Torna la politica, tornano le toghe

Pur di non dare ragione al Cavaliere, i giudici milanesi si infilano in un percorso tortuoso e ridicolo. Soprattutto oneroso, moltiplicando per sette i costi per le già vuote casse della giustizia

Non so se sia il primo caso, certo a memoria non ricordo un processo che sia stato spacchettato in sette e distribuito in altrettanti tribunali sparsi per l'Italia. A chi poteva succedere una simile disgrazia? Ovviamente a Silvio Berlusconi, cui la magistratura, e non solo, aveva già riservato alcune primizie, tipo condanne retroattive, risarcimenti record e repentini cambi di collegi giudicanti. L'ultima novità riguarda il processo Ruby ter, l'inchiesta per corruzione di testimoni su fatti - il cosiddetto bunga bunga - che la sentenza definitiva del Ruby bis ha già dichiarato peraltro inesistenti. Per il Gup di Milano, la richiesta della difesa di Berlusconi di spostare il processo a Roma - dove è stato commesso il primo ipotetico reato - è infondata, ma anche la pretesa dei pm di tenerlo a Milano non sta in piedi. Da qui la decisione pilatesca di istruire non uno ma sette processi paralleli in base a complicati cavilli giuridici.

Pur di non dare ragione al Cavaliere, i giudici milanesi si infilano in un percorso tortuoso e ridicolo. Soprattutto oneroso, moltiplicando per sette i costi per le già vuote casse della giustizia.

Ci aspettano quindi sette processi, sette campagne mediatiche, sette gogne che anche se finiranno nel nulla, come spesso è accaduto, serviranno a inquinare ancora una volta la vita politica. Proprio mentre, guarda caso, Berlusconi ai appresta, all'alba degli ottant'anni, a riformare in modo radicale il centrodestra come dimostrano a Roma la scelta di Marchini candidato sindaco e la conseguente rottura con Lega e Fratelli d'Italia.

Ogni volta che Berlusconi alza la testa, puntuale arriva la mazzata. Se invece di occuparsi di riformare la prescrizione, cioè di allungare i tempi dei processi che già oggi sfiorano qualsiasi parametro europeo, il parlamento si occupasse una volta per tutte di riformare il sistema giudiziario, meglio sarebbe per tutti. Separazione delle carriere tra pm e giudici, responsabilità civile vera (chi sbaglia paga di suo), impossibilità dell'accusa di fare appello, scioglimento delle correnti, tempi certi: questo serve per portare l'Italia ad avvicinarsi a essere un paese normale. Pure Renzi dovrebbe capirlo, prima che anche per lui sia troppo tardi.

Commenti
Ritratto di nonmollare

nonmollare

Sab, 30/04/2016 - 14:05

Mi spiace, ma solo una Rivoluzione popolare potrebbe (ri)portare l'italia ad essere un paese civile e normale. Purtroppo pero' cosa è veramente il "sistema giudici" è conosciuto SOLO da chi lo ha provato sulla propria pelle mentre gli altri...stentano a credere quello che racconti, anzi, forse non ci credono per niente e pensano che siano solo tue storie per coprire la verità.

Ritratto di Pettir45

Pettir45

Sab, 30/04/2016 - 17:03

No direttore, ormai solo loro che conducono la danza. Non esistono più poteri in Italia, ma il Potere: quello della magistratura giacobina.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Sab, 30/04/2016 - 17:37

Hanno ancora una paura fottuta di un vecchio di ottant'anni!!! Ma che gente è questa?

Ritratto di giulio_mantovani

giulio_mantovani

Sab, 30/04/2016 - 17:58

Altro che l'inquisizione di Torquemada...

tonipier

Sab, 30/04/2016 - 18:08

SPETTABILE REDAZIONE" La devitalizzazione del rigore legislativo, le disfunzioni dei servizi pubblici, in modo particolare quelle della amministrazione della giustizia, determinano il pauroso sbandamento delle coscienze, propiziano e diffondono la sfiducia nei cittadini nelle istituzioni, rafforzano la potenza della criminalità, procurano all'imperio dei capricci e della esosità locupletatrice della delinquenza la soggezione sopratutto dei pavidi e dei rassegnati.

billyserrano

Sab, 30/04/2016 - 20:46

Evidentemente i giudici non avevano nulla da fare (processi da fare in Italia non ce ne sono), e si sono procurati un p'ò di lavoro. Ci sarebbe da contrastare la criminalità e la mafia organizzata, ma sono cose che per i giudici nostrani sono di poca importanza. Vuoi mettere la prima pagina per processare Berlusconi, a una misera quarta per aver processato dei delinquenti che nessuno conosce? E poi, una mano al pd non vuoi dargliela, visto che tra un pò si vota?

MOSTARDELLIS

Sab, 30/04/2016 - 20:56

Siamo in mano ai giustizialisti e Renzi fa finta di niente per essere lasciato in pace. La ridicolaggine dei 7 processi la dice lunga sulla terzietà dei giudici. E' un odio mortale contro una persona che ha tentato di porre un freno all'immenso potere della magistratura. Altro che uguaglianza tra poteri dello Stato.

