Torino, polemica su Lombroso per mostra fotografica: "Scatti razzisti"

Scoppia il caso a Torino per la selezione di foto dell'antropologo esposta al Museo del Cinema: "Discrimina i napoletani"

La scritta "Delinquenti napoletani" e sotto una carrellata di foto di malviventi partenopei. È così che è scoppiata la polemica sulla mostra fotografica dell’antropologo Cesare Lombroso esposta (fino al 6 gennaio) al Museo del Cinema di Torino.

"I 1000 volti di Lombroso", inaugurati il 25 settembre, hanno fatto scalpore, per quegli scatti in cui il padre fondatore della criminologia darebbe giudici "razzisti". Per circa cinquant'anni, dal 1860 al 1909, lo studioso mise insieme un'enorme quantità di immagini di soggetti legati a doppio filo alla psichiatria e alla criminalità. L'esposizione della discordia raccoglie 305 fotografie esclusive.

Le sue teorie si basavano sul concetto del criminale per nascita: in sostanza, il comportamento criminale e deviante di una persona era innato, oltre che "visibile" nelle sue caratteristiche anatomiche e somatiche.

E se da un lato i curatori dell'esposizione rispediscono al mittente ogni accusa, il Comitato No Lombroso attacca: "Non viene comunicato con la dovuta evidenza al visitatore della mostra he si tratta di tesi inaccettabili".

Commenti

Homunculus

Gio, 26/09/2019 - 17:57

Poveretto, a quel tempo non esisteva ancora il politicamente corretto...

Cyroxy80

Gio, 26/09/2019 - 18:03

Non sono giudizi razzisti.. non sono fatti in base alla razza ma all'aspetto e alla forma della testa.. Sono ovviamente infondati ma non si basano sulal razza.

Ritratto di giangol

giangol

Gio, 26/09/2019 - 18:26

Denunciatelo e ve la vedrete in tribunale ahahah

cir

Gio, 26/09/2019 - 18:31

quello che a Fenestrelle sotto i Savoia ..................................................................... https://www.inuovivespri.it/2017/03/26/la-vera-storia-del-lager-di-fenestrelle-dove-i-savoia-scannarono-e-fecero-sparire-nella-calce-migliaia-di-meridionali/

fifaus

Gio, 26/09/2019 - 20:40

Nessuna tesi è inaccettabile per principio, anche perché deve essere storicizzata. Il se dicente Comitato No Lombroso direbbe No anche a Teofrasto, Della Porta, Giordano Bruno tanto per fare qualche esempio. E non dimentichiamo Mantegazza, il primo a parlare di razza italiana.

killkoms

Gio, 26/09/2019 - 21:38

ennesima inutile polemica!

Ritratto di giubra63

giubra63

Gio, 26/09/2019 - 22:22

W Casa Savoia ! http://lanostrastoria.corriere.it/2012/10/22/alessandro-barbero-sfata-la-leggenda-nera-di-fenestrelle/

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 26/09/2019 - 23:09

Qui si parla di soggetti pregiudicati non di etnie ... ma si sa che il napoletano ha una sua specificità sociale e viene evidenziata ovunque si sposti in ogni angolo del Bel Paese. Se poi si inalberano e vogliono definirsi una razza offesa ,,, gallina che canta ha fatto l'uovo.

Ritratto di Giancarlo09

Giancarlo09

Ven, 27/09/2019 - 08:30

Pare che gli studi di Lombroso non fossero del tutto errati, qualche anno fa sentivo che alcuni scienziati confermavano che certi tratti criminali sono ereditari dal punto di vista genetico, a sentir loro ciò era valido per i serial killer, i pedofili ecc., c'era una sorta di inclinazione naturale alla quale comunque l'individuo poteva cercare di resistere. Infine, è vero che spesso guardando i volti di efferati criminali o di terroristi ci si rende conto che hanno poco di umano e un non so che di mostruoso...

Ritratto di Giancarlo09

Giancarlo09

Ven, 27/09/2019 - 08:41

Giubra63 della fortezza di Fenestrelle si parlò qualche anno fa anche in uno speciale di SuperQuark nel quale, dati alla mano, si parlava di fosse comuni con centinaia di cadaveri e di prigionieri sciolti nella calce viva, non ricordo se in quella particolare puntata ci sia stato un intervento del prof. Barbero (che comunque non ha il dono dell'infallibilità) ma di certo parliamo di una trasmissione che si avvale dell'aiuto di numerosi esperti della materia. La verità è che di tutte le case regnanti italiane dell'epoca quella dei Savoia era quella più greve e di lignaggio discutibile, le sue politiche ci hanno portato solo lutti e miseria, una fortuna che siano stati deposti.