Storica visita del Papa nel tempio valdese di Torino

Otto secoli fa i Valdesi furono accusati di eresia e scomunicati. Papa Francesco: "Perdono per i nostri atti inumani"

Papa Francesco ha varcato la soglia del Tempio valdese di Torino: si tratta di un momento storico, visto che è la prima volta che un Papa entra in un luogo di culto di questo tipo. Con questa visita, ha detto il moderatore della Tavola Valdese, pastore Eugenio Bernardini, "il Papa ha varcato un muro alzato otto secoli fa, quando la nostra chiesa fu accusata di eresia e scomunicata dalla Chiesa romana".

La Chiesa evangelica valdese è una chiesa cristiana riformata di tradizione valdese, che conta una popolazione complessiva, al 31 dicembre 2010, di 24mila fedeli in Italia (gran parte dei quali nelle valli valdesi) e in alcune comunità di lingua italiana
nelle maggiori città della Svizzera e alcune migliaia in Argentina e Uruguay. Il valdismo è stato un movimento pauperistico medievale nato a Lione nel XII secolo dagli insegnamenti di Valdo di Lione come risposta alla corruzione dell'epoca della Chiesa di Roma. I valdesi presenti in Italia e in Svizzera sono riuniti nella Chiesa evangelica valdese, mentre quelli in Uruguay e Argentina appartengono alla Iglesia Evangélica Valdense del Río de la Plata.

Costruito nel 1853, il tempio di Torino è il primo nato dopo la concessione dei diritti civili nel 1848 al di fuori delle vallate alpine in cui erano confinati i Valdesi. "Caro fratello Francesco, benvenuto", ha detto a Bergoglio il pastore valdese Paolo Ribet. "La incontriamo con gioia come un nuovo fratello nel nostro percorso. Vogliamo leggere la sua visita, che è stata definita giustamente storica, proprio in questa dimensione. Viviamo un’esperienza incoraggiante e spero anticipatrice di ulteriori esperienze ecumeniche anche a Torino". Dopo il pastore Ribet è intervenuto il moderatore della chiesa valdese rioplatense di Uruguay e Argentina, un omaggio alle origini del Papa: "Sarebbe bello - ha detto - poter organizzare un evento simile. Papa Francesco, si consideri invitato sin da ora...".

Nel suo discorso il pastore Bernardini ha chiesto al Papa di rompere il tabù che impedisce a cattolici e protestanti di vivere insieme la "cena del Signore" durante il culto: "Ciò che unisce i cristiani raccolti intorno alla mensa di Gesù sono il pane e il vino che egli ci offre e le sue parole, non le nostre interpretazioni che non fanno parte dell’evangelo. Sarebbe bello che in vista del 2017 le nostre chiese affrontassero insieme questo tema".

Il Papa chiede perdono ai Valdesi per quanto fatto contro loro dai cattolici: "Da parte della Chiesa cattolica vi chiedo perdono per gli atteggiamenti e i comportamenti non cristiani, persino non umani che, nella storia, abbiamo avuto contro di voi. In nome del Signore Gesù Cristo, perdonateci!".

"Siamo profondamente grati al Signore - ha detto il Santo padre - nel constatare che le relazioni tra cattolici e Valdesi oggi sono sempre più fondate sul mutuo rispetto e sulla carità fraterna". I progressi fatti in questo cammino ecumenico incoraggiano "a continuare a camminare insieme", ha esortato il pontefice. "Le differenze su importanti questioni antropologiche ed etiche, che continuano ad esistere - ha detto Papa Bergoglio - tra Cattolici e Valdesi, non ci impediscano di trovare forme di collaborazione in questi ed altri campi. Se camminiamo insieme, il Signore ci aiuta a vivere quella comunione che precede ogni contrasto". L’unità dei cristiani, ha proseguito Bergoglio, "non significa uniformità. I fratelli infatti sono accomunati da una stessa origine ma non sono identici tra loro. Purtroppo - ha aggiunto - è successo e continua ad accadere che i fratelli non accettino la loro diversità e finiscano per farsi la guerra l’uno con l’altro. Riflettendo sulla storia delle nostre relazioni, non possiamo che rattristarci di fronte alle contese e alle violenze commesse in nome proprio della fede".

