Il Tribunale riconosce Satana. "Il divorzio? Lei è posseduta"

A Milano la sentenza tra imbarazzi e comportamenti inspiegabili. Per i medici non è pazza. I testimoni parlano di comportamenti sovrannaturali

La colpa del divorzio è di Satana. A dirlo non è il Papa, un parroco o un esorcista. Ma il Tribunale civile di Milano, che trovatosi a dover dirimere una causa per separazione di una devota coppia di ferventi cattolici, ha dovuto riconoscere che i comportamenti anomali della donna - motivo della rottura col marito - erano dovuti al demonio.

Per la precisione, in una imbarazzata sentenza, il giudice ha dovuto spiegare che la separazione non può essere addebitata alla donna che, sebbene si comportasse da tempo in maniera ossessiva, non "agisce consapevolmente", ma "altrettanto chiaramente è 'agìta'". Da Belzebù.

L'"ossessione religiosa" della donna scatta nel 2007, quando inizia a comportasi in maniera inspiegabile. Il giudice le descrive come "devastanti comportamenti compulsivi" ascrivibili a "possessone demoniaca". Come scrive il Corriere, "l’istruttoria raccoglie prove che in effetti 'hanno sostanzialmente confermato la veridicità materiale' dei 'fenomeni inspiegabili' narrati dal marito e confermati da molti fedeli, dal parroco, da un frate cappuccino". Per esempio, la donna era solita cadere in "improvvisi irrigidimenti, convusioni corporee tanto forti da richiedere l'intervento di altre persone per placcarla. Non solo. Perché il demonio l'ha resa più di una volta il grado di sollevare con una mano solo una panca della chiesa e di scaraventarla contro l'altare. Non sarebbe normale per un uomo palestrato, figuriamoci per una donna esile come la protagonista di questa storia. Inoltre, la signora è stata vista come "sollevarsi in aria per poi ricadere con 'proiezioni paraboliche' a notevole distanza".

La moglie non nasconde di essersi rivolta ad un "un monsignore esorcista della Diocesi di Milano" e la sorella conferma l'esistenza di “fenomeni esterni e non dipendenti dalla sua volontà” del tutto inspiegabili. Il frate cappuccino chiamato a testimoniare, infine, ha detto di essere "impressionato dai fenomeni 'poltergeist' che si verificavano sotto i suoi occhi". Non nascondendo che dietro tanta follia ci fosse proprio Satana. Gli esorcismi non hanno funzionato e così alla fine il marito è stato costretto a chiedere il divorzio. Il medico psichiatra che ha redatto il verbale sull'analisi psichica della donna afferma che "a signora non risulta affetta da alcuna conclamata patologia tale da poter spiegare i fenomeni".

Il Tribunale così è stato costretto a riconoscere l'esistenza di "comportamenti parossistici", "eventi singolari" e "fenomeni inspiegabili". Ma non ha potuto addebitare alla donna le colpe della separazione. E questo perchè "difetta il requisito della imputabilità soggettiva di questi comportamenti". La donna non lo fa apposta, ma non è neppure pazza. "Non agisce consapevolmente", scrive il giudice, ma "altrettanto chiaramente ella è “agìta”". "Tormenti" generati dal "suo atteggiamento di esasperata spiritualizzazione". Divorziata per colpa di Satana.

Commenti
Ritratto di mvasconi

mvasconi

Ven, 07/04/2017 - 10:03

tribunale italiano o sacra Rota?

Invisibleman

Ven, 07/04/2017 - 10:08

siamo proprio in buone mani... questa poi mi sembra una barzelletta.

isolafelice

Ven, 07/04/2017 - 10:28

In questo caso sembra abbia vinto il demonio vista la separazione o divorzio della coppia. Certo che una "coppia di ferventi cattolici" normalmente non divorzia, o forse non sono così "ferventi" come pare.

maxxx666

Ven, 07/04/2017 - 10:37

Siamo sicuri che non era il tribunale di Salem?

Libertà75

Ven, 07/04/2017 - 10:43

meraviglia... in realtà la sentenza è corrispondente alla realtà processuale: la donna è stata analizzata da uno psichiatra, sono stati ascoltati i testimoni che hanno affermato comportamenti non "normali" e quindi l'unica spiegazione è quella della possessione... in realtà, se fosse stata posseduta da un demone (non da satana, ma da un demone), esso sarebbe dovuto emergere durante gli esorcismi e comunque essendo la coppia religiosa, la possessione avrebbe dovuto essere una sfida da superare e non da cui fuggire... mah!

