Quel terrone di Napolitano

Nessuna legge è sacra. Tanto meno il vilipendio del capo dello Stato. Ecco perché questa normativa è sbagliata

Terrone (e tanto meno l'affettuoso terun) non è un'offesa. Ma un'indicazione geografica, territoriale, volendo peggiorativa, ricordata dai dizionari in questi termini: «Appellativo con cui gli Italiani del Nord chiamano spesso quelli del Mezzogiorno; tratto dalle espressioni terre matte, terre ballerine, si carica spesso d'una connotazione spregiativa». E, proprio perché nessuna legge è sacra, è ingiusto che nel nostro Codice penale vi sia ancora il vilipendio del capo dello Stato secondo il dettato dell'articolo 278, anche se mitigato dal legittimo diritto di critica, che può essere esercitato anche nei confronti del capo dello Stato, ma che trova un limite nel decoro e nel prestigio del medesimo. Dunque la legge è sbagliata. Ed è stata anche applicata scorrettamente dai magistrati dei tre gradi di giudizio che hanno condannato a 18 mesi di carcere il senatore Umberto Bossi, nonostante l'insindacabilità delle opinioni espresse nelle sue funzioni, in base al prevalente articolo 68 della Costituzione.

Ma il problema è lessicale: Terun non è un insulto; e, geograficamente, il presidente Napolitano è un meridionale. Può essere poco elegante, ma non è offensivo. In ogni caso io lo dico e, se il direttore di questo giornale ha il coraggio di consentirlo, non temo una analoga condanna. Anzi chiedo (e lo farò formalmente) all'attuale presidente della Repubblica, meridionale anche lui, la grazia per Bossi in primis e, preventivamente, per me e per Sallusti.

Commenti
Ritratto di Atomix49

Atomix49

Ven, 12/10/2018 - 15:18

Il fatto è, egregio Sgarbi, che "meridionale" o "terun" non è un offesa in se ma lo diventa nel contesto della frase in cui è inserito il termine. Questo lo sa Lei, lo so io e lo sanno tutti. Alla stregua di "Gay" o "Finocchio" che possono diventare offese se nell'ambito di tutto il discorso stanno a significare l'intenzione dispregiativa... Lei è troppo fine per scadere in queste cose egregio Sgarbi. SE poi ci vogliamo mettere altro, ce lo possiamo anche includere, ma la sostanza è questa.

moichiodi

Ven, 12/10/2018 - 15:19

La normativa però c'è. Quindi fa rispettata. Il resto serve per fare commentare. Chi ci abbocca.

gpetricich

Ven, 12/10/2018 - 15:21

Terrone non è un insulto, è una constatazione, esattamente come polentone. Così come è una constatazione definirlo complice di criminali e di assassini e quindi criminale ed assassino lui pure.

Ritratto di aresfin

aresfin

Ven, 12/10/2018 - 15:22

Grande come sempre SGARBI.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Ven, 12/10/2018 - 15:32

Il coniglietto Sgarbi. Da del "terrone" a Napolitano. Tanto non è più presidente della Repubblica e non si può configurare il reato di vilipendio. Ma si guarda bene dal farlo nei confronti di Mattarella.

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Ven, 12/10/2018 - 15:33

La giustizia italiana funziona sempre a seconda dei casi. Insultare (se di insulto si tratti) il grande Napolitano è reato mentre insultare Salvini o Berlusconi non comporta nessuna punizione da parte dei giudici che in quel secondo caso eserciterebbero la loro discrezionalità di militanti del piddì. E' il solito schifo.

SpellStone

Ven, 12/10/2018 - 15:34

...sarebbe bello che tutti fossimo fieri di quello che siamo...

Tip74Tap

Ven, 12/10/2018 - 15:37

Beh, d'ora in avanti lo chiameremo il "piromane" in ricordo delle sue intercettazioni bruciate.