La reazione dei Valdesi

"La storia non si cambia - ha detto il pastore Bernardini - quello che è accaduto è accaduto, le esclusioni, i pregiudizi, i martiri ci sono stati, l’importante è che la chiesa di oggi esprima un giudizio storico, le parole sono importanti, le abbiamo apprezzate. Da Papa Francesco ci potevamo aspettare espressioni di questo tipo - ha aggiunto facendo riferimento alla richiesta di perdono avanzata dal pontefice- perché ci ha abituati a questo tipo di sensibilità e attenzione. Con le sue parole ha dato il tono alla musica ma non ha scritto le note anche se dare il tono è importante perché aiuta chi poi ha la legittimità e la competenza per scrivere le note. Il Papa non può fare tutto quello che vuole, anche lui deve rispettare la disciplina", ha concluso il pastore, sottolineando che "in attesa di un’attestazione formale si può prefigurare il futuro con un nuovo linguaggio come quello di Papa Francesco".

Commenti

Totonno58

Lun, 22/06/2015 - 09:46

Grazie, Francesco, stai riscrivendo la Storia secondo il Vangelo.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Lun, 22/06/2015 - 10:05

Sono contento per il percorso intrapreso per riunire sotto la stessa croce,lo stesso verbo,cristiani divisi da interessi personali che nulla hanno a che vedere con i vangeli.

46gianni

Lun, 22/06/2015 - 10:08

c'è qualche cattolico che mi conferma una visita di Cristo ad un tempio di giove

Massimo Bocci

Lun, 22/06/2015 - 10:44

Ma il perdono agli Italiani, che sono più di millenni che sfrutta.....Onlis, quando arriva??? Poi sarebbe gradito ai Bue anche la fine della reiterazione dei reati e la restituzione (anche a rate Greche) del malloppo!!!

Tarantasio.1111

Lun, 22/06/2015 - 11:15

Chiedi perdono anche per il male che tu fai oggi a tutti gli immigrati che, invece di aiutarli nel loro paese li illudi e li fai vivere come porci in pesi stranieri.

Libertà75

Lun, 22/06/2015 - 11:34

@Bocci, parla della Chiesa o del PCI? perché sarebbe il caso da cominciare da questi ultimi che sono italiani e non di uno Stato Sovrano estero.

Ritratto di Loudness

Loudness

Lun, 22/06/2015 - 11:38

Questo chiede scusa a tutti tranne ai cristiani che ancora lo sopportano. Povera Chiesa... in che brutte mani è finita.

maurizio50

Lun, 22/06/2015 - 11:56

Sarebbe forse il caso che i Preti e pure il Papa, invece di chiacchiere, facciano fatti concreti: per esempio ospitare in casa loro, parrocchie, conventi, seminari e luoghi similari, tutti gli africani che grazie alle loro prediche ci troviamo tra i piedi!!

faberlonc

Lun, 22/06/2015 - 11:56

@Totonno58 è esattamente l'opposto: questo impostore sta riscrivendo il Vangelo secondo la storia. Ma se vogliamo buttare al macero 2000 anni di Magistero cattolico facciamo pure...

maxcz333

Lun, 22/06/2015 - 11:59

Un papa sempre alla ricerca dello scoop mediatico, non per il bene della Chiesa ma per alimentare la "Papolatria". Falso come una moneta da tre euro. "Cum Iesu iris, nunquam cum iesuitis"

