Ora Stacchio firma per legge contro armi

Il benzinaio di Ponte di Nanto: "Mi hanno strumentalizzato, non sono un eroe. Non voglio una società come negli Usa, dove sono tutti armati"

Stacchio firma la proposta di legge per la difesa non violenta - Dal sito del Comune di Vicenza

Era diventato, nell'epopea popolare e nel racconto di molti media, l'emblema del cittadino comune che prende le armi per difendersi e si fa eroe per sopperire alle mancanze dello Stato.

Eppure Graziano Stacchio, il benzinaio veneto che il 3 febbraio scorso sparò ai banditi per difendere la commessa di una gioielleria nelle adiacenze del suo distributore, oggi firma una proposta di legge per la difesa civile e non armata. La notizia, per alcuni inattesa, viene data dal Giornale di Vicenza: il benzinaio spiega di sentirsi "strumentalizzato" e di non sentirsi affatto un eroe.

"I veri eroi sono quelli che ci proteggono tutti i giorni, che lo fanno per lavoro, che sono addestrati per questo compito - chiarisce Stacchio - Questo concetto è fondamentale: la preparazione." Il benzinaio di Ponte di Nanto puntualizza anzi di non voler incrementare in alcun modo il clima di insicurezza: "Altrimenti ci si troverà tutti armati come negli Usa".

Stacchio ha firmato la proposta di legge nell'ambito di una tre giorni sulla trasformazione non violenta dei conflitti organizzata dal comune di Vicenza, che sul proprio sito spiega come il benzinaio abbia "accettato di essere presente per dire no alla violenza".

"Questa proposta di legge – ha ricordato l'assessore vicentino Isabella Sala – ridefinisce i concetti di difesa e sicurezza, ricordando che la Costituzione affida a ogni cittadino il dovere della difesa della patria e, contemporaneamente, ripudia la guerra. È compito di tutti noi attivarci perché lo Stato organizzi una difesa civile, non armata e non violenta".

Sorpresi? Stacchio era diventato sì un simbolo della resistenza, anche armato, al dilagare del crimine. Tuttavia sin da subito si era mostrato restio ad appoggiare le frange più bellicose della campagna organizzata in suo favore. Già un mese fa, in un'intervista a Repubblica, aveva ribadito di non volerla proprio, quell'etichetta di eroe: "Anche solo l'idea della legge della giungla mi fa molta paura", aveva detto.

Commenti

linoalo1

Sab, 11/04/2015 - 16:36

Ormai,anche qui in Italia,moltissimi vorrebbero armarsi!Quanto bene stavamo,prima delle Invasioni dei Barbari?

niklaus

Sab, 11/04/2015 - 16:52

E' comprensibile la posizione di Stacchio. Non si uccide una persona senza portarne il ricordo e le conseguenze per tutta la vita. Non e' un'azione che si puo' ripetere. Ma i politici che ci speculano su fanno una mesta figura,come quando ci dicono scemenze del tipo che "la Costituzione affida a ogni cittadino il dovere della difesa della patria e, contemporaneamente, ripudia la guerra". Come a dire, se aggrediti, difendiamo la patria tagliando la corda!

vince50_19

Sab, 11/04/2015 - 17:03

Come no! Valga anche per i politici e le loro scorte, naturalmente..

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Sab, 11/04/2015 - 17:16

Più che mai adesso sto dalla parte di Stacchio. Questa persona per bene, che ha compiuto un gesto eroico a rischio della propria vita; questa persona che in uno Stato NORMALE verrebbe subito insignita di medaglia al valore civile dal Presidente della Repubblica (di una repubblica NORMALE) è costretta a fingere di sostenere questa proposta contro le armi per cercare di alleggerire la sua posizione, comprensibilmente temendo che questa giustizia alla rovescia, questa giustizia che difende i delinquenti, questa giustizia amministrata da magistrati komunisti possa distruggere la sua vita. IO STO CON STACCHIO.

IDRIVE

Sab, 11/04/2015 - 17:17

Qualcuno di questi che vogliono istituire questo concetto cervellotico di "difesa non armata", come avrebbe fatto se si fosse trovato nella situazione di Stacchio: con criminali che gli sparavano contro con i Kalashnikov... gli sarebbe corso incontro brandendo un mazzo di fiori?

