È la targa straniera l'ultimo trucco per non pagare le multe

Circa il 10% dei veicoli con targa straniera sono di proprietà di italiani che sperano di scampare alle contravvenzioni

Il fenomeno è in aumento: automobili immatricolate all'estero per poter sfuggire alle multe grazie alla targa straniera. Secondo il Secolo XIX, che prende in esame perlopiù la realtà genovese, ogni anno ci sono dalle 12mila alle 13mila contravvenzioni non pagate grazie a questo stratagemma.

A favorire questo tipo di evasione è quasi sempre la difficoltà nel reperire i proprietari del veicolo, complici molto spesso anche autorità estere non proprio inclini a diffondere i dati dei propri cittadini morosi. Risale a pochi giorni fa il caso di un cittadino straniero che si era premurato di pagare una multa al Comune di Lerici con cinquant'anni di ritardo: meglio tardi che mai, si potrà dire, quello che conta è la buona fede.

Buona fede che però non è sempre tale, come dimostrano i (numerosi) casi di cittadini che si recano all'estero per immatricolare il proprio veicolo: assicurazioni meno costose e tasse praticamente inesistenti, certo. Ma anche la speranza di scampare a multe che difficilmente riusciranno a raggiungerli. Il Secolo calcola che questi casi rappresentino almeno il 10% di tutti i veicoli con targa straniera in circolazione.

Certo, ci sono nazioni più "collaborative" in questo senso, come la Germania, l'Austria e la Spagna, e altre meno disposte a cooperare con le nostre autorità, come accade nel caso della Svizzera e della Francia.

Il trend resta comunque in costante espansione, come dimostra la fioritura di siti Internet dedicati, allo scopo di snellire le pratiche per immatricolare il proprio veicolo all'estero: la destinazione più gettonata, stando alle statistiche, sarebbe la Bulgaria.

Commenti
Ritratto di illuso

illuso

Gio, 11/09/2014 - 18:38

Come subdola furbizia gli italioti non sono secondi a nessuno.

Max Devilman

Gio, 11/09/2014 - 18:51

milano è piena.....

ammazzalupi

Gio, 11/09/2014 - 18:54

Se le multe fossero eque e non RAPINE, probabilmente nessuno si romperebbe le scatole per mettere in piedi tutti questi traffici. Ottusi!!!

Solist

Gio, 11/09/2014 - 18:56

l'ho sempre detto che in italia non si dorme la notte per fregar di giorno

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 11/09/2014 - 19:01

e come al solito.... queste cose le fanno i PSICOSNISTRONZI, quelli che ci accusano di evadere, ma poi sono loro i primi a trovare l'escamotage per sfuggire al fisco, da loro stessi voluto e desiderato!!!!

plaunad

Gio, 11/09/2014 - 19:14

x ammazzalupi. Se esistono leggi e regolamenti questi vanno rispettati. Punto!

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Gio, 11/09/2014 - 19:14

FATTA LA LEGGE, TROVATO L'INGANNO!

Ritratto di rapax

rapax

Gio, 11/09/2014 - 19:36

ma sempre a processare le intenzioni in questo cazzo di stato??? siamo in europa??? la "meravigliosa" ue?? quella del "ce lo dice la ue" quella del napolitanpensiero e di draghi "bisogna cedere sovranita'"??? e allora vanno bene pure le targhe estere..purche' europee...o fare ditte in paesi europei per PAGARE MENO..cos'e la Ue serve solo a spaccare gli zibidei ai cittadini???? e no' oneri ed onori!!! a me sembra che sia lo stataccio che abbiamo che usa la Ue quando piu' gli fa comodo..eee??

Ritratto di rapax

rapax

Gio, 11/09/2014 - 19:37

SIAMO O NON SIAMO IN UE?? Eallora lo stato non rompesse le palle..

Dany

Gio, 11/09/2014 - 19:40

Domanda x il Signor Masini. Ma se io italiano guido una vettura con targa estera a rigor di codice l'auto non dovrebbe essere confiscata????

WSINGSING

Gio, 11/09/2014 - 19:45

La notizia non è nuova. Milano ne è piena. Di fatto sono società di leasing tedesche che si intestano la macchina e la concedono all'utilizzatore italiano. Poi in Germania c'è una disposizione che rende inefficace una multa se l'intestatario del veicolo è una Società. Ebbene cosa fanno le istituzioni di fronte a tutto questo? Nulla, nulla nulla nulla. Cosa fare quindi? Basterebbe una verifica fiscale analitica da parte della Guardia di Finanza a tutti gli intestatari dei contratti di leasing. Quelle verifiche fatte bene... come nel film "I Tartassati" con Totò.... Quelle verifiche che continuano continuano e continuano fino a quando i finanzieri trovano qualcosa.......