FRANZJOSEFF

Lun, 22/06/2015 - 12:00

MA BASTA CON QUESTO PERDONO. PENSATE CHE LE CHIESE CRISTIANE PROTESTANTI NON DICONO NULLA CONTRO I CRISTIANI AMMAZZATI I CATTOLICI AMMAZZATI E PERSEGUITATI LE CHIESE CATTOLICHE BRUCIATE. I MUSSULMANI SPUTANO SI LAVANO NELL'ACQUA SANTA E' QUESTI ..... NON DICONO NULLA .... SIGNIFICA TRADITORI DI GESU' CRISTO E DIO. QUANDO PARLO CON I PROTESTANTI CHE MI ROMPONO I CxxxxxxI NELLE STRADE PER DARMI 2 PAGINE DI NON SO CHE CASA E' NON HANNO VALORE STORICO, ZITTI SULLE PERSECUZIONI. VEDETE CHE CAPITERA' ANCHE A VOI LORO ZITTI. PERCHE' CHIEDERE PERDONO? LA STORIA E' STSORIA

Ritratto di Overdrive

Overdrive

Lun, 22/06/2015 - 12:06

papa calabraghe. Mi sto avvicinando sempre di più alla fede ortodossa, quella che non si è mai piegata alle eresie "del filiusque" per esigenze di mercato di fedeli.

pagano2010

Lun, 22/06/2015 - 12:27

46gianni... lo considererebbe e lo classificherebbe come un levantino perciò lo folgorerebbe! Pubblicare prego!

Marredaffe

Lun, 22/06/2015 - 12:31

Ma c'é qualcuno a cui questo gesuita non senta il bisogno di chiedere scusa? Sembra un disco rotto!

galerius

Lun, 22/06/2015 - 12:47

FranzJoseff, mi hai preceduto...quando i protestanti hanno avuto il coltello dalla parte del manico si sono comportati come e peggio dei cattolici ( la caccia alle streghe, tanto per dirne una ), ma scuse da parte di qualche loro esponente non ne ho mai sentite, sembrano tutti puliti come ermellini, anzi, sono sempre lì a dare lezioni. Come hai detto giustamente la Storia è Storia, o si chiede tutti scusa o non dovrebbe farlo nessuno.

tommy1950

Lun, 22/06/2015 - 12:52

Noi cattolici chiediamo perdono a chiunque, allora vuol dire che abbiamo sempre sbagliato? Allora vuol dire che la Chiesa è fallace? E chi è a capo della chiesa è fallace e quindi può sempre sbagliare? E' giusto o è sbagliato chiedere perdono o fra qualche anno ci ritroviamo a chiedere perdono perchè oggi abbiamo chiesto perdono?.Vi chiedo perdono per aver osato dire questo ma chi può mi faccia capire.

Tergestinus.

Lun, 22/06/2015 - 12:58

Overdrive: a parte che si dice "filioque" all'ablativo, ma poi i cosiddetti ortodossi (in realtà scismatici) in quanto a compromessi non possono proprio insegnare niente a nessuno: sono chiese nazionali sempre schierate a prescindere con il capo di turno. Basti ricordare che Stalin perseguitò duramente la Chiesa cattolica in Russia, Bielorussia e Ucraina, trasferendone tutti i beni alla chiesa ortodossa russa. In quanto all'insensata richiesta di perdono da parte del Papa, sono piuttosto i valdesi a dover ringraziare la Chiesa cattolica, senza la quale loro non esisterebbero neppure. Infatti loro non hanno una loro dottrina in fatto di morale: loro semplicemente stanno prima ad ascoltare quel che dice la Chiesa cattolica su un certo problema morale e poi dicono il contrario.

michele lascaro

Lun, 22/06/2015 - 13:04

È invalsa l'abitudine della Chiesa di chiedere perdono a tutti. Non fanno così gli islamici, che chiedono, a noi infedele, di morire e mai il nostro perdono. Non so quali siano i motivi per l'allontanamento dei "fedeli" dalla Chiesa, ma sono certo che l'uso di chiedere perdono, a destra e a manca, mini la certezza nella Fede.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Lun, 22/06/2015 - 13:08

Ormai in tutto il mondo è conosciuto come un leader comunista, come Papa i Cristiani veri cominciano a non sopportarlo più. Continua a chiedere scusa a tutti , ma ai Cristiani soprattutto italiani a cui fa pagare le speculazioni della sua politica, quando lo farà?.

