Gli ultimi post di Alessandra Appiano prima della morte

La scomparsa della scrittrice e conduttrice Alessandra Appiano ha colpito e non poco il mondo della tv e dell'editoria

La scomparsa della scrittrice e conduttrice Alessandra Appiano ha colpito e non poco il mondo della tv e dell'editoria. Si è spenta a 59 anni a Milano. Secondo le prime indagini svolte dagli inquirenti si tratterebbe di un "gesto volontario". E in questo quadro di fatto vanno sottolineati gli ultimi post della Appiano che di fatto su Facebook segnalano anche tutto il suo disagio negli utlimi tempi. Sui social solo qualche giorno fa aveva scritto di aver "gettato la spugna".

Ecco qui di seguito il suo drammatico sfogo: "Per la prima volta in vita mia getto la spugna su un impegno di lavoro. Vuol dire che devo prendere atto di essere troppo stanca. E che devo prendermi cura di me, e volermi bene anche da negazione della wonder woman. Un abbraccio a tutti gli esseri umani che si sentono fragili in questo periodo...". Un messaggio che può spiegare solo in parte il travaglio interiore della scrittrice che di fatto ha probabilmente attraversato un periodo difficile della sua vita. Adesso le indagini cercheranno di spiegare quali sono stati i motivi che avrebbero spinto la conduttrice e giornalista a percorrere questa strada che ha spento la sua vita a soli 59 anni.

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 04/06/2018 - 22:24

Dicono che le donne siano forti per natura...a me non pare.

Luciano2071

Lun, 04/06/2018 - 23:17

Ma chieda al suo capo redattore di scrivere di altri temi e lasci in pace la memoria della povera signora , liquidare un suicidio con insulse banalità come quelle che scrive , ridicolo , superficiale , inutile

Agev

Mar, 05/06/2018 - 08:44

La morte non esiste .. E' solo un illusione di questa realtà. La paura della morte è stata legata alla paura del cosiddetto futuro e dell'inimmaginabile... Ecco perché l'uomo da sempre ha avuto paura di morire . La morte deve essere un atto consapevole e voluto con amore ponendo nel centro del Sé la memoria e presenza di tutte le nostre vite in questa ed altre realtà ... Così in seguito non ci sono saranno più regressioni nel tempo lineare. Così da sempre passano gli Avatar. Volenti la propria morte come volenti la propria vita. Gaetano