Varese, i profughi raccolgono 2500 euro per la piccola Belen

La piccola Belen Cumbajin sta lottando contro una grave malformazione della laringe che le impedisce di respirare e di nutrirsi: adesso può operarsi e l'aiuto arriva anche dai profughi

La storia della piccola Belen Cumbajin ha toccato il cuore anche degli immigrati. La piccola Belen sta lottando contro una grave malformazione della laringe che le impedisce di respirare e di nutrirsi. I suoi genitori adesso hanno trovato un professore amiericano in grado di poterla operare in una clinica di Berlino. Ma per dare le cure necessarie a Belen la sua famiglia ha bisogno di denaro. Così 127 immigrati che da un anno vivono nella palazzina ex Enel di Varese in attesa di asilo hanno deciso di devolvere parte della loro diaria all'Aias, l'associazione che sostiene la famiglia della piccola Belen.

L'Aias ha attivato unIban per le offerte IT05D0521622800000000095035 e il conto corrente postale numero 16412215, per raccogliere il denaro necessario per le cure e per l'operazione.

Commenti
Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mer, 27/05/2015 - 16:19

Vediamo cosa hanno da dire bananas & dintorni. Salvicchio se ci sei batti un colpo! Ah la diaria è di 2,5 euro al giorno.