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Lun, 22/06/2015 - 13:11

Perchè non va a chiedere perdono a quel poveraccio di controllore delle ferrovie nord, a cui poveri rifugiati sudamericani che scappano da guerra e fame hanno staccato un braccio?

46gianni

Lun, 22/06/2015 - 13:20

presto lo vedremo in un tempio massonico a chiedere scusa

berserker2

Lun, 22/06/2015 - 13:21

Si si, chiedi scusa a tutti! Perchè.....8 secoli fa, non erano "eretici" i valdesi....

46gianni

Lun, 22/06/2015 - 13:22

Totonno58 il vangelo non ha bisogno di essere riscritto è o non è parola di DIO?

Totonno58

Lun, 22/06/2015 - 13:35

46gianni...rileggi quello che ho scritto, please.)

Ritratto di Overdrive

Overdrive

Lun, 22/06/2015 - 13:40

@ Tergestinus. giusto "filioque" chiedo venia. Ma a parte questo fai una gran confusione: le singole chiese ortodosse, avranno anche precedenti di asservimento politico, (perchè la chiesa cattolica no? vogliamo parlare della millenaria sottoposizione ad interessi statalisti dei singoli papi) ma, mi spiace, non sulle questioni religiose. Gli ortodossi, non si sono inventati cambiamenti al credo niceo per far fronte alla mercificazione di fedeli dell'eresia monoteista, tanto meno si sono iventati dogmi dell'ultima ora sull'immacolata concezione o sull'infallibilità del papa, tanto meno fesserie che è lo spirito santo che interviene nell'elezione dei papi (rispondenti, nella realtà, a lotte politiche) nè hanno dato vita alla vergogna del mercato delle indulgenze. Una cosa sono le singole chiese...altra la questione religiosa. Lasciamo perdfere, che la chiesa romana, sedicente cattolica, non è mai stata vicina a Cristo, quanto piuttosto alla politica e ai soldi.

Ritratto di aresfin

aresfin

Lun, 22/06/2015 - 13:41

Ci manca solo che chieda scusa anche agli islamici, quelli che massacrano i cristiani, poi saremo alla frutta, alla fine, non solo del cristianesimo, ma della civiltà. Buon appetito caro parroco Francesco.

Tuthankamon

Lun, 22/06/2015 - 14:04

La Chiesa fa bene a chiedere perdono e ad ammettere i propri errori. Questo e' il sesto Papa che lo fa da S. Giovanni XXIII in qua! Detto questo, sarebbe una santa e bella cosa che anche tutti quelli che hanno perseguitato i Cattolici (e tutti i Cristiani) per secoli e continuano a farlo, cominciassero a "girare la pergamena" e a fare quello che fa la Chiesa cattolica. Vorrei proporre una lista di brutture fatte da altri ai Cattolici, ma chi deve sapere gia' sa tutto. Non pretendo il tifo calcistico, pero' ci sono altri che devono confessare qualche peccatuccio! Ovviamente sono disponibile ad ammettere i miei!

Ric60

Lun, 22/06/2015 - 14:26

Il problema e' che molti si illudono che l'Italia sia un paese veramente cattolico. E' vero ci piacciono alcune tradizioni (sempre meno per altro) come chesso' gli abiti delle prime comunioni o cose del genere. Nella realta' la stragrandissima maggioranza degli italiani della religione se ne frega altamente e alcune comunita' religiose (quella Valdese ad esempio) sono piu' piccole ma molto piu' coese e partecipate. Prenderemo atto della realta' bruscamente , come in Irlanda dopo il referedum sui matrimoni gay....rassegniamoci siamo minoranza

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Lun, 22/06/2015 - 14:44

Sarebbe bene che Papa Imbroglio chiedesse scusa innanzitutto agli Italiani poi, a seguire ai Cattolici, visto che di entrambe le categorie pare fregarsene altamente.

faberlonc

Lun, 22/06/2015 - 14:49

@Ric60 concordo che i veri cattolici siano ormai minoranza, e lo sfacelo della società odierna a tutti i livelli ne è la migliore dimostrazione. La cosa triste è che gran parte di coloro che ancora si professano cattolici non si rendono nemmeno conto di non esserlo più, dal momento che la chiesa odierna non insegna più a distinguere il bene dal male, la verità dall'errore.

