"Ho visto Yara e Bossetti in auto"

Alma Azzolin ha confessato di aver visto Yara con Bossetti nel parcheggio del cimitero di Brembate Sopra. "I due si conoscevano"

Stamattina al processo per l’omicidio di Yara Gambirasio è stata sentita una testimone chiave che ha dichiarato di aver visto la ragazza in macchina con Bossetti qualche mese prima dell'omicidio.

Alma Azzolin, dopo l'arresto del carpentiere nel giugno 2014, aveva raccontato ai carabinieri di aver visto, nel giugno 2010, Bossetti in macchina con una ragazzina che secondo lei era Yara. (Yara è scomparsa il 26 novembre 2010 e il suo corpo era stato trovato tre mesi dopo ndr). La donna si era confidata con i carabinieri dopo che il volto del carpentiere era diventato noto. Questa testimonianza confermerebbe che i due si conoscevano e che la ragazza sarebbe salita spontaneamente sull'auto di Bossetti il giorno dell'omicidio.

In aula la Azzolin ha spiegato, che quando ha visto Bossetti, stava aspettando sua figlia e aveva parcheggiato negli spazi fuori dal cimitero di Brembate Sopra, che si trova davanti alla palestra frequentata da Yara. Mentre era in attesa, ha dichiarato di avere visto arrivare una station wagon grigia (come l’auto dei Bossetti ndr): "La macchina si è fermata vicino alla mia e un uomo con gli occhi chiarissimi mi fissava e mi ha messo a disagio" - ha raccontato la donna. La Azzolin ha poi notato una ragazzina che ha raggiunto l'auto dell'uomo ed è salita a bordo. "All'inizio non sapevo chi fosse quella ragazza, le davo 13/14 anni. Aveva una maglietta color salmone e i capelli mossi che si muovevano mentre correva. Poi quando Bossetti è andato in televisione, ho capito che potevo aiutare a sciogliere questo mistero".

Oggi pomeriggio sono stati sentiti in aula la madre, Ester Arzuffi, e il fratello di Massimo Bossetti. Ester era tanto attesa dai giornalisti dopo la scoperta del vero padre di Bossetti. Tutti si aspettavano alcune sue dichiarazioni per giustificare le incongruenze sulla sua gravidanza.

La presidente della Corte d'Assise ha inoltre spiegato che, avendo la Arzuffi legami di parentela con l'imputato, può avvalersi della facoltà di non rispondere. La donna ha così optato per questa soluzione. Ester, quindi, si è limitata a salutare con la mano e con un sorriso il figlio che ha sempre difeso e ha conluso la sua testimonianza. Lo stesso atteggiamento è stato adottato dal fratello del muratore di Mapello, Fabio, che non ha detto mezza parola.

Commenti

Libertà75

Mer, 24/02/2016 - 13:54

Io (a contrario di molti cocomerioti) non ho alcuna verità in tasca, tuttavia fossi stato nell'accusa avrei evitato volentieri questo testimone. Ella si ricorda di un uomo con gli occhi come quelli di Bossetti, seduto su un auto come la sua e che dava un passaggio ad una ragazzina come la povera vittima... Se se e se, 3 condizioni non verificabili che non possono produrre né una prova, né un vago indizio. Anzi, per la difesa questo teste diventa un ottimo cavallo di txxxa con il quale si può insinuare un accanimento contro il Bossetti, cosa che debiliterà tutto l'impianto accusatorio in Cassazione...

agosvac

Mer, 24/02/2016 - 13:57

Ma siamo sicuri che questa sia una testimonianza contro bossetti? Se una ragazzina entra nella macchina del bossetti senza alcun timore, è perché non aveva alcuna paura di lui. A questo punto la magistrata ci ha sempre detto cose non vere, probabilmente c'è sotto qualcos'altro che potrebbe addirittura scagionare bossetti e coinvolgere un insospettabile.

Libero1

Mer, 24/02/2016 - 13:59

Gli incompetenti investigatori dopo aver speso milioni e milioni di euro e rimediato solo figuracce prima con il furgone che non era quello di Bossetti poi con i due DNA non compatibili ora provano l'ultimo colpo di coda per salvarsi la faccia con il testimone che ha visto yara con Bossetti nella macchina.E'gli italiani pagano la loro incompetenza.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 24/02/2016 - 14:15

Beh, questo sembra un indizio molto forte della colpevolezza di Bossetti. Se a questo indizio si unisce la prova del DNA, nonché gli altri indizi come il furgone visto vicino alla palestra nel giorno della scomparsa della ragazza, le tracce di stoffa dei sedili sui leggins, le ricerche sul computer riguardanti una "tredicenne vergine e rossa", ecc. (non sono un esperto di tutta la vicenda), basta e avanza per costruire un quadro accusatorio convincente e far condannare Bossetti.

