Viaggio in Centrafrica, gli 007: "A rischio sicurezza del Papa"

Mercoledì 25 novembre Papa Francesco inizierà il suo primo viaggio apostolico in Africa. Le minacce del sedicente Stato islamico nei confronti del Vaticano e del pontefice non hanno modificato il programma: il Santo Padre visiterà il Kenya, l'Uganda e la Repubblica Centrafricana, nella quale, ha annunciato, aprirà la Porta Santa della Cattedrale di Bangui domenica 29, anticipando di una decina di giorni l'inaugurazione ufficiale del Giubileo della Misericordia. La porta della Basilica di San Pietro verrà infatti aperta l'8 dicembre. Un appuntamento che, dopo gli attentati di Parigi e l'assalto all'hotel in Mali, diventa ad alto rischio. Così è scattato l'allarme dei servizi di intelligence che temono un attentato proprio durante la visita del Pontefice.

E così i servizi francesi hanno ribadito i loro timori inviando alcuni "alert" alla Santa Sede in cui definiscono la Repubblica Centrafricana come un Paese "altamente insicuro sotto il profilo della sicurezza", con il rischio "non irrilevante" che possa verificarsi un attentato in occasione delle cerimonie in programma, in particolare quella del 29 novembre a Bangui che prevede l’apertura del Giubileo per l’Africa. Per questo motivo i servizi di sicurezza francesi hanno inviato avvisi alla Segreteria di Stato vaticana segnalando il pericolo concreto di azioni terroristiche nei giorni del viaggio apostolico del Papa nella Repubblica Centrafricana. Le informative dell’intelligence transalpina non riguardano solo la persona del Pontefice ma anche la possibilità che si possano verificare attentati da parte di qualche jihadista solitario tra la folla in piazza in attesa del Papa. Francesco sarà in Africa da mercoledì 25 a lunedì 30 novembre, la visita toccherà Kenya, Uganda e Repubblica Centrafricana.

Commenti
Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Lun, 23/11/2015 - 17:04

Questi sedicenti 007 farebbero meglio a cambiare mestiere. Papa Furbesco non correrebbe nessun rischio neanche se andasse da solo a Raqqa. Non si attenta alla vita di chi a Pantelleria ha gridato a TUTTI gli Islamici di venire in Italia. Quanto ai Servizi Francesi che dispensano suggerimenti e consigli farebbero meglio a TACERE vista la plateale figura di MER*A fatta in casa propria!

Ernestinho

Lun, 23/11/2015 - 17:04

Ma c'è proprio bisogno di andare adesso in Africa mettendo a richio la propria e l'altrui vita?

acam

Lun, 23/11/2015 - 17:09

questo non lo toccano come fanno a trovare un altro alleato cosi?

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Lun, 23/11/2015 - 17:17

Lo dico da liberale illuminista (non credente): questo Papa ha fegato da vendere! Malgrado i rischi di attentati, Lui non si tira indietro e va a predicare anche in Africa, dove ci sono tanti islamisti, ma anche tanto terreno fertile su cui seminare, per chi si vuole convertire al cristianesimo (che - detto fra noi - è meglio dell'islamismo ...). Peccato che i tradizionalisti non l'appoggino, eppure dove lo trovano un altro Papa così, che va a predicare come pecora in mezzo ai lupi (Matteo 10,16-23)?

UNITALIANOINUSA

Lun, 23/11/2015 - 17:23

Ha ragione Morettini - oppure vuole morire come un martire... italiano in usa

Un idealista

Lun, 23/11/2015 - 17:35

In passato ho spesso criticato questo papa. Ora gli auguro di tutto cuore che tutto vada per il meglio, perché i tempi sono malvagi.

paco51

Lun, 23/11/2015 - 17:47

scusi: glielo ha detto il dottore? come papa non mi mancherà! come uomo mi spiace se accade qualcosa

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Lun, 23/11/2015 - 17:47

A tutti quelli che criticano il Papa perché metterebbe a rischio la vita altrui, chiedo: ma cosa dovrebbe fare, chiudere la baracca? Cioè, per es., dovrebbe evitare di dire Messa a piazza S.Pietro perché ci sono i rischi di attentato? Certo che quando certi tradizionalisti prendono di mira qualcuno, non c'è scampo ... Non va bene neanche predicare il Vangelo ...

