Dopo 38 furti dormiva in azienda: "Vivo nel terrore da 4 anni per i ladri"

Fredy Pacini, gommista di Monte San Savino (Arezzo), esasperato dai numerosi furti ora è indagato per eccesso di legittima difesa dopo la morte di un ladro

"Un incubo". La definisce così la sua (assurda) situazione Fredy Pacini, l'imprenditore indagato per eccesso di legittima difesa dopo la morte di un ladro entrato nella sua azienda. Da quattro anni (quattro!) l'uomo era costretto a dormire tra le gomme e gli attrezzi del mestiere. In poco tempo era stato vittima di 38 raid da parte dei banditi. Trentotto irruzioni tra furti andati a segno e altri sventati all'ultimo secondo.

Lo scorso marzo, quando era appena riuscito a far fuggire dei ladri entrati dal retro distruggendo un vetro, si era sfogato con i giornali. "Stavolta è andata bene - raccontava - ma sono davvero esasperato. Vivo un incubo da quattro anni. Nel 2014 ho subito sette furti e ho deciso di traslocare. Ho una casa in paese, a Monte San Savino, dove vive il resto della mia famiglia. Ma io vivo praticamente dentro al negozio, per il terrore dei ladri. La mia vita è stata stravolta: non esistono ferie, non ci sono vacanze. Ed è dura tanto per me, quanto per i miei familiari".

Ogni volta, la stessa storia. "Vivo costantemente in ansia - raccontava - E poi restano i danni. La vetrata è andata in frantumi e devo sostituirla". Anche questa notte, intorno alle 4 del mattino, i banditi hanno recitato lo stesso copione. Secondo quanto emerso in questi minuti, due ladri avrebbero rotto una finestra della Fredy Pacini Gommista con una mazza da baseball. Il rumore del vetro in frantumi avrebbe svegliato il proprietario che, preso alla sprovvista, avrebbe esploso alcuni colpi di pistola. Uno dei due malviventi, un moldavo, sarebbe stato colpito alla coscia e al ginocchio. Nel cadere avrebbe battuto la testa, perdendo la vita. Il complice sarebbe invece fuggito, lasciando il "collega" in balìa della morte e Pacini nelle mani della giustizia. Il magistrato di turno lo ha iscritto nel registro degli indagati per eccesso di legittima difesa.

Commenti

contravento

Mer, 28/11/2018 - 11:10

PURTROPPO , L'ITALIA, POST IL VENTENNIO ANNI 50-60, E IN CONTINUO DEGRADO. FATTA ESSENZIALMENTE DI MWENEFREGHISTI E FURBETTI, IN TUTTI I CAMPI, COMPRESO LE FORZE DELL'ORDINE. IL CAMBIAMENTO PER L'ITALIA E FORSE UNA ILLUSIONE. QUANDO NEL 1994, VEDEVO BERLUSCONI, FINI, BOSSI E PANNELLA, SEDUTI INSIEME, AL TAVOLO CON LE MANICHE DI CAMICIA RIVOLTE SU, PENSAVO FORSE E ARRIVATA LA SVOLTA. ERA UNA ILLUSIONE.

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Mer, 28/11/2018 - 11:10

L'italia è piena di queste vittime,se poi reagiscono arriva la magistratura comunista per difendere i loro ladri.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 28/11/2018 - 11:40

Dovremmo far vivere questi giudici con lo stesso patema d'animo di come lo viviamo noi. Io derubato più volte, alla notte ogni rumore è una alzata di letto, ma per anni. Lo capiscono che non si vive più serenamente? Lomettono in conto anche questo?

Tutumnus

Mer, 28/11/2018 - 11:45

Siate ragionevoli, non cadete negli errori commessi in passato dai vostri colleghi ......! Quest'uomo ha vissuto per 4 anni nel terrore di essere derubato dai "soliti ignoti" che scorazzano indisturbati ed impuniti nelle città italiane. Mettevi nei suoi panni dopo 38 furti subiti .....! E' stato indagato per "eccesso di difesa": ma il furto non rientra nella "categoria" dei reati penali? Se fossi stato io, mi sarei difeso, sparando, al primo raid ....... LA DIFESA E' SEMPRE LEGITTIMA!!!