"State tranquilli, non c’è formaggio": mangia la pasta e muore a 7 anni

Sono tre gli scritti nel registro degli indagati dalla Procura di Salerno che sta indagando sulla morte di C.W., bimbo inglese di 7 anni deceduto ieri in ospedale, dove era ricoverato a causa di un malore dopo aver mangiato con i genitori in un ristorante in
Costiera Amalfitana

Sono tre gli scritti nel registro degli indagati dalla Procura di Salerno che sta indagando sulla morte di C.W., bimbo inglese di 7 anni deceduto ieri in ospedale, dove era ricoverato a causa di un malore dopo aver mangiato con i genitori in un ristorante in
Costiera Amalfitana. Gli indagati, la cui iscrizione nel registro era un atto dovuto, sono il titolare del ristorante, il responsabile di sala e il cuoco. Sulla vicenda però sono ancora in pieno sviluppo le indagini condotte dai carabinieri del Nas di Salerno. L’autopsia sul corpo del bimbo intanto dovrebbe svolgersi all’inizio della prossima settimana.

All’ora del pranzo, l’organizzatore dell’escursione consiglia alla famiglia inglese di recarsi nel paese di Scala, rinomato per le sue trattorie e i suoi castagneti. AL MOMENTO di ordinare, i genitori del bambino riferiscono delle sue allergie: il piccolo è infatti intollerante ad alcuni alimenti e, in particolare, a latte e latticini. I Cameron sostengono di avere avvertito della cosa il cameriere e il titolare e che fosse loro stato assicurato che la pasta al pomodoro servita a Wahio non contenesse né latte né suoi derivati, ovvero formaggio e mozzarella.Ma trascorsi pochi minuti dalla fine del primo piatto, il bimbo inizia a sentirsi male. Una reazione violenta, tanto che arriva in arresto cardiaco al presidio ospedaliero Costa d’Amalfi.

Commenti
Ritratto di saròfranco

Anonimo (non verificato)

agosvac

Dom, 01/11/2015 - 12:52

Quando muore un bambino di 7 anni, è sempre una tragedia. Grave allergia ai latticini. Ma, c'è da chiedersi, come mai un essere umano che nasce onnivoro può sviluppare una grave allergia per un qualsivoglia cibo??? E' una cosa che non sono mai riuscito a capire!

Prameri

Dom, 01/11/2015 - 15:13

Agosvac, per digerire un latticino, come per un qualsivoglia cibo, è necessaria l'attrezzatura adatta, complessa, di cui abbiamo ereditato dai genitori il programma e l'esecutore. Un cambiamento nella catena di comando ereditata, oppure un cambiamento avvenuto nel corso della nostra vita, ci impedisce di ridurre ai minimi termini (a molecole semplici) un cibo. Frammenti non ridotti al minimo possono essere interpretati dai componenti del nostro sangue come nemici estranei e scatenare una reazione che ha uno scopo protettivo. Ma purtroppo analogamente alla frequente morte programmata che avviene con frequenza per singole nostre cellule, si innesca, su tutto il corpo raramente, una risposta intensa potenzialmente mortale. Bisogna prevenire il danno iniziale soprattutto.

Ritratto di GIANCAGIO

GIANCAGIO

Dom, 01/11/2015 - 16:49

Ho trascorso una quindicina d'anni indaffarato nella cucina di un hotel / ristorante e mi riesce difficile comprendere come in un sugo al pomodoro possano esserci dei latticini o del formaggio, che per questo tipo di primo piatto viene servito sempre a parte con apposita formaggera. Le analisi sulla pasta ingerita o rimasta sul piatto ci diranno di più. Io penserei a qualche altro alimento...

Ritratto di gionnilekef

gionnilekef

Dom, 01/11/2015 - 18:08

Sono nelle stesse condizioni e sempre stupito dell'incoscienza di certi ristoratori: a volte bene, mentre il bambino inglese di 7 anni ci ha rimesso la vita. Alle volte la stupidità non ha limiti: a me è successo in estate di sentirmi offrire in un ristoranter dei ravioli di pesce e di assicu= rarmi che non vi era formaggio: per fortuna me ne sono e mi hanno detto che c'era solo GRANA!!!

Ritratto di gionnilekef

Anonimo (non verificato)

routier

Ven, 22/01/2016 - 13:53

In genere, l'idiozia è dannosa. Talvolta anche mortale!