"Tette contro le trivelle": la campagna social per il Sì

Gli attivisti invitano donne e uomini a pubblicare su Facebook il proprio seno per dire no alle trivelle

Dopo lo slogan "Trivella tua sorella" che tante polemiche ha suscitato nei giorni scorsi arriva "Boobs against Oil", letteralmente "Tette contro il petrolio".

È la curiosa campagna contro le trivelle e a favore del "sì" al referendum del 17 aprile che ha lanciato una pagina Facebook dal titolo decisamente esplicativo: "Boobs Against Oil: le mie tette votano Sì". "I seni scendono in campo per dire Sì al divieto, Sì alle energie pulite, No alle trivelle e all’inquinamento dei nostri mari", si legge nella descrizione della pagina, "Da tetta a tetta vi diciamo: 1) I seni possono essere sia maschili che femminili, maschietti non tiratevi indietro! 2) Sulle vostre tette (o seni) o un po’ più su o un po’ più giù scrivetevi con un pennarello, marchiatevi a fuoco o appiccicatevi un bel post-it dove ci deve essere scritto uno di questi hashtag: #boobsagainstoil, #boobsvsoil, #tettevspetrolio, #NoTriv, #17Aprile, #VotaSi. 3) Ora scattatevi una foto immortalando le vostre forme coperte e mandatecela con un messaggio privato su questa pagina oppure via email".

Insomma, l'appello è chiaro ed è rivolto a uomini e donne che abbiano il coraggio di mostrare il proprio seno - o i pettorali - per combattere questa battaglia ecologista (guarda le foto).

Commenti
Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mar, 22/03/2016 - 00:22

Fanno abbastanza vagare. sembra una categoria di fourcams e ha lo spessore di un lenzuolo di seconda marca.