Angel7827

Gio, 11/09/2014 - 19:54

il paese dei corrotti e dei ladri...e poi ci stupiamo che gli altri ci ridono addosso.

eolo121

Gio, 11/09/2014 - 20:06

infatti c è un boomm di targhe bulgare

eolo121

Gio, 11/09/2014 - 20:06

infatti c è un boomm di targhe bulgare

eolo121

Gio, 11/09/2014 - 20:06

infatti c è un boomm di targhe bulgare

Max Devilman

Gio, 11/09/2014 - 20:07

Dany: ti rispondo io, puoi tenere la targa straniera per 1 anno ma poi devi ritargarla italiana e immatricolarla in italia. Serve perchè, non so se lo sapete, all'estero le auto costano MENO, così non ci conviene comprarle all'estero. FONTE: andate a vedere quanto costa un porsche carrera 4s in ticino e poi in italia......P.S. stipendio del ticino triplo di quello italiano...

giumaz

Gio, 11/09/2014 - 20:10

Non è questione di "trucchi" e di "furbizia", ma di malgoverno, sempre più malgoverno. Il contratto sociale, teorizzato nell'Illuminismo, in base al quale lo Stato "difende" il cittadino il quale paga, per questo, giuste tasse, è ormai saltato. Il cittadino italiano è tornato suddito, come nel medioevo, e deve difendersi dagli scagnozzi del re sguinzagliati per rubare sempre più soldi, con qualsiasi mezzo. Lo stato rapina ormai senza pudore, il cittadino deve difendersi.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 11/09/2014 - 20:30

Per sopravvivere si fa questo ed altro.

Ritratto di _alb_

_alb_

Gio, 11/09/2014 - 20:43

Fanno solo che bene. Ci sto pensando seriamente anche io per quando dovrò cambiare auto. Lo stato italiano ormai è un'associazione mafiosa che non si fa scrupoli di pretendere il pizzo su ogni nostra cosa. E poi ancora non gli basta e chiede altri soldi una tantum (le cosiddette 'multe').

Magicoilgiornale

Gio, 11/09/2014 - 20:57

L' italiano e' furbo ma non solo, pensate agli autovelox in discesa e multe per aver superato la velocita' di solo pichi km orari etc etc!!!

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Gio, 11/09/2014 - 21:07

MA CHI LO DICE CHE UNA AUTO STRANIERA O ITALIANA SE PRENDE UNA MULTA ALL'ESTERO NO LA PAGA? IO LE HO PRESE IN GERMANIA SVIZZERA E MI SONO ARRIVATE A CASA IN ITALIA, A QUELLA MULTA VISTO IL RITARDO MI SCRISSE IL GIUDICE SVIZZERO IL MAGISTRATO, FANNO PRESTO CHIEDONO L'AIUTO DELLA POLIZIA ITALIANA E FATTO.FACCIANO COSì ANCHE IN ITALIA.MA MI CHIEDO AL GIORNALE,NON VEDETE CHE MORTIMERMOUSE è UN PSICOPATICO AMMALATO'?AMMAZZALUPI, MA QUANDO VAI IN AUTO LI CONTROLLI I CARTELLI CHE INDICANO LA VELOCITà MAX? LI RISPETTI?

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Gio, 11/09/2014 - 21:17

POI COME FA AD ESSERE DI PROPRIETà DI UN ITALIANO UNA TARGA STRANIERA?,PAGHERà LA MULTA A CHI è INTESTATA L'AUTO O è IL PROPRIETARIO O NON è SUA, IN GERMANIA A ME HANNO FATTO LA FOTO PER 20 KM IN PIù SICCOME LAUTO NON LA INTESTAI A ME ARRIVò A CASA DELLA MIA PARTENER DICENDO CHI ERA L'AUTISTA CHE STAVA GUIDANDO DOVETTE DIRE CHE SONO IO,QUALCUNO DIRà MA POTEVA DIRE CHE ERA UN AMIGO O UN CONOSCENTE OCCASIONALE VERO, E SE POI VENIVANO A FARE UN CONTROLLO A CASA E MI VEDEVANO COME SI SAREBBE GIUSTIFICATA? ANDANDO IN GALERA QUI NON SONO COME IN ITALIA.LA POLIZIA TEDESCA VUOLE PUNIRE IL GUIDATORE NON IL PROPRIETARIO DEL VEICOLO ED HA RAGIONE O NO?(LA PAGò LEI PERò...?) ILLUSO VERO ,PERò SE FOSSERO IN GERMANIA O LI VENISSERO LE LEGGI CHE CI SONO QUI NON FAREBBERO PIù I FURBI MA DIVENTEREBBERO AGNELLI.E IMPAREREBBERO A GUIDARE CORRETTAMENTE

