Maroni: "Se necessario sparare a vista"

Il governatore: "Voglio qualcosa che impedisca questi episodi, se necessario sparare si spari"

"Voglio qualcosa che impedisca questi episodi, se necessario sparare si spari". Così il governatore della Lombardia, Roberto Maroni, dopo l’aggressore a due ferrovieri a Milano. "Certo, è legittima difesa", ha risposto a chi gli chiedeva se si dovrebbe autorizzare l’uso delle armi sui treni. Questo pomeriggio, ha annunciato, si riunirà d’urgenza il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza.

"Siamo sconvolti per quello che è successo questa notte. Il livello di insicurezza è troppo alto. Vogliamo il presidio dei militari in tutte le stazioni e sui treni Forze dell’Ordine armate, formate e pronte anche a sparare", ha inmvece aggiunto l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Alessandro Sorte che, insieme all’amministratore delegato di Trenord, Cinzia Farisè, ha seguito da subito il gravissimo episodio verificatosi questa notte nella fermata milanese di Villapizzone del Passante ferroviario dove due macchinisti sono stati aggrediti a colpi di machete da un gruppo di sudamericani.

Sorte questa mattina si recherà in ospedale a trovare il macchinista ferito. "A lui, al capotreno che ha perso un braccio e alle loro famiglie - ha detto - esprimo tutta le nostra vicinanza e solidarietà. Mi auguro che la giustizia possa fare velocemente il suo corso e che gli aggressori siano velocemente individuati e adeguatamente puniti. Milano - ha concluso Sorte - non può tollerare di essere una città nelle mani di violenti, balordi senza scrupoli pronti a tutto che non hanno rispetto della nostra società".

Commenti

fafner

Ven, 12/06/2015 - 09:47

Troppa grazia chiede l'assessore : distogliere personale dalle scorte delle divinità per sprecarlo a proteggere gente che non conta nulla o meno ancora ? Ma stiamo scherzando ?

zagor

Ven, 12/06/2015 - 11:05

A cosa servono le forze dell'ordine armate sui treni se poi per disgrazia uno di loro dovesse sparare questo verrebbe a trovarsi accusato indagato e processato per aver svolto troppo bene il suo compito??

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 12/06/2015 - 11:43

ma l'importante che non ci siano a Firenze, che la le divise non li vogliono. Una parola ai centri sociali, visto che disprezzano le divise per il sangue di cui sono "sporche" e di questa feccia che dicono? Non mettono i manifestini, quei fogli e inchiostro rubati dalle scuole, contro questi delinquenti?

Ritratto di giangol

giangol

Ven, 12/06/2015 - 12:41

italia completamente allo sbando in balia di zingari, africani clandestini, albanesi. benvenuti all'inferno italia! ormai siamo come a caracas in venezuela! informatevi sul livello di delinquenza di quel paese per rendervi conto di cosa ci aspetta

Anonimo (non verificato)

gianni.g699

Ven, 12/06/2015 - 19:15

Sto con MARONI e approvo in pieno tutto cio che dice !!!

opinione-critica

Ven, 12/06/2015 - 19:26

Ci sono imbecilli che dicono che questi clandestini scappano dalla guerra. Sarebbe più onesto dire: scappano dalla guerra di religione scatenata da Isis contro tutto il mondo non islamico. Rispedire questi criminali nei loro paesi, che usino la violenza contro i loro nemici e non contro lavoratori onesti. Smettiamola di proteggere bugiardi, sfruttatori e criminali. Mi sa che bisognerà tutelare i poliziotti che hanno arrestato questi criminali, si dirà che sono razzisti.

graffias

Dom, 14/06/2015 - 00:54

Governatore Maroni , molti ,anche se non lo dicono apertamente , sarebbero d'accordo con questo suo invito, ma lei pensa che se un poliziotto dovesse davvero sparare, crede lei che non ci sarebbe subito un giudice pronto ad incriminarlo ????????