Turismo di lusso (e affari) per la nuova Bit

Per la prima volta uno spazio d'élite dedicato al Luxury con 18 operatori provenienti dalla Toscana

È un viaggiatore che non conosce crisi. Anzi, per l'esattezza sono 3 viaggiatori su cento che possono permettersi il meglio del meglio dell'offerta turistica mondiale senza essere toccati dalle nuvole nere della congiuntura economica negativa. Ovvero hotel cinque stelle, spa resort, rifugi di charme, dimore storiche. Tre viaggiatori su cento che sembrano pochissimi, ma che invece producono un quarto degli introiti complessivi nel mercato del turismo. In soldoni, oltre 116 miliardi di euro all'anno. Il luxury travel secondo il WtO riguarda 25 milioni di viaggiatori nel mondo al momento ma è in continua crescita, ogni anno del 10 per cento. Ecco perché la prossima Bit - la Borsa internazionale del turismo in programma in Fiera Milano a Rho dal 12 al 14 febbraio - ha dedicato al viaggio di lusso una nuova sezione, la Luxury World, un club dell'eccellenza dal layout ricercato per gli espositori italiani e stranieri che andrà ad affiancarsi ad un'altra area importante quella del turismo di affari. Gli espositori sono quindi rappresentati da hotel cinque stelle, eleganti dimore sui laghi, spa resort, hotel-simbolo di città, boutique hotel, shopping mall e servizi per il lusso. Qui gli attori del luxury travel potranno incontrarsi, in un luogo raffinato ed esclusivo con tempi e modalità di relazione adeguati anche grazie a «luoghi» ad hoc. Ovvero la Luxury Buyer Lounge e il Luxury Restaurant a disposizione per i momenti informali. Il mondo cambia e gli ultimi dati infatti rilevano che ci sono mercati che guardano al nostro Paese. L'Osservatorio Bit registra la crescita a doppia cifra di questo settore, soprattutto nei mercati emergenti, in particolare Cina, India, Russia e Brasile, per i quali il nostro Paese si colloca tra le prime preferenze. I viaggiatori luxury sono anche sempre più giovani: se infatti la metà ha un'età compresa tra i 45 e i 54 anni, uno su tre ha tra i 35 e i 44 anni. Non solo. Se il turista medio oggi si concede 1-2 viaggi all'anno, questo numero sale a 4 viaggi all'anno per il cliente di lusso. Una Bit con grandi novità dunque. Tutto nuovo anche Destination Sport, spazio realizzato in collaborazione con Decathlon: aperto solo il sabato, ospiterà i piccoli operatori che offrono pacchetti sportivi relativi alle diverse discipline. A salutare il nuovo corso sono attese oltre 2.000 aziende, che incontreranno più di 1.500 buyer italiani e internazionali e 3.000 giornalisti. Molte realtà hanno già confermato la loro presenza. Paesi come l'Autorità Palestinese, Cina, Cipro, Corea, Croazia, Cuba, Egitto, Giappone, Giordania, India, Israele, Malesia, Nuova Caledonia, Polonia, Repubblica Dominicana, Seychelles, Sri Lanka, Thailandia, Tunisia, Vietnam. Le rappresentanze italiane sono molto numerose, in crescita rispetto allo scorso anno, e coprono tutto il territorio nazionale.