Noidi

Gio, 11/09/2014 - 21:48

@WSINGSING: Ma chi Le ha detto la cavolata delle auto tedesche??? Io vivo e lavoro in Germania, e guido una macchina aziendale intestata ad una ditta tedesca, presa tramite Leasing, e per lavoro molto spesso sono in Italia e non è la prima volta che mi arrivano delle multe. Sia per eccesso di velocità (100 invece che 90) che per divieto di sosta. Quindi non racconti storie campate in aria.

cgf

Gio, 11/09/2014 - 22:18

@Dany NO assolutamente NO. s'informi lei, nessuno vieta ad un italiano di guidare un'auto di proprietà di qualcun altro non residente in Italia.

cgf

Gio, 11/09/2014 - 22:22

@WSINGSING usare i leasing tedeschi è divenuto antieconomico se si intesta ad una società tantopiù che la GdF è certo che ti venga a trovare, più prima che dopo, meglio evitare anche se tutto in regola.

giosafat

Gio, 11/09/2014 - 22:29

Basterebbe, molto semplicemente, prevedere, in caso di mancato pagamento delle multe, la confisca del mezzo. Problema risolto.

GimmeSong

Ven, 12/09/2014 - 01:28

Per me il record è la Romania (Ro) o mi sbaglio?

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Ven, 12/09/2014 - 06:20

vorrei sapere come si fa a immatricolare una auto italiana a un italiano residente in Italia, e se esiste sempre quella legge italiana che dice che se un italiano se solo in auto con una auto targa estera il veicolo può essere ritirato

giovauriem

Ven, 12/09/2014 - 08:23

premesso che non uso questo metodo,ma ci sto pensando.scusate,se qualcuno cerca di rapinarvi(come fa il governo italiano)e voi avete la possibilità di difendervi, cosa fate ? e poi non c'è nessun reato,è una possibilità che offre la legge comunitaria,o bisogna solo pagare i costi dell'europa unita,quasi in tutta l'europa non esiste la tassa di possesso,le r.c.a costano la metà(il governo italiano non fa il furbetto, quando trasforma le tasse d'uso in tasse di possesso(auto, moto ,natanti televisione ecc)la verità è che al governo abbiamo dei veri briganti e credo che non sia reato difendersi dal brigantggio di stato, ma leggittima difesa

Dany

Ven, 12/09/2014 - 09:38

Grazia MaxDevilman per la risposta .

Ritratto di pedralb

pedralb

Ven, 12/09/2014 - 09:44

@Dany....ho una casa ed un auto all' estero regolarmente dichiarate nel 730(e di cui pago LE TASSE anche in questo paese di me**a)....mi spieghi lei in base a quale legge o principio non la potrei usare anche in Italia?????

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Ven, 12/09/2014 - 09:47

cgf fino a poco tempo fa c'era e forse c'è ancora una legge italiana che dice: un italiano residente in Italia non può guidare una auto con targa estera a meno che non ci sia il proprietario a fianco, ovvero se io ti presto la mia auto per guidare e tu solo la guidi con targa tedesca se vuole il vigile o la polizia la requisisce, questo mi disse una volta un vigile in via XX Settembre mentre ero parcheggiato dal ponte monumentale a Genova su auto tedesca mentre aspettavo la proprietaria del veicolo.Si Devilman pero poi paghi alla immatricolazione e la IVA in Italia che è più cara di quella tedesca, certo le assicurazioni molte costano meno qui,volevo comprare una moto qui la assicurazione sono ca. 100 euro all'anno per una 650cc, chiesi in Italia alla mia ex assicurazione disse che la stessa moto stessi CC volevano 950 annui questa è la cara amata Italia.Alla mia attuale Mercedes una Avantgarde ho una assicurazione qui in Germania che fino a 1000 euro pago io oltre i i 1000 euro paga lei miei danni causati da me ad altri e alla mia autovettura , però la tariffa è più bassa delle altre.Con i pezzi di ricambio che costano un occhio della testa mi conviene così.Noidi sicuramente avrai una autorizzazione della tua ditta per poter guidare la auto e non è intestata come tua di proprietà.CGF pero deve avere il proprietario a fianco o una sua autorizzazione

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Ven, 12/09/2014 - 09:51

poi cosa è in foto quel pezzo di carta rosa con tutte quelle marche da bollo? io la mia patente italiana la ho consegnata qui in Germania in pochi giorni mi hanno dato quella tedesca di plastica tipo carta di credito ho pagato credo 34 euro e finche vivrò non pagherò più un centesimo,voi non avete la culona io si....poi qui senza rinnovi , poi mi sembra che in Italia a 70 anni il rinnovo sia ogni 3 anni e giù altri soldi rubati in aumento ogni rinnovo, mi raccomando cercatevi una culona anche voi.

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Ven, 12/09/2014 - 09:52

certo che prendete la patente tedesca non avete più la possibilità di delinquere sulle strade come fate attualmente ora in Italia.