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mer, 24/02/2016 - 14:25

Mi sembra una palla

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Mer, 24/02/2016 - 14:30

Possiamo affermare che la testimone a posteriori, dotata di fervida fantasia e ferrea memoria, é sullo stesso piano della famigerata Caterina Rosa in Trocazzani che nel 1630 denunciò Guglielmo Piazza come untore. Spero che i legali della difesa la stronchino per bene e che la lezione le serva.

diesonne

Mer, 24/02/2016 - 15:01

doesonne finitela con questa telenovella-si sono fatto scappare la lepre o l'orsacchiotto mentre stava tra le mani basta per favore e lasciate riposare i morti in pace

Ritratto di abj14

abj14

Mer, 24/02/2016 - 15:24

Per carità, tutto è possibile; ma ritengo eccezionale che qualcuno possa ricordare dopo 4 anni di aver visto in un certo periodo, in quel dato posto, che tipo di auto e il colore; oltre beninteso la presenza di quell'uomo e di quella fanciulla. Manca solo l'ora.

ubibui

Mer, 24/02/2016 - 15:33

Buongiorno, visto Bossetti a Giugno 2010, riconosciuto solo dopo 4 anni!! Come il "testimone del cimitero! Peccato che la telecamera posta dagli inquirenti non ha visto Bossetti! Altrimenti avremmo anche lui in aula oggi? Queste "testimonianze" sono RIDICOLE! Ma come, vede e riconosce la ragazza, viene a sapere che dopo 5 mesi scompare e si presenta solo dopo 4 anni? Cosa si inventeranno ancora per incastrarlo, delle foto della NASA via satellite!?

linoalo1

Mer, 24/02/2016 - 16:01

Se fosse vero,perchè salta fuori solo adesso?Mi pare proprio che,qualcuno,si stia arrampicando sugli specchi pur dimostrare la Colpevolezza del Capro Espiatorio Bossetti!!!!

Dordolio

Mer, 24/02/2016 - 16:19

Mi piacerebbe che a questa donna si chiedesse cosa ha mangiato a colazione lunedì. E il sabato a cena. E - giusto per darle il colpo di grazia - a Natale appunto di 4 anni fa.... Ragazzi, io ho visto gente sospetta un paio di mesi fa armeggiare attorno a un bancomat la sera. E ho chiamato la polizia (che bontà sua è arrivata... dopo mezz'ora). Avevo osservato di nascosto i personaggi, ma quando (dopo mezz'ora...) ho dovuto descrivere loro e la loro vettura ho saputo dire solo che erano giovani, vagamente come erano vestiti e il colore dell' utilitaria, nemmeno il modello. Ma viaaaaaa.............

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mer, 24/02/2016 - 16:24

Occhi chiari come quelli di Bossetti. In quella zona ai voglia di occhi chiari. Ce n'é a bizzeffe. Ridicola come testimonianza. Poi: la ragazzina mi pareva fosse Yara. Era o non era!!! Ci vogliono prove. Fatti non pugnexxtte.

amecred

Mer, 24/02/2016 - 17:11

anch'io mi ricordo di aver visto una ragazzina salire su una macchina in un parcheggio con un signore dagli occhi chiari nel 2010....

giosafat

Mer, 24/02/2016 - 17:42

La curva degli ottusi ultras vuole Bossetti in galera e, pur di accontentarli, ci si presta, con sommo sprezzo del ridicolo, ad ogni sorta di boutade purchè sia consona alla bisogna. Nulla, nell'impianto accusatorio, sta in piedi e sarebbe quindi ora che si risparmiassero i nostri soldi invece di buttarli per questa stupida caccia. Fra vent'anni saranno ancora alle ipoesi, al sentito dire, al 'mi pareva'....che ci diano un taglio.