ziobeppe1951

Lun, 23/11/2015 - 17:53

Sicuramente ci saranno attentati ma ben lontani dalla sua persona, a rimetterci sarà sempre il popolino, lui sta in una botte di ferro

greg

Lun, 23/11/2015 - 18:07

Penso che gli attentati i terroristi li faranno, troppo ghiotta l'occasione, e loro sono sensibili alla pubblicità facile per gli adoratori del falso profeta, ma che Bergoglio non correrà alcun rischio, si è già fin troppo espresso a favore dell'islam

Ritratto di gino5730

gino5730

Lun, 23/11/2015 - 18:28

Per me,Franceschiello è fuori di testa o un incosciente che pensa solo a farsi pubblicità .Prima di tutto non doveva indire un Giubileo particolare stante il momento di crisi che stiamo passando Italia,ma si rende conto di quanto ci costa ? Secondo,in altri momenti avrebbe fatto bene ad andare in Africa,ma con questi esaltati era proprio il caso? Non solo e non tanto per lui,ma per le persone che andranno ad acclamarlo.

Raoul Pontalti

Lun, 23/11/2015 - 18:32

(ci riprovo...) Sì o Francesco, c'è davvero pericolo per Te in Africa perché in una ex colonia francese i servizi francesi possono farTi un attentato...Ma vista l'efficienza da loro dimostrata in casa nei confronti di ISIS e affini hai buone probabilità di farla franca specie se Ti porterai dietro qualche guardia svizzera.

Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Lun, 23/11/2015 - 18:33

E se non dovesse andare per paura di qualcosa, sai gli atei che tromboni farebbero suonare? Spero solo che glie le canti come il suo predecessore quando, a Regensburg, disse che i mussulmani erano rimasti al medioevo.

Anonimo (non verificato)

nisei731

Lun, 23/11/2015 - 18:47

Purtroppo questa sottospecie di papa fara ritorno a Roma. Gli islamici dove lo trovano un alleato cosi?? Ridateci Ratzinger!

fisis

Lun, 23/11/2015 - 19:00

Sì può criticare su tutto questo Papa e la sua politica per me troppo di sinistra, anzi z tratti socialista, ma non si può obiettivamente ammettere che non sia coraggioso. Onore al merito.

Giorgio5819

Lun, 23/11/2015 - 19:13

Il soggetto in questione deve aver studiato poco a scuola, non deve essere stato tra i più bravi, tant'è vero che ha detto che lui quelli bravi non li apprezza. Quale sarà il vero interesse che ispira questo viaggio ?

elena34

Lun, 23/11/2015 - 19:20

Tranquilli non succedera' nulla , gli islamici non sono cxxxxxi. Avra' certamente al seguito le sue guardie svizzere con relative alabarde .

manolito

Lun, 23/11/2015 - 19:26

bergoglio non va in africa a predicare il vangelo ..se fosse cosi dovrebbe rimanere a vita come missionario senza privilegi ne offerte --come voleva il suo padreterno --invece preferisce recitare la finta parte di umile --non mi pare che faccia fatica ad arrivare alla fine del mese

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 23/11/2015 - 20:03

liberopensiero77: Non credo sia più il momento delle conversioni, libere o meno che siano (Magdi C. Allam si è convertito al cristianesimo ma il risultato non è stato dei migliori). Vedo piuttosto Papa Francesco come messaggero di pace e portavoce di quella "regola d'oro" comune alla maggior parte delle fedi religiose, al fine di stabilire la supremazia di questa unica regola rispetto alle storture dei testi sacri. "Noi" cristiani in parte lo abbiamo fatto ripudiando alcuni passi della Bibbia per quanto tuttora formalmente esistenti. L'impegno, fin da ora, ritengo debba essere favorire una più rapida evoluzione anche per le altri fedi.

Edmond Dantes

Lun, 23/11/2015 - 20:14

C...i vaticani. Non ce ne può fregare di meno.

