Terremoto, il parrocco di Boissano: "Sfollati nelle strutture e migranti nelle tende"

Un post scritto dal parroco di Boissano dopo il terremoto del 24 agosto accende un dibattito di fuoco. Secondo il don "gli immigrati andrebbero messi nelle tende". I terremotati invece mandati nelle strutture destinate ai profughi

L'Italia è in ginocchio. Il terremoto del 24 agosto ha colpito duramente le popolazioni del Centro Italia. Mentre si scava tra le macerie, don Cesare Donati, sacerdote in servizio a Boissano accosta l'emergenza dei terremotati e delle vittime a quella dei profughi.

L'affondo del parroco: "Ora i migranti vadano nelle tende"

Parole forti, soprattutto se pronunciate da un uomo di chiesa. Affermazioni che suscitano dibattino e che trovano sfogo su Facebook, dove il don ha pubblicato la sua personalissima idea su come aiutare i terremoti. Un concetto chiaro, che a molti non a giù. "Adesso è il momento, vista la tragedia del terremoto, di mettere gli sfollati nelle strutture e i migranti sotto le tende... Vedremo". Perché oltre alle vittime, c'è la necessità di trovare una tetto ai numerosi sfollati. E come risolvere il problema? Il parroco di Boissano ha dato una sua idea. Perché non mandare in tenda i migliaia di profughi che affollano le strutture umanitarie italiane e queste dedicarle agli italiani colpita da una tragedia.

Il post sul social network Facebook sta suscitando un acceso dibattito. Tanti si schierano a favore del parroco, che spesso ha usato la sua pagina personale per affrontare e discutere i problemi che affliggono l'Italia. Tanti altri invece lo attaccano: "Ecco chi guida la chiesa di Boissano, Don Cesare Donati..... sono veramente indignata. Perché in un momento storico come quello che stiamo vivendo, fare certe affermazioni mi sembra davvero fuori luogo" scrive una ragazza. Il parrocco ribatte: "Il mio commento è semplicemente: spero vivamente che i terremotati vengano nel minor tempo possibile trattati come stiamo trattando gli immigrati e non come i terremotati scorsi Dell Emilia che sono ancora nelle baracche....... questo è cristianesimo".

Commenti
Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Gio, 25/08/2016 - 11:31

Era ora...si stanno svegliando tutti... PRIMA GLI ITALIANI!!

ZioBenito2016

Gio, 25/08/2016 - 11:49

che la ragazza indignata vada a dormire per terra senza cibo e acqua.. il parroco ha semplicemente letto la bibbia all'umanità.. serve gente cosi all'italia per rialzarsi

mariod6

Gio, 25/08/2016 - 11:51

Chi è la ragazza che critica il parroco?? Nome e cognome - Ma di quale momento storico parla questa gallina?? I terremotati nelle strutture è un diritto sacrosanto degli italiani ed i "migranti" vadano nelle tende o fuori dai piedi, e in fretta. Ed i 30 euro al giorno li diano ai disoccupati e ai senzatetto invece che a questi parassiti arroganti.

Ritratto di frank60

frank60

Gio, 25/08/2016 - 12:15

I terremotati non sono risorse da circa 35 euro al giorno.

Ritratto di Giuseppe.EFC

Giuseppe.EFC

Ven, 26/08/2016 - 17:06

Ho saputo di questa notizia da un mio amico spagnolo, che mi ha mandato il link al sito -- spagnolo -- dove veniva ripresa. Eppure ricevo gli rss da più di 5 testate nazionali. Siamo sotto censura mediatica, la gente non deve sapere. Purtroppo per loro, purtroppo per i comunisti e la stampa che li appoggia, esercitare la censura nell'epoca di Internet e dei social non è così facile