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 12/10/2018 - 15:38

vittò te staje facenno viecchio!e bene precisare che io sono per la grazia a bossi e per la non curanza nei confronti di un mangiapolenta, anche se non la merita, per che quella espressione l'ha usata sempre con la bava alla bocca e mai "affettuoso" tu la metti sul leggero, per che in ogni latitudine e longitudine italiana, non ne fai una questione geografica per te o son dané o schei polentoni o son picciuli o sorde terroni stai sempre nel "territorio" giusto!

routier

Ven, 12/10/2018 - 15:38

Il problema di difficile soluzione è: chi garantisce l'obiettività del discrimine tra il legittimo diritto di critica ed il vilipendio?

timpidigunti

Ven, 12/10/2018 - 15:38

Nord. Paese, siamo nel 2018, vado al bar e un amico che conosco, (di origine terrone), mi saluta dicendomi: ciao terùn, rispondo: ciao polenta! Non so a Milano o Torino le proporzioni, ma dico grazie anche ai terroni. Senza offesa!!!

carlottacharlie

Ven, 12/10/2018 - 15:39

Sono d'accordo, caro Sgarbi. Dovremmo farlo presente ai servi-tori dello Stato che, quando si tratta di culti della personalità sono ligi a leggi astruse. Il servilismo è uno dei mali del paese che alcuni hanno codificato forse sapendo quanti italiani pernacchiavano i potenti e, poi, dove mettiamo l'ego spropositato di chi è un piccolo travet e vuol essere considerato "In"?- Per mia fortuna sono nata in una famiglia che poteva guardar dall'alto in basso qualsiasi carica e così essere vaccinata contro l'infezione -servilismo e stupidità-. Forse dovrei denunciare anch'io i terùn che mi chiamano polentona?

Ritratto di hurricane

hurricane

Ven, 12/10/2018 - 15:40

Posto che la legge è sacra (e purtroppo violabile, per questo esiste il Codice penale), il simpatico critico d'arte-sindaco-di-Sutri-deputato-del-gruppo Misto Sgarbi dovrebbe prendersela con chi continua ipocritamente a sostenere, con apposite scritte a caratteri cubitali affisse nelle aule dei tribunali italiani - che "la legge è uguale per tutti" (art. 3. Cost.) mentre in realtà la norma è spesso interpretata "a discrezione" di chi ha il dovere di rispettarla e di applicarla. Impossibile, tuttavia, non concordare con Sgarbi riguardo al significato meramente ironico di "terùn" attesa la provenienza meridionale di Napolitano.

rokko

Ven, 12/10/2018 - 15:42

Sono d'accordo con Sgarbi, nessuna legge è sacra. Però chi infrange una legge che ritiene ingiusta, deve affrontarne pubblicamente le conseguenze mentre la contesta, altrimenti sarebbe troppo comodo infrangere le leggi: basterebbe ritenerle ingiuste.

stesicoro

Ven, 12/10/2018 - 15:44

Sgarbi, mi convince di più quando parla d'Arte.

Davons

Ven, 12/10/2018 - 15:46

Mah! La raccolta d'insulti a Berlusconi ha permesso persino la stesura di un libro e non mi risultano condanne in merito, anzi, chi lo ha sfregiato con una statuetta del Duomo non ha fatto un giorno di vera galera. Plaudo all'azione di Sgarbi e, parlando di "sacralità", va ricordato che la Legge, nel caso l'art 52 della Costituzione, considera "sacro dovere" la "difesa della Patria". Posto che il Signore del Colle e chi lo ha seguito hanno avuto parte attiva nel permettere l'invasione della Patria con la sbandierata "politica dell'accoglienza", non c'è un giudice che si dia una mossa? (Un giudice in Roma, intendo; quello a Berlino, di Brecht, ci sta già rispedendo gli invasori a vagonate!

Happy1937

Ven, 12/10/2018 - 15:47

Offendersi per cosi`poco dimostra assoluta mancanza di spirito.

Ritratto di pensatoreindipendente

pensatoreindipe...

