Vaccini, ridotti da 12 a 10 quelli obbligatori per i bambini

L'Istituto Superiore di Sanità ha dato l'ok all'emendamento presentato in commissione Sanità al Senato per diminuire i vaccini obbligatori per la scuola

Via libera dall'Istituto superiore di sanità (Iss) all'emendamento firmato dalla presidente della commissione Igiene e Sanità del Senato, Emilia Grazia De Biasi, al decreto Lorenzin: l'emendamento ridurrebbe il numero di vaccini obbligatori per l'iscrizione a scuola da 12 a 10, aggiungendo la garanzia dell'offerta attiva e gratuita di altri quattro vaccini.

L'emendamento, in discussione in queste ore in commissione, aveva già sollevato diverse polemiche e il parere del massimo organismo scientifico era molto atteso. Secondo l'Iss, l'obbligo di 10 vaccini più la garanzia di altri quattro gratuiti "appare pienamente rispondente ad affrontare le problematiche epidemiologiche del Paese, così come rappresentate dall'Istituto Superiore di Sanità negli ultimi tre anni".

I 10 vaccini obbligatori saranno quelli contro: poliomielite, tetano, difterite, epatite B, hemophilus influenza B, pertosse, morbillo, parotite, rosolia, varicella.

Mentre saranno disponibili gratuitamente, pur senza essere richiesti come obbligatori per l'iscrizione a scuola, le immunizzazioni contro meningococco B, meningococco C, pneumococco e rotavirus. Per queste ultime "sarà necessario attivare un'offerta attiva e gratuita anche per far fronte a possibili eventi epidemici".

Nel parere inviato alla presidente della commissione Igiene e Sanità di Palazzo Madama, l'Iss ha spiegato che "l'inclusione nell'obbligo per l'accesso a scuola di 10 vaccini è giustificata dal carattere di urgenza ed emergenza dettata dal declino delle coperture vaccinali e dalla situazione epidemiologica nazionale".

La riduzione da 12 a 10 dei vaccini obbligatori, che adesso attende di essere approvata dalla commissione Igiene e Sanità del Senato, rappresenterebbe una parziale marcia indietro del ministro della Salute Beatrice Lorenzin, apparsa sempre una convinta sostenitrice dell'obbligatorietà delle immunizzazioni.

Tuttavia il ministro, poco dopo la metà di giugno, aveva aperto a qualche modifica per accontentare il crescente fronte no-vax.

Commenti
Ritratto di giangol

giangol

Mar, 04/07/2017 - 19:38

con tutti i manzi afrosboldriniani auguri per i vostri figli

Garombo

Mar, 04/07/2017 - 21:52

Sono convinto che i vaccini siano una truffa e facciano male, del resto lo stato italiano non si è mai preso cura dei propri cittadini se non per lucro, una prova di questo sono i militari malati cancro dopo la jugoslavia che sono stati ignorati scandalosamente.

michele lascaro

Mer, 05/07/2017 - 09:15

Abolire la vaccinazione obbligatoria contro i vari ceppi di meningococco è una grande cavolata. Se qualcuno di loro avesse avuto la ventura di veder morire giovani con uno shock settico endotossinico irreversibile, non sarebbe giunto a questa idiota decisione. Ma, per fortuna di molti, ad eccezione degli irriducibili avversarsi di ogni vaccinazione, resta la facoltativa, che è consigliabile per tutti.

Giorgio Colomba

Mer, 05/07/2017 - 10:06

Ennesima topica e consequenziale retromarcia da parte di un'incompetente ministrA di un governo abusivo che prima o poi dovrà rispondere degli inenarrabili danni causati nell'ultimo quinquennio.

Ritratto di stufo

stufo

Mer, 05/07/2017 - 10:09

Il progetto europeo Asset – Piano di azione sulle tematiche di Scienza in Società (SiS) su epidemie e pandemie, indice un bando per premiare tre operatori del settore sanitario di base (preferibilmente Medici di medicina generale o un gruppo di Mmg). Il premio, tre mila euro per ciascun vincitore da utilizzare in attività di tipo formativo, è rivolto agli operatori che, nel periodo 2014-2015, hanno attuato un’attività o un intervento per migliorare la risposta delle comunità locali (o di gruppi di persone) nell’affrontare epidemie di malattie infettive (come influenza, morbillo o pertosse), o per promuovere le vaccinazioni per gruppi di bambini o adulti per la prevenzione di malattie come l’influenza, il morbillo, la rosolia o la pertosse. Il bando ha due scadenze: la prima, il 15 gennaio è per la nomina di un Mmg o un gruppo di Mmg; la seconda, il 15 febbraio, è per la candidatura di un Mmg europeo o gruppo di Mmg....

Ritratto di stufo

stufo

Mer, 05/07/2017 - 10:10

..E, aggiungo: perchè c'è questa corsa all'obbligatorietà delle vaccinazioni ? Semplice, ormai le donne che hanno esclusivamente anticorpi derivanti dalle vaccinazioni (molte di queste, ricordiamo, abbisognano di richiami), non riescono a trasmettere ai figli, attraverso la barriera placentare prima, con l'allattamento poi, i loro anticorpi naturalmente acquisiti. I neonati quindi ne risultano totalmente privi, obbligando a correre ai ripari al più presto possibile.

Antonyota

Mer, 05/07/2017 - 10:14

Siamo l'unico Paese al mondo che sperimenterà obbligatoriamente 10 vaccini sui propri figli da un governo autoproclamatosi.