Il treno che avvicina i grillini e i violenti

Se i Cinque Stelle intendono ripristinare quel clima ambiguo e pericoloso, lascino il governo e calzino i passamontagna d'ordinanza dei black bloc

«Se Salvini vuole la Tav torni con Berlusconi oppure se la tolga dalla testa e la smetta di rompere i cog...». Così parlava poco tempo fa quel genio della politica di Alessandro Di Battista. Salvini non è tornato da Berlusconi, la Tav si fa ma i cog... restano tali. O, meglio, stiamo parlando di persone che gli attributi non li hanno proprio. Come Alberto Airola, senatore Cinque Stelle che aveva giurato: «Se la Tav passa, mi dimetto». Al dunque, la retromarcia: «Era una frase detta d'impeto, vedremo, ma penso che resterò». Come resterà al suo posto Roberto Fico, il presidente della Camera che aveva sentenziato: «Mai Tav è l'identità più profonda dei Cinque Stelle».

Parafrasando Di Battista si potrebbe dire: «Cari grillini, se non volete la Tav mollate Salvini e le poltrone oppure smettetela di rompere i cog...». Perché è chiaro che da oggi Di Maio e soci dovranno scegliere se stare dalla parte del loro governo o da quella dei delinquenti, che già ieri hanno annunciato di volere mettere a ferro e fuoco da sabato la Val di Susa per impedire la ripresa dei lavori. Il presidente della Camera, terza carica dello Stato, dovrà decidere se stare con i poliziotti messi a difesa dei cantieri o con i teppisti che daranno loro l'assalto.

Quando Stato e antiStato vengono alle mani la neutralità non è prevista, soprattutto da parte di chi ha responsabilità di governo. Negli anni Settanta ci provò il Pci che, di fronte ai primi atti di terrorismo rosso, coniò dall'opposizione lo sciagurato slogan: «Né con lo Stato né con le Br» che contribuì non poco a giustificare i violenti e a incendiare il Paese.

Se i Cinque Stelle intendono ripristinare quel clima ambiguo e pericoloso, lascino il governo e calzino i passamontagna d'ordinanza dei black bloc.

Altrimenti siano chiari, nelle parole e nei fatti, a condannare senza esitazione qualsiasi violenza contro la decisione di un governo (per di più loro) e di un Parlamento (dove sono maggioranza) sovrani.

Tenetevi pure - signori grillini senza cog... poltrone, stipendi e privilegi, ma non provate a trascinare il Paese in un clima di violenza e di odio. Qualsiasi tipo di copertura, politica o morale, sarà da considerare alla pari della complicità.

Commenti
Ritratto di bimbo

bimbo

Gio, 25/07/2019 - 16:41

Consiglierei poi di fare dei treni blu con le stellette, soprattutto che abbiano le bandiere dell'ue dal primo all'ultimo vagone. Sapete poi, una confidenza, che fuori dall'ue non cè futuro!

sparviero51

Gio, 25/07/2019 - 17:11

MARMAGLIA CRIMINALE SOTTO MENTITE SPOGLIE ORFANA DEL COMUNISMO !!!

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Gio, 25/07/2019 - 17:51

Parole chiare, poche ma buone, significano che o si fa la Tav o si muore. Così come per il ponte Morandi e ora per la gronda dopo numerose menzogne è venuto il momento della resa dei conti; Forza Italia e pronta. Shalòm.

Ritratto di dlux

dlux

Gio, 25/07/2019 - 18:06

Direttore, Direttore, mi meraviglio di Lei! Ma questi sono comunistelli della peggiore specie ed è perfettamente inutile aspettarsi azioni coerenti e logiche. All'ideologia hanno aggiunto (?) la loro perfetta ignoranza (uno vale uno) ed in più la regola che chiunque è capace di fare qualsiasi cosa: e così Di Maio (famosissimo bibitaro del S.Paolo) diventa vicepresidente del Consiglio e Ministro della Repubblica. Oddio, c'erano stati dei precedenti illustri: tal Veltroni prima e quasi tutti del governo Renzi dopo, ma tutti in salsa rossoPCI...