Zizzigo

Sab, 11/04/2015 - 17:32

Personalmente preferisco la Costituzione Americana... qui la mancanza di ogni libertà è asfissiante. E poi, chi conosce le armi (sarebbe un dovere costituzionale), ne ha rispetto, ma non paura.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 11/04/2015 - 17:46

niklaus @ non siamo tanto lontani dalle "risorse" che abbandonano la loro patria per farsi mantenere in itaglia.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 11/04/2015 - 17:49

Sono d'accordo nel non incrementare il clima di insicurezza,ma nemmeno di aumentare le fabbriche di bare per i cittadini onesti.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Sab, 11/04/2015 - 17:57

Stacchio attento a non farti ingabbiare da quelli che se potevano ti avrebbero messo in mano ai giudici per eccesso di legittima difesa....e soprattutto non firmare mai niente che quelli (stai certo) potranno usare contro di te o altri come te.

FRANZJOSEFF

Sab, 11/04/2015 - 17:59

STACCHIO LEI SBAGLIA E DI GROSSO. COSI' LE LEGITTIMA I LADRI CHE SONO ARMATI E CONDANNA ALL'IMPOTENZA E VILTA' CHI SI PUO' DI FENDERE E DIFENDERE LA FAMIGLIA. LEI SI E' INGINOCCHIATO A QUEI BASTARDI. LE CONSIGLIO DI RITIRARE LA FIRMA. LEI HA PERSO

FRANZJOSEFF

Sab, 11/04/2015 - 18:03

LA DIFESA DELLA PERSONA E' SACRA. AMCHE SE STESSA E' SACRA. SI RICORDI LA FAMOSA FRASE SI VIS PACEM PARABELLUM. SE LEI CI PENSA QUEL GIORNO HANNO ASSALTATO QUELLA GIOIELLERIA, L'INDOMANI TOCCAVA A LEI. PERCHE' QUANDO RUBANO E FANNO FURTI O RAPINANO TASTANO LA ZONA E LA REAZIONE DELLE PERSONE. LE CHIEDO DI RITIRARE QUELLA FIRMA. NON E' CON LA FIRMA CHE LA SUA COSCIENZA (AMMESSO CHE E' IN TORTO) SI RENDE PIU' AGEVOLA LA COSCIENZA. LEI HA FATTO CIO' CHE IL VANGELO DICE: DIFENDETE IL SIMILE ANCHE A COSTO DELLA PROPRIA VITA. SE LEI VENIVA UCCISO MORIVA DA EROE E DI FRONTE A DIO, PERCHE' SALVAVA ALTRA PERSONA. RITIRI LA FIRMA IN QUELLA MALEDETTA PROPOSTA DI ARRESA AI LADRI.

gianrico45

Sab, 11/04/2015 - 18:04

E' solo paura.Ha capito che dalla sua parte ha il sostegno di solo una parte, anche se grande, dell'opinione pubblica,ma nessuna comprensione da parte delle istituzioni.

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Sab, 11/04/2015 - 23:08

Sig. STACCHIO, certa stampa, fa di tutto per "cambiare" quanto di bene un uomo fa per la collettività. Lei HA FATTO BENE, ha seguito quell'istinto di persona onesta che a rischio della propria vita, si è adoperato per gli altri. NON ASCOLTI quanti vogliono CANCELLARE qul poco di DIGNITA' che come Italiani e Persone Oneste ci è rimasto!

zucca100

Dom, 12/04/2015 - 00:26

E vai, ci mancavano i magistrati komunisti...

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 12/04/2015 - 09:06

Ovvio, lo hanno linciato e il poveraccio adesso deve fare retromarcia. L'onesta' in itaglia e' un delitto. Questo cesso di nazione garantisce solo i criminali.

tonipier

Dom, 12/04/2015 - 12:14

" ESISTE LA LEGALITA' IN ITALIA?" Esiste la sicurezza in ITALIA, se esiste come mai aumenta la illegalità. Le frottole sono da sempre frottole.

risorgimento2015

Dom, 12/04/2015 - 14:00

Sig.STACCHIO ormai aiVERI iTALIANI e rimasto solo quello di armarzi e difenderci come a fatto lei!e poi siccome saremo una minoranza ci tocchera` ritirarci in fortezze come nel MEDIO EVO" forza e onore"