Striscia, Brumotti rivela: "Ho superato il confine"

L'inviato di Striscia la notizia, Vittoria Brumotti, ospite di un evento al centro commerciale di Campobasso ha dichiarato: "Sono orgoglioso di averlo fatto, oggi tanta gente è venuta a farmi segnalazioni e non il solito selfie"

Brumotti nel selfie postato sul profilo Twitter

Vittorio Brumotti ha commentanto le recenti aggressioni subite nelle ultime settimana come inviato del tg satirico Striscia la notizia durante un evento in un centro commerciale di Campobasso. Nessun riferimento però all'episodio di sabato a Roma, in cui un cameraman della troupe è stato feritoo da un mattone mentre Brumotti è stato minacciato di morte e fatto bersaglio di due colpi di pistola.

"Orgoglioso di quanto fatto"

"Ho passato la linea, quella linea che mi avevano raccomandato di non passare" ha detto l'inviato di Striscia la Notizia alla folla di persone che lo ascoltava. E ancora: "Sono orgoglioso di averlo fatto, oggi tanta gente è venuta a farmi segnalazioni e non il solito selfie. A Striscia la notizia ​ascoltiamo la gente che ha bisogno di noi e delle forze dell'ordine, ha bisogno di cacciare l'eccesso e l'omertà".

Brumotti molto amato dai giovani si è anche soffermato, come scrive Il Messaggero, sul concetto di legalità e ha lanciato un appello ai ragazzi: "Mafia, 'Ndrangheta e Camorra le distruggi con una tecnica semplicissima abbattendo l'ignoranza. Tanta gente ha paura - ha proseguito Brumotti - ma oggi ci sono i social che possono aiutare a evidenziare situazioni di illegalità. Basta una segnalazione, un video, per sputtanare quella organizzazione e forse di lì arrivano le forze dell'ordine. Ahimé - chiosa - è così. Al momento giro con un megafono e strillo, però devo dire che è accaduto qualcosa, sta accadendo qualcosa"

Un megafono che però ammette non preferisce alla bicicletta, sua storica grande passione. Ma ammette: "Il megafono è solo perché mi sono rotto le p... di andare in giro per le città e mentre mi alleno vedo situazioni che non posso far finta di non vedere".

Commenti

mariod6

Lun, 04/12/2017 - 13:31

Chi legge un "proclama" e non alza un dito contro nessuno viene immediatamente criminalizzato, chi spara ad un giornalista per proteggere lo spaccio di droga e chi distrugge una città tanto per dimostrare, invece, non viene nemmeno identificato. Forse perché i primi sono di destra mentre gli spacciatori ed i centri sociali sono coperti dalla sinistra ???

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 04/12/2017 - 13:34

---caro bru----se soffri di depressione --fatti curare---è palese(dopo la terza volta) il tuo desiderio di farti ammazzare---anche la tua fidanza lo ha capito e ti ha mollato --prima di rimanere vedova ante nuptias-----

Ritratto di giovinap

giovinap

Lun, 04/12/2017 - 13:36

cosa ci vuoi fare ,vittorio brumotti! la sfortuna di non chiamarsi , daniele piervincenzi .

Ritratto di nowhere71

nowhere71

Lun, 04/12/2017 - 13:44

Il kompagno Brumotti non accetta di acquistare i servizi dei kompagni profughi spacciatori e invece insiste nel denunciarli, rischiando cosi' di compromettere inesorabilmente la loro attività imprenditoriale. Questa è la loro naturale, proletaria e stalinista reazione!

Ritratto di gianpiz47

gianpiz47

Lun, 04/12/2017 - 14:06

Brumotti la vuoi capire che stanno alvorando per pagarti la pensione? Se non ci credi chiedilo alla presidentissima. Sono tutta brava gente di manzoniana memoria.

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 04/12/2017 - 15:33

--gianpiz47--paradossalmente salvano degli italiani---perchè devi sapere che in italy non si muove granello di polvere (per le feste) che le 5 mafie nostrane non vogliano---fare i pusher è manovalanza per i nosri boss ben pasciuti---e sono i pusher che rischiano di finire in gattabuia facendo una vita di emme---che lo straniero abbia tolto questo tipo di lavoro agli italioti è in fondo positivo---la lotta alla droga non si fa facendo finta di combattere i pusher--ma risalendo ai mandanti---e non vi è nessunissima volontà politica in merito--

ziobeppe1951

Lun, 04/12/2017 - 16:41

Pirlotto quali sarebbero le 5 mafie nostrane..senza contare quelle d'importazione..cinese e di colorati

poli

Lun, 04/12/2017 - 16:59

vista la situazione che viviamo tutti i giorni,con le strade piene di gente che vende tutti i tipi di droghe,e lo stato che non muove un dito,mi vengono dei forti dubbi.

Ritratto di malatesta

malatesta

Lun, 04/12/2017 - 17:07

Lo spaccio, e' stato dimostrato recentemente da una sentenza, e' un lavoro tutelato dallo stato SE E SOLO SE viene esercitato da soggetti che provengono da paesi in cui esiste la tortura e le persecuzione.LAONDE PER CUI, Brumotti, chi te lo fa fare a rischiare la vita e magari andare in galera ?..Ma ti rendi conto della realta' in cui viviamo oggi?..smettila di fare l'eroe, e limitati ai bellissimi servizi di denuncia che hai sempre fatto..

Una-mattina-mi-...

Lun, 04/12/2017 - 18:13

elkid, SEI RIMASTO INDIETRO. LE MAFIE NOSTRANE BATTONO DA ANNI IN RITIRATA. CI SONO BEN ALTRE E PIU' SPIETATE ORGANIZZAZIONI MULTIETNICHE CHE OGGIGIORNO DETTANO LEGGE.

Griscenko

Lun, 04/12/2017 - 18:21

Brumotti è una persona per bene e si mette in gioco. Purtroppo l'ideologia dei diritti umani di cui è sostenitore genera questo degrado che lui vorrebbe sconfiggere con la farsa e con il convincimento. Contro questo degrado occorrono le maniere forti di uno Stato che deve prendere a calci in cxxo questi spacciatori e rispedirli a casa loro..