INGVDI

Gio, 25/07/2019 - 18:15

I grillini hanno la cultura dei centri sociali, sono dei comunisti tricefali (marxismo, ecologismo, parassitismo), è inutile l'invito del Direttore, non hanno dignità. Nemmeno Salvini ha accolto lo stesso invito. Ha in mente un futuro politico stabile con Di Maio, questo dopo le elezioni che ribalteranno i rapporto di forze. Il capitano dopo aver snaturato la Lega (non è di destra né liberale), sta grillizzandosi sempre più, in lui sta riemergendo l'animo del giovane comunista padano. Amen

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Gio, 25/07/2019 - 18:40

Il reclutamento dei diversamente abili di comprendonio, incapaci, disoccupati senza mestiere e poveretti scappati di casa fatto da Grillo tra i disponibili dell'italica plebe ha dato dei numeri sorprendenti. Ci sono più ladri che guardie. Le BR adulate dal PD erano dei violenti assassini e vigliacchi quelli di oggi stanno in Parlamento, ben noti e votati dal popolo italiano per punire quelli che ci stavano prima. Grande civiltà quella italica.

Ritratto di nestore55

nestore55

Gio, 25/07/2019 - 19:06

Cito Padre Enzo Bianchi: Chi non era nulla ed è giunto al potere non perché l’ha meritato ma perché qualcuno glielo ha dato, si mostra prepotente verso gli altri e agisce come un tiranno: inebriato dal potere ma incapace ad esercitarlo bene, diventa arrogante, svelando di essere un miserabile...Nulla da aggiungere in merito al giudizio sui pentastallatici...E.A.

ex d.c.

Ven, 26/07/2019 - 15:53

Questo Governo non ha senso. Nessuno lo fa cadere per non perdere lo stipendio. L'EU lo lascia abbaiare tenendolo stretto al guinzaglio. Gli italiani continuano a sostenere la Lega senza motivo.

Ritratto di michageo

michageo

Ven, 26/07/2019 - 19:46

C'è solo da sperare che Giove pluvio, secondo le più aggiornate previsioni, tra oggi e domenica, apra le cataratte del cielo e li metta all'ammollo. Spero che le ns. valide forze di Sicurezza , siano adeguatamente impermeabilizzate, che scappi loro qualche salutare randellata extra contro i più facinorosi e che riempiano le patrie galere della zona......

INGVDI

Sab, 27/07/2019 - 08:52

Caro Direttore, è ora di smascherare e denunciare il disegno di Salvini, paventato anche da Minzolini, che è quello di formare un'alleanza stabile con Di Maio e i 5s epurati dai comunisti puri, alle prossime elezioni. E' un disegno cinico volto principalmente ad annientare Berlusconi. E' un disegno immorale perché utilizza i voti del ceto medio, quello liberale, per instaurare una forma di comunismo che ci impoverirà definitivamente. Per il bene del Paese, denunci tutto ciò, Direttore.

AntonioLatela

Sab, 27/07/2019 - 10:47

Giuste le osservazioni del Direttore Sallusti. Ciò che fa rabbia è il dover assistere, innanzi all incapacità ed agli atteggiamenti contraddittori della politica, a problemi di ordine pubblico e relativa gestione a spese dei contribuenti. Ed a pagare le spese, in tutti i sensi, sono sempre le Forze dell Ordine che dovranno subire oltraggi, attacchi e violenze da parte dei dimostranti. Vale a dire : i politici giocano sulle vicende ed i poliziotti devono patire ! E vorrei dire ai dimostranti : perché in primis vi accanite contro le forze dell ordine ? Che c’entrano con le decisioni dei politici ? Manifestate, a torto o a ragione, lanciando fiori ai poliziotti ! Date un esempio di civiltà! Gli incaricati del sacro ordine pubblico sono al di sopra delle parti e dei problemi. Bisogna imparare a rispettarli nella liro qualità di lavoratori, padri di famiglia, pubblici ufficiali e certamente persone distanti dalla politica. Lo stesso vale per i centri sociali che sembra amino gli scontri con le forze dell ordine. Se si difiniscono persone vicine ai lavoratori, ai proletari ed alle persone comuni, allora devono imparare a rispettare chi tutela l ordine pubblico. Manifestate pure a favore delle vostre ragioni ma distribuite sorrisi e parole di cordialità e rispetto verso poliziotti e carabinieri.

GUGLIELMO.DONATONE

Sab, 27/07/2019 - 13:01

"AntonioLatela". Bravissimo, complimenti.