Vietato bocciare: "depenalizzato" il voto in condotta

Oggi l'insufficienza comporta la perdita dell'anno scolastico. Una deputata chiede che la priorità diventi la "rieducazione"

Approfittando del fiacco interesse del governo per la scuola, interesse limitato alla manutenzione dei controsoffitti (che va fatta, per carità, ma problemi ce ne sarebbe altri e d'altro genere), l'onorevole Milena Santerini ha buttato là una tossica proposta di legge per l'abolizione del voto in condotta. Fiduciosa che tutto preso dai matrimoni omosessuali, lo spezziamo le reni alla Libia e il muso duro con la Merkel, il governo, cioè Renzi, senza nemmeno dargli una occhiata la annetta al capitolo «riforme epocali» spianandole la via parlamentare. Milena Santerini è una Monti's girl che dopo il collasso di Scelta civica è approdata al gruppo parlamentare di Democrazia solidale. Docente all'Università (...)(...) Cattolica del S. Cuore di Milano, si dichiara «esperta dei problemi della scuola, della famiglia, della coesione sociale, del non profit». Forte di quelle competenze propone dunque l'uscita dalle pagelle del voto in condotta che se assegnato con un 5 determina la bocciatura dell'alunno. «Nella giustizia penale - s'erge Santerini - il nostro sistema punta sempre più alla rieducazione del detenuto, e invece con gli studenti abbiamo un sistema che stronca (!) senza pietà». Per questo, perché non la ritiene così rieducativa come possono essere gli anni dietro le sbarre, quelli sì che educano, si batte per la riduzione delle bocciature in genere, cominciando appunto con l'abolizione di quella per cattiva condotta.Perché ce l'abbia tanto con quel voto è presto detto: l'onorevole Santerini è dell'opinione, non certo la sola, che sia dovere civico sradicare dall'insegnamento scolastico ciò che ne rappresenta l'elemento propulsivo: il riconoscimento del merito. Ciò a favore di un egualitarismo a encefalogramma piatto e una didattica che si conformi alla voglia di studiare, di apprendere, dell'ultimo della classe. In tal modo raggiungendo l'obiettivo - democratico e solidale - del «nessuno resti indietro». Una gran vittoria sociale, questo è certo. Ma che necessariamente comporta il «nessuno va avanti» e con nuove generazioni che non vanno avanti non va avanti nemmeno il Paese. Detto in altre parole il «nessuno resti indietro» significa tutti promossi e bisogna ammettere che in tal senso la scuola è sulla buona strada. Un po' per ordine superiore, un po' per «cultura» del corpo insegnante e un po' perché ci mettono la loro i Tar, la bocciatura per difetto di studio è pressoché scomparsa dal panorama scolastico. Ne tiene alto (alto: 0,5 per cento) - ed ecco dove vuole andare a parare l'onorevole Santerini - l'indice delle bocciature per cattiva condotta. Abolita quella, i democratici solidali vedrebbero realizzarsi il sogno dei «todos caballeros», tutti alla conquista del futuro agitando, come lasciapassare, non la propria istruzione, faccenda così discriminante, ma il «pezzo di carta». Andiamo bene.

Commenti

Cheyenne

Ven, 29/01/2016 - 08:55

l'italia è finita ormai abbiamo pazzi che lanciano le idee più strampalate pur di mantenere lo scranno

Cheyenne

Ven, 29/01/2016 - 08:56

d'altra parte con tali professori universitari è chiaro che tutto è allo sfascio

Ritratto di acroby

acroby

Ven, 29/01/2016 - 09:51

Ormai mi viene il voltastomaco a sentire "Democrazia solidale", magistratura democratica, "coesione sociale", accoglienza et similia. Dagli anni 70 i sinistri stanno distruggendo scientemente questo Paese. Depenalizzazione reati, appiattimento al basso, no al merito. Mentre il mondo intero va avanti. Che pena.

cunegonda

Ven, 29/01/2016 - 10:14

non dobbiamo più preoccuparci per l'estinzione degli asinelli rari! Ci pensa la scuola a sostituirli....

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 29/01/2016 - 10:15

Se la scuola italica ha laureato Di Pietro, Bersani e Fini c'è da aspettarsi proprio di tutto.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Ven, 29/01/2016 - 10:16

Ma il professore infame per natura trova alleati tra i colleghi facendo mobbing sullo studente non allineato. Lo fanno già. Ti danno 5 in italiano per simpatia, un vaffa a quel punto ci sta.e ti segano lo stesso. Poi al tg5 senti servizi con tutte le concordanze sbagliate...

michetta

Ven, 29/01/2016 - 10:26

E sti scemi, ancora non hanno capito che senza disciplina, non esiste l'ordine e senza di questo, nemmeno quello mentale, riuscira' mai ad apparire, nei giovani d'oggi e non. Ormai, dopo la sospensione della leva obbligatoria, con la quale, perfino Berlusconi si butto' nella "caciara", facendo malissimo! Almeno potevano scoprire di avere... il varicocele, così, tanto per esempio salutare, invece oggi, non capiscono l'abc dell'educazione civile,che le loro famiglie, cresciute a pane e partito, non possono dar loro in quanto non capiscono una beata mazza! ANDIAMO/ANDATE TUTTI A VOTARE !!!!