ORCHIDEABLU

Ven, 07/04/2017 - 10:58

POVERA DONNA E TUTTI I PRESENTI.

Cheyenne

Ven, 07/04/2017 - 11:04

NON C'è PIù LIMITE AL RIDICOLO

polonio210

Ven, 07/04/2017 - 11:05

Quindi se domani mattina mi alzo e commetto una strage,dicendo che me l'ha ordinata Satana,non sarò io il colpevole ma Lui?Buono a sapersi!

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Ven, 07/04/2017 - 11:48

L'avevo già detto in tempi non sospetti, questo è la qualità dei nostri magistrati. Dei Borsellini e dei Falconi non ne nascono più.

tonipier

Ven, 07/04/2017 - 12:18

"POVERA NOSTRA ITALIA" Ci troviamo in balia di maghi? non ci credono, ma ci pensano.

manfredog

Ven, 07/04/2017 - 12:32

..quindi adesso anche gli esorcisti dovranno essere riconosciuti dalla legge; bisognerebbe istituire un corso di laurea (o laura..'totosticamente' parlando..) in "Scienze del 'possedimento' e dell'esorcizzazione"..!! mg.

Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 07/04/2017 - 13:12

Spero che proseguendo per questa strada, non si arrivi a sdoganare sentenze emesse in seguito a sedute spiritiche con tanto di pozioni e filtri magici,improbabili fattucchiere e/o stregoni,contatti con l'aldilà ad opera di presunte chiaroveggenti. Ormai non ci si può stupire più di nulla.....

Publio Sestio Baculo

Ven, 07/04/2017 - 13:23

Questa magistratura non perde una occasione di screditarsi. La prossima evoluzione sarà l'adozione del "Malleus Maleficarum" come testo di riferimento in futuro? Sempre più spesso capita di leggere di decisioni di persone che avrebbero urgente bisogno di un TSO.

il veniero

Ven, 07/04/2017 - 13:34

ripetete 1000 volte : " io ho fiducia nella giustizia italiota ..." ....

legionariolibero

Ven, 07/04/2017 - 14:01

Cartaldo, non credo a nulla di quanto da lei riportato. Se così fosse, chiunque potrebbe giustificare qualsiasi omicidio, o peggio strage, con la scriminante "dell'agire per volontà del diavolo". Negli States, più volte, si è tentato di giocare la carta di "satana", ma inutilmente. Potrei citarle una quantità di casi, e altri tentativi sono stati fatti nei paesi dell'America latina, ma con medesimi risultati. Mi chiedo cosa possa spingerla a scrivere cose del genere.

emigrante

Ven, 07/04/2017 - 14:26

Se, come d'uso in Italia, le colpe della separazione non possono essere scaricate sul marito, ecco che entra in gioco Satana (che, più "proprimente", in questo caso chiameremo "Satano"), o Belzebù.

karpi

Ven, 07/04/2017 - 14:29

A leggere questo articolo mi sono venuti i lacrimoni a furia di ridere

evuggio

Ven, 07/04/2017 - 15:15

ho capitooo: M.D. significa Magistratura Diabolica, in quanto utilizza il "fiancheggiatore satana" per farsi dare "aiutini" nell'emissione di sentenze "creative". ah ah ah ah

giove4

Ven, 07/04/2017 - 16:03

beh, è andata bene...avrebbe potuto condannarla al rogo!

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 07/04/2017 - 16:45

Finalmente una magistratura equa. Che ha ben capito la ratio fondativa dei femminicidi. Ora, questa sentenza fa giurisprudenza di merito, preziosa per la definizione del 90% delle cause di divorzio. Vade retro Satana. E' cosa sacrosanta. -riproduzione riservata- 16,45 - 7.4.2017

Angelo664

Ven, 07/04/2017 - 17:22

Roba da pazzi ! Sto iniziano anche io a sentirmi posseduto ..

Ritratto di Renzo Riva

Renzo Riva

Ven, 07/04/2017 - 22:11

. Lo sapete che ci stiamo avvitando come lor signori politici e amministrativi vogliono? Esaminate la sentenza del tribunale di Milano e capirete che che lo Stato italiano sta scivolando verso una teocrazia. .