Tunisino espulso a Padova: tra i passanti Claudia Cardinale

E' stato espulso ieri dalla questura di Padova il tunisino Bargaoui Marouene, ventiduenne, che nei giorni scorsi in due diverse occasioni è stato sorpreso mentre gridava 'Allah Akbar'

E' stato espulso ieri dalla questura di Padova il tunisino Bargaoui Marouene, ventiduenne, che nei giorni scorsi in due diverse occasioni è stato sorpreso mentre gridava 'Allah Akbar' in Prato della Valle, correndo nudo tra i passanti. Il primo episodio risale alla sera dello scorso primo luglio, poco prima di mezzanotte, quando, in stato di alterazione psicofisica, si era messo a correre senza vestiti in mezzo alla gente a passeggio nella piazza. In quell'occasione, alcuni passanti preoccupati avevano allertato il 113 e subito dopo una pattuglia della polizia, intervenuta sul posto, aveva tentato di calmarlo per accompagnarlo in questura, ma il giovane era riuscito a divincolarsi fuggendo verso la basilica di Santa Giustina. Con l'aiuto di altre due pattuglie giunte in ausilio, il tunisino è stato rincorso e bloccato, nonostante per fuggire avesse colpito con uno schiaffo un agente e morso alla mano un altro poliziotto. Il tunisino è stato denunciato in stato di libertà per resistenza a Pubblico Ufficiale e atti osceni in luogo pubblico e trasportato al pronto soccorso dell'ospedale civile dal 118, dove è stato ricoverato in Psichiatria. Tra i passanti presenti durante l'episodio c'era l'attrice Claudia Cardinale che di fatto ha assistito alla scena rimanendo turbata. La Cardinale si trova a Padova per le riprese di un film, “Niente di serio” del regista Laszlo Barbo.