Verona, Tosi vieta (per finta) di frequentare i calabresi

Report accusa la città di infiltrazioni della 'ndrangheta. Il sindaco replica con una (finta) ordinanza

Report accusa la città di Verona di avere rapporti con la 'ndrangheta e il sindaco Flavio Tosi che fa? Vieta ai suoi concittadini di frequentare i calabresi.

Stiamo parlando ovviamente di uno scherzo, di una finta ordinanza firmata dal primo cittadino di Verona come provocatoria risposta al programma condotto da Milena Gabanelli secondo cui "nella città vi sia il serio pericolo di corpose infiltrazioni della criminalità organizzata e in modo particolare della ’ndrangheta, che sarebbe fortemente radicata nel tessuto cittadino a tutti i livelli".

L’ordinanza "n.007Abcde" è contenuta in due pagine con il logo del Comune in cui si dice che a Verona ci sono centinaia di famiglie di emigranti, provenienti da tutto il Sud e anche dalla Calabria, "perfettamente integrati e considerati finora dallo scrivente persone oneste e laboriose". Ma, si aggiunge, "a seguito dell’informatissima e approfondita inchiesta televisiva, quelle famiglie possono celare soggetti criminosi o affiliati alla ’ndragheta". Per cui il sindaco ordina "il divieto di qualsiasi frequentazione con persone provenienti dalla Regione Calabria, compresi ministri della Repubblica e rappresentanti del Parlamento, senza preventiva consultazione del relativo certificato del Casellario Giudiziale"; il divieto di viaggi o spostamenti per motivi di lavoro o turismo in Calabria "senza preventiva autorizzazione del ministero degli Esteri o della Prefettura"; il divieto per gli uffici comunali e gli amministratori locali di intrattenere rapporti di lavoro con persone di origine calabrese, "anche tramite lettera, telefono, e-mail, al fine di evitare possibili sospetti di collusione, appaltopoli, direttopoli, assunzioni sospette".

Per non parlare di matrimoni con una persona nata, residente o domiciliata in Calabria o dei giocatori di origine calabrese "per evitare potenziali combine che possono favorire organizzazioni affiliate all’ndrangheta". Infine c'è persino l'ordine per tutti i capifamiglia di origine calabrese di far pervenire agli appositi uffici, al fine del mantenimento della residenza, "il certificato del Casellario Giudiziale relativo a ciascun componente del nucleo familiare, nonché una lettera di referenza da parte di autorità del centro-nord oppure della trasmissione Report".

Commenti
Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Sab, 03/05/2014 - 17:12

Mogli e buoi dei paesi tuoi, e anche persone in genere. Peccato che sia uno scherzo...

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 03/05/2014 - 17:46

Le infiltrazioni (uso un solo termine riassuntivo)mafiose al nord,sono opera della DABBENAGGINE dei nostri legislatori che tanto tempo fa hanno istituito le leggi sul CONFINO per questi soggetti anzicchè tenerli in GALERA!!! E questo la Gabbanelli lo sa benissimo (perchè NON è scema) ma come tutti i CATTOCOMUNISTI finge di non saperlo!!! E quindi le risulta piu facile dare la colpa ad un Leghista!!!! Saludos

Ritratto di illuso

illuso

Sab, 03/05/2014 - 17:57

Auguro di cuore a tutte le città italiote di essere amministrate come Verona e Treviso.

Miraldo

Sab, 03/05/2014 - 18:03

La Gabbanelli è sempre vissuta di falsità per fare i suoi scoop altrimenti sarebbero in 3 ad ascoltarla. E non dimentichiamo tuti i soldi che la Rai paga per le cause perse dalla Gabbanelli per diffamazione, soldi nostri svegliatevi cmpagniucci rossi.

Ritratto di scandalo

scandalo

Sab, 03/05/2014 - 18:08

sarà una finta ordinanza !! comunque , se fosse vera , sarebbe una misura di prevenzione per la criminalità organizzata !!

Ritratto di pediculus

pediculus

Sab, 03/05/2014 - 18:35

Bravo Tosi, l'ironia è il miglior sistema democratico per abbattere i comunisti. Ma ce ne sono anche altri.....

Ritratto di Fuchida

Fuchida

Sab, 03/05/2014 - 20:14

Ottima iniziativa! Ci si parerebbe il c... dai teoremi giudiziari e da quelli di Report

moshe

Sab, 03/05/2014 - 20:39

Report accusa la città di infiltrazioni della 'ndrangheta ..... ..... ..... per molti credere alla verità fà male.

pilandi

Sab, 03/05/2014 - 23:47

Povera bestia...

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 04/05/2014 - 01:20

Alla stupida supponenza di certi conduttori televisivi che si sono autoeletti nel ruolo di fustigatori della società, non si può fare altro che RISPONDERE CON L'IRONIA. TOSI HA FATTO BENISSIMO.

Ritratto di Vendetta

Vendetta

Dom, 04/05/2014 - 07:03

Senti Pagliaccio te e la tua Lega a suo tempo avevate affermato che la mafia in Lombardia non esisteva poi siete stati indagati per lo scandalo del finanziamento pubblico (il Trota Belsito e via via) e ancora tu parli e fai le ordinanze fasulle. Stare zitto e lasciar perdere non ti riesce proprio ehhh !!!

Gfrank54

Dom, 04/05/2014 - 07:44

giusta risposta ad un inchiesta cretina

cabiria11

Dom, 04/05/2014 - 10:23

Tosi fa il furbo e la butta in burletta. Un sindaco che ha nominato quei collaboratori con cui è convissuto e ha collaborato per anni, o è complice o è fesso. In entrambi ii casi non è all'altezza del ruolo che ricopre.

epesce098

Dom, 04/05/2014 - 14:06

Vendetta - Due sono le cose: o sei un calabrese o hai invidia perchè non hai un sindaco come Tosi!