Vicenza, arrestato militare americano, è accusato di aver violentato una giovane a una festa

Il 27enne statunitense è stato arrestato e trasferito nel carcere di Vicenza per gravi indizi di colpevolezza. I fatti risalirebbero all'estate scorsa, durante una festa. Ma l'uomo si difende: "Eravamo tutti ubriachi ma non sono stato io, con la ragazza ho soltanto parlato"

L'avrebbe violentata durante una festa privata tra militari. Ed è con l'accusa di stupro, infatti, che il sergente americano Tyrekie Meyer verrà congedato dall'esercito statunitense. È accaduto a Vicenza e la vittima sarebbe una ragazza vicentina.

Le accuse e il carcere

Secondo quanto riportato dal Corriere del Veneto, in considerazione del prossimo "licenziamento", il pubblico ministero, Augusto Corno, giovedì, ne avrebbe disposto il fermo, restringendolo ai domiciliari nella base Del Din, dove l'uomo ancora lavora. La misura sarebbe stata presa sia per i gravi indizi di colpevolezza, ma anche, in particolare, per il pericolo di fuga, visto che il militare 27enne non sarebbe più costretto a rimanere in Italia. Il sergenteche aveva, però, espresso la volontà di partecipare alle udienze e aveva fatto sapere di voler rimanere a Vicenza per potersi difendere, non è tornato in libertà. E, anzi, dagli arresti domiciliari, ieri sera, il militare stato trasferito al carcere San Pio X°. Troppo gravi i fatti contestati e un pericolo di reiterazione (motivo per il quale il giudice avrebbe firmato per la custodia cautelare in carcere).

Il racconto della ragazza

Il sergente, però, avrebbe respinto ogni accusa. E, ieri mattina, comparso davanti al giudice avrebbe detto: "Eravamo tutti ubriachi quella sera, ma non ho abusato di quella ragazza, ci ho solo parlato, nulla più, non sono stato io". La violenza risalirebbe all'estate scorsa, nell'abitazione di un altro cittadino americano, nell'hinterland di Vicenza. La conferma che quella sera girasse molto alcol è arrivata anche dalla giovane che ha denunciato la violenza sessuale, un 22enne che, al momento dell'aggressione, avrebbe avuto delle difficoltà a essere lucida. Secondo quanto riferito dalla giovane, Meyer sarebbe stato con lei per diverso tempo, fino a tarda serata, nel momento in cui l'avrebbe portata in una stanza. Lì, secondo la sua ricostruzione, avrebbe approfittato di lei senza che la giovane fosse in grado di reagire. Intanto, diversi militari, presenti alla serata, sono già stati ascoltati e altre testimonianze saranno sentite nelle prossime settimane.

Commenti

scorpione2

Sab, 23/02/2019 - 19:48

nooooooooo, non fatelo altrimenti strums chiede l'embatgo all'italia.

Ritratto di Suino_per_gli_ospiti

Suino_per_gli_ospiti

Sab, 23/02/2019 - 20:06

Militare americano è riduttivo. Militare americano di colore sarebbe corretto.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 23/02/2019 - 20:24

@scorpione2 - invece di fare il pagliaccio, chiedi le stesse cose quando lo stupro è causato da uno dei tuoi amici clandestini che sei stato contento di far entrare. Non ti ho mai sentite fare il pagliaccio o urlare contro di loro. Eppure ogni giorno ne commetton oa decine. Ma vattene via, inutile.

STREGHETTA

Sab, 23/02/2019 - 20:55

"Stupratori:tollerati solo gli africani " - Eh beh, questo verrà condannato e avrà di che pentirsi della sua ubriacatura e del suo abuso. Mica è un " migrante ", a cui tutto è lecito perché, poverino, non sapendo che diavolo fare tutto il giorno, ogni tanto si cala le braghe e stupra quel che trova! Gli stupri e le violenze anche feroci dei cosiddetti migranti ( ossia i pezzenti invasori africani ) sono all'ordine del giorno, non si contano più e ci stiamo facendo il callo, ma queste bestie sono tutte fuori, pronte a ricominciare quando gli tira. Siamo una società in caduta libera, salvo che qualcuno sia messo in grado di salvarla.

STREGHETTA

Sab, 23/02/2019 - 21:09

" Un colore, una garanzia "- Rettifico quanto ho scritto : in realtà il tizio stupratore, se non fosse sottoposto alla giustizia militare in quanto il fatto era avvenuto ad una festa privata, avrebbe delle chances. Non essendo bianco, infatti, riceverà comprensione e un occhio di riguardo. Siamo in Italia, dopotutto! La squallida e fessa Italia! Quella buonista tranne che coi propri cittadini, gli unici trattati da delinquenti.

Aegnor

Dom, 24/02/2019 - 10:16

Secondo scorpione2 e tutti gli idioti rossi, solo i clandestini hanno il diritto di stuprare a piacimento e cavarsela con l'obbligo di firma