Rotohorsy

Ven, 29/01/2016 - 10:31

Poi ci si chiede perchè i genitori che ne hanno la possibilità mandano i figli a studiare all'estero (in genere in paesi anglosassoni).

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Ven, 29/01/2016 - 11:02

Nella scuola, da anni vi è una corsa al ribasso. Mettiamo che l'obiettivo ottimale sia un bagno nelle acque di Lourdes, ma, come 'obiettivo minimo' si devia per Vichy, in attesa di finire alle paludi del Poitou. La nostra scuola è ormai questa.

maurizio50

Ven, 29/01/2016 - 11:06

Continua senza soste lo smantellamento dello Stato, così come era nato quale comunità a tutela dei cittadini, ad opera degli sconsiderati balordi cattocomunisti ed associati. Ora pure la proposta della mentecatta voltagabbana ex Scelta Civica ora approdata in quota compagni!! Non c'è ombra di dubbio: L'Italia è marcia dai vertici dello Stato, ma ci pensano gli elettori che votano certi irresponsabili visionari a farla progredire sulla via della cancrena!!!!!!

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 29/01/2016 - 11:24

Al Governo domina la pazzia. Le decisioni folli ormai non si contano più. La condotta nella scuola era l'ultimo baluardo per tenere sotto autocontrollo la maleducazione degli allievi nei confronti degli insegnanti e dei compagni. Adesso la scuola è diventata una giungla dove il più forte e maleducato domina su tutti, compresi gli inseganti. Capisco che si siano volute abolire le pene corporali di antica tadizione, l'unico valido argomento sia per far impegnare gli studenti nello studio che nella condotta da tenere. Togliendo però anche l'ultimo spauracchio, la minaccia della condotta, sarà una scuola di selvaggi dove non si va più per studiare e apprenderema per dominare gli altri.

giosafat

Ven, 29/01/2016 - 11:39

E' proprio vero: in parlamento sono stati eletti i peggiori.

heidiforking

Ven, 29/01/2016 - 11:40

Io continuo a chiedermi se il governo sia di sinistra o di destra? Continuano a fare "riforme" che penalizzano il ceto medio basso. Qualcuno dovrebbe spiegare loro che nelle scuole italiane ci sono solo più i figli di chi non può permettersi la retta della scuole private o di chi non può mandare i propri figli a studiare all'estero e gli extracomunitari, vedi marocchini, a cui dello studio non può fregare di meno, ergo quelli penalizzati sono i figli della classe operaria che questo governaccio "dovrebbe" tutelare.....

Rossana Rossi

Ven, 29/01/2016 - 12:15

Disciplina? per carità, oggi si va al contrario....e si vede.......ha ragione Acroby.......

i-taglianibravagente

Ven, 29/01/2016 - 12:18

Qualcuno vada a vedere come viene gestita la disciplina nelle scuole di molti altri paesei d'europa...c'e' da piangere pensando a quello che lasciamo che succeda nelle aule italiane. Ma la, negli altri paesi, non viene dato del FASCISTA al primo insegnante che cerca di IMPORRE la disciplina in classe, contro tutto e contro tutti (alunni, genitori e i cosiddetti DIRIGENTI SCOLASTICI). Ringraziamo i miserabili cialtroni di sinistra che ci governano, i radical-falliti che riempiono l'etere italico del loro verbo. Ben ci sta ....e 44% di giovani che sono senza lavoro. Andranno a lavorare part-time in qualche circolo arci.

Giorgio5819

Ven, 29/01/2016 - 12:18

"Monti's girl che dopo il collasso di Scelta civica è approdata al gruppo parlamentare di Demenza solidale..." e questa prende anche uno stipendio!! Se questi soggetti insegnano all'università significa che è ora di bonificare, a fondo.

Ettore41

Ven, 29/01/2016 - 12:26

Studente delle Medie non venni ammesso agli esami di 3 media per un 7 in condotta (all'epoca con otto eri gia'un sorvegliato speciale). Dovetti dare tutte le materie ad ottobre ed ovviamente venni bocciato con 5 in latino dal Prof di lettere. Ovvia bocciatura per cattiva condotta. Ripetei tranquillamente l'anno, ma quella bocciatura mi servi' da lezione. Traumi?, Psicodrammi?, Frustrazioni?, Tentativi di suicidio?. Non scherziamo, avevo il mondo davanti a me; trascorsi inoltre un anno da favola conoscendo gia' tutto il programma. Passai gli esami a giugno a pieni voti. Ai miei tempi all'On Milena Santerini qualcuno avrebbe deddo "On Santerini ma torna a fare la calzetta"

fisis

Ven, 29/01/2016 - 12:32

Avanti con la distruzione dell'Italia e della scuola, maledetti cattocomunisti.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 29/01/2016 - 12:40

il "6" politico ed ora anche il"10" in condotta.

michetta

Ven, 29/01/2016 - 12:42

x GIOSAFAT . ELETTI ???? Imposti, forse sì! E sappiamo tutti da chi!

cgf

Ven, 29/01/2016 - 13:08

certo certo e poi dicono che la sQuola ha come dovere primario EDUCARE alla vita!! senza il voto in condotta ognuno è libero di fare quello che vuole, tanto col sei poitico *conquistato* da papà&mamma quando avevono la mia età, io sarò promosso sempre e cmq