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Ven, 12/09/2014 - 09:57

pero che non sia di sinistra altrimenti lavoro inutile farete

michele lascaro

Ven, 12/09/2014 - 10:17

Ben vengano i sistemi per controllare bollo, patente e assicurazione. Gli onesti non hanno da temere nulla. Per inciso: sono stato fermato dalla polizia, hanno visto che indossavo le cinture, hanno controllato libretto di circolazione e patente, hanno controllato sul loro sistema base libretto con la varie revisioni e patente, con i rinnovi. Ero in regola, sono ripartito indenne.

cgf

Ven, 12/09/2014 - 18:33

@FrancoTrier lei manca da troppo tempo e fa molta confusione, le assicuro, per certo, che un italiano può guidare macchine con targa estera. Come faccio ad essere sicuro? l'ho fatto, mi hanno anche fermato e poi lasciato andare, a differenza di lei non parlo per sentito dire. Nòn è che tale legge sia invece in Tedeschia?

cgf

Ven, 12/09/2014 - 18:37

ps ho sempre avuto 1 o 2 auto intestate a me, però ho anche guidato auto di altri, anche stranieri, no auto aziendali, guidavo da solo quindi senza il proprietario di fianco, forse, nel suo caso, è l'autista che dava sospetti :)

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Ven, 12/09/2014 - 21:22

Anche in Germania si paga un canone TV che va pagato per ogni nucleo familiare, indipendente dal fatto quanti apparecchi TV, radio o computer ci sono e quante persone il nucleo comprende. Anche dove non c'è nessun apparecchio TV si deve pagare, anche perché il canone non riguarda solo la TV, ma anche le radio e i computer i quali permettono di ricevere sia radio che TV. L'evasione del canone è così praticamente vicino a zero. L'importo del canone è di 17,98 € al mese, cioè 215,76 € all'anno, che è più o meno il doppio di quello che si paga in Italia. Le entrate annuali del canone ammontano complessivamente a circa 7,5 miliardi di Euro con cui vengono finanziati 22 trasmettenti televisivi, 67 radiofoniche e molte piattaforme radiotelevisive online con complessivamente circa 25.000 collaboratori fissi. la quantità della pubblicità nei canali televisivi pubblici della Germania è notevolmente minore rispetto all'Italia: la domenica e nei giorni festivi non c'è nessuna pubblicità e nei giorni feriali solo fino alle ore 20, con eccezione delle trasmissioni sportive. I film non vengono mai interrotti da spot pubblicitari. la quantità della pubblicità nei canali privati tedeschi è invece paragonabili a quella nei canali privati in Italia.

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Sab, 13/09/2014 - 10:13

cgf io parlo di alcuni anni fa non so ora forse sarà cambiata la legge a me il vigile disse cosi' io ti parlo di 10 anni fa ora non lo so, pero non di certo è di tua proprietà la auto, la devi immatricolare dove sei residente questo è poco ma sicuro e come assicurazione devi metterne una a seconda dove risiedi altrimenti tutti i motociclisti verrebbero assicurare la moto in Germania pagando 7 euro al mese come conosco io.Certo che se si potesse guidare una auto con targa estera un italiano d'accordo con amico fratello parente la intesta lui poi l'italiano la usa in Italia lui.Quanti italiani in Italia che hanno familiari in Germania? Molti.

franco-a-trier-D

Sab, 06/06/2015 - 10:30

MA IMMATRICOLARE A NOME DI CHI? IL NOME DEVE ESSERE DEL PROPRIETARIO, UNA VOLTA C'ERA UNA LEGGE CHE IN ITALIA UN CONDUCENTE POTEVA GUIDARE UNA AUTO CON TARGA ESTERA SE ERA AUTORIZZATO DAL PROPRIETARIO STRANIERO E O CON LUI A FIANCO COME FACEVO IO , ALTRIMENTI SE NON ESISTE PIU LA LEGGE IMMATRICOLO NEL BURUNDI E GUIDO IN ITALIA.COLLABORARE CON GERMANIA COME SENTIAMO...QUI FANNO DEI MAZZI SE NON SI è IN REGOLA ALTRO CHE COLLABORARE.

franco-a-trier-D

Sab, 06/06/2015 - 10:34

PERCHè POI LE TARGHE STRANIERE NON PAGANO LE MULTE? CHI LO DICE QUESTO? ME NE SONO ARRIVATE A CASA DI MULTE DALL'ESTERO PARECCHIE UNA VOLTA RITARDAI UNA MULTA SVIZZERA DA 30 FRANCHI ARRIVò A 150 MI SCRISSE IL GIUDICE SVIZZERO...PAGAI ALTRIMENTI AD OGNI CONTROLLO ALLA FRONTIERA MI AVREBBERO PRELEVATO.