Ritratto di Roberto53

Roberto53

Sab, 30/04/2016 - 20:57

Singolare l'esortazione a Renzi. Chissà, forse sarebbe meglio provare a disarcionarlo ed evitare di sostenerlo.

carpa1

Sab, 30/04/2016 - 21:03

"A chi poteva succedere una simile disgrazia? Ovviamente a Silvio Berlusconi". Solo a lui? Ed a noi invece no? Che ci hanno rotto i cxxxxxxi con questa persecuzione ridicola che drena risorse a non finire, copiosamente pagate da noi con le nostre tasse! E poi parlano si permettono pure di parlare di corruzione! E q

Edmond Dantes

Sab, 30/04/2016 - 21:06

I magistrati italiani sono circa 8000. Ecche' ? Non ci sono 16000 carabinieri e/o poliziotti per andarli a prelevare e portarli in uno stadio ? Basterebbe volerlo.

Una-mattina-mi-...

Sab, 30/04/2016 - 21:07

Con tutte le orde impunite di pasciuti nullafacenti che ci assalgono...

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 30/04/2016 - 21:09

Ora, ditemi voi se quell'insegnamento di Gesù -Ama il prossimo tuo come te stesso- può essere rispettato, con tutto il bene che si possa volere per Paolo di Tarso. Ma io li vorrei vedere tutti infilzati nello spiedino e rosolati ben bene sulla brace. Toga inclusa. -riproduzione riservata- 21,10 - 30.4.2016

giovanni235

Sab, 30/04/2016 - 21:11

Quella giudicia(va bene Boldrini?) è una delle tante schegge impazzite della magistratura.Oltre che essere in buona parte fannulloni(10 milioni di processi arretrati?)stanno anche impazzendo e il mondo intero continua a ridere di noi.

carpa1

Sab, 30/04/2016 - 21:16

--- e queste cagate sono forse gratis! E poi vogliono che si allunghino le prescrizioni perchè non ce la fanno a stare nei tempi! Renzi, se vuoi recuperare un po' di voti, vedi di mettere pesantemente mano al settore giustizia in modo da costringere i lavoratori (???) del settore (pm, giudicanti, impiegati, fino al personale delle pulizie) a lavorare seriamente invece di trastullarsi con le sxxxxxxxe che si inventano tutti i giorni. Peccato che ormai comandino loro, e lo dimostra il fatto ch ogni volta qualcuno abbia tentato di mettere i riga gli ermellini, si è trovato a dover chinare la testa o farsela ghigliottinare. Quoto ... nonmollare ... sia per quanto riguarda la rivoluzione popolare che per aver avuto la disavventura di aver a che fare con un palazzo di (in)giustizia, anche se trattavasi solo di cause civili.

giovanni235

Sab, 30/04/2016 - 21:18

Giudici,se Berlusconi fosse davvero quello che voi ritenete (delinquente,mafioso ecc.ecc)e che accusate di essere,sapete quante volte sareste già saltati in aria?Sapete quanti incidenti a voi e ai vostri famigliari sarebbero successi?Manica di ignoranti eversivi!!!!

Alessio2012

Sab, 30/04/2016 - 21:22

Il problema è che questi hanno trovato il modo di compiere il "delitto perfetto!" Voglio dire: già per capire che le toghe fossero corrotte bastava guardare tangentopoli... ma qui per l'italiano medio ci sono voluti 20 anni... e molti ancora non l'hanno capito... Perché? Perché secondo tutti un magistrato viene messo a amministrare la giustizia se dimostra di essere incorruttibile, inflessibile. Però quanti banchieri abbiamo visto scappare "con la cassa"? Eppure avevano la fiducia assoluta di tutti. E quanti "amici d'infanzia" ci chiedevano un prestito e poi scappavano via?

Alessio2012

Sab, 30/04/2016 - 21:26

Il problema non è solo il PD, che sappiamo fa tutto questo. Lo schifo vero è il M5S... perché veramente bisogna essere proprio viscidi per andare dietro a magistrati che hanno sulla coscienza anche il suicidio di persone innocenti.

AH1A

Sab, 30/04/2016 - 21:29

Non vi crede più nessuno.

Ritratto di manganellomonello

manganellomonello

Sab, 30/04/2016 - 21:53

E' un paese che ha delle istituzioni super ridicole. Lo straniero arriva e farà soccombere il sistema creato dai nostri avi.

senzasperanza

Sab, 30/04/2016 - 22:03

che paese,mamma mia....

