Strasburgo condanna l'Italia: "Non fermò il padre violento"

La Corte europea ha sanzionato il nostro Paese per non aver protetto una donna e il figlio dalle violenze domestiche

La Corte di Strasburgo sanziona l'Italia. Secondo le toghe della Corte il nostro Paese non avrebbe fatto il possibile per proteggere una donna e suo figlio da violenze e minacce domestiche da parte del marito sfociate poi nell'omicidio dello stesso ragazzo e il tentato assassinio della moglie. Finora questa è la prima condanna da parte della Corte Europea per un reato che riguarda la violenza tra le mura domestiche.

I giudici della Corte di Strasburgo hanno spiegato che "non agendo prontamente in seguito a una denuncia di violenza domestica fatta dalla donna, le autorità italiane hanno privato la denuncia di qualsiasi effetto creando una situazione di impunità che ha contribuito al ripetersi di atti di violenza, che in fine hanno condotto al tentato omicidio della ricorrente e alla morte di suo figlio". Il caso valutato dalla Corte europea è accaduto a Remanzacco, in provincia di Udine, dove il 26 novembre del 2016 il marito di Elisaveta Talpis uccise prima il figlio di 19 anni e poi tentò di uccidere la moglie. La donna aveva ripetutamente denunciato il marito ma a quanto pare non venne aiutata. E l'omicidio del ragazzo è scattato proprio subito dopo la denuncia della donna. Adesso la ricorrente avrà diritto a 30mila euro per danni morali e 10 mila per le spese legali.

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Gio, 02/03/2017 - 12:20

Venite, accorrete tutti in itaglia, nel bene e nel male ci guadagnerete sempre!ACCHHH SOOOO!!!

cotia

Gio, 02/03/2017 - 12:30

lupo non mangia lupo.il reato penale è personale pertanto la sanzione va fatta al giudice , maresciallo, commissario che sono i responsabili del reato commesso o no? che c' entrano gli italiani!

Ritratto di moshe

moshe

Gio, 02/03/2017 - 12:30

... quando sanzionerà il nostro paese per non aver protetto gli italiani dalle violenze e dall'invasione degli extracomunitari !?!?!? La Corte europea è composta da una massa di delinquenti che non fanno altro che prenderci in giro !!!

Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Gio, 02/03/2017 - 12:30

Bravi,...italica 10 e lode d'ignoranza patentata! Bella sentenza " I like".

MaxSelva

Gio, 02/03/2017 - 12:53

la francia non ha fatto niente per impedire che i poliziotti siano bruciati vivi la svezia non ha fatto nulla per impedire che gli immigrati stuprino migliaia di donne ... ah... ma l'italia...

doctorm2

Gio, 02/03/2017 - 13:00

Ah si ? e si mette in prigione qualcuno o si fa sol oala solita aria fritta stantia o si deve pagare una multa ? e ch la paga ? i politici che non fanno un cavolo o i contribuenti che non c'entrano niente ? Di condanne del genere, senza che poi accada qualcosa (che non accadrà mai in ogni caso) se ne fa volentieri a meno, sono solo buffonate comunitarie, come tutto il resto .

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Gio, 02/03/2017 - 13:24

E quando mai i nostri bravi e buoni(sti) giudici ci prendono in considerazione quando cerchiamo di denunciare ladri, spacciatori, violenti, violentatori, abusivi e delinquenti di ogni risma? In questo strano paese vengono PRIMA i diritti dei colpevoli poi, eventualmente, quelli delle vittime! PRIMA i “diritti” dei clandestini, poi, molto raramente, quelli degli italiani!

Ritratto di gianky53

gianky53

Gio, 02/03/2017 - 13:25

Chi ha dato ai parassiti che soggiornano a Strasburgo l'incarico e il potere di mettere becco anche su queste vicende?

Ritratto di mircea69

mircea69

Gio, 02/03/2017 - 13:33

@cotia Sono d'accordo, sarebbero da sanzionare giudice, maresciallo, ecc... Ma gli italiani che sanno di questa situazione e non fanno nulla per cambiarla non hanno responsabilità? Non è un caso isolato. I criminali pericolosi sono regolarmente rimessi in libertà dopo pene a dir poco "ridicole"...

patrenius

Gio, 02/03/2017 - 15:16

Evviva, la corte di Strasburgo esiste! In 3 mesi ha sanzionato un reato avvenuto nov. 2016!! Ma allora perchè il ricorso di Berluscono giace in pace sotto la polvere da anni, anni e anni?Forse Berlusconi è meno "uguale" di tutti?

fenix1655

Gio, 02/03/2017 - 15:22

Questa stessa corte dovrebbe decidere sulla candidabilità di Berlusconi. Pensare che parliamo di un politico che potrebbe teoricamente essere rieletto capo del governo di una nazione europea e vedere questo organismo che utilizza la cosa a fini politici fa veramente pensare a come si sia "italianizzata" la giustizia europea. Decidessero per il NO ma almeno decidessero. Il condizionamento sulla politica italiana, uno dei principali paesi europei, non preoccupa nessuno. Usassero la stessa solerzia e velocità che abbiamo visto utilizzate per indagini, condanne, possibili prescrizioni ecc...usate dai loro colleghi italiani! La perfetta interpretazione del detto “Quando il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito”.

BILANCIA66

Gio, 02/03/2017 - 16:11

finalmente qualcosa inizia a muoversi , speriamo iniziano ad aprire gli occhi, e fanno il loro dovere di giustizia!!!!