Tergestinus.

Lun, 22/06/2015 - 14:51

Overdrive: 1. Io non ho detto che la Chiesa cattolica non abbia avuto momenti di asservimento politico, ho detto che non è vero che le chiese cosiddette ortodosse non ne abbiano avuti. E in ogni caso la Chiesa cattolica ha avuto momenti di asservimento al potere secolare, le chiese ortodosse sono per loro essenza ripiegate sul potere secolare. Occorre ricordare che per secoli il cosiddetto patriarca di Costantinopoli era designato dal sutano turco? 2. non c'è nessun "cambiamento" nel credo niceno, ma soltanto una precisazione, che al tempo di Nicea non era stata fatta semplicemente perché pareva ovvia. Che cosa poi significhi "far fronte alla mercificazione di fedeli dell'eresia monoteista" non lo comprendo proprio. Il monoteismo sarebbe un'eresia? Allora sono eretici tutti, cattolici e "ortodossi".

Tergestinus.

Lun, 22/06/2015 - 14:52

II parte. 3. Non esiste nessun "dogma dell'ultima ora inventato". Tutti i dogmi definiti sono divenuti tali dopo discussioni lunghissime, mica che un Papa oggi si alza con il piede storto e decide di definire una nuova verità di fede! Allora anche i fedeli dei IV secolo avrebbero potuto dire che i primi dogmi mariani sono dottrine dell'ultima ora. Sull'immacolata concezione si è discusso per almeno sei secoli; a un certo momento si è giunti alla definizione perché la questione era stata sufficientemente sviscerata ed è stato possibile razionalmente trarre una conclusione. 4. Stesso discorso sull'infallibilità del Papa, il cui vero significato sfugge ai più, come vedo che a Lei sfugge il vero significato dell'assistenza dello Spirito Santo nel conclave, che non "interviene" ma assiste i cardinali, che però restano liberissimi di non prestargli ascolto.

Tergestinus.

Lun, 22/06/2015 - 14:51

III parte. 5. Quanto all'eterna polemica sulle indulgenze, se abusi e colpe ci furono furono opera di singoli, quel che dice la dottrina in proposito è chiarissimo. Chissà quante sono state le colpe di singoli prelati ortodossi, solo che noi non le conosciamo.

idleproc

Lun, 22/06/2015 - 15:04

Ciavete un sacco di problemi voi monoteisti, sempre a litigà e a scannavve pé stabilì quelo mejo o chi là detta giusta oppure no. Nò se pò lassavve soli unatimo. Noarti annamo mejo, ce sta ampia scelta.

ex d.c.

Lun, 22/06/2015 - 15:10

Tra poco la Chiesa chiederà perdono anche agli islamici. In fondo hanno solo ucciso 'qualche' cristiano per imporre la loro religione

Massimo Bocci

Lun, 22/06/2015 - 15:32

x Libertà75,..........Scusi l'obiezione allora oltre che un popolo di COGLIONAZZI BUE!!!, siamo uno di TRADITORI perché consentiamo che si sperperino all'estero i soldi degli Italiani VERI!!! (Che nel frattempo muoiono di fame) Proprio come faceva e hanno sempre fatto i TRADITORI COMUNISTI del PCI (gli internazionalisti del puzzerò,finanziati CCCP) e come fanno i suoi omologhi eredi DP-Coop, cioè erano,rimangono e SONO!!! Solo un branco di traditori-rinnegati che rubano in Italia e agli Italiani per i propri INTRALLAZZI ESTERI!!!! Salute.

monitor

Lun, 22/06/2015 - 15:48

Si può aver fiducia in una istituzione che riconosce di aver sbagliato quasi tutto per qualche migliaio di anni?

