Velletri, è morto il bambino precipitato nel pozzo

Non ce l'ha fatta il piccolo che era caduto in un pozzo di Velletri sabato scorso. Per troppo tempo è rimasto sott'acqua: si è spento dopo 48 ore di agonia

È morto il bambino caduto in un pozzo di Velletri qualche giorno fa. Dopo quasi 48 ore di agonia non ce l'ha fatta. Il piccolo era arrivato in ospedale in codizioni gravissime. Di fatto il bambino sarebbe rimasto per troppo tempo sott'acqua. Era stato estratto dal pozzo profondo otto metri dai vigili del fuoco, ma le sue condizioni erano apparse subito disperate. Subito il trasporto in 118 al pronto soccorso dell’ospedale di Velletri, e da qui la decisione di trasferirlo nella capitale perchè necessita di un supporto vitale avanzato. La diagnosì è di annegamento e arresto cardiocircolatorio. La tragedia, che ha sconvolto il centro in provincia di Roma, è accaduta sabato sera mentre il bambino giocava con la sorellina. Il nonno lo avrebbe perso di vista e quando è andato a controllare si è accorto che il piccolo era precipitato nel pozzo. Si è calato giù, e con una corda e altri mezzi rudimentali ha cercato di portarlo in superficie. Intanto i genitori, una coppia di giovani romeni, ha dato l’allarme.