Umano, troppo umano

«Le Marie intorno sembrano infuriate dal dolore - Dolore furiale. Una verso il capo - a sinistra - tende la mano aperta come per non vedere il volto del cadavere e il grido e il pianto e il singulto contraggono il suo viso, corrugano la sua fronte, il suo mento, la sua gola. L'altra con le mani tessute insieme, con i cubiti in fuori, ammantata piange disperatamente. L'altra tiene le mani su le cosce col ventre in dentro e ulula». Così, nei suoi «Taccuini», D'Annunzio descrive il «Compianto» di Niccolò dell'Arca nell'Oratorio di Santa Maria della Vita a Bologna, che visitò nel 1906. E inizia la fortuna di una delle più belle opere d'arte del mondo, conosciuta e ammirata da Michelangelo che le contrappone la sua «Pietà», che il tempo e il male non possono corrompere. Niccolò rappresenta il dolore degli uomini, e soprattutto delle donne, per la perdita di Dio. È un urlo disperato, sconvolgente, che anticipa e sovrasta «L'Urlo» di Munch e inizia una vera e propria storia del dolore che avrà in Mantegna e in Grunewald due esponenti travolgenti. Per questo appare retorico e banale definire il compianto di Niccolò dell'Arca «incredibile capolavoro» come fa l'improvvido Federico Giannini, che definisce il grande scultore «un pittore di origini pugliesi a lungo attivo a Bologna». I capolavori sono sempre credibili e aumentano la nostra consapevolezza della vita, potenziandola nell'arte. Niccolò fu in grado, come nessuno, di rappresentare l'umano. Umano, troppo umano: non incredibile.

Commenti

Agev

Ven, 29/06/2018 - 19:37

Ah..!! Le Donne .. L'eterno femminile . Tutte le donne che hanno amato e vissuto l'amore con Jeshua il Cristo erano tutte li a piangere e salutare l'uomo col quale hanno vissuto nella gioia e bellezza. Si .. Le meravigliose donne erano le uniche presenti. Ciò che è venuto dopo è la farsa del cristianesimo che nella sua essenza e distorsione mistificazione della realtà è l'esatto opposto del Cristo. Nietzsche: L'evangelo muore sulla croce con Jeshua il Cristo . E' tempo che la Chiesa faccia scendere quel por hom da quella miserabile croce dove da duemila anni mette ogni nuovo nato perché ogni nuovo nato è un Cristo .. Il resto vien da sé . Gaetano

Silvio B Parodi

Ven, 29/06/2018 - 21:15

Vittorio, Sei un pozzo di Sapienza, fortunati i tuoi concittadini!!!!Io ti vedrei bene come Capo dello Stato Italiano al posto della mummia Mattarella!

maria angela gobbi

Ven, 29/06/2018 - 21:29

e fàccelo vedere,invece del Gabriele notissimo

kobler

Ven, 29/06/2018 - 22:05

Come questo? https://farm4.static.flickr.com/3068/3002450148_9c441c5640_b.jpg

NorbertoT

Sab, 30/06/2018 - 08:03

Grazie Professore: Lei è davvero una Luce nelle Tenebre

Ritratto di ateius

ateius

Sab, 30/06/2018 - 09:57

“incamminati all’indietro.. ricalcando le orme sulle quali l’Umanità fece il suo doloroso, grande cammino.. nel deserto del passato. apprenderai verso quali regioni la futura Umanità non può, o non deve più andare.- e mentre con ogni forza vorrai spiare in anticipo come il nodo dell’Avvenire sarà ancora annodato.. la tua stessa vita acquisterà il valore di uno strumento e mezzo per la Conoscenza”. - F.Nietzsche - Umano troppo Umano.-v. 292

Anonimo (non verificato)