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Lun, 22/06/2015 - 16:49

Fra un po' gli ci vorrà la Carta Scusamat. Si faccia una sorta di vendita di indulgenze, come facevano i papi del passato (ma anche oggi). pero' al contrario. Le scuse van bene, ma accompagnate da risarcimenti in danaro. Con la Carta Scusamat, la carta che monda l'immondo. Brutti ricordi del passato? I catari ti appaiono in sogno, ma non si tratta della pubblicità di una crema antiscottature? Giordano Bruno ti sveglia di soprassalto ma non è la pubblicità del nuovissimo barbecue a carbonella? Ordina subito la tua Carta Scusamat. La carta che è meglio dell'oblio ...

shallan10

Lun, 22/06/2015 - 16:51

il mondo intero deve essere fiero che abbiamo veramente il papa Francesco che partecipa a tutti i problemi del mondo intero è sempre presente a tutte le circostanze , con la visita a Torino ,ha dato forza ai disoccupati che hanno bisogno di sostegno sia economico che morale . Un applauso al papa da un musulmano che porta tanto rispetto e stima per il papa . quando ai nostri cari politici assenti dalla piazza dei disoccupati, immigrati , e tanti altri problemi seri di un popolo che soffre un augurio che si risvegliasse la loro coscienza .

Massimo Bocci

Lun, 22/06/2015 - 17:08

x shallan10,...........si vede che lei è un mussulmano,e non conosce i precetti della chiesa cattolica, apostolica romana, (il magna,magna) dei problemi,delle negligenze, delle truffe e intrallazzi parlane dal pulpito ma guardati bene dal risolverne uno, ci sono millenni di mangiatoia ancora da SFRUTTARE!!!! E dove questi possono FRUTTARE!!! IOR!!!

Ritratto di Overdrive

Overdrive

Lun, 22/06/2015 - 17:13

@ Tergestinus il filioque una "semplice precisazione"? andiamo bene! dire che lo spirtio santo procede solo dal padre (credo di nicea originale) piuttosto che da padre e figlio (modifica tutta spagnola, per far fronte all'eresia secondo cui Cristo non era Dio che stava togliendo fedeli alla Chiesa istituzionale).... sarebbe una "semplice precisazione"? e di grazie... mi indica dove, nei vangeli è riportato il dogma dell'infallibilità del papa? piuttosto che quello dell'immacolata concezione? perchè vede... NON CI SONO... tutta roba inventata per legittimare un potere sulla gente che non deriva loro DA NESSUNO E DA NIENTE

Ritratto di Azo

Azo

Lun, 22/06/2015 - 17:15

Ci sono voluti 8 (otto) secoli, per dover dire scusa a una eresia fatta da un Clero, che ai tempi era padrone di eserciti e dettava legge con metodi DITTATORIALI. Perchè non viene reso pubblico il metodo, con cui nel giro dei secoli questo Clero, si è arricchito??? NON CERTO RIMANENDO UMILE, O AIUTANDO IL PIÙ DEBOLE, OPPURE FACENDO ATTI DI CARITÀ. SI, QUALCOSA È STATO FATTO, MA, SOLAMENTE COME STANNO FACENDO I RAPRESENTANTI DEL Piddi Italiano,( TI DANNO LA CARAMELLA, MA SOTTO SOTTO, TI SVUOTANO LA CASA).

sans_doute

Lun, 22/06/2015 - 18:02

I commentatori del giornale sembrano usciti direttamente dal Nome della Rosa..citazioni del Vangelo, eresie, al rogo, magari ripristiniamo l'inquisizione. Ben venga invece un uomo come Francesco che chiede perdono per delle atrocità incredibili nei confronti di persone che hanno avuto come colpa quella di avere idee diverse. Lo dico da uomo di destra e buddista.

tzilighelta

Lun, 22/06/2015 - 19:34

i commentatori del giornale sono in maggioranza ignorantissimi, su questo e su altri argomenti fanno a gara a chi la spara più grossa, al limite del ricovero coatto!

pinux3

Lun, 22/06/2015 - 20:05

Veramente i valdesi non furono SOLO scomunicati...