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Sab, 30/04/2016 - 22:03

Balle, i fatti del bunga bunga non sono stati dichiarati inesistenti. Il pregiudicato è stato assolto in quel processo solo perchè i pubblici ministeri non hanno dimostrato che l'imputato conoscesse con certezza la minore età di Ruby!!!!!!!!!!!! Poi se si accetta il fatto che tutti i testimoni a favore dell'imputato sono a LIBRO PAGA in queato Paese siamo messi male!!!!!!!!!!!!

elpaso21

Sab, 30/04/2016 - 22:34

Berlusconi sono venti anni che abbassa la testa di fronte alla magistratura, e questo naturalmente è il risultato. Doveva fare una legge in cui si specifica che i magistrati non fanno le indagini ma solo i processi, ma forse "non ci ha pensato".

m.nanni

Sab, 30/04/2016 - 23:02

quando c'è da moltiplicargli le peripezie la giustizia lo sbeffeggia fingendo di dargli ragione; anzichè chiuderla del tutto e da tempo questa vicenda (perchè è oggettivamente scandalosa e non più accettabile) il giudice asseconda la difesa di Berlusconi e lo sottopone ad un preventivo fine pena mai senza neppure il processo, ma nella moltiplicazione di processi da allestire in vari tribunali dell'Italia. E lo strazio continua. il Pd che vuole cancellare la prescrizione, sicchè della gramigna giudiziaria del Ruby quarantaquater se ne discuterà con i nipotini della stessa Ruby. lo scandalo connesso, caro direttore è che i parlamentari del cdx e di FI in particolare anzichè scendere in piazza o ammutinarsi in parlamento, anche in quello europeo, gridando BASTAAAAAAAAAAA!!!! fanno le seghe a Renzi. E Berlusconi ancora a rincorrere Casini che aveva votato per cacciarlo dal senato!

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 30/04/2016 - 23:18

FINCHE AVRENO QUESTA MAFIA GIUSTIZIARIA, Che tolgano dai tribunali lo scritto:"LA LEGGE È UGUALE PER TUTTI"! PM e Giudici hanno preso il potere sulla politica e il caos è idecifrabile. Prima che succeda qualcosa al Cavaliere, se c`è ancora qualche giudice NON CORROTTO a Brussel, che si intromettano perchè sta uscendo tra le TOGHE ROSSE, il PD e il CLERO, uno scandalo, che può portare a una guerra civile!!! """QUESTO DIMOSTRA DALLA PAURA DEI "PM E DEI GIUDICI"NEI CONFRONTI DI Berlusconi"""!!!

Ritratto di alejob

alejob

Dom, 01/05/2016 - 09:52

come mi disse ad un seminario di giurisprudenza un giudice che conosce bene il nostro paese, Da voi qualche volta, la vera giustizia, è quella fatta in CASA).

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 01/05/2016 - 23:29

Da cittadino italiano sono costretto a subire l'arroganza di magistrati comunisti ipocritamente camuffati con il vago termine di "sinistra". Gli aderenti a Magistratura Democratica hanno perso ogni senso dello Stato tradendo le istituzioni ed aggredendo arbitrariamente gli avversari politici. L'ATTUALE CAPO DELLO STATO È IL SESTO CHE PUR PRESIEDENDO IL CSM NON INTERVIENE CONTRO QUESTO EVIDENTE ABUSO DI POTERE DEGLI ADERENTI A MD.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Lun, 02/05/2016 - 09:01

Chi é che diceva " Chi controllerà i controllori ? "

Rossana Rossi

Lun, 02/05/2016 - 11:13

Copione già visto che purtroppo continua. Oramai hanno in mano tutto loro col pifferaio abusivo che non fa altro che accaparrarsi il potere (sempre abusivo) piazzando suoi uomini leccac..o da tutte le parti. E lo schifo continua.......

Ritratto di Loudness

Loudness

Lun, 02/05/2016 - 11:29

Andrea62eccecc ti auguro di avere a che fare con la "giustizia italiana" a breve, solo così i babbei come te possono capire.

tonipier

Lun, 02/05/2016 - 11:30

" SI SERVONO DI QUESTO COME SPECCHIETTO ALLE ALLODOLE"

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Lun, 02/05/2016 - 12:46

Non c'è speranza è il solido immondo balletto della magistratura italiana e milanese in particolare. La realtà vera è che la giustizia in Italia non esiste e meno che mai per Berlusconi, nonostante la sua pletora di avvocati.

asalvadore@gmail.com

Lun, 02/05/2016 - 18:22

Sante parole, ma aggiungerei la penalizzazione della carriera pei Pm che promuovono un processo che finisce nel verdetto che il fatto non sussiste. Hanno sperperato denaro pubblico e ne devono dar conto. É la stessa sorte di costruttore il cui edificio crolla, o la di un medico perseguitato dalla morte dei suoi pazienti.

Atlantico

Mar, 03/05/2016 - 14:50

Credo per una semplice dimenticanza, Sallusti trascura che lo spacchettamento ha corrisposto ad un'istanza presentata dal collegio difensivo ( su cui è lecito quindi qualche dubbio ) e che anche se si appurasse che Berlusconi non fosse mai stato presente fisicamente alle serate eleganti comunque sono stati effettuati versamenti per milioni di euro ai testimoni. Il che, personalmente, non è proprio trascurabile.