Giorgio Rubiu

Mer, 24/02/2016 - 17:46

Dopo che il fatto è diventato un "caso giudiziario" di grandissima risonanza,le fotografie di Yara e di Bossetti sono apparse ripetutamente sui giornali e in televisione tanto da essere riconosciuti da chiunque. Un po' di morbosa auto suggestione può benissimo essere alla base delle dichiarazioni di questa testimone postuma. Non escludo nemmeno un desiderio (magari inconscio) di protagonismo.La testimone postuma non può essere ritenuta attendibile.Eppure rimarrà per sempre il dubbio che potrebbe dire il vero!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 24/02/2016 - 17:46

Perché la sedicente testimone ha taciuto per quattro anni? Se aveva riconosciuto Yara avrebbe dovuto collaborare immediatamente e gratis. Invece lo fa solo dopo che gli informatici della difesa sono stati pagati da qualcuno per occuparsi d'altro? Mm... Inoltre anche gli analisti dei trentamila DNA sono prezzolati, eccome se sono prezzolati. Insomma non vorrei che la testimone fuori tempo massimo, alla sentenza cerchi di suicidarsi come la Daddario, cui non hanno dato neanche un centesimo, del milione di euro che pretendeva...

timoty martin

Mer, 24/02/2016 - 17:56

Un premio x la memoria a questo teste-veggente!

odifrep

Mer, 24/02/2016 - 18:06

Il tempo è la migliore medicina. Rimarco ancora il mio personale parere :"quando lo Stato dovrà risarcire BOSSETTI, il governo dovrà aumentare il prezzo della benzina".

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mer, 24/02/2016 - 18:13

Certo che scemenze ne escono da questo processo. Non può essere una cosa seria, siamo alle comiche finali.

tonipier

Mer, 24/02/2016 - 18:19

" UN VERO LINCIAGGIO" non vi può essere società senza diritto.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mer, 24/02/2016 - 18:49

E NESSUNO ci dice se sta ragazzina era illibata al momento della morte. Ce la dipingono come una Santa Maria Goretti ma se invece fosse stata una lolita, le indagini prenderebbero un'altra piega. Non più un mostruoso Girolimoni ma un povero Humber Humbert.

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Mer, 24/02/2016 - 19:44

Chiunque sarebbe in grado di testimoniare quanto ha detto questa tizia, probabilmente prezzolata o semplicemente mitomane. Se ci fosse un particolare che nessuno conosce e lei lo avesse rivelato per la prima volta in aula senza imbeccate da parte dei carabinieri magari sarebbe credibile. Per come stanno le cose potrei pure presentarmi io a dire che ho visto Yara e Bossetti passeggiare mano nella mano in un parco, magari mi danno anche dei bei soldi.

moshe

Mer, 24/02/2016 - 20:03

... a quanti metri è passata dalla macchina per esserne così sicura? e poi, che memoria! ... un po' a scoppio ritardato

meloni.bruno@ya...

Mer, 24/02/2016 - 20:11

Rispetto tutti i commenti con le proprie valutazioni,ma gli indizzi a sfavore di Bossetti sono sufficienti a ritenerlo colpevole!La testimone ha depositato la sua testimonianza dopo aver riconosciuto Yara in televisione con l'arresto di Bossetti.Signori,voi pensate che la testimone metta in gioco la sua credibilità con il rischio di finire in galera per falsa testimonianza? Già feci il mio commento su Bossetti,con Yara si è spinto oltre,ha pianificato in 4 anni di mutismo la sua difesa sopratutto verso la sua famiglia dalla vergona e dal'isolamento dei propri figli.

precisino54

Mer, 24/02/2016 - 21:34

X odifrep; mio caro amico, hai ragione: il tempo è sempre un’ottima medicina, specie se non passa invano. Esiste però pure la versione di Modugno che però parla degli effetti della “lontananza”. Non sono certo che lo stato un giorno dovrà risarcire il Bossetti, non sempre i difensori riescono a scombinare le carte e complicare il tutto, e non sempre c’è una GB capace di instillare il dubbio, vedi Meredith. Che poi lo stato paghi non significa certamente che il beneficiario fosse innocente ma solo che non si è fatta la dovuta luce magari per incapacità di chi avrebbe dovuto o forse perché più comodo non andare oltre. Ricorda pure che stranamente c’è chi è stata condannata e non si è neanche capito come ha ucciso né con cosa. Certamente la nevicata di quei giorni e qualche errore della Pm hanno fatto la loro parte