Edmond Dantes

Lun, 22/06/2015 - 20:21

Grazie al gesuita sudamericano del Vaticano tra 8 secoli non ci sarà bisogno di chiedere perdono a nessuno in quanto la chiesa di Roma non esisterà più. Saranno forse i musulmani a chiedere perdono alle poche migliaia di cattolici sopravvissuti alle persecuzioni di 8 secoli prima per fermare le quali ci sarebbe voluto un papa guerriero e non un papa pusillanime politicamente corretto.

Ritratto di gbbyron2007

gbbyron2007

Lun, 22/06/2015 - 20:25

Ormai, il perdono è diventata la moda dei papi. Pur di stare in video perdonano cani e porci.

pinux3

Lun, 22/06/2015 - 20:28

A tutti i destri credenti. Se pensate che questo sia un papa "comunista" perchè non organizzate un bello scisma? Mancanza di coraggio?

marcs

Lun, 22/06/2015 - 20:44

Non sono né cristiano né cattolico né di alcuna religione (che ricordo qualcuno definì come l'oppio dei popoli), ma ringrazio vivamente papa Francesco per tutto quello che sta facendo e se voi idioti lettori del giornale ve la prendete così tanto vuol dire che sta operando davvero molto bene. Speriamo che continui così.

Ritratto di xulxul

xulxul

Lun, 22/06/2015 - 20:56

S. Giovanni Bosco, strenuo nemico dei valdesi, difensore dell'unica vera fede cattolica romana e dell'unica vera Chiesa di Cristo di cui il Papa è suo Vicario e Pastore universale, si è suo rivoltato nella tomba. I poveri eretici e scismatici hanno insultato il Pontefice facendo concludere poi la preghiera con la "benedizione di una diaconessa". Un gesto esecrabile che suscita profondo sdegno. La piaga purulenta della riforma nega l'istituzione divina del sacerdozio ministeriale. Una gravissima eresia, visto che il Cristo ha voluto solo uomini cui ha trasmesso il Suo unico Sacerdozio. Brutta giornata.

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Lun, 22/06/2015 - 20:56

mi sorge un dubbio, questo signore di bianco vestito rappresenterebbe che, chi? è forse l'uomo più potente della terra. Meditate gente, fa finta di andare con la macchinetta utilitaria (tipo il nostro mattarella col tram....) Forse Gesù andava in giro per il mondo con la stessa pomposità e riceveva i potenti della terra? ecc.ecc.ecc.

Ritratto di Overdrive

Overdrive

Lun, 22/06/2015 - 22:28

sans_doute... vede il fatto è che in tema di religione non si hanno "opinioni", non esiste un Dio fatto su misura per ciasuno di noi, questa è filosofia, non religione. Quanto ai protenstanti, hanno le loro beghe, i Calvinisti, i Luterani, quanto a crociate contro i poveracci, a roghi e a inquisizioni, non hanno nulla da invidiare alla Chiesa Romana...anzi

sans_doute

Mar, 23/06/2015 - 01:53

Non capisco, Overdrive. Per me è esattamente l'opposto, vale a dire che ognuno ha il diritto di trovare una dimensione spirituale che gli è più vicina. Non riconosco i dettami della chiesa romana ne le interpretazioni dei testi sacri fatti da uomini come me. Religione è avere fede in qualcosa, ogni altra limitazione a questo concetto è coercizione. Posso essere d'accordo almeno sul fatto che ogni altro credo ha le sue beghe.