Ven, 12/10/2018 - 15:49

"la legge non è sacra", "la legge non è sacra","la legge non è sacra"...che bel siparietto dalla Bianca. Mancava l'altro amico, lo scrittore montano, peccato, sarebbe bello sentire anche lui. Non entro nel merito della questione in tv, tantè che non si è capito un' accidente, ma cosa vorrà dire poi che la legge è o no è sacra! Le sacre scritture, sono la legge di Dio, sono sacre quelle?Che confusione? E' un aggettivo, un figlio è sacro per i genitori, ma non per tutti come si vede dai fatti (vedi legge Meloni), ma allora è sacro o non è sacro un figlio? STIAMO PERDENDO DI VISTA LA REALTA'!si discute su stupidaggini, si pagano fior di soldi personaggi pubblici per poi ridursi a sentir chiedere la grazia per Bossi, per un aggettivo, forse!conta più l'aggettivo o la cattiveria dell'espressione? penso che il giudice abbia valutato anche questo! Attenzione governati non perdetevi dietro aggettivi!Pensate che siete pagati per il bene del paese!

giovanni235

Ven, 12/10/2018 - 15:52

POLENTONI si nasce:e io lo nacqui.Terroni si nasce:e Napolitano(nomen omen)lo nacque.E così sarà contento anche Totò,uno dei pochissimi terroni da salvare!!!Dimostratemi che Alfano,Mattarella,Pippo Baudo ecc.non sono terroni,se ne siete capaci.Nello stesso tempo provate a dimostrare che io Carmagnola nato a Novara (Piemonte) sia un terrone e non un polentone.

Ritratto di Azo

Azo

Ven, 12/10/2018 - 15:52

Parole giuste, però, ci sono terroni e terrun. GENTE CHE È SALITA AL POTERE CON I VOTI DEI LORO CONREGIONALI E NULLA HANNO FATTO NE PER IL MERIDIONE, NE PER IL SETTENTRIONE, SOLAMENTE PER LE BANCHE HANNO LAVORATO E PER I CAPITALISTI ALLA Soros, PER DISTRUGGERE TUTTO CIÒ CHE È CARO PER IL POPOLO!!!

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 12/10/2018 - 15:53

L'ho scritto di recente su questo sito. In un paese veramente "democratico" l'articolo 278 c.p. è sbagliato, da cancellare. Il Presidente della Repubblica é solo un cittadino, come tutti gli altri. Se viene offeso può seguire la strada aperta a tutti i Cittadini Italiani, presentando una denunzia penale alla Magistratura competente. Così dovrebbe essere in un'autentica "Democrazia", dove tutti devono essere Uguali di fronte alla Legge, quale che sia la loro posizione nella società. "DOVREBBERO", ma nella realtà tale uguaglianza è sempre minore per chi è un soggetto "debole" nella “società del denaro”. Proteggere i deboli, non i forti, e tanto meno i "fortissimi".

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 12/10/2018 - 15:56

stesicoro, sgarbi anche quando parla d'arte, traccia il confine della patania! solo quando si tratta di incarichi a pagamento è "apolide"!

giovanni235

Ven, 12/10/2018 - 15:57

Perchè uno sia imputato di furto occorre che abbia rubato qualcosa.Per offendere l'onore e la dignità di Napolitano occorre dimostrare che lo stesso sia provvisto di dignità e onore!!!Altrimenti bisogna ammettere che anche Hitler,Stalin e Mussilini,in quanto capi di Stato o di governo abbiano posseduto dignità e onore!!!

Martinico

Ven, 12/10/2018 - 15:58

Fossi in Napolitano sarei ben felice se mi dicessero solo terrone dopo tutti gli scheletri secretati che ha nel suo armadio bunker.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 12/10/2018 - 16:03

Anche gli albanesi, per me sono dei terroni.

Cheyenne

Ven, 12/10/2018 - 16:05

Perfettamente d'accordo. Solo in un paese illiberale come l'Italia esistono certi reati che, comunque, vengono perseguiti se l'offeso è di parte sinistra, se no niente.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Ven, 12/10/2018 - 16:06

Ho vissuto 30 anni a Bologna ed essendo di Roma in squadra ( Rugby ) mi chiamavano Terrone Efricano ahahahahahahah non l'ho mai considerato un'offesa. Si sente offeso il permaloso ed io non lo sono stato mai. Rispondevo " Annebbiati " io son figlio del sole.

