha tolto le parole di bocca... ma quando Il Giornale mettera' la possibilita' di mettere un "like" ai commenti?

stopbuonismopeloso

Mar, 25/12/2018 - 20:15

andavano espulsi, se non accetti le regole del paese in cui vivi, torni a casa tua, punto e basta

Marguerite

Mar, 25/12/2018 - 20:47

Un caloroso applauso a questa coraggiosissima ragazza e gli auguro una bella vita felice e serena nel modo occidentale! Spero che si troverà un bel marito Europeo e che fonderà una bella famiglia! Sono così che ci piacciono i migranti, quando si adattano ai modi del paese dove vivono!

Ritratto di pravda99

pravda99

Mar, 25/12/2018 - 22:55

@zanzaratigre - Sciocchino e ignorantello, sono indiani, e la religione Hinduista pratica il matrimonio combinato. Mi sorprende che non abbia detto che erano anche comunisti, cara sottospecie di KKK all'amatriciana col cappuccio non bianco ma di lattice...

rosolina

Mar, 25/12/2018 - 23:30

certo che un uomo così scorfano da dover ricorrere al terrore...

Divoll

Mer, 26/12/2018 - 00:23

"Una ragazza indiana di Colorno".... Non si puo' leggere una frase del genere senza provare raccapriccio. Se e' indiana, e' dell'India, non del Parmense. Inoltre, in India non ci sono guerre, che ci fa in Italia questa famiglia?!

Euge

Mer, 26/12/2018 - 01:17

ehi pravdazz, gli Hin2 praticavano (e forse praticano tutt'ora) la cremazione coatta delle vedove ... non dirmi che non lo sapevi, tu che sai tuuto