Spray anti-aggressione per le donne. L'iniziativa della Lega per l'8 marzo

A Fonteviva il Comune distribuisce alle cittadine maggiorenni le bombolette urticanti. "Belli i fiori, ma in troppe vengono calpestate"

Per la festa delle donne c'è chi regala fiori e chi, come il sindaco di Fontevivo, preferisce invece un oggetto forse meno tradizionale, ma che reputa ben più utile per le donne. Tommaso Fiazza, eletto con la Lega nord, primo cittadino più giovane d'Italia, ha inaugurato l'iniziativa in nome di una convinzione ben precisa.

"I fiori sono bellissimi - spiega - ma troppe donne vengono calpestate, rapinate o violentante nel corpo e nella dignità, e noi vogliamo mandare un segnale forte, mettendole in condizione di difendersi". L'auspicio del sindaco è che lo spray anti-aggressione non debba mai servire, ma nel caso le sue concittadine si facciano trovare pronte.

L'iniziativa è nata, dice ancora, dal vicesindaco Matteo Agoletti. Da domani all'11 marzo lo Sportello del cittadino distribuirà lo spray alle donne maggiorenni che ne faranno richiesta, dalle 8.30 alle 12.30. E c'è anche la possibilità di prenotarlo per e-mail.

Commenti
Ritratto di marapontello

marapontello

Lun, 07/03/2016 - 22:02

Sono effettivamente più utili delle bandiere a mezz asta.

Ritratto di ohm

ohm

Lun, 07/03/2016 - 22:15

Bene! Ottima iniziativa!

Algenor

Lun, 07/03/2016 - 22:36

La bomboletta é efficace solo se una donna ha il tempo ed il sangue freddo di estrarla, puntarla e spruzzarne il contenuto.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 07/03/2016 - 22:49

attenzione che non si presenti una del centro sociale che poi ve lo spruzza addosso.

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Lun, 07/03/2016 - 23:53

Vedrete che si farà vivo il magistrato di turno che dirà che lo spray è vietato. Tanto per fare il solito bastian contrario!!!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 08/03/2016 - 00:01

Solo da chi è fuori dal pensiero unico del pecorame rosso e sa ragionare con la propria testa è in grado di festeggiare le donne regalando un sistema di difesa.

cangurino

Mar, 08/03/2016 - 03:59

Ottima iniziativa. Ovviamente c'è da augurarsi di non doverla mai usare, non per il trauma tremendo di essere oggetto di aggressione, bensì per il trauma peggiore del processo conseguente alle denunce, che la povera vittima subirebbe da parte dell'aggressore, "povera" vittima di lesioni. Sarebbe il minimo dell'InGiustizia italiana, dove la legittima difesa è vista sempre come violenza gratuita.

Giorgio Rubiu

Mar, 08/03/2016 - 06:57

Secondo me ne avrebbero diritto anche gli anziani che sono esposti a rapine e violenze e sono costretti a subirle perché non possono ne scappare ne difendersi. La spruzzatina potrebbe fargli guadagnare i minuti necessari per allontanarsi e sottrarsi al rischio.

franco-a-trier-D

Mar, 08/03/2016 - 09:08

io lo ho in auto da oltre 20 anni