akamai66

Ven, 12/10/2018 - 16:07

Ma le INTENZIONI si possono processare?Oltre ogni ragionevole dubbio?Mah. Eppure ha ragione il commentatore che afferma che siamo alle solite,dipende da chi....vi ricordate che vi fù un noto magistrato che se la prese con il medesimo Presidente della Repubblica, volarono parole molto pesanti,pensate che sia stato processato?

agosvac

Ven, 12/10/2018 - 16:08

A mio parere il vero problema non sta in un termine che può o no essere offensivo. Il problema è alla base. Ai tempi della Monarchia esisteva il reato di lesa maestà. Ma il Re non era eletto né dal popolo né da un Parlamento, era Re per diritto divino infatti veniva incoronato dall'autorità spirituale e si trasmetteva da padre in figlio o, in alcuni casi, figlia, era ereditario. Con la repubblica le cose sono diverse. Il Presidente della Repubblica è eletto o dal popolo in certi Stati o dal Parlamento in altri, ma comunque viene eletto. Mantenere il reato di lesa maestà per una carica non ereditaria e che con il diritto divino ha ben poco a che vedere è semplicemente stupido. Il Presidente della Repubblica è un uomo come tutti gli altri non è certamente superiore ai cittadini che rappresenta, quindi questo reato è del tutto assurdo.

stefanoa22

Ven, 12/10/2018 - 16:08

ma dire terun non é un'offesa, ma cosa stiamo dicendo, tradotto in italiano potrebbe anche essere considerato offensivo, ma detto in dialetto assolutamente no. quante parole e non sto' qui a farne l'elenco tradotte dal dialetto all' italiano cambiano il loro "significato", molto spesso sono un modo di dire, una consuetudine.

paràpadano

Ven, 12/10/2018 - 16:11

02121940 , sono assolutamente d'accordo con il suo ragionamento.

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Ven, 12/10/2018 - 16:11

@giovinap... udite udite... o meglio leggete la grammatica del nostro purista di madre lingua. Un bel 2 non te lo leva nessuno. Hai capito quello che fa la filippica agli altri? Il giovinenapoletano si è svelato in tutto il suo splendore... ah ah ah ah!!!

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Ven, 12/10/2018 - 16:13

@giovanni235... Chi è Missilini? Mi sono perso qualche passo della storia recente?

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 12/10/2018 - 16:17

La cosa anacronistica è questa legge da repubblica delle banane come il vilipendio per il capo dello stato. Il presidente del consiglio no? Già i tribunali sono intasati e queste legge ridicole andrebbero abrogate. Per le offese personali c’è già la diffamazione.

i-taglianibravagente

Ven, 12/10/2018 - 16:18

mi sono fatto lo screenshot della prima pagina del Giornale con il bel titolo "Quel terrone di Napolitano" e penso che la stampero' a colori e la incornicero'...Grazie Vittorio. In aggiunta, causa le mie ricerche di questi giorni per rifare il bagno di casa mia, proprio sopra la testa di napolitano e' pieno di pubblicita' di Water....TOOOOP assoluto.

Ritratto di dlux

dlux

Ven, 12/10/2018 - 16:20

Caro Sgarbi, il termine "terrone" riferito ad un soggetto come il napoletano di cui si parla (mi fa senso anche il solo nominarlo) suona come un complimento o, al massimo, come un epiteto edulcorato per non dover trascendere. Ha palesemente cospirato contro l'Italia e gli italiani, piegando la Costituzione alle sue voglie a tutto vantaggio della sua parte politica e per questo mi sarei aspettato che qualcuno in alto loco muovesse un'azione nei suoi confronti, non ultima un'accusa per alto tradimento. L'Italia, a causa delle sue scelte, è precipitata nella crisi più nera e gli italiani provavano i morsi della fame mentre lui, avido come pochi, non dava quel segno tangibile di vicinanza, intascava per intero il suo appannaggio, che ancora continua ad intascare, e che intascherà anche dopo la sua, non pianta, dipartita...

