Targa system, record di multe: 4.500 euro in sole 4 ore

Con l'avvicinarsi del ponte dell'immacolata e delle feste sempre più italiani si mettono in viaggio. E così aumentano i controlli col "targa system"

Con l'avvicinarsi del ponte dell'immacolata e delle feste sempre più italiani si mettono in viaggio. E così aumentano i controlli della stradale e della polizia municipale che con il targa system riescono a fare centinaia di verbali in poche ore. Come nel caso di Prato dove i vigili hanno registrato un vero e proprio record in sole 4 ore. Raffica di controlli sul territorio ieri sera tra le ore 21 e l'1 di notte: una pattuglia del reparto pronto intervento della polizia municipale con l'aiuto del targa system ha controllato circa 400 veicoli. Il targa system, apparecchio in dotazione alla municipale dal marzo di quest'anno, permette di leggere le targhe delle auto in movimento e di controllare in tempo reale se i veicoli sono assicurati, rubati, con revisione scaduta o sottoposti a fermo amministrativo. I controlli sono stati effettuati nella zona del Macrolotto 1 ed hanno permesso di scoprire e sanzionare 5 conducenti per la mancata revisione del veicolo per un totale di 845 euro di sanzioni, due veicoli sprovvisti di assicurazione e quindi sottoposti a sequestro, mentre a carico dei conducenti sono stati elevati verbali per un totale di 1.696 euro. Inoltre sulla via Allende (tangenziale) è stato fermato un veicolo già sospeso dalla circolazione, con conseguente fermo e una multa pari a 1.957 euro. In totale, in una serata, sono state elevate sanzioni per quasi 4.500 euro. Il dispositivo attraverso uno scanner invia l'immagine ad un 'data-base' che li processa e in pochi istanti comunica ad una seconda pattuglia, appostata poco più avanti l'eventuale irregolarità. Ricordiamo che chi circola con un' assicurazione scaduta sarà multato con sanzioni che partono da 841 Euro e possono superare le 3.000.

Commenti

maricap

Gio, 01/12/2016 - 23:31

Azz.. hanno trovato il modo per fare entrare nelle casse del comunne di Prato, amministrato dai comunisti, altri soldi da destinare ai richiedenti asilo, che li cominciano ad essere molti. Comunistelli quaquaraqua, ve la siete cercata, ora godetevela. Ahahaha

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Ven, 02/12/2016 - 00:34

Va bene, qui si tratta veramente di sicurezza stradale e non di cassa. Sekhmet.