UNITALIANOINUSA

Gio, 25/02/2016 - 02:22

E'mai possibile che nessuno metta in evidenza che quella donna era stata subito dai carabinieri per raccontare quanto aveva visto? italiano in usa

Dordolio

Gio, 25/02/2016 - 06:24

Ma quale falsa testimonianza che ti porta in galera, caro Meloni.... In tribunale ho visto di persona gente spergiurare il falso platealmente ma - essendo funzionale all'accusa - andarsene con le sue gambe e pure riverita. Diversa la storia per chi NON era funzionale ai maneggi del PM.... Per la signora in questione vale la frase di Warhol che 15 minuti di celebrità non si possono negare a nessuno....

01Claude45

Gio, 25/02/2016 - 07:39

Libertà75, con la MAGISTRATURA e GIUSTIZIA ITALIANA NULLA È IMPOSSIBILE, neppure che un asino voli.

precisino54

Gio, 25/02/2016 - 07:46

X meloni.bruno@ya...; sono anch’io convinto che gli indizi a carico di Bossetti non siano pochi, come pure alcune “stranezze” della vicenda lo indicano come un soggetto “interessante”. Il fatto è che in Italia tutti sono dei commissari tecnici e con la stessa sicumera si ha la pretesa di discettare di tutto. Nei giorni scorsi si è fatto un gran “cas.no” per l’insistere del pm a chiedere i titoli accademici al perito di parte, perché ci si dimentica che non di rado ci si inventa esperti in tutto: ricordiamoci che abbiamo vissuto la vicenda di uno psicologo, senza competenza specifica, che aveva la pretesa di aver scoperto una nuova cura sulla base delle staminali.

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Gio, 25/02/2016 - 08:55

IN GAAAALEEEERAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA !!! A VITAAAAAAAAAAAAAAA1111111

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Gio, 25/02/2016 - 08:56

@ Libertà75 SI INFORMI BENE. LEI HA RICONOSCIUTO BOSSETTI E QUESTA E' UNA PROVA GRAVISSIMA. SI VERGOGNI DI DIFENDERE UN ASSASSINO

squalotigre

Gio, 25/02/2016 - 13:22

precisino54 - io non sono affatto sicuro dell'innocenza di Bossetti. Sono certo però che se gli indizi e le prove sono quelle prodotte in aula, Bossetti ha diritto non solo ad un'assoluzione ma di un indennizzo milionario. Hanno fatto indagini che neppure il Commissario interpretato da Lino Banfi avrebbe fatto. L'unica prova del DNA è stata condotta in modo talmente incompetente che non è più credibile ed infatti è stata smontata dai periti della difesa. Adesso sono alla frutta e producono testimonianze che sono veri e propri assist alla difesa per dimostrare l'inconsistenza dell'accusa. Sono altresì convinto che lo condanneranno perché della magistratura italiana ho lo stesso giudizio che nutro per coloro che scrivono l'oroscopo sui giornali.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 25/02/2016 - 13:47

Caro Meloni Bruno, la sedicente testimone non può aver riconosciuto Yara perché l'avrebbe detto subito. Poi, passati quattro anni non può aver riconosciuto Bossetti, ma chi è, neanche Pico della Mirandola. Piuttosto è probabile invece che sua figlia sia coinvolta, perché dietro la palestra c'era un chiosco mal frequentato, magari anche da sua figlia.

Dordolio

Gio, 25/02/2016 - 15:22

Via signori... Bossetti ce l'hanno servito in foto in tutte le salse e pose quotidianamente da infinito tempo. A me ormai sembra sempre più PRECISO IDENTICO ad un mio vecchio vicino di casa che non vedo da quando mi sono trasferito. Solo dei miei familiari - che l'hanno incontrato di recente - mi hanno detto che mi sbaglio. La suggestione fa scherzi stranissimi. E questa signora pretenderebbe di essere creduta. E c'è chi le dà pure spazio... E le famose impronte e tracce di sangue di chi era vicino alla povera Yara - piuttosto - che fine hanno fatto? Ah, ma non puntano al Bossetti. Peccato....

meloni.bruno@ya...

Gio, 25/02/2016 - 17:03

UNITALIANOINUSA,si ha ragione,nel mio commento ho dimenticato di aggiungere che la testimone nel 2010 aveva già deositato dai carabinieri la sua testimonianza!cordiali saluti.