ARGO92

Ven, 12/10/2018 - 16:23

LA NORMATIVA C E MA NON ANDAVA APPLICATA PER QUESTO MISERABILE TRADITORE KOMUNISTA ANZI DOVREBBE ESSERE PROCESSATO PER ALTO TRADIMENTO

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Ven, 12/10/2018 - 16:23

@siredicorinto... Egregio, io invece ho lavorato per tanti anni per una impresa del nord che avendo vinto una gara in Toscana ha pensato bene di mettermi ha capo della squadra che avrebbe condotto quella gara... al termine dei 5 anni, volevano che mi trasferissi al nord in quanto io avevo la nascita a Roma ma del romano non avevo nulla... (mi dovevo offendere?). Io ho detto, ma boss, perché non partecipa a qualche gara nel Lazio? E lui, Secondo noi, l'Italia che lavora finisce a in Toscana... più giù neanche morti... mi dovevo offendere?

Controcampo

Ven, 12/10/2018 - 16:26

Caro Sgarbi, vero che in per se, dire "terrone o terun" a un meridionale, nello specifico al presidente della Repubblica, non è esplicitamente una offesa. Ma come qualche commentator in questo articolo ha già chiaramente fatto presente, quel che conta è l'espressione ed il contesto per la quale si pronuncia la parora. E non è la prima volta! Si ricordi anni fa, quando i legisti milanesi affiggevano manifesti per le strade con le diciture "Terroni fate i bravi e toratevene a casa"? Anche questi non erano frasi di gentilezza, ma espressioni atti a valutare i meridionali come prodotti di sottomarca! Se una espressione spregiativa venisse indirizzata a un sultano o sceico arabo, nessuno lo scagionerebbe da una pena capitale!

Ritratto di aresfin

aresfin

Ven, 12/10/2018 - 16:31

@Omar El Mukhtar: A te si può dire vero? Caro somar el bovar terrone e marocchino.

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 12/10/2018 - 16:35

atomix49, il mio nick "giovinap" sta per "giovanni napoli" io a differenza tua non nascondo le mie origini,per che le posso sbandierare, e le ho sempre sbandierate, mentre tu e la maggioranza dei commentatori patani come te si nascondono dietro nick neutri e ridicolo per che le origini che la natura vi ha dato non sono indicibili. cambia bersaglio, per che non sono alla tua portata!

routier

Ven, 12/10/2018 - 16:37

Quando è il caso, esiste il reato di diffamazione che basta e avanza. Tutto il resto fa parte di anacronistiche strutture mentali neo/borboniche che nelle menti deboli sono dure da smantellare.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 12/10/2018 - 17:04

Non entro nel merito del reato attribuito a Bossi, perché è patetico rilevarlo. Ma, intendo concordare con Sgarbi e respingere il cartello del pur simpatico Mario Giordano che esibisce -la Legge è sacra-. Ma quando mai??? - La Legge sarebbe sacra se fosse applicata da Domine Iddio. Invece è gestita da esseri umani della peggiore specie. Mi si faccia il nome di un solo magistrato che non abbia scheletri nell'armadio ed io sono pronto a ritirare ciò che sto affermando. Carissimo il mio Mario Giordano. Quanto poi al Legislatore, i Suoi dettami sono un colabrodo. Giordano poi dice, -allora cambiala- Ah, potessimo farlo, così facilmente ! - 16,58 - 12.10.2018

cir

Ven, 12/10/2018 - 17:26

routier spiega questo .. se un GAY dice : io sono GAY , tutti gli battono le mani . Se ad un GAY tu gli dici : sei GAY ,hai delle rogne !

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 12/10/2018 - 17:37

UEEE giovinguappo 16e35, l'atomico e di Roma non patano, come me, che oltre che patano sono anche Leghista. Bestia che figuraa direbbe il Boldi!!!lol lol PS Ciao Gianfi.

Silvio B Parodi

Ven, 12/10/2018 - 17:37

certo la normativa c'e' l'altro ieri su fb una Rosa Abbresci ha insultato il Ministro Salvini con un **Maiale Padano** ho protestato presso fb, e sapete cosa e' successo, **mi hanno bannato per un mese, e mi hanno inviato una missiva::egregio sig Silvio, se ha problemi si rivolga ad un parente per un aiuto psicologico!! avete capito??????FB mi da del psicopatico perche ho protestato per un insulto ad un ministro!!! ha denunciato al tribunale di Torino di Roma e presso la sede della Lega Nord di Milano!! ora voglio vedere se, dare del terun ad un ex ministro e' un crimine, e dare del maiale padano ad un ministro no!!!