Edmond Dantes

Lun, 23/11/2015 - 20:16

@liberopensiero77. Visto il livello delle prediche direi, più che pecora, capra.

zucca100

Lun, 23/11/2015 - 21:19

gino 5730, sai invece quanto soldi porta un giubileo?

autorotisserie@...

Lun, 23/11/2015 - 21:54

Stai a casa cecco, che quelli non sono fratelli, ma bestie.

eureka

Lun, 23/11/2015 - 22:04

D'accordo che deve evangelizzare ma a tutto c'è un limite. Se il viaggio è a rischio sarebbe meglio evitarlo anche perché si impegnano maggiori persone per difendere il Capo della Chiesa.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 23/11/2015 - 23:41

ma come, quelli degli isis sono venuti per attentarlo a Roma e questo se ne va in Africa. Praticamente li ha dribblati, questo è proprio un vero scherzo da prete...o meglio, da Papa.

Totonno58

Mar, 24/11/2015 - 00:33

Una preghiera incessante per questo Grande Uomo di Dio, messaggero di pace in uno dei luoghi più lacerati del pianeta...sia protetto da ogni male.

Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Mar, 24/11/2015 - 06:52

Santita', io prego tanto, come Lei ha chiesto, per il suo viaggio in Africa. Prego affinché l'Africa Le piaccia cosi' tanto da decidere di stabilirsi li' e mai piu' ritornare. Auguri.

Ritratto di Feyerabend

Feyerabend

Mar, 24/11/2015 - 07:02

Forse Papa Francesco cerca il martirio. Ma si e' domandato quanti soldi verranno spesi per garantire la sua sicurazza? e quale uso se ne sarebbe potuto fare altrimenti?

un_infiltrato

Mar, 24/11/2015 - 07:14

Bergoglio è veramente il vicario di Cristo, anzi... a volte mi dà la sensazione di essere proprio Lui. Non mi vergogno di farvi sapere che tutte le volte che parla, sento inspiegabile il bisogno di piangere.

Ritratto di marystip

marystip

Mar, 24/11/2015 - 08:52

E chi ci crede che è a rischio? Il Papa è a rischio come il PM Di Matteo a Palermo; o il Ministro Alfano (recentissima bufala) o il tuttologo (del c....) Saviano! Sveglia, non tutti hanno l'anello al naso.

Totonno58

Mar, 24/11/2015 - 09:32

Una preghiera incessante per te, Francesco,Grande Uomo di Dio, testimone del Vangelo...il Signore ti protegga da ogni male, soprattutto ra che ti accingi ad andare, messaggero di Pace, in uno dei luoghi più lacerati del mondo.

Un idealista

Mar, 24/11/2015 - 09:40

Auguro che il suo viaggio, che non può essere cancellato, possa dare forza e speranza a chi crede in Cristo.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mar, 24/11/2015 - 09:40

@Dreamer_66, il Papa come messaggero di pace è perfetto, ma non è l'unico scopo. Il viaggio è dichiaratamente apostolico, pastorale e missionario, aperto al dialogo interreligioso e all'ecumenismo, per promuovere "comprensione" e "rispetto" senza distinzioni di credo o etnia. In pratica si mira a pacificare dei Paesi scossi da anni di violenza interreligiosa (con possibili ricadute politiche sui governi locali), e a sostenere la Chiesa cattolica locale, dando anche rilevanza alla “periferia” del Mondo rispetto al “centro”, secondo una politica di decentramento che sta portando avanti questo Papa.

greg

Mar, 24/11/2015 - 15:38

TUTTOTONNO58 - se mai mi accadesse di passare nei suoi dipressi (lei sa cosa significa, vero??) calzerei scarponi da montagna stile antico con solidi ramponi da ghiaccio montati sotto la suola, perché sicuramente troverei fiumi di saliva scorrente sul terreno, sparsa da lei a piena lingua quando adula il prete che ha detto le sacrissime parole che lei ama e per le quali lei chiede l'immediato onore degli altari per Bergoglio "ma chi sono io per criticare i GHEI?". ....Stomachevole

Anonimo (non verificato)