Trecento renne uccise da un solo fulmine in Norvegia

Un singolo fulmine ha ucciso più di trecento esemplari di renna in un parco naturale norvegese vicino ad Oslo

Oltre trecento carcasse di renne, tutte uccise da un singolo fulmine. Lo spettacolo che si è presentato a un guardiaccia di Hardangervidda, in Norvegia, è stato raccapricciante.

Nella giornata di ieri l'agenzia norvegese per l'ambiente ha rilasciato le foto inquietanti di un grande branco di renne rimaste uccise durante un temporale scatenatosi sopra una parte del parco naturale di Hardangervidda, a metà strada fra la capitale Oslo e la città di Bergennel. È probabile che un fulmine abbia colpito il branco mentre gli animali erano tutti addossati gli uni agli altri.

La grande massa di ungulati potrebbe aver scatenato una sorta di enorme conduttore elettrico, provocando la strage. Nel parco naturale in questione vivono oltre diecimila renne, che di frequente si spostano per le migrazioni stagionali.

Dall'Agenzia governativa per l'ambiente spiegano che non è raro che degli animali rimangano vittime dei fulmini, ma che il numero di capi abbattuti questa volta è veramente ecezionale.

Resta ancora il mistero sulla sorte delle tante carcasse: non è escluso che vengano lasciate dove sono, in attesa che si decompongano naturalmente. Il luogo d'altronde è distante di centri abitati.

Mappa