INGVDI

Ven, 12/10/2018 - 17:39

La legge non è sacra. Anzi ci sono leggi criminali o stupide come il vilipendio. Stupida poi può essere, e spesso lo è, la sua applicazione, quella di certi magistrati che non hanno come riferimento la giustizia, ma si basano sulla loro ideologia.

tonipier

Ven, 12/10/2018 - 17:40

" EGREGIO DOTTOR SGARBI, NON E' LA PAROLA TERRONE CHE NON FUNZIONA" Lei dovrebbe saperlo.. in ITALIA cosa non funzionano, tra cui la "giustizia" applicata all'inverso, quindi su questo tasto duro, molto duro bisognerebbe insistere favoreggiando milioni di ITALIANI soffocati da questi faccendieri.

cir

Ven, 12/10/2018 - 17:42

Giovinap... parla bene dei PADANI , altrimenti ti faccio togliere la cittadinanza onoraria del PIEMONTE e non avrai piu' le razioni settimanali di BAGNA CAUDA !!

peter46

Ven, 12/10/2018 - 17:46

Bossi è stato condannato non per il terun a Napolitano ma...per non essersi voluto sottoporre alla prova del dna comprovante la 'maternità' 'terronica' del Renzino.

baronemanfredri...

Ven, 12/10/2018 - 18:01

egr. sig. Napolitano lo chiamo Egr. per rispetto della sua età. Lei è napoletano, città cara a mia nonna e mia madre, cantavano le canzoni napoletane in perfetto dialetto, è altro argomento però…. Questa introduzione significa che ho rispetto di Lei. Sono ex siciliano, porta della Sicilia chi mi dice terrone rispondo la “cicogna” aveva tanta benzina che si è fermata a Messina. Ho l'inflessione che quando parlo confonde e mi dicono i leccesi sei della provincia di Lecce? Accetto ben volentieri questo sbaglio bellissima provincia non è insulto. Mi salutano ehi leccese dovrei querelarli? Non ci penso per nulla. Ero uno degli ultimi veri messinesi accetto tutti i soprannomi. Accetti ciò che milioni di italiani polentoni (mangiare) terroni (la terra produce frutti) non è insulto. Lei dovrebbe capire alla sua età c'è di peggio. Le discende da una famiglia nobile istruita rispetti gli usi della Nazione.

sibieski

Ven, 12/10/2018 - 18:01

terrone o traditore

STREGHETTA

Sab, 13/10/2018 - 00:10

Legge doppiopesista- Sei forte, Sgarbi! Vi porteremo le arance ( in galera..), ma forse dovremo farne preventivamente scorta anche per noi, non si sa mai. Qua basta aprir bocca che al giorno d'oggi si offende qualcuno, anzi lo si vilipende, o si è razzisti, e via con tutto il repertorio di quelle lagne insopportabili dei buonisti " politically correct ". Una cosa però che non mi quadra e trovo anzi altamente ipocrita è che il " vilipendio ", con le conseguenze che si porta, sia reato solo nei confronti del Presidente della Repubblica. Invece gli altri massimi rappresentanti delle istituzioni li si può insultare impunemente un giorno sì e l'altro pure, farne fantocci e bruciarli, istigare odio e violenza nei loro confronti. Nei loro confronti il vilipendio non c'è e le conseguenze penali non operano??? Questa sorta di schizofrenia della giustizia la trovo disgustosa.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Sab, 13/10/2018 - 11:02

"nessuna legge è sacra" , può anche essere ma è sempre meglio del contrario quindi facciamo finta che lo sia.Mi stupisco Dott. Sgarbi che una persona del suo acume diffonda ultimamente come un mantra questa affermazione a dir poco spericolata.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Sab, 13/10/2018 - 13:00

@siredicorinto, "annebbiati" è bellissimo, cosi come "ciuccianebbia"