Quel talento nell'arte di mistificare la verità

Il talento perverso del nostro tempo si esprime nella mistificazione e nella diffamazione. Non c'è nessun rispetto per la verità né desiderio di conoscere i fatti. Lo insegnava Giovanni Battista Vico: Verum ipsum factum. Qualcuno ha fatto credere che i Bronzi di Riace non si possano spostare per loro fragilità. Non è vero. Furono esposti a Firenze e a Roma nel 1981 senza danni. Sulle loro condizioni può riferire un restauratore attendibile come Bruno Zanardi. Ancora più grave è quello che avviene in alcune scuole, dove la verità viene alterata e umiliata per ragioni ideologiche. A Novara è ospitata la mostra Le stanze segrete di Vittorio Sgarbi, con opere che attestano il mio impegno per l'arte, e che non possono essere giudicate con il filtro del pregiudizio. Una professoressa dell'ultimo anno del liceo classico di Arona si rifiuta di portare a vederla i suoi allievi, dichiarando a quello di loro che glielo ha proposto: «È una mostra indegna di essere visitata. Sgarbi è incompetente; e ti consiglio di rivedere le tue idee sull'arte». Che io sia un incompetente può essere, ma non certo nella materia della mostra, con un catalogo da far impallidire la professoressa che si priva a sua volta della visione di opere importanti. Tra l'altro la Maddalena del Morazzone, lo stesso pittore dei teleri della Collegiata di Arona. Una buona opportunità, per un bravo insegnante, di metterli in collegamento, con vantaggio per sé e per i suoi allievi.

Commenti
Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Mar, 14/11/2017 - 17:05

Yeeeeeeeaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh.

stefano.colussi

Mar, 14/11/2017 - 17:51

.. ho visto le cose di Sgarbi a Trieste. Bravo Vittorio! Stefano Colussi di Cervignano del Friuli (dotato di Maturità Classica, Laurea in Architettura, pensionato dopo 30 anni di insegnamento, in ITI Arturo Malignani di Udine)

Ritratto di michageo

michageo

Mar, 14/11/2017 - 18:06

....beh quell'insegnante di Arona, e' uno spaccato del corpo insegnante "attivo" della scuola italiana, avanzi del '68

sciurleo

Mar, 14/11/2017 - 21:23

Chi professa insegnamento che ha a che fare con arti... visive può autoaccecarsi con gli occhiali dell'ideologia! E ha il diritto di accecare gli studenti?

sparviero51

Mar, 14/11/2017 - 21:40

L ' IGNORANZA È UNA BRUTTA BESTIA ,ANCORA PEGGIORE SE È ROSSA !!!

asalvadore@gmail.com

Mar, 14/11/2017 - 22:16

Stimato signor Sgarbi lei ha ragione ma solo in parte. Apprezzare l'arte é basicamente un dentimento cioé spontaneo e colorato da due effetti: il `rimo vien di pregiudizi che abbiamo assorbito dsll'infanzia dalla famiglia e dall'ambiente e il secondo viene dall'insieme degi studi che abbiamo fatto. Quindi ci sono i pregiudizi dell'ignorante e quelli colorati dall'rducazione dell'uomo colto. Lei decisamente appartiene alla seconda categoria ma ni neraviglia che spenda tanto tempo in artisti il cui solo merito é di essere morti da lungo e non parla mai del nodtro ottocento e del per me grandissimo Zandomeneghi.

Ritratto di gianpaolo.barsi

gianpaolo.barsi

Mer, 15/11/2017 - 01:43

Sono esterrefatto per la gentilezza di Sgarbi verso la professoressa che lo critica, e pesantemente. Inaudito. Niente capre. Niente sgarbi.

dagoleo

Mer, 15/11/2017 - 17:27

Sono le sinistrate frutto dei 6 politici del '68 e che oggi diffondono ignoranza nelle nostre scuole, ammazzano nei nostri ospedali e costruiscono ponti che crollano ai primi acquazzoni.

Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Mer, 15/11/2017 - 20:28

avete presente quel proverbio che recita:" la madre degli imbecilli..." ecco, è la mamma della professoressa.

giovanni PERINCIOLO

Mer, 15/11/2017 - 20:42

Cosa insegna la "professoressa"?? corsi a

giovanni PERINCIOLO

Mer, 15/11/2017 - 20:42

Cosa insegna la "professoressa"?? corsi accelerati di fregnacce??

Ritratto di fioellino

fioellino

Gio, 16/11/2017 - 10:41

Di fronte all'ipocrisia sinistra mi sento una fortunata ad avere l'onestà intellettuale nel DNA. Onestà che mi fa apprezzare il vero, da qualunque parte esso venga. P.S.: Solo Sgarbi è riuscito a farmi sentire l'arte come EMOZIONE. Grande.

Holmert

Gio, 16/11/2017 - 11:16

Nullum magnum ingenium fuit,sine mixtura dementiae.(Nessun grande ingegno fu mai senza un pizzico di follia- L. A. Seneca-). Sgarbi è così,sarà un po' matto, ma ha una grande cultura,parla un italiano perfetto e con grande proprietà di linguaggio e quando "spiega" un'opera d'arte, vuoi una tela vuoi un monumento etc. ha la stessa autorità di un Muti che dirige Verdi. Quella della prof. è solo invidia allo stato nascente.