Va in ospedale e lo rimandano a casa: 63enne muore di infarto

L'uomo si era presentato all'ospedale San Martino di Belluno. Dopo una visita, i medici avevano deciso di dimetterlo. Rientrato a casa, è stato stroncato da un infarto

Aveva accusato un malore e si era subito recato al Pronto soccorso dell'ospedale di Belluno. Lì i medici lo avevano visitato e deciso di dimetterlo poco dopo.

Così l'uomo, un 63enne di Le Ronce, nel Castionese, ha fatto ritorno nella sua abitazione. Ma qualcosa è andato storto. Come spiega il Gazzettino, poco dopo l'uomo è stato stroncato da un attacco cardiaco che non gli ha lasciato scampo.

I fatti

L'uomo si era presentato all'alba all'ospedale San Martino dove aveva dichiarato di non sentirsi bene. Ma i medici non avevano ritenuto opportuno trattenerlo in osservazione. Poche ore dopo il rientro a casa però, il 63enne è stato colto da un infarto ed è deceduto.

All'arrivo dei soccorsi per lui non c'era già più nulla da fare. Sul posto, oltre i medici del 118, sono intervenuti anche i carabinieri della stazione di Ponte nelle Alpi che stanno ora indagando su quanto accaduto.

Commenti

seccatissimo

Dom, 30/06/2019 - 19:42

Ma che università hanno frequentati questi medici di cui sarebbe opportuno conoscerne i nomi ?

routier

Dom, 30/06/2019 - 21:02

E' provato e accettato da tutti che la medicina non è una scienza esatta, tuttavia a volte con la sciatteria si esagera e le conseguenze sono esiziali.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 01/07/2019 - 00:01

SANITà ITALIANA..

bernardo47

Lun, 01/07/2019 - 09:21

Serve grande professionalità perbacco! Esami specifici e ecg erano stati fatti? Peccato, mi dispiace.