Tutte le confessioni hot di Donald Trump: "Quella volta che ho toccato Melania in pubblico"

Il sito FactBase ha ripubblicato le conversazioni tra il presidente Usa e il conduttore Howard Stern risalenti al periodo 1993-2015

Chiacchierate informali ma pubbliche finite nel dimenticatoio e ripubblicate ora dal sito FactBase quelle tra il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e il conduttore radiofonico Howard Stern risalenti al periodo 1993/2015.

"L'hai mai palpeggiata in pubblico?". Segue una risata, poi la risposta: "Sì", "L'ha fatto, lo sapevo". Stern è la persona a cui Donald Trump ha rilasciato più interviste negli anni e proprio lui si era rifiutato durante le elezioni di ripubblicare queste telefonate in cui aveva parlato anche di Melania.

"Penso che Donald Trump abbia partecipato allo show (SiriusXM) con l'intento di divertire e intrattenere, per giocare con noi. Penso che pubblicare adesso queste registrazioni equivalga a tradire la fiducia di tutti gli ospiti che abbiamo avuto, soprattutto ora che tutti lo attaccano", aveva detto il conduttore. Ma Haward Stern ha anche parlato della possibilità che la First Lady non indossasse le mutandine nel corso della loro prima uscita e sembra che questi commenti abbiano addirittura messo in imbarazzo Trump che ha ricordato al conduttore che stava comunque parlando di una "potenziale First Lady".

Trump ha incontrato Melania a una festa a New York:"Era insieme ad altre top model, le ho salutate tutte e ho detto, 'Eccola, è lei la più bella'. Ma non è solo bella, è anche una bella persona." Stern replica col suo marchio di fabbrica, la delicatezza: "E ti sei beccato una bella sbronza la prima notte?", Trump ride divertito, poi risponde: "No, non è andata bene la prima volta, non ha funzionato nulla".

Ma durante la telefonata hannio anche parlato della forma fisica di Melania: "Lei è proprio in forma, la sua è una dote naturale. Non c'è un grosso lavoro dietro, e lo preferisco, a essere sinceri. È veramente una donna stupenda, una delle più belle al mondo. Quindi non ti so dire perché l'abbia presa, perché, sai, per me la bellezza non conta".

In un'altra telefonata, Trump aveva anche suggerito un'idea per combattere il terrorismo post 11 settembre: "Basterebbe mettere un bottone rosso sull'aereo. Se il pilota si accorge di avere problemi, metti due o tre terroristi a bordo, dovrebbe solo premere il bottone per rilasciare un gas soporifero che addormenti tutti", aveva detto.

Ma nel corso delle telefonate Trump ha anche parlato della sua fobia per i germi. Il conduttore a questo punto l'ha provocato: "Tu hai paura dei germi e i bambini trasportano germi a non finire. Non hai paura di toccare tuo figlio?", "Esatto, assolutamente. Quando ha un raffreddore lo tengo lontano da me".

Trump ha rivelato a Stern di lavarsi le mani in continuazione suggerendo lui stesso che possa trattarsi di un problema psicologico. Recentemente, in un'intervista alla CNN, Melania ha parlato di queste conversazioni tra Stern e suo marito, e di come avesse più volte suggerito a Donald di non prestarsi a queste telefonate con il conduttore: "Insistevano per fare queste conversazioni, molte volte gli ho detto di lasciar perdere, che non mi piacevano queste telefonate. Perché conosco questa gente. Lo costringono a uscirsene con frasi volgari e un linguaggio scurrile".

Ma lo stesso Trump ha dichiarato che le conversazioni con Stern erano solo un divertimento: "Non avevo mai anticipato la mia candidatura, né l'intenzione di diventare un politico, quindi potevo tranquillamente parlare con Stern e divertirmi, e far divertire il pubblico. Il pubblico amava queste conversazioni". "Quando ero un imprenditore, un "business guy", - ha poi affermato